• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Carboidrati alla sera? Sì
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #1
    Carboidrati alla sera? Sì
    E' un po' un luogo comune che i carboidrati alla sera facciano ingrassare.

    Perdita di peso maggiore e cambiamenti ormonali dopo 6 mesi di dieta con carboidrati Mangiati Prevalentemente a cena
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " 2011
    Questo studio è stato disegnato per investigare l'effetto di una dieta ipocalorica con carboidrati consumati per lo più a cena antropometrici, fame / sazietà, biochimici, e infiammatorie parametri. Secrezioni ormonali sono stati valutati. Settantotto agenti di polizia (BMI> 30) sono stati randomizzati a diete peso sperimentali (carboidrati consumati per lo più a cena) o di perdita di controllo per 6 mesi. Al giorno 0, 7, 90, e 180 campioni di sangue e spartiti della fame sono stati raccolti ogni 4 ore 0.800-2.000 ore. Misure antropometriche sono state raccolte durante lo studio. Maggiore perdita di peso, circonferenza addominale, e il corpo riduzioni massa di grasso sono stati osservati nella dieta sperimentale in confronto ai controlli. Hunger punteggi più bassi sono stati miglioramenti e maggiore nei livelli di glicemia a digiuno, le concentrazioni medie giornaliere di insulina e HOMA per l'insulino-resistenza (HOMA IR), T-colesterolo, lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), proteina C-reattiva (CRP), fattore di necrosi tumorale-α (TNF-α) e interleuchina-6 (IL-6) sono stati osservati livelli in confronto ai controlli. La dieta sperimentale modificato le concentrazioni di leptina e adiponectina giorno rispetto a quelle osservate al basale e ad una dieta di controllo. Un semplice manipolazione alimentare di distribuzione carboidrati sembra avere ulteriori vantaggi rispetto a una dieta convenzionale perdita di peso in soggetti affetti da obesità. Potrebbe anche essere utile per le persone che soffrono di resistenza all'insulina e la sindrome metabolica. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare e chiarire i meccanismi con cui questo approccio dieta relativamente semplice migliora sazietà, portare a migliori risultati antropometrici, e raggiunge una migliore risposta metabolica, rispetto ad un approccio più convenzionale dietetico.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    25-11-2012 09:14 PM
    www Cerca Quota
    Eva Offline
    Consapevole
    *****

    2,141

    0
    Messaggio: #2
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Tempo fa lessi un articolo che diceva l'esatto contrario: carboidrati alla sera tutti stipati in grasso. Vorrei capire da dove escono queste ricerche...
    26-11-2012 10:18 AM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #3
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Se leggi bene, si parla di dieta ipocalorica, quindi la discrepanza potrebbe essere dovuta da quello, lo stesso studio è molto cauto e dice che i dati vanno confermati.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    26-11-2012 01:07 PM
    www Cerca Quota
    Eva Offline
    Consapevole
    *****

    2,141

    0
    Messaggio: #4
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Ah scusa perché nel titolo dice 'carboidrati mangiati prevalentemente di sera' ..... in un altro 'carboidrati di sera = tutto in grasso'
    Insomma bisognerebbe valutare se a parità di calorie sia meglio carboidrati alla mattina o alla sera...
    26-11-2012 02:29 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #5
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Esatto, bisognerebe fare un confronto diretto con gruppo di controllo, allora le cose potrebbero apparire più chiare e significative :)

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    26-11-2012 03:02 PM
    www Cerca Quota
    Eva Offline
    Consapevole
    *****

    2,141

    0
    Messaggio: #6
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Anche parlando di IFasting bisognerebbe valutare se è meglio fare l'unico pasto della giornata alla mattina o a pranzo o a cena.
    30-11-2012 10:00 AM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #7
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Può la tempistica di quando si mangia, essere importante tanto quanto ciò che si mangia?
    Questo è il primo studio su larga scala prospettico per dimostrare che i tempi dei pasti prevede la perdita di peso efficace
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    Boston, MA-La maggior parte di perdita di peso piani intorno a un centro di equilibrio tra apporto calorico e il dispendio energetico. Tuttavia, una nuova ricerca ha messo in luce un nuovo fattore che è necessario per perdere peso: temporizzazione. I ricercatori del Brigham and Women Hospital (BWH), in collaborazione con l'Università di Murcia e Tufts University, hanno scoperto che non è solo ciò che si mangia, ma anche quando si mangia, che può aiutare con la perdita di peso regolamento.

