• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voti - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    CALPROTECTINA
    » Misurare l'infiammazione intestinale
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    6,720
    Messaggio: #1
    CALPROTECTINA
    La calprotectina è una proteina contenuta nei granuli citoplasmatici dei granulociti neutrofili, dei quali costituisce circa il 60% dell’intero contenuto. Può essere dosata nei materiali biologici e fungere da marker di infiammazione.
    La maggiore applicazione clinica del dosaggio della calprotectina avviene in gastroenterologia, in quanto la calprotectina dosata nelle feci (la calprotectina fecale) riflette il livello di infiammazione dell'intestino.
    La calprotectina, a differenza di altri marcatori fecali di flogosi, è stabile a temperatura ambiente ed è estremamente resistente alla degradazione operata dalla flora intestinale, caratteristiche che fanno di essa un marker ideale. Tuttavia, come VES e PCR, si tratta di un marker del tutto aspecifico, che non dà informazioni sull'agente eziologico dell'infiammazione.
    Il dosaggio della calprotectina fecale assume una buona accuratezza diagnostica per le malattie infiammatorie croniche dell'intestino[2]. Uno studio condotto su più di mille pazienti con sintomi suggestivi di malattia infiammatoria cronica dell'intestino ha dimostrato buona sensibilità (93%) e specificità (96%) del test come metodica diagnostica[3].
    Si è visto che i livelli di calprotectina fecale aumentano significativamente nei pazienti con diarrea cronica da morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, coliti infettive e, in minor misura, nei tumori del colon-retto. Non aumenta invece nei pazienti affetti da disturbi funzionali, come nel caso della sindrome del colon irritabile. In ogni caso il test non sostituisce la colonscopia diagnostica, ma può essere un buon indicatore al suo utilizzo.
    La positività al test è valutata per un valore di calprotectina fecale >50 µg/g.
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    |"Il dubbio cresce con la conoscenza." (Wolfgang Goethe)| "Chi non ha mai commesso un errore non ha mai provato qualcosa di nuovo." (A.Einstein) |"[...]Ma voi volete cambiare qualunque cosa non spinga a cambiare voi. (N.Balasso)"
    |
    27-04-2012 03:23 PM
    www Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.