• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Autore Messaggio
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #1
    Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Come ben sapete sono un neofita della cultura alimentare in genere, chiedo quindi a voi maggiori delucidazione sull'argomento.
    Questo perchè ogni tanto nelle discussioni esce fuori, ed il più delle volte questo fantomatico "bilancio omeostatico" è visto come la chiave di volta per star bene o star male, detta nella maniera più grezza possibile.
    Intestino infiammato? Controlla il bilancio omeostatico! Infiammazioni? Controlla il bilancio omeostatico! Mal di stomaco? Controlla il bilancio omeostatico!
    Ma che cosa è il bilancio omeostatico? Come si controlla? Quali mezzi abbiamo per tenerlo sempre sotto controllo? Come ci accorgiamo che siamo fuori strada?

    Ecco vorrei saperne di più, cercando di approfondire l'argomento, anche con esempi e risultati ottenuti (anche perchè su internet non si trova quasi niente, e mi sorprende che un tema che qua dentro è vangelo fuori non esista).
    21-09-2011 06:50 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #2
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Non la prendere a male, ma sai la cosa bella qual'è? Sei iscritto da 3 mesi e non hai neppure vaga idea di questo cardine delle teorie che seguiamo su questo forum.

    Un certo Mario Ciampolini per 40 anni ha analizzato mediamente i consumi metabolici delle persone, ed ha riscontrato in uno stato chiamato proinfimmatorio la chiave verso le patologie acute e croniche.

    Avevo intenzione di far aprire una sezione apposita sugli studi di Ciampolini visto che dovrebbero essere studiati e capiti con molta accuratezza, dato che sento che si studia Ehret , figuriamoci un'opera complessa come quella di Ciampolini.

    Un tema del genere non esiste perchè i più non capiscono neppure il lavoro di Ciampolini e i molti non l'accettano.

    Le persone preferiscono credere alle panzane di molti naturopati che a teorie scientifiche verificate in tantissimi anni (il progetto di Ciampolini è durato 25 anni).

    Che cosa vuol dire alimentazione omeostatica, vuol dire in modo spicciolo alimentazione aderente ai consumi metabolici evitando che ci siano accumuli.

    Ad esempio in molti credono di avere metabolismi di 2400 kcal al giorno, pur essendo sedentari, orbene se la persona anche in sovrappeso ha pochi muscoli e non fa nulla dalla mattina alla sera probabilmente avrà un metabolismo probabilmente che arriva a più o meno 1000 kcal.

    Le 1400 che fine fanno? Il corpo cerca di non buttare niente e di accumularle, ma se non ci riesce tutto quetso resta in circolo nel sangue che come feedback fa rallentare il cibo nel canale intestinale aumentanto in maniera sproporzionale il livello microbico negli intestini.

    Perno principale di questo è la glicemia, ancora meglio l'insulina, ma la glicemia resta abbastanza facile da misurare.

    Qualcuno può dire:"Ma come mai se ho un basale basso ho comunque tanta fame, vuol dire che devo mangiare di più?" Ciampolini spiega chiaramente che chi ha tanta insulina in corpo (e se preddisposto geneticamente una grande caduta di capelli) è costretto suo malgrado a tenere le entrate grandi specialmente di cibi che aiutano a superare la barriera creata dai grassi, barriera che si erge forte contro l'insulina, barriera che può essere superata solo mangiando tanti carboidrati a veloce immissione, ovvero ad alto indice glicemico, pena una fame assurda anche se si mangia tantissimo.

    Ma cosa vuol dire bilancio omeostatico? Vuol dire mangiare quanto si consuma nei periodi interprandiali, cercando solo di avere i depositi saturi in maniera proporzionale all'attività da svolgere.

    Giacchè è assurdo voler ricorrere al cibo ogni volta che si a fame, ma si deve far sic he il corpo raggiunga uno stato ormonale tale da riuscire ad usare le proprie riserve senza doversi fermare eprchè è andato in ipoglicemia. Quindi in una parola allontanare lo spettro della sindrome metabolica.

    Se tu ad esempio non fai una cippa e il tuo basale è abbastanza basso, ma mantieni alte introduzioni caloriche se puoi ingrassare lo farai, se non puoi farlo il cibo resterà nel tenue a creare problemi, specialmente perchè durante i bilanci positivi il tuo corpo immetterà grandi quantità di acidi grassi in circolo per mantenerti in vita durante il digiuno.