    "Questo è il primo grande studio prospettico per dimostrare che i tempi dei pasti prevede la perdita di peso efficace", ha detto Frank Scheer, PhD, MSc, direttore del programma Cronobiologia medica e neuroscienziato associato presso BWH, assistente professore di medicina alla Harvard Facoltà di Medicina, e autore senior di questo studio. "I nostri risultati indicano che mangiatori di ritardo visualizzato un più lento tasso di perdita di peso e perdita di peso significativamente inferiore rispetto mangiatori primi, suggerendo che l'intervallo tra i pasti di grandi dimensioni potrebbe essere un fattore importante in un programma di perdita di peso."

    Per valutare il ruolo della distribuzione alimentare in perdita di peso efficace, i ricercatori hanno studiato 420 partecipanti allo studio in sovrappeso che hanno seguito da 20 settimane di perdita di peso programma di trattamento in Spagna. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi: early-mangiatori e tardo-mangiatori, secondo l'auto-selezionato tempi del pasto principale, che in questa popolazione del Mediterraneo era il pranzo. Durante questo pasto, il 40 per cento delle calorie totali giornaliere sono consumati. Early-mangiatori pranzato in qualsiasi momento prima del 3 pm e tardo-mangiatori, dopo 15:00 Essi hanno scoperto che a tarda mangiatori perso peso notevolmente inferiore a quella precoce mangiatori, e visualizzato un ritmo molto più lento di perdita di peso. Late-mangiatori ha avuto anche una minore sensibilità all'insulina stimato, un fattore di rischio per il diabete.

    I ricercatori hanno trovato che i tempi degli altri (più piccoli) pasti non ha giocato un ruolo nel successo di perdita di peso. Tuttavia, alla fine degli anni mangiatori-che ha perso meno peso anche consumato meno calorie durante la colazione e avevano più probabilità di saltare la prima colazione del tutto. Late-mangiatori ha avuto anche una minore sensibilità all'insulina stimato, un fattore di rischio per il diabete.

    I ricercatori hanno anche esaminato altri fattori tradizionali che giocano un ruolo nella perdita di peso, come l'assunzione di calorie e delle spese, gli ormoni dell'appetito leptina e grelina, e la durata del sonno. Tra questi fattori, i ricercatori non hanno trovato differenze tra i due gruppi, suggerendo che il momento del pasto è stato un fattore importante e indipendente di successo perdita di peso.

    "Questo studio sottolinea che i tempi di assunzione di cibo per sé può giocare un ruolo importante nella regolazione del peso", spiega Marta Garaulet, PhD, professore di Fisiologia presso l'Università di Murcia Spagna, e autore principale dello studio. "Nuove strategie terapeutiche dovrebbero includere non solo l'apporto calorico e distribuzione macronutrienti, come viene classicamente eseguita, ma anche i tempi di cibo."
    # # #

    Questa ricerca è stata sostenuta da sovvenzioni da Tomás Pascual e Pilar Gómez-Cuetara Fondazioni, governo spagnolo della scienza e dell'innovazione (BFU2011-24720), Séneca Fondazione da parte del governo di Murcia (15123/PI/10). National Heart, Lung, and Blood Institute sovvenzioni HL-54776, Istituto Nazionale del Diabete e digestive e malattie renali, il codice di autorizzazione DK075030 e da contratti 53-K06-5-10 e 58-1950-9-001 del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti di ricerca, e da National Heart, Lung, and Blood Institute concessione R01 HL094806, e Istituto Nazionale del Diabete e Malattie Digestive e Renali, concedere R21 DK089378.

    Ospedale Brigham and Women (BWH) è un 793-letto filiale d'istruzione senza scopo di lucro della Harvard Medical School e membro fondatore di HealthCare Partners. BWH ha oltre 3,5 milioni di visite annuali, è il più grande centro di parto nel New England e impiega circa 15.000 persone. Preminenza medico del Brigham risale al 1832, ed oggi che la storia ricca di cura clinica è accoppiato con la sua leadership nazionale nella cura del paziente, miglioramento della qualità e iniziative per la sicurezza dei pazienti, e la sua dedizione alla ricerca, l'innovazione, coinvolgimento della comunità e l'educazione e la formazione della prossima generazione di operatori sanitari. Attraverso le indagini e la scoperta effettuata a suo Biomedical Research Institute (BRI), BWH è leader internazionale nella ricerca di base, clinica e traslazionale sulle malattie umane, che coinvolgono quasi 1.000 medici-ricercatori e scienziati di fama biomediche e docenti supportati da quasi $ 625 milioni di finanziamenti. BWH spinge continuamente i confini della medicina, tra cui lo sviluppo della sua eredità in trapianti d'organo eseguendo il trapianto prima faccia negli Stati Uniti nel 2011. BWH è anche sede di importanti studi sulla popolazione, punto di riferimento epidemiologici, compreso il Nurses 'e dei medici Studi sulla Salute, OurGenes e l'iniziativa di salute delle donne. Per ulteriori informazioni e risorse, si prega di visitare newsroom di BWH.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    14-02-2013 07:04 PM
    www Cerca Quota
    Roberto Offline
    Member
    ***

    90

    2
    Messaggio: #8
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Ciao
    Io sono propenso, per mia esperienza personale quindi diciamo funziona per me, ad assumere carboidrati/amidi resistenti la sera. Seguo una low carb nella giornata ed assumo la sera carb in combinazione con verdure, cibi proteici/grassi (carne-pesce etc).
    Dormo benissimo, con la low carb meno; come detto nella presentazione, sono dimagrito molto, peso stabile da piu di un anno, ed ho rimesso su massa.
    I carb la sera dovrebbero anche migliorare la distribuzione della serotonina celebrale con conseguente miglior sintesi di melatonina.

    Molti body bulders seguono una dieta che preveda carb la sera. C’e’un bell’ articolo di Anthony Colpo a proposito. Lo aggiungo in un altro post.

    Inoltre ho trovato un sito molto interessante che non parla di dieta o di cibi si/no ma di quando consumarli. Beh penso che noi tutti sappiamo che la produzione di alcuni ormoni segue dei cicli specifici nel corpo umano, per es..cortisolo che aumenta la mattina poi decresce la sera( detto in modo maccheronico..non enro in dettagli) eche quindi questo posa influenzare l’utilizzo che se ne fa degli alimenti introdotti.
    Molte diete si basano su questo. Anche la dieta di quel farmacista italiano..non ricordo il nome.


    Ho trovato anche 3 recenti pubblicazioni ed uno studio effettuato in Israele:


    Greater weight loss and hormonal changes after 6 months diet with carbohydrates eaten mostly at dinner.

    Sofer S, Eliraz A, Kaplan S, Voet H, Fink G, Kima T, Madar Z.
    Source
    The Robert H. Smith Faculty of Agriculture, Food and Environment, Institute of Biochemistry and Food Science, The Hebrew University of Jerusalem, Rehovot, Israel.

    Abstract

    This study was designed to investigate the effect of a low-calorie diet with carbohydrates eaten mostly at dinner on anthropometric, hunger/satiety, biochemical, and inflammatory parameters. Hormonal secretions were also evaluated. Seventy-eight police officers (BMI >30) were randomly assigned to experimental (carbohydrates eaten mostly at dinner) or control weight loss diets for 6 months. On day 0, 7, 90, and 180 blood samples and hunger scores were collected every 4 h from 0800 to 2000 hours. Anthropometric measurements were collected throughout the study. Greater weight loss, abdominal circumference, and body fat mass reductions were observed in the experimental diet in comparison to controls. Hunger scores were lower and greater improvements in fasting glucose, average daily insulin concentrations, and homeostasis model assessment for insulin resistance (HOMA(IR)), T-cholesterol, low-density lipoprotein (LDL) cholesterol, high-density lipoprotein (HDL) cholesterol, C-reactive protein (CRP), tumor necrosis factor-α (TNF-α), and interleukin-6 (IL-6) levels were observed in comparison to controls. The experimental diet modified daily leptin and adiponectin concentrations compared to those observed at baseline and to a control diet. A simple dietary manipulation of carbohydrate distribution appears to have additional benefits when compared to a conventional weight loss diet in individuals suffering from obesity. It might also be beneficial for individuals suffering from insulin resistance and the metabolic syndrome. Further research is required to confirm and clarify the mechanisms by which this relatively simple diet approach enhances satiety, leads to better anthropometric outcomes, and achieves improved metabolic response, compared to a more conventional dietary approach.


    Altri due pubblicazioni
    1) Cannon G. Dieting. Makes you fat? British Journal of Nutrition, 2005; 93: 569–570
    2) Lowe MR, Timko CA. Dieting: really harmful, merely ineffective or actually helpful? British Journal of Nutrition, 2004; 92 (Suppl. 1): S19–S22.

    you fat? British Journal of Nutrition, 2005; 93: 569–570

    Qui di seguito il sito internet della Catalytic Longevity Carbohydrate-Concentration (CC) Diet:

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "






    Versione inglese:

    Welcome to the Catalytic Longevity Carbohydrate-Concentration (CC) Diet
    Note that this rule doesn’t say anything about what you can or can’t eat. It also doesn’t say anything about how much you can eat. Rather the emphasis is on the timing of carbohydrate consumption — eating most of your carbohydrates over one relatively short time period of the day. You can eat a wider variety of food with the CC Diet compared to many other diet programs with the only requirement that you eat virtually all of your carbohydrates at one of your daily meals. You will find that this does not require as much discipline as you might expect because the low and steady insulin levels that you will have most of the time will moderate your appetite by unleashing your capacity to burn stored fat. In addition, your daily carbohydrate meal will tend to satiate your desire for carbs so you won’t feel deprived. The CC Diet provides enormous flexibility in the types of foods it allows. You don’t have to avoid fats or carbs or animal products. You can eat these foods — every day if you’d like — but there is a special rule for carbohydrates: you can’t eat them at every meal. Although the CC Diet requires that you concentrate your carbohydrate foods and eat them at one time of the day, it does not have to be the same time every day. It could be at lunch one day and at dinner the next depending on business, personal or social needs. Another advantage of the CC Diet is its lack of rigidity. It is not a diet which requires constant and daily compliance. We are all of us human and we all fall off the dietary wagon from time to time. Obviously the CC Diet will work best the more often it is followed but occasional lapses will not undo its effectiveness. This is in contradistinction to, say, a strict low carbohydrate diet where, if one deviates and eats some carbohydrates, ketosis ends and hunger returns.
    What are Carbohydrates?

    All of the calories you eat can be divided into three types: proteins, fats
    and carbohydrates. Technically alcohol is a fourth, separate type of calorie, but for our purposes, since alcoholic beverages share the ability of carbohydrate to block fat burning. We will regard alcohol as a subtype of carbohydrate. Hence, on a CC diet your consumption of alcoholic beverages should be confined to the time period of your main carbohydrate meal — slightly before, slightly after, or during this meal.
    Foods that come from animal sources such as meat, poultry and eggs tend to contain relatively small amounts of carbohydrates. Plant-derived foods such as vegetables, fruits and grains, on the other hand, are often rich in carbohydrates. Fruits tend to be high in carbohydrates. Vegetables that grow up above ground such as salad greens, broccoli, cauliflower, and kale tend to be low in carbohydrates while belowground vegetables such as potatoes, carrots, turnips, and parsnips are often high in carbohydrates. Carbohydrate foods are unique in that they have a tendency to raise blood glucose more quickly than other types of calories. Sustained elevations in the level of glucose in the bloodstream will raise insulin levels which in turn can create a host of problems including weight gain, diabetes, and an increased risk of cardiovascular disease. When carbohydrates are eaten at multiple occasions during the day, the body experiences multiple elevations in insulin which precludes fat-reduction —the exact opposite of what we are trying to achieve.
    We need to consider the three broad categories of carbohydrates (and alcohol):
    Sugars — also known as simple carbohydrates — typically raise blood glucose quickly
    Starches — known as complex carbohydrates — can raise blood glucose quickly or slowly
    Fiber — which is poorly digested or not just digested at all but has other health benefits — to not raise blood glucose
    Alcohol — technically not a carbohydrate but raises blood glucose levels quickly similar to carbohydrates

