Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[ALCOL] Il vino,toccasana o deleterio?
#1
Cosa ne pensate? che effetti può avere sugli altri cibi ingeriti durante lo stesso pasto? potrebbe contribuire a imputridire le proteine?potrebbe facilitare la digestione di alcuni alimenti? è un toccasana o è più dannoso che altro? fa male solo il bianco o fa male pure il rosso?
Aspetto commenti!
Cita messaggio
#2
Bella domanda! Me la sono posta ancora senza riuscire a darmi una risposta. Anche riguardo la birra. È sicuramente benefico l'effetto di un buon bicchiere sull'umore! Però se si esagera è tutto un altro discorso.

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio
#3
Personalmente non bevo nè il vino nè altri alcolici semplicemente perchè non mi piacciono.....tranne rarissimamente Baileys e Limoncello

Penso che con molta moderazione non possano certo creare problemi, e poi se procurano piacere indurranno risposte positive a tutti i livelli.
Se invece si ha qualche problema di salute meglio toglierli di mezzo...
Cita messaggio
#4
Il corpo non reagisce positivamente all'alcool...gli effetti sono chiari...anche se assunto moderatamente..è sempre un veleno.Che poi in mezzo a questo "veleno" ci siano mischiati fattori nutrizionali è anche vero
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#5

Lo penso anch'io.
Quindi bisognerebbe andarci piano anche con il kefir?
Cita messaggio
#6


Ma il kefir ne contiene una quantità talmente bassa che è del tutto trascurabile. In natura nutrimento e tossine son sempre mischiate in una certa misura. Non esiste l'alimento ideale e perfetto.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#7
Mmmm,dipende quanto alcool,anche un frutto fermentato ne contiene,eppure potrebbe darsi che portasse ai nostri antenati indubbi benefici.
Esiste qualche studio che dimostra che anche piccole quantità d'alcool siano deleterie?Fino ad ora(ma potrei sbagliare)ho letto solo il contrario.
E non parlo di altri nutrienti,parlo proprio dell'alcool.
Cita messaggio
#8
Questa sostanza viene metabolizzata dal corpo, non in funzione delle reali esigenze organiche come accade per i nutrienti, ma con l'unico scopo di essere neutralizzata ed eliminata.
L’ossidazione dell’alcol libera una quantità notevole di energia (7 Kcal per grammo ossidato), senza però fornire nutrienti. Quindi l'alcol, nonostante un elevato potere energetico, non ha nessuna valenza dal punto di vista nutrizionale.
La fermentazione naturale dei frutti maturi è appunto una cosa naturale, una quantità di alcool irrisoria per il corpo, abbiamo l'enzima per metabolizzare l'alcool appunto per eliminarlo e scinderlo dai nutrienti.
Se trovi con google la metabolizzazione dell'alcol vedrai che impiega enzimi epatici in maniera consistente e poi quando è metabolizzato prende subito le vie di espulsione...
Anche io lo bevo qualche volta per divertirmi però per me è una sostanza nociva per il corpo.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#9
Io concordo con tutto ciò che hai scritto,ma l'alcool:
-disinfetta
-fluidifica il sangue(sarà un bene o un male?chi lo sa...)
-vasodilatatore(in alcuni casi potrebbe essere un bene,in altri un male)
-ha rebound positivi sull'assunzione di certi nutrienti(mi dispiace non poter dire quali,anzi non sono nemmeno certo della veridicità dello studio che lessi tempo fa)
Non voglio dire che sia una manna,però potrebbe avere alcuni lati positivi,ovviamente se assunto in minime quantità.
Mettici che il vino ha anche un sacco di antiossidanti e altri nutrienti...potrebbe avere più pro che contro.
Cita messaggio
#10

Non conosco lo studio, ma molti medicinali sono in soluzione alcolica proprio per favorire l'assorbimento dei principi attivi.
Cita messaggio
#11
Citazione:Mettici che il vino ha anche un sacco di antiossidanti e altri nutrienti...potrebbe avere più pro che contro.

Anche Report su raitre ha sfatato questi miti, trovati la puntata intitolata "In Vino Veritas", sicuramente questa inchiesta ha meno eco e pubblicità dei report pubblicitari di medicina33 in cui si dice che il vino rosso "fa buon sangue".
E vedrai che gli antiossidanti(resveratrolo) e alimenti nutrienti(quali?) sono presenti in maniera talmente infinitesimale che per dare un qualche minima efficacia si dovrebbe bere una quantità di litri al giorno spropositata...il che è un paradosso.