    Potresti pensare che è un bene, ma se dal circolo ematico il nutrimento scompare lentamente e uno sta una continuazione a mangiare, può si ingarssare ma solo fino a limite predefinito geneticamente che può essere in molti casi molto basso, come le persone che pur mangiando tantissimo restano ababstanza magri o quelle che hanno raggiunto il proprio limite di ingrassamento.

    Ora potrei continuare a lungo ma non ha senso, perchè c'è una dispensa apposita che i pià guardano superificialmente e non leggono neppure e poi non capsicono di cosa parliamo.

    Appena posso metto on line l'ultima versione.

    Ah prima di chiudere come si ricollega al Chron reiterati sbilanci omeostatici? Se il tuo nutrimento arriva al colon non completamente assorbito i indigerito con una forte condizione proinfiammatoria, un aumento di batteri produrra un eccessivo attacco dei linfociti che infiammeranno ulteriolmente la zona.

    Fuori dallo stato proinfiammatorio il corpo non monta reazioni insistenti e croniche, anzi talvola degli invasori vengono ammazzati senza che c' ne rendiamo conto.

    Questo è quanto...
    21-09-2011 06:50 PM
    Cerca Quota
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #3
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Grazie per la risposta Salvio, spero si vorrà continuare perchè son curioso.

    salvio Ha scritto:Se tu ad esempio non fai una cippa e il tuo basale è abbastanza basso, ma mantieni alte introduzioni caloriche se puoi ingrassare lo farai, se non puoi farlo il cibo resterà nel tenue a creare problemi, specialmente perchè durante i bilanci positivi il tuo corpo immetterà grandi quantità di acidi grassi in circolo per mantenerti in vita durante il digiuno.

    Credo quello che capita a me. Mangio abbastanza tutti i giorni, tra l'altro butto dentro molte mandorle che ho scoperto mi aiutano insieme alla frutta a non aver problemi di evacuazione, credo proprio per l'olio che contengono e che lubrifica il mio intestino. Dicevo, mangio abbastanza ma non faccio un grammo, anzi, sono perennemente sottopeso, sono alto 1.80 e peso 62 kili. E se poco poco mi metto ad osservare l'SCD in maniera stretta è un disastro, calo a vista d'occhio.

    salvio Ha scritto:...uno sta una continuazione a mangiare, può si ingarssare ma solo fino a limite predefinito geneticamente che può essere in molti casi molto basso, come le persone che pur mangiando tantissimo restano ababstanza magri o quelle che hanno raggiunto il proprio limite di ingrassamento.

    Esatto. Ma da ragazzino ricordo, tipo a 20 anni, che ero riuscito ad arrivare a 75 kili, stessa altezza eh, ma ero davvero in carne, forse a forza di mangiar pane e pasta, ma nonostante tutto il mio intestino non era così problematico.

    salvio Ha scritto:Ora potrei continuare a lungo ma non ha senso, perchè c'è una dispensa apposita che i pià guardano superificialmente e non leggono neppure e poi non capsicono di cosa parliamo.

    Forse l'ho trovata qui: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " (in basso, ultima voce).
    Per le mie limitate facoltà spero non sia complesso.

    salvio Ha scritto:Ah prima di chiudere come si ricollega al Chron reiterati sbilanci omeostatici? Se il tuo nutrimento arriva al colon non completamente assorbito i indigerito con una forte condizione proinfiammatoria, un aumento di batteri produrra un eccessivo attacco dei linfociti che infiammeranno ulteriolmente la zona.

    Capito, ha una logica. Ma il bilancio comunque deve essere proporzionato a livello proteine carbo grassi? So che è una provocazione ma se mi mangio un kilo di mandorle al giorno e basta, raggiungo il mio bilancio omeostatico di metti 2.500 calorie, sto apposto?
    Altra provocazione: se il bilancio omeostatico viene raggiunto mangiando esclusivamente pane e pasta è ugualmente accettabile?

    Grazie per le risposte!
    21-09-2011 06:50 PM
    Cerca Quota
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #4
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Sovrastimare i proprio consumi metabolici se si fa vita sedentaria è facilissimo.

    Se sei per strada un paio d'ore e il resto lo passi in ambienti riscaldati, compreso quando dormi sotto le coperte, sta tranquillo che giungi a consumare tranquillamente poco più di 1000 kcal, sempre le consumi a giudicare dal tuo peso tu consumi pochissimo.

    Mio fratello quando pesava 60 kg ed è alto oltre 1,90 da analisi impendezionometrica aveva un basale di 1150 kcal. Ora tu che sei più basso l'avrai quasi sicuramente minore di quel valore il che implica che se ti fai 100 grammi di mandorle di botto introduci oltre 500 kcal, che a livello insulinico è molto facile getsire per uno della tua altezza ma di peso proporzionato, mentre per te è uno sforare tranquillamente i consumi. Se mangi 2 volte al giorno 700 kcal sei oltre i tuoi consumi e sei fregati.