    Following the Diet

    A recent scientific paper out of Israel by Dr. Sofer and colleagues showed that when most of the carbohydrates for the day are eaten at one meal (dinner), there was greater weight loss as well as other health benefits.[i] This confirms an experiment done twenty years ago by Richard and Rachel Heller, authors of the Carbohydrate Addicts Diet, that showed the frequency with which carbohydrates were consumed during the day was the key. Many people will find it most convenient to have their carbohydrate meal for supper although you are free to switch it around and have your carbohydrate meal for breakfast or lunch. If you have a high carbohydrate breakfast — oatmeal, pancakes, pastries, bagels, fruit, etc. or a high carbohydrate lunch — sandwich with bread, pasta, potatoes, etc. — you will want to have low carbohydrate meals for the other two meals of the day. Carbohydrate Concentration means having the overwhelming majority of your carbs during one meal.



    A Sample Day


    Here is an example of a sample day where breakfast and lunch are low carb and supper is your carbohydrate meal.
    Breakfast (Low Carb)
    2 eggs with breakfast meat or
    Protein shake prepared with no-added sugar soy milk or hemp milk
    Lunch (Low Carb)
    Salad with tuna, salmon, chicken and/or
    Vegetable beef/chicken soup (no noodles)
    Supper (Carbohydrate Concentrated)
    Salad — ad lib
    Protein (fish, poultry, meat) — ad lib
    Vegetables — ad lib
    Carbohydrates and alcohol — ad lib
    Diet Tips
    Weigh yourself every week. Aim to lose one or 2 pounds a week until you reach your goal weight. If you are not losing any weight (or gaining weight) there are several things you can do. Drink one or two glasses of water mixed with psyllium husk (available at health food stores) 15 to 30 minutes before beginning your carbohydrate meal. This will fill your stomach and likely reduce the calories you ingest with that meal. Eating a big low-calorie green salad before a main meal can be similarly helpful.. If you’re still not losing weight you mayl need to decrease the amount of carbohydrates you consume and you should consider choosing lower fat cuts of meat and reduced fat dairy products and minimizing use of added oils.

    The Experiment

    In order to demonstrate the effectiveness of carbohydrate concentration and the CC Diet — and to confirm its links to caloric restriction — we would like to invite you to participate in a simple experiment. We want to test the hypothesis that sustained adherence to carbohydrate concentration will not only cause you to lose weight but will enable you to achieve a permanent reduction in your daily calorie intake, even after your weight equibrates at a lower, healthier level — and without calorie counting.
    If this is correct, not only will you achieve the many health benefits associated with greater leanness but you may also achieve some of the healthy-aging benefits associated with calorie restriction or intermittent fasting in animal studies..
    In order to perform this experiment, we ask you to estimate your caloric intake averaged over three days, both before you begin your carbohydrate concentrated diet and after six months; of course, you can estimate it at any intervals you want on the diet. We suggest you keep a food diary and use the caloric figures found at the excellent website "Per favore registrati qui per vedere il link :-) ". Then fill out the simple form including your height, weight, waist measurement, gender and year of birth. You can enter data as often as you like, but we would like to know how you are doing at 6 months. You can let us know using our form or ask us to remind you to let us know.
    Height — in stocking feet
    Weight — weigh yourself clothed without shoes and empty your pockets.
    Waist Circumference — use a measuring tape to measure the circumference at the level of your umbilicus. Keep your abdomen relaxed and do not pull it in.

