• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Brambilla, con Veronesi e Hack contro gli allevamenti
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #1
    Brambilla, con Veronesi e Hack contro gli allevamenti
    Il ministro Brambilla, con Veronesi e Hack presentano un manifesto contro gli allevamenti: ingenuità o disinformazione?

    Il 3 luglio il Corriere della Sera ha pubblicato un articolo sulla campagna denominata “La coscienza degli animali”, promossa dal ministro per il Turismo Michela Brambilla e da altri personaggi come l’oncologo Umberto Veronesi e l’astrofisica Margherita Hack (entrambi vegetariani).

    Il manifesto “La coscienza degli animali” redatto dal ministro Brambilla, auspica che gli animali destinati al settore alimentare (chiamati animali da reddito), vengano messi sullo stesso piano di quelli da compagnia e selvatici. Sul sito del movimento sono presenti video su atroci pratiche di maltrattamento di animali che probabilmente provengono da paesi lontani dall’Europa. Nell’articolo si dice che Margherita Hack ha paragonato le condizioni dei macelli ai campi di sterminio nazisti. Il paragone astrofisico non merita commenti, al di là dell’oltraggio alla memoria del più massiccio crimine contro l’umanità.

    Quanto al messaggio di fondo - che il giornalista del Corriere della sera Mario Pappagallo non si è curato di sottoporre neppure al vaglio della ragione - vale la pena ricordare che l’Unione europea è all’avanguardia nelle politiche sul benessere animale. Uno speciale nucleo di investigazione, presso il “Food & Veterinary Office” della Commissione europea, si occupa di verificare l’efficacia dei controlli realizzati dalle Autorità nazionali dei singoli Paesi membri in materia di benessere animale. Il diktat è quello di eliminare tutte le forme di inutile sofferenza dall’allevamento al trasporto, sino alla macellazione come previsto nel regolamento CE n. 1/2005.

    «Il benessere animale in Europa - spiega Francois Tomei, direttore generale di Assocarni - viene garantito attraverso un rigoroso sistema di regole che ci colloca all’avanguardia, rispetto a paesi grandi produttori di carne, quali l’Argentina, il Brasile, gli Stati Uniti. Ci sono norme precise sullo spazio a disposizione degli animali nelle stalle, sui controlli delle temperature, sul nutrimento e l’abbeveraggio anche durante il trasporto. C’è anche un limite di durata dei trasferimenti , che le Autorità possono verificare sul registro storico del Gps obbligatorio su tutti i camion.

    Un altro aspetto importante da ricordare è la visita condotta dai veterinari pubblici presso il macello, per valutare le loro condizioni di stress. Se l’animale è giudicato in stato di affaticamento, è portato in una stalla di recupero e viene rinviata la macellazione. A partire dal 1° gennaio 2013, tra l’altro, verrà applicato il regolamento 1099/2009 che stabilisce requisiti ancor più stringenti anche durante l’abbattimento, per fare in modo che gli animali non si rendano conto di quanto sta loro accadendo.”

    Il Corriere della Sera riversa sui lettori – ancora una volta “senza filtri” - le ennesime dichiarazioni a dir poco opinabili e allarmistiche dell’oncologo Veronesi, secondo il quale una dieta vegetariana sarebbe la panacea di tutti i mali nonché un vero antidoto contro il cancro.
    Ci troviamo di fronte a dichiarazioni che è impossibile condividere e possono generare ingiustificati allarmi nei cittadini, favorendo inopinate scelte che potrebbero anche condurre a un regime inadatto ai bambini piccoli. Seguire una dieta vegetariana è una scelta individuale rispettabile come altre, che però richiede particolare attenzione, in ragione sia dei deficit nutritivi che possono derivare quando i macro e micro-nutrienti della carne non vengono compensati con adeguate fonti di origine vegetale, sia dell’eventuale incapacità per alcuni di assimilare queste proteine. Bisogna peraltro ricordare che grazie all’introduzione di alimenti di origine animale nella dieta, negli ultimi decenni sono migliorate le condizioni di salute dei cittadini e anche l’aspettativa di vita.

    Fare circolare notizie palesemente infondate (come quelle del ministro e dell’astrofisica) ovvero parziali e ansiogene (come quelle dell’oncologo) è pericoloso e inutile. Se l’intento del giornalista è di promuovere il ministero del Turismo di Michela Brambilla, risulterebbe più utile focalizzare l’attenzione sul turismo eno-gastronomico, che ha tanto giovato all’economia e alla conservazione del Chianti. Grazie al buon vino e alla saporita cinta senese, con moderazione, e una fiorentina ogni tanto.

    Se invece (magari!) il proposito è promuovere la tutela dei diritti fondamentali legati al cibo, prima di pensare alle galline bisognerebbe volgere lo sguardo a quel miliardo di esseri umani che patisce la fam ("Per favore registrati qui per vedere il link :-) " Ancor meno radical-chic, ci si informi sulle violenze e le deportazioni legate al furto dei terreni agricoli da parte di molte nazioni land-grabbing ("Per favore registrati qui per vedere il link :-) " che sta rapinando il futuro delle generazioni attuali e future dei popoli africani più disperati ("Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    19-12-2011 02:14 PM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #2
    RE: Brambilla, con Veronesi e Hack contro gli allevamenti
    i soliti idioti...
    19-12-2011 10:53 PM
    Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.