    In più il basale non è una cosa fissa, dipende da tantissimi fattori, e può abbassarsi da un giorno all'altro facendo si che il mangiare 1800 kcal risulti tantissimo per te, cosa che anche normalmente secondo me per una persona della tua costituzione è tanto.

    A proposito io e Ciampolini abbiamo discusso tantissimo di quanto sono i consumi di uno che passeggi per una 10ina di km. Secondo albanesi la form,ula empirica è il peso per la distanza espressa in chilocalorie, questo però per la corsa; comunque Ciampolini trovava molto sovrastimato questo valore dicendo che in estate ad esempio, anche camminando consumi quando stando in inverno a letto, ben coperto, quindi praticamente meno della metà data dalla formula di Albanesi.

    Ora analizziamo la tua persona. Un basale probabilmente inferiore alle 1200 kcal, ma fa niente mettiamo che sia tale, se ti metti a fare una camminata di 10km consumerai secondo Albanesi 62*10 =620 kcal quindi in totale 1820 kcal. Se mangi sulle 1800 kcal al giorno sei sotto di 20 kcal.

    Ma se il tuo metabolismo basale è più basso di 1200, cvammini e non corri e albanesi è sovrastimato, specialmente in estate o anche in inverno se non fa tanto freddo e c'è un buon tasso di umidità che ti permette di raffredarti lenatmente con i vestiti pesanti, siamo al paradosso che 1800 kcal sono troppe e il tuo bilancio dinamico, risulterà in almeno 2 dei tre passi positivo, innalzando la tua glicemia da fame iniziale e quindi impendendoti di usare le riserve, saturandole con il tempo.

    Se puoi ingrassare, fai 10 km al giorno e ingrassi, come spesso accade, se non lo puoi fare arrivi alla conclusione che il bilancio omeostatico non è la panacea di tutti i mali.

    Scusami non voglio essere polemico, ma applichiamo bene i principi e poi traiamo le conclusioni.

    Una domanda quando segui la SCD e perdi fortemente peso migliori le infiammazioni si o no?
    21-09-2011 06:51 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #5
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Puoi sempre contattare Ciampolini e chiederglielo, la teoria non l'ho fatta io ma lui.

    Comunque non è solo un tuo interrogativo è anche un mio quesito.

    Nel senso mi chiedo se mangio 100 grammi di pasta scondita, sapendo che dopo un pò il glucosio che ne deriva viene condensato in grassi, posso ottenere lo stesso effetto metabolico o almeno glciemico e insulinico mangiando alimenti in cui è presente una quota di carboidrati nettamente inferiori a basso indice glicemico dove il rapporto fruttosio e glucosio è più alto insieme a dei grassi esterni.

    Sappiamo che se il bilancio dinamico è positivo gli effetti so diversi, ma se è negativo?

    Ti ripeto che tu stai sovrastimando il tuo bilancio e secondo me anche di parecchio.

    Tu non devi voler ingrassare, al momento non lo puoi fare sei in deficit da insulina, e sei pure resistente a essa, al momento la tua priorità è abbattere le infiammazioni e mettere peso che è diverso.

    Ieri ho fatto in totale 13 km, sai perchè? Mi avevano convinto che non era possibile farlo, oggi ti sto ancora scrivendo e non sono ancora morto. All'inizio con tutta quell'insulina in circolo (attenzione il deficit e diverso dall'iperinsulinemia, vuol dire che non c'è la fai più a produrne non che quella prodotta viene assorbita facilmente) non avrai la capacità di usare facilmente i grassi il che si tradurrà che realmente crolli al'improvviso o subito dopo lo sforzo.

    Purtroppo le ipoglicemie reattive so micidiali, d'altronde si chiama sindrome metabolica per questa.

    Forse non ci siamo capiti. Con quelle 1800 kcal probabilmente i tuoi 10 km ti lasciano ancora in bilancia dinamico tra i pasti positivi. In poche parole con i 10 km di camminata tu a un consumo di 1800 kcal probabilmente non ci stai neppure arrivando eppure tutti i giorni stai mangiando una tale quota di cibo.

    Puoi fare tutto lo sport ch evuoi se sei in deficit di insulina, come muso potrà spiegarti meglio di me, non metterai nè un grammo di garsso nè un grammo di muscolo.