    Why This Study is Important


    The CC Diet is simple to follow, palatable and flexible. It allows you to eat the foods you love while shedding excess pounds and optimizing your health. The problem is that not enough people know about this diet. By participating in this simple experiment you will be able to help obtain the necessary scientific foundation to establish the CC Diet broadly.
    In order to spread the message of the CC Diet we will need to enlist the support of conventional medical practitioners as well as public health officials. These people are scientists and scientific documentation will be required In order to convince them as to the value of this program. The rationale for most popular diets is based on little more than what is referred to as “anecdotal evidence.” They are based on anecdotes or individual stories rather than scientific studies. Most new diet programs rely on relatively thin evidence such as individual testimonials and before-and-after photos, as proof for how well they work.
    The excellent scientific study by Sofer mentioned above confirms that distribution of carbohydrates is critical to many health parameters. But it was done under conditions of caloric restriction with both the CC diet group and the control group under substantial caloric restriction conditions. We want to establish, with our experiment, the additional fact that CC diets will lead to sustained reductions in weight and caloric intake without regard to enforced regimes or constant high degrees of will power. We consider our diet to be appetite-mediated rather than a white-knuckle diet.
    The world is currently faced with epidemics of obesity and degenerative disease as well as a health budget crisis. These crises can’t wait. They threaten the health of both adults and children and have been directly linked to the ever-increasing expenditures on health care which currently consume 17 percent of our GNP.
    The need for diet programs that can help is urgent. We invite you to try the Carbohydrate-Concentration Diet for yourself and help further this important work by participating in our experiment and tracking the changes in your own health.
    P.S. We would also like to know — and you will find it interesting and easy to determine — what your degree of caloric restriction is compared to what we call “reference man”, a person of your same height, and with a similar exercise pattern, but with a body mass index (BMI) of 22. In others words, are you eating more or less than a person who is much like you but very fit in terms of body mass index. This can be easily computed at a website. For more background see the FAQ. The BMI of 22 was chosen as a standard because it is right in the middle of the “optimal” range for BMI.
    Measuring your calorie consumption relative to “reference man” will help us compare how well this diet is working compared to caloric restriction regimes used in animal experimentation, or to the calorie restriction achieved by Okinawans in the middle years of the last century, and it will give you a better idea of the degree of calorie restriction-mediated health benefit you are likely to achieve with carb concentrated dieting. You can read more about this in different parts of the website, especially in the FAQs under Carb Concentrated diets.
    We would also like you to save the blood reports from your doctor visits before and after you embark on carb concentrated dieting — so that, if we move forward with this project and decide to examine blood reports, and if you wanted to share them with us, we could use them. For the moment, however, we are not ready to make use of them.
    Drafted by Dr. Terry Grossman as a more reader-friendly opening than had previously appeared on the website. This article included editing contributions from Stone and McCarty. For a historical summary of how the effort to advance this diet has proceeded so far, see Recent History of Low-Carb Dieting.



    [i] Sofer S et al. Greater Weight loss and hormonal changes after 6 months diet with carbohydrates eaten mostly at dinner. Obesity (Silver Spring). 2011 Apr 7. [Epub ahead of print]


    Versione tradotta:

    Si noti che questa regola non dice nulla su cosa si può o non può mangiare. Inoltre non dice nulla circa quanto si può mangiare. Piuttosto l'enfasi è sulla tempistica di consumo di carboidrati, mangiare la maggior parte dei vostri carboidrati in un periodo di tempo relativamente breve del giorno. Si può mangiare un'ampia varietà di prodotti alimentari con la dieta CC rispetto a molti altri programmi di dieta con l'unico requisito che si può mangiare praticamente tutti i vostri carboidrati presso uno dei vostri pasti giornalieri. Troverete che questo non richiede tanta disciplina come ci si potrebbe aspettare perché i livelli di insulina bassa e costante che si avrà la maggior parte del tempo modererà il vostro appetito da scatenare la vostra capacità di bruciare il grasso immagazzinato. Inoltre, il vostro pasto quotidiano di carboidrati tendono a saziare il vostro desiderio di carboidrati, quindi non si sentono depresse. La dieta CC fornisce enorme flessibilità nella tipologia dei cibi che permette. Non dovete evitare grassi o carboidrati o prodotti di origine animale. Si possono mangiare questi alimenti — ogni giorno se vuoi — ma c'è una regola speciale per carboidrati: si non può mangiare ad ogni pasto. Anche se la dieta CC è necessario concentrare i tuoi cibi carboidrati e mangiarli in una sola volta al giorno, non deve essere al tempo stesso ogni giorno. Potrebbe essere a pranzo un giorno a cena la prossima a seconda delle esigenze personali, sociali o di affari. Un altro vantaggio della dieta CC è la sua mancanza di rigidità. Non è una dieta che richiede la conformità costante e quotidiana. Siamo tutti noi umani e che tutti noi cadere il carro dietetico di volta in volta. Ovviamente la dieta CC funzionerà meglio più spesso è seguita ma decade occasionale non annullerà la sua efficacia. Questo è in contrapposizione a, diciamo, un rigoroso basso contenuto di carboidrati dieta dove, se uno si allontana e mangia alcuni carboidrati, chetosi finisce e fame restituisce.
    Che cosa sono i carboidrati?
    Tutte le calorie che si mangia può essere diviso in tre tipi: proteine, grassi e carboidrati. Tecnicamente l'alcool è una quarta, tipo separato di calorie, ma per i nostri scopi, poiché bevande alcoliche condividono la capacità di bloccare a bruciare i grassi carboidrati. Consideriamo alcool come un sottotipo di carboidrati. Quindi, su una dieta CC il tuo consumo di bevande alcoliche dovrebbe limitarsi al periodo che va dal vostro pasto principale carboidrato — leggermente prima, poco dopo, o durante il pasto.
    Alimenti che provengono da fonti animali, come carne, pollame e uova tendono a contenere relativamente piccole quantità di carboidrati. Alimenti vegetali come verdura, frutta e cereali, d'altra parte, spesso sono ricchi di carboidrati. Frutti tendono ad essere ad alto contenuto di carboidrati. Verdure che crescono sopra terra come insalate, broccoli, cavolfiore e cavolo tendono ad essere a basso contenuto di carboidrati mentre belowground verdure come patate, carote, rape e Pastinaca sono spesso ad alto contenuto di carboidrati. Carboidrati cibi sono unici in quanto hanno la tendenza ad alzare la glicemia più rapidamente di altri tipi di calorie. Elevazioni sostenute del livello di glucosio nel sangue aumenterà i livelli di insulina che a sua volta possono creare una serie di problemi tra cui un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, diabete e aumento di peso. Quando carboidrati si mangiano, in più occasioni durante il giorno, il corpo vive più elevazioni di insulina che impedisce la riduzione del grasso — l'esatto opposto di ciò che stiamo cercando di raggiungere.
    Abbiamo bisogno di prendere in considerazione le tre grandi categorie di carboidrati (e alcool):
    Zuccheri — conosciuto anche come carboidrati semplici — tipicamente alzare la glicemia rapidamente
    Amidi e fecole — conosciuto come carboidrati complessi — può alzare la glicemia rapidamente o lentamente
    Fibra — che è mal digerito o non appena digerito affatto ma ha altri benefici per la salute, per non generare glucosio nel sangue
    Alcol — tecnicamente non un carboidrato ma genera livelli di glucosio nel sangue rapidamente simili ai carboidrati
    Seguendo la dieta
    Un recente documento scientifico fuori Israele da Dr. Sofer e colleghi hanno mostrato che quando la maggior parte dei carboidrati per il giorno si mangiano in un pasto (cena), c'era una maggiore perdita di peso, nonché di altri benefici per la salute.[i] ciò conferma un esperimento fatto vent'anni fa da Richard e Rachel Heller, autori di carboidrati dieta tossicodipendenti, che ha mostrato la frequenza con cui i carboidrati sono stati consumati durante il giorno è stata la chiave. Molte persone si trovano più conveniente avere loro pasto di carboidrati per cena anche se si è liberi di passare intorno e avere il vostro pasto di carboidrati per la colazione o il pranzo. Se si dispone di una colazione di carboidrati ad alta — farina d'avena, frittelle, dolci, bagel, frutta, ecc., o un pranzo di carboidrati alto — sandwich con pane, pasta, patate, ecc. — si desidera avere pasti a basso contenuto di carboidrati per gli altri due pasti della giornata. Concentrazione di carboidrati significa avere la stragrande maggioranza dei vostri carboidrati durante un pasto.
    15-02-2013 02:33 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #9
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Anche Matt Stone è dell'avviso di distribuire i carboidrati la sera se non erro, appunto per modulare la serotonina.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    15-02-2013 02:49 PM
    www Cerca Quota
    Roberto Offline
    Member
    ***