Citazione:L’assunzione di alcol provoca vasodilatazione cutanea e aumento del flusso sanguigno, con conseguente dissipazione di maggior calore corporeo.

Troppo alcol deprime il meccanismo centrale della termoregolazione, agendo a livello ipotalamico. Tali effetti sono tanto più eclatanti quanto più bassa è la temperatura esterna. Di conseguenza, è sbagliato fornire alcol a persone semiassiderate poiché la conseguente vasodilatazione aumenterebbe la dispersione del già modesto calore corporeo.
Insomma, d'inverno non aiuta, d'estate men che mai..tanto che nei popoli arabi è una norma igienica non bere alcool con tutto quel caldo che fa...
Rimane la funzione sociale....ecco per quello aiuta molto :ave:
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#12
Poi l'alcool al nostro organismo non gli è estraneo: anche i lipidi sono un legame tra alcool (glicerolo) e acidi grassi!
Un bicchiere di rosso (casereccio) non credo sia deleterio........E' l'abuso in primis il vero problema e secondariamente i bisolfiti e company (dei vini commerciali)! Cosa ne pensate?
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#13
Non voglio portare avanti posizioni assolutistiche, è normale che un solo bicchiere di vino rosso non faccia male...comunque il glicerolo(alcol trivalente) è metabolizzato direttamente dal corpo o usato per sintetizzare il glucosio..cosa che non fa il semplice alcol (etanolo).Stiamo parlando sempre di una sostanza classificata come stupefacente che provoca dipendenza a dosi elevate, lo sappiamo benissimo che il corpo ha una grande tolleranza, per cui se una piccola quantità non ci fa assolutamente nulla non vuol dire però che faccia bene.
Se vi piace bevetelo, lo bevo pure io, però non alimentiamo la panzana che fa bene.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#14
Di nulla si può sapere di preciso se fa bene o male,chi sei tu per essere così certo di ciò che dici?
Ogni studio dimostra tutto e il contrario di tutto,sono usciti studi che sostengono la cannabis preservi il sistema nervoso centrale in alcune sue funzioni e aiuti contro il cancro,ovviamente nulla di certo :


La cannabis potrebbe combattere le cellule cancerogene. Questo è quanto risulta da una ricerca condotta dai ricercatori dell'Università Complutense di Madrid, sotto la guida di Manuel Guzman, del dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare dell'ateneo madrileno. Dagli studi effettuati in laboratorio su topi, il principio attivo dell'hashish si è dimostrato capace di distruggere le cellule cancerogene e, allo stesso tempo, di mantenere vive quelle sane.
Lo stesso Guzman sottolinea che è necessaria cautela perchè per ora i risultati sono stati ottenuti solo su topi di laboratorio e non sull'uomo ma i risultati ottenuti fanno comunque sperare nella futura messa a punto di nuovi e più sicuri trattamenti contro il cancro.


Ad esempio si cerca di capire se i cannabinoidi inducano o meno la morte dei neuroni o se addirittura potenzino la loro sopravvivenza.

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "


I benefici della marijuana

Il THC può prevenire la caduta dei livelli del neurotrasmettitore acetilcolina meglio dei farmaci in commercio

Ritardare e alleviare i sintomi dell’Alzheimer: questo importante obiettivo terapeutico può essere raggiunto semplicemente con l’assunzione di marijuana. Secondo quanto affermano i ricercatori dello Scripps Research Institute , infatti, un principio attivo in essa contenuto, il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) può prevenire la caduta dei livelli del neurotrasmettitore acetilcolina meglio di quanto facciano i farmaci attualmente in commercio. In base a quanto riportato sulla rivista “Molecular Pharmaceutics” il THC è in grado anche di bloccare l’aggregazione di proteine che possono indurre un peggioramento dei processi cognitivi e mnemonici tipici dei soggetti colpiti da Alzheimer.

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Quindi? La legalizziamo?
Gli studi,pro e contro l'alcool,come per qualsiasi cosa(men che meno la cannabis)non dimostrano nulla,le tue certezze sono malfondate,così come le mie(ammesso che ne abbiamo).
Per sicurezza io lo bevo
Cita messaggio
#15
Per sicurezza mi fumo pure le canne.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)