    Nel tuo stato attuale, l'insulina in circolo non diminuisce, tu non puoi aumentarne facilmente l'emissione, ergo non puoi nè superare la barriera dell'insulino resistenza nè usare facilmente i grassi come combustibile entrando in chetosi durante il periodo di digiuno post prandiale. Ergo non puoi usare i carboidrati (almeno che non ne mangi a tonnellate cercando di superare la barriera della resistenza insulinica) e non puoi usare i grassi (che alzano la barriera), quindi se i muscoli sono stto esercizio possono fare una sola cosa, catabolizzare sè stessi, ma li ripristini lentamente senza insulina.

    Non so se ti è chiaro come funziona la cosa.

    Non hai notato se avevi aumentato il movimento o altri fattori contingenti in quei 3 giorni?
    21-09-2011 06:51 PM
    Cerca Quota
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #6
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    salvio Ha scritto:Tu non devi voler ingrassare, al momento non lo puoi fare sei in deficit da insulina, e sei pure resistente a essa, al momento la tua priorità è abbattere le infiammazioni e mettere peso che è diverso.

    Quindi oltre allo sport cosa mi consiglieresti? Sport intendo un po' di esercizio fisico due volte a settimana. A livello alimentare?

    salvio Ha scritto:Ergo non puoi usare i carboidrati (almeno che non ne mangi a tonnellate cercando di superare la barriera della resistenza insulinica) e non puoi usare i grassi (che alzano la barriera), quindi se i muscoli sono stto esercizio possono fare una sola cosa, catabolizzare sè stessi, ma li ripristini lentamente senza insulina.

    E' un consiglio?

    salvio Ha scritto:Non hai notato se avevi aumentato il movimento o altri fattori contingenti in quei 3 giorni?

    Zero. Il solito lavoro in ufficio, niente attività fisica, avevo solo eliminato le uova dopo una settimana che a colazione le mangiavo sempre (con fastidi) e introdotto 5-6 frutti al giorno, carne a pranzo, pesce a cena. Ed ero perfetto. Ovvio è durata poco, tutta quella frutta mi ha spaccato dopo 3 giorni.

    Notizia: mi son ricordato che mia nonna usava misurarsi la glicemia. Ho fatto colazione e dopo un'ora avevo glicemia 147. E ho leggeri fastidi. Che ne pensi? Quali prove posso continuare a fare in questo senso?
    21-09-2011 06:52 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #7
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    la glicemia non dovrebbe mai sueperare i 140(e a mio avviso è già tanto),cosa avevi mangiato?
    21-09-2011 06:52 PM
    Cerca Quota
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #8
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Una mela, una fetta di pane di segale PE.MA. con poco formaggio lerdammer e una fetta di prosciutto, una manciata di mandorle con un cucchiaino di marmellata bio, un dattero, un bicchiere di the verde con un cucchiaino di miele.
    Ho sempre fame
    21-09-2011 06:52 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #9
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    E poi dovresti misurarla prima del pasto, dopo è poco indicativa.

    Ma stai leggendo quella dispensa di Ciampolini, ti consiglio di farlo è molto diversa dalle precedenti, molto ma molto facile da seguire rispetto a quelle di prima.

    Mi chiedi come sport cosa ti consiglio. Un qualsiasi sport che ti faccia bruciare: Pallavolo, calcio, basket o semplice corsa, purchè praticata con costanza.

    Un pò di esercizio fisico 2 volte a settimana è inutile ti alza il bilancio di poco visto che nei restanti giorni resti fregato. Caro purtroppo noi siamo nati per muoverci, quindi meglio fare 30 minuti di corsa al dì almeno 4 volte a settimana che un pò 2 volte.

    Non ti posso dare un consiglio, il consiglio è far decrementare il nutrimento con l'allenamento mediante il quale il corpo impara bene a bruciare il grasso a vantaggio delle proteine, non a caso l'ormone della crescita aumenta proprio con l'esercizio fisico specialmente estremo.

    La frutta ti spacca sicuro se sei sedentario, riempite le riserve del fegato te lo ritrovi in circolo un sacco di fruttosio ma più spesso trigliceridi che alzano la barriera dell'insulina, e per questa sua cosa positiva il fruttosio viene ingiustamente accusato di essere induttore di resistenza insulinica, giacchè la potenza del fruttosio sarebbe proprio nella grande capacità che si ha nel convertirlo facilmente in grasso all'occorrenza.

    Hai sempre fame? Levami una curiosità ma dimagrisci mangiando così?
    21-09-2011 06:52 PM
    Cerca Quota
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #10
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    salvio Ha scritto:E poi dovresti misurarla prima del pasto, dopo è poco indicativa.

