Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Come comportarmi
#1
un ciao di nuovo a tutti,dato che sono iscritto da pochissimo ed è la mia prima discussione.
Ho subito una domanda per voi dato che vi leggo da tempo e avete sicuramente + esperienza di me in campo alimentare.
Il punto è che dopo un po' di peripezie iniziate che 2 anni fa circa quando mi sono trovato a combattere con scariche di diarrea molto frequenti (prima di allora non ho mai letto una virgola e non mi sono mai interessato di alimentazione)ora mi trovo a seguire una paleo abbastanza rigida.
Mi trovo benino,l'intestino è molto regolare e faccio attività fisica in modo spensierato,senza cercare la prestazione (un po' di bici,un po' di corsa con scatti,quando mi va,senza scadenze fisse).

La domanda che mi sorge spontanea è questa.....ho letti che altra gente trovatasi benissimo con la paleo i primi mesi poi a lungo termine non ha più avuto questi benefici. Sarà così anche per me?

Dettagliatamente la mia storia è stata questa : Come accennato prima nella primavera del 2012 attacchi frequenti di diarrea la sera,quando finito di mangiare andavo in camera a vedere un po di tv con altra scorta (tipo 3 panini,biscotti,altri dolcI).
Mia mamma mi consiglia di togliere la verdura,ma gli attacchi continuano.
Per caso una notte becco una replica del dott mozzi su telecolor,provo a seguirlo ed elimino il pane/pasta utilizzando solo riso semi/integrale. Le scariche svaniscono.
Reintroduco grandi quantità di verdure e non cambia niente,nessuna scarica.
Da quel momento in capisco che l'alimentazione,di cui non mi era fregato mai nulla,è una cosa importante e continuo a cercare di reperire informazioni.
Mi imbatto appunto nella paleo e dato che stavo un po' seguendo i consigli di mozzi la provo (sono gruppo 0 e tra dieta gruppo 0 e paleo la differenza è poca).
Mi trovo bene,non faccio ricariche programmate ma fatto sta che un motivo o x l'altro le faccio(mediamente ogni 7/10giorni).
Che mi dite?
Cita messaggio
#2
Io ti dico di continuare così che poi, siccome noi siamo organismi dinamici e non statici, in futuro si vedrà il da farsi!Like
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#3
Grazie del contributo fabietto
Il fatto un po' strano è che sperimento alcune sensazioni decisamente diverse da quelle solitamente lette o comunque consigliate.
Ad esempio più faccio attività fisica all'aria aperta meno voglia di cereali ho(i latticini in pratica non li ho dovuti nemmeno eliminare dato che già prima non li mangiavo tranne un po' di latte raramente) .
Le ricariche le faccio paradossalmente quando consumo meno ma sono nervoso. Ad es ho una situazione famigliare non proprio tranquilla e dopo una serata passata a litigare mi prende una voglia irrefrenabile di pane/biscotti,/brioches,mentre dopo un pomeriggio passato a pedalare (diciamo un paio di ore o tre in bici tra i saliscendi brianzoli a ritmi dignitosi)mi sento sereno/appagato e mi bastano i pochi grammi di carbo giornalieri. Ho provato a fare un calcolo alla buona e penso di stare sui 50/60(da frutta e verdura),non oltre.
Quindi non programmo ricariche,ma diciamo che una litigata tosta ogni 20 giorni salta fuori,una pizza con gli amici al sabato ogni tanto anche e di fatto ogni 7/10 giorni mi trovo a ricaricare senza programmare

Altra cosa che ho notato è che alcuni raccontano come sia peggiorata la loro allergia ai pollini con la paleo.
A me è svanita,questa primavera non l'ho avuta,tranne un paio di giorni proprio dopo una ricarca da nervoso molto tosta.

P.S. Le ricariche da nervoso non le so gestire,probabilmente proprio perchè non sono consapevoli ma sono una sfogo. In tali frangenti mi ritrovo a mangiare quantità di carbo(raffinati ed alti indice glicemico)industriali.
Cita messaggio
#4
Se ti trovi bene così continua con quella strada, tenendo a mente i possibili effetti nel lungo termine sai già come intervenire e correggere il tiro.
Non far mai mancare frutta per arrivare ad una buona quota di carboidrati e lascia stare le manie sul fruttosio, al momento mi sento di dirti solo questo.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#5
Ecco,mi piacerebbe capire bene i possibili effetti sul lungo termine a cui fai riferimento ed il modo in cui intervenire.
Vero che vi leggo da un po',ma onestamente ho letto anche tante opinioni contrastanti.
Quali sono i sintomi che dovrebbero rappresentare un campanello d'allarme e quali gli accrgomenti da adottare? Intendi integrare con un po' di riso?
Manie sul fruttosio non ne ho,più che altro mi piacciono pochi frutti. Mangio mele e pesche
Mnagio tanta verdura,non mi crea problemi,anche 500 grammi di insalata al giorno + pomodori/cetrioli/zucchine etc...
Adoro i grassi soprattutto quelli del pesce (salmone,sgombri,sardine)e dell'olio(consumo quantità elevate di olio d'oliva).
Mi piace l'olio di cocco per cucinare.
La carne grassa invece mi rimane un po' più pesante anche se al palato mi gusta,quindi tendo a mangiare carne magra.

Insomma,mi sto tarando,anche perchè sono uno che fino a 2 anni fa non ha mai pensato all'alimentazione,non avendo mai avuto grossi problemi di salute e nemmeno di peso.
Una mia giornata di 3 anni fa poteva essere una roba così.....pranzo pasta al pomodoro con una marea di pane e braciola di maiale,cena pasta carbonara con pollo e peperonata.
Cazzate varie davanti alla tv nel dopocena(biscotti,pane,crackers...)
Fino a 2 anni fa io non avevo mai mangiato un frutto!

P.S. Il grosso problema che mi attanagliaoggi come oggi è quello delle ricariche,che non riesco a gestire,sono proprio attacchi di fame compulsiva e accadono senza fallo in determinate condizioni,ovvero in giornate stressanti e litigiