• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #1
    Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Ho l'abitudine di mangiare carboidrati la mattina ed il pomeriggio, solo che al pomeriggio dopo mezz'ora che ho fatto il pasto avverto un calo fisico, stanchezza quasi improvvisa.
    In genere mangio due frutti, come due pesche, oppure se mangio futta essiccata,4/5 prugne, ci aggiungo un pò di mandorle.
    In entrambi i casi poi sento che mi viene come un classico calo di zuccheri...che non avviene la mattina dopo il pasto di frutta.

    Siccome è una cosa sistematica..vorrei capire il perchè, e se in caso devo diminuire la quota di carboidrati a singolo pasto.
    Ma poi la quota giornaliera di carbo sarebbe estremamente bassa, e per me che vengo dall'ehretismo non è poi cosi facile...ancora adesso ho vari problemi di adattamento.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    21-09-2011 10:56 PM
    www Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #2
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Due frutti so troppi, devi mangiarne uno.
    21-09-2011 10:57 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #3
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Me lo ha detto anche Andrea...proverò con un frutto...ma poi la quota di carbo giornaliera è davvero bassa...si e no 30gr di carboidrati...
    21-09-2011 10:57 PM
    Cerca Quota
    OneLovePeace Offline
    Mountain Member
    *****

    1,423

    4
    Messaggio: #4
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Io la mattina mangio un melone intero oppure 5/6 pesche ma non ho nessun problema di calo energetico....


    La natura non fa nulla di inutile.
    21-09-2011 10:57 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #5
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Ieri sera verso mezzanotte sono stato "costretto" a mangiare un piatto di pasta.
    Erano giorni che non mi sentivo tanto bene...stanco..pesantezza mentale...bè oggi mi sento molto bene ed in forze.
    Possibile che questa ricarica di carboidrati mi abbia fatto bene?

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    21-09-2011 10:58 PM
    www Cerca Quota
    davideleo Offline
    Member
    ***

    182

    0
    Messaggio: #6
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Capita anche a me la stessa cosa, e non credo che sia una questione di carbo o non carbo. Quando passo lunghi periodi nutrendomi di solo pesce, una bella fiorentina mi fa lo stesso effetto. Il nostro spirito e il nostro sistema immunitario hanno bisogno di varietà, perchè siamo esseri complessi, più di ogni altra specie animale. Ciò che ti ha fatto bene, a mio parere, è proprio il fatti di essere costretto, il che ti ha dato l'alibi per infrangere le regole che ti sei imposto. In pratica ti sei rilassato un attimo, ti sei preso una vacanza.
    21-09-2011 10:58 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #7
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    si anche l interpretazione di davide mi sembra molto sensata..noto anch io quando sono diversi giorni in regime una certa "rigidità" che svanisce quando mi concedo qualche piccolo sgarro
    21-09-2011 10:58 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #8
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    secondo me ti hanno fatto bene i carbo,probabilmente avevi le riserve di glicogeno semivuote,anche a me è capitato
    21-09-2011 10:58 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #9
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Anche secondo me, dato che per un anno sono andato a 99% carbo non ricavo efficacemente energia dai grassi.
    Allenamento o non allenamento è dal 26 maggio che sto in paleodieta stretta senza sgarri o sgarri trascurabili e rarissimi.
    Qualcuno mi diceva che avrei impiegato poco per adattarmi alla paleodieta, uno max 2 mesi...ma penso solo se provenissi da una dieta onnivora.
    Diciamo che la mia condizione attuale è migliore sicuramente della ehretista ma ancora un pò lontana dall'essere ottimale.
    Il mio adattamento richiederà più tempo...la portata dei danni dell'ehretismo vien via via scoprendosi...

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    21-09-2011 10:59 PM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #10
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    circa 150 g di carbo sono il fabbisogno giornaliero di carbo del tuo cervello,se non glieli dai con l'alimentazione li ricava dai ketoni,quando questo meccanismo è attivo il glicogeno si consuma pian piano.
    In tempi lunghi ma si consuma,sopratutto quello epatico.
    Se prima o poi non lo ricarichi subentra la spossatezza,il dimagrimento ecc..
    21-09-2011 10:59 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #11
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    cavoli 150 gr.??cosi tanti?? pensavo meno..ma si puo definire ancora low carb con 150 gr di carbo? io quando sono in paleo stratta mi sa che non supero i 40-50 grammi.
    21-09-2011 10:59 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #12
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    idem
    Ma non dovrebbe essere sostenibile nel lungo termine una paleodieta? 150gr di carbo dove li prendo? devo fare una giornata intera a frutta?

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    21-09-2011 10:59 PM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #13
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    low carb non vuol dire nulla se non in abbinamento a uno stile di vita.
    Se stai fermo tutto il giorno puoi andare avanti a 30 g di carbo die sfruttando il tuo glicogeno epatico per mantenere il cervello ed eventualmente qualche corpo ketonico,se già ti muovi un po',cammini molto o fai sport cambia tutto.
    Per un atleta agonista 400g al giorno di carbo potrebbero essere low carbo(o anche di più).
    personalmente faccio 3 pasti al giorno con ognuno all'interno 50 g di carbo, a cena per es come fonti ho mangiato: 2etti di fagiolini verdi lunghi,3etti di pere,150g di carote,un finocchio.
    Se faccio molto movimento faccio anche tanti piccoli spuntini di frutta e grassi,post wo spesso mi affido al vitargo ,ma è una scelta discutibile e per niente paleo,cmq ci sono sempre le patate...tra l'altro i picchi insulinici se dosati oculatamente nella settimana potrebbero anche rivelarsi utili,però qui ci sarebbe da discuterne.
    A pranzo ho mangiato peperoni,cipolle,pomodori,insalata,cetriolo come fonti di carbo.
    a colazione pangermoglio.Se no fichi o frutti di bosco di solito.Ovviamente sempre mischiati a grassi e pro,io non bado molto alle combinazioni alimentari,anzi non ci bado per nulla,mi limito a seguire un regime paleo.
    Se non facessi sport sempre mi basterebbe molto meno ma dovrei ogni tanto ricaricarmi inevitabilmente.
    21-09-2011 10:59 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #14
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Citazione:circa 150 g di carbo sono il fabbisogno giornaliero di carbo del tuo cervello,se non glieli dai con l'alimentazione li ricava dai ketoni,quando questo meccanismo è attivo il glicogeno si consuma pian piano.
    In tempi lunghi ma si consuma,sopratutto quello epatico.
    Se prima o poi non lo ricarichi subentra la spossatezza,il dimagrimento ecc..

    Bhe in teoria non è detto che debbano essere così tanti, visto che anche le cellule cerebrali possono andare avanti con un pò di carbo e del grasso, ma anche loro se l'attività è elevata iniziano a sfruttare molto i carbo.

    I ketoni noi li possiamo usare non è detto che sia un male. Ma io sono convinto che sia comunque un meccanismo di emergenza, che serva come nel caso del consumo di proteine, nel caso in cui non si reperiscano facilmente risorse.

    Citazione:low carb non vuol dire nulla se non in abbinamento a uno stile di vita.
    Se stai fermo tutto il giorno puoi andare avanti a 30 g di carbo die sfruttando il tuo glicogeno epatico per mantenere il cervello ed eventualmente qualche corpo ketonico,se già ti muovi un po',cammini molto o fai sport cambia tutto.
    Per un atleta agonista 400g al giorno di carbo potrebbero essere low carbo(o anche di più).

    Eh finalmente qualcuno ha capito la storia come funziona.

    L'insulina non è il male, serve solo a far sparare i glucosio nelle cellule, ecco perchè tutti i sacrosanti animali, non hanno picchi, ma solo una stimolazione blanda e costante quando mangiano.

    Se ora mangiate due molecole di glucosio, verrà fuori due molecole di insulina, se ne mangiate 100 grammi di botto, sarà emessa la dose necessaria per farla entrare. Se siete sedentari, due molecole bastano e avanzano, e 100 vi portano all'iperinsulinemia, se siete soggetti che stanno in movimento dalla mattina alla serà, produrrete insulina e sparerà il glucosio nelle cellule.

    Stessa cosa per i grassi. Se siete maratoneti state tranquilli che le dislipemia non le avrete mai, ma se siete sedentari, si.

    Citazione:Se faccio molto movimento faccio anche tanti piccoli spuntini di frutta e grassi,post wo spesso mi affido al vitargo ,ma è una scelta discutibile e per niente paleo,cmq ci sono sempre le patate...tra l'altro i picchi insulinici se dosati oculatamente nella settimana potrebbero anche rivelarsi utili,però qui ci sarebbe da discuterne.

    Io preferisco affidarmi al miele, se c'è un vuoto epatico, il fruttosio viene convogliato subito là e diventa glicogeno, altro che glicazione, come al solito se il fegato è pieno, quello vaga nel circolo ematico a fare casini, ma se c'è un vuoto no.

    Stessa cosa per il glucosio e i grassi con i muscoli, ve lo ripeto se vi allenate e inziate a sentirvi stanchi con incapacità di contrarre i muscoli senza dolori titpici dell'acido lattico, siete a corto di glucosio, il fegato ha dato con i carbo, ora inizierà a consumare proteine, puta caso il cortisolo non aumenta subito ma dopo un pò.

    Allora là l'insulina è utile, tirare troppo la corda no. Siamo fatti per stare in attività ma non a livello anaerobico, ma aerobico.

    Low carbo come dice Vittorio vuol dire, non consumare carboidrati al posto di altri macronutrienti e in maniera ingiustificata, onde stimolare pesantemente l'insulina quando non è richiesto.

    I ciclisti fanno tantissimo lavoro aerobico ecco perchè nel loro caso i grassi fanno aumentare le prestazioni e i muscoli, stessa cosa per i corridori (non so se ricordate la'rtciolo su olympian in merito alle diete ricche in grassi e il cortisolo, altro punto ricche in grassi non vuol dire mangiarne oltre i bisogni metabolici)

    Citazione:Se non facessi sport sempre mi basterebbe molto meno ma dovrei ogni tanto ricaricarmi inevitabilmente.

    Qua concordo solo se la persona si comporta bene.

    se dorme 3 ore a notte, andando continuamente a dormire tardi no, altrimenti si.

    Volete per forza adattare degli schemi alla vostra vitalità, basarsi sull'istinto e non sugli schemi,

    Al limite fate due spuntini insieme ai tre pasti principali, ma solo se avete fame e prendete di tanto in tanto miele, magari mangiando germogli tre volte a settimana, piccole introduzioni aiutano notevolmente a tenere l'equilibrio, se forate una volta non accade niente, perdete solo un pò di sensibilità all'insulina, ma se vi allenate anche solo passeggiando o facendo qualche attività blanda e saltate poi qualche spuntino siete dentro, ma vi dovete basare sulle vostre sensazioni.

    Includete le proteine animali pranzo e cena sempre.

    variate frutta e verdura nei pasti principali. Potete preparare verdure e contorno con germogli, oggi ho mangiato della avena germogliata, cotta a vapore, era dolcissima e non ha dato nessuna reazione avversa, dopodomani fagioli mungo germogliati, se sono molto giù, del miele.

    Solo un consiglio se vi siete allenati, non usate il miele nel pasto successivo, ma aspettateil pasto ancora dopo, ma solo se questo vi limita pesantemente, fidatevi io ho provato su di me la mancanza pesante di carbo, non si riesce manco ad alzarsi dal letto, i muscoli sembrano di carta non si contraggono affatto.

    Usate le sensazioni.

    Vittorio fa benissimo un pò di carbo come spuntino e del grasso, sono fortemente anticatabolici, ma se c'è esercizio, altrimenti avanza quello del pasto precedente.

    Vittorio non è detto che tu abbia bisogno tutti i giorni di 150 grammi di carbo, questo è l'errore, te li ricordi i sardi? Addirittura dei giorni mangiavano due frutti solo, quindi scarso 60 grammi di carbo con zero grassi e zero pro.

    Vittorio scusa, ma non ti converrebbe distribuire parte dei carbo in spuntini? Vero che l'ormone della crescita aumenta con forti periodi di digiuno interprandiale, così la capacità di usare i grassi, ma non è più facile controllare le introduzioni?

    Che ne pensi...?
    21-09-2011 11:00 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #15
    RE: Calo fisico dopo pasto carbo il pomeriggio
    Salvio hai perfettamente ragione,infatti sto adottando questo sistema,distribuisco i carbo su più spuntini e solo in caso di eccessiva debolezza.
    Se ho le riserve di glicogeno ben piene grazie a giorni di alimentazione corretta e riposo e magari faccio qualche giorno di stop dallo sport vado avanti con molto meno di 150g die senza problemi,mi bastano anche 30g,tanto usare il glicogeno epatico non è un problema se ce n'è in abbondanza.150g die li inizio ad assumere se vi è reale necessità,però questo vale per me perchè penso ormai di avere una capacità perfetta di ossidare i grassi e usarli come substrato energetico,non so tropico in che situazione sia.
    Come dici tu,se si iniziano a usare le proprie proteine come combustibile la fatica si fa pesante e subentra l'impossibilità di allenarsi;volendosi alimentare come un paleolitico e cercando di evitare picchi di insulina smisurati e carbo ad alto ig e amidacei come la pasta ci vuole un po' a ricaricarsi adeguatamente,quindi bisogna avere controllo della situazione già da prima e sapere più o meno come sono messe le proprie riserve.
    Però come dici l'insulina non è il male,ha un preciso scopo,se usata a dovere non crea alcun danno,anzi...
    Daccordo anche sul fatto del ricaricarsi solo se si è seguita una giusta condotta e non solo perchè si vuole strafare ma mancano le energie.
    Il miele è una buona integrazione,il vitargo pare avere dei pro e dei contro rispetto al miele,per ora mi sta dando buone sensazioni cmq presto vi aggiorno.
    P.S. il fruttosio,se uno ha le riserve epatiche da riempire non è il male,gli studi sulla sua dannosità sono stati fatti su gente che vive costantemente con le riseve di glicogeno piene stipate(ovvero praticamente tutti al giorno d'oggi)ripeto che per un paleo-man omeostatico che si allena, le cose cambiano.
    21-09-2011 11:00 PM
    Cerca Quota


    Discussioni simili
    Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
      calo peso formaggi? teo 0 1,018 03-03-2012 10:51 PM
    Ultimo messaggio: teo
      Ricarica dopo salto del pasto Muso 0 634 20-09-2011 04:44 PM
    Ultimo messaggio: Muso

    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.