    90

    2
    Messaggio: #10
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    (15-02-2013 02:49 PM)Tropico Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Anche Matt Stone è dell'avviso di distribuire i carboidrati la sera se non erro, appunto per modulare la serotonina.

    Ciao
    se non ricordo male Matt Stone c'e' l'ha a morte con la serotonina. o sbaglio?
    15-02-2013 04:32 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #11
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Se è d'accordo con le idee di Ray Peat probabilmente sì, ma non sono sicuro che sia tout court contro la serotonina.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    15-02-2013 04:37 PM
    www Cerca Quota
    Eva Offline
    Consapevole
    *****

    2,141

    0
    Messaggio: #12
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Io penso che il pasto serale e la seguente digestione dia fastidio alla melatonina e di conseguenza al sonno.
    15-02-2013 08:05 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #13
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Dia fastidio in che senso? E' risaputo che andare a dormire con la fame tutto aiuta tranne che il sonno, ma aumenta l'allerta, l'esser vigili.
    Poi ci sono tante variabili personali ma in linea di massima direi che è così.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    16-02-2013 06:28 PM
    www Cerca Quota
    Roberto Offline
    Member
    ***

    90

    2
    Messaggio: #14
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    (15-02-2013 08:05 PM)Eva Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Io penso che il pasto serale e la seguente digestione dia fastidio alla melatonina e di conseguenza al sonno.
    Ciao Eva,
    Scusa ma in che senso?
    La melatonina non ha niente a che fare con la digestione. Ha molto a che fare con il tipo di alimenti ingeriti e la loro successiva utilizzazione.
    Mangiare carne di pollo/tacchino ricchi di un aminoacido triptofano, stimolano ( la dico semplice) la capacita di questo aminoacido di penetrare attraverso la corteccia celebrale, nel cervello con conseguente stimolazione della fase di trasformazione del triptofano in serotonina ...e di notte in melatonina. In America lo sanno bene..per ThanksGiving mangiano tacchino e poi hanno tutti sonnolenza...si chiama Turkey drowsiness (sonnolenza da tacchino).
    Come dicevo sopra e come ribadito da Tropico, e'molto personale. Ognuna reagisce in modo piu o meno diverso...sembra strano ma e'cosi.

    In generale un pasto di carboidrati dovrebbe stimolare/favorire la captazione del triptofano nel cervello e la conversione in serotonina...quindi melatonina.

    Il digiuno/la fame come diceva Tropico attiva molti ormoni che contrastano il sonno.


    Non domentichiamo inoltre che la maggior parte della serotonina/melatonina viene prodotta non nel cervello ma nell'intestino...ma questa non puo oltrepassare la barriera celebrale.

    Ciao
    Roberto
    18-02-2013 11:09 AM
    Cerca Quota
    Eva Offline
    Consapevole
    *****

    2,141

    0
    Messaggio: #15
    RE: Carboidrati alla sera? Sì
    Tempo fa avevo letto il libro 'La dieta Ormonale' di Hertoghe dove diceva che il pasto aumenta la temperatura e questo potrebbe ritardare la produzione di Melatonina che avviene con una temperatura bassa.
    Inoltre è consigliato mangiare e aspettare almeno 2 ore prima di coricarsi.
    18-02-2013 12:53 PM
    Cerca Quota


    Discussioni simili
    Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
      Come fa Veronesi a digiunare fino a sera? gel 28 1,703 25-05-2016 09:55 PM
    Ultimo messaggio: luiss

    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.