    Domani mattina la misuro appena sveglio poi ti dico.

    salvio Ha scritto:Ma stai leggendo quella dispensa di Ciampolini, ti consiglio di farlo è molto diversa dalle precedenti, molto ma molto facile da seguire rispetto a quelle di prima.

    L'ho scaricata e provo a leggerla, son 62 pagine, spero di aver scaricato l'ultima versione... (Vivi te stesso).

    salvio Ha scritto:Un pò di esercizio fisico 2 volte a settimana è inutile ti alza il bilancio di poco visto che nei restanti giorni resti fregato. Caro purtroppo noi siamo nati per muoverci, quindi meglio fare 30 minuti di corsa al dì almeno 4 volte a settimana che un pò 2 volte.

    Messaggio ricevuto, mi iscrivo in palestra, un po' di corsa e qualche peso.
    Dello yoga che ne pensi?

    salvio Ha scritto:il consiglio è far decrementare il nutrimento con l'allenamento

    Faccio allenamento, mangio di meno = muoio.
    Già sono sottopeso così, l'energia per fare sport dove la prendo? E se ho fame tutto il giorno così, pensa allenandomi e dopo l'allenamento :shock:
    Per capire eh!

    salvio Ha scritto:La frutta ti spacca sicuro se sei sedentario.

    Ok, diminuire frutta.
    L'equivalenza fra macronutrienti dovrebbe essere sempre 40 carbo 30 prot. 30 gras?

    Domanda: ma se l'insulina schizza in alto con gli zuccheri semplici, non sarebbe meglio tenerla a bada mangiando cereali come riso, pane o pasta che necessitano di più tempo per la digestione e mandano in circolo più lentamente gli zuccheri non facendo così alzare di botto la glicemia?
    Chiedo eh.

    salvio Ha scritto:Hai sempre fame? Levami una curiosità ma dimagrisci mangiando così?


    Non faccio un grammo nè sotto nè sopra, anzi, basta che un paio di giorni mangio poco meno e calo subito di peso, mentre per prendere peso devo faticare come un matto e con poco successo :scratch:
    Per questo ho il terrore quando mi dici "mangia meno" e fai sport! Voglio dire, rischio di scomparire e non prendere più peso.

    Ultima domanda: mi sovviene ora che il mio iridologo (quello che in pratica fu il primo a consigliarmi di mangiare per una settimana solo carne per fermare le problematiche anni fa) al tempo mi disse che a me delle calorie non dovrebbe fregare nulla, in quanto sono pura energia e non possono interferire con le infiammazioni intestinali. Vabbè, altri tempi.
    21-09-2011 06:53 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #11
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    quindi se si è sedentari occore moderare la frutta ( per es. 2- 3 frutti al giorno) oppure eliminarla totalmente?
    in questo ultimo caso però non si assumono per niente carbo, perche quelli dalla verdura sono irrilevanti
    21-09-2011 06:53 PM
    Cerca Quota
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #12
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Glicemia misurata prima di pranzo: 78.
    21-09-2011 06:53 PM
    Cerca Quota
    OneLovePeace Offline
    Mountain Member
    *****

    1,423

    4
    Messaggio: #13
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Arthur Ha scritto:
    Muso Ha scritto:la glicemia non dovrebbe mai sueperare i 140(e a mio avviso è già tanto),cosa avevi mangiato?

    Una mela, una fetta di pane di segale PE.MA. con poco formaggio lerdammer e una fetta di prosciutto, una manciata di mandorle con un cucchiaino di marmellata bio, un dattero, un bicchiere di the verde con un cucchiaino di miele.
    Ho sempre fame :cry:

    Troppa roba e soprattutto troppi miscugli.


    La natura non fa nulla di inutile.
    21-09-2011 06:54 PM
    Cerca Quota
    Arthur Offline
    Member
    ***

    225

    0
    Messaggio: #14
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    O solo frutta o solo proteine?
    21-09-2011 06:55 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #15
    RE: Bilancio omeostatico, questo sconosciuto
    Arthur ha scritto:
    Glicemia misurata prima di pranzo: 78.
    allora quel valore superiore a 140 nel dopo pranzo mi dà da pensare,è altino....
    la prossima volta provala dopo 2 ore.
    21-09-2011 06:56 PM
    Cerca Quota


    Discussioni simili
    Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
      Il Kefir questo sconosciuto gianlnicc 41 8,560 21-02-2016 10:30 PM
    Ultimo messaggio: lawero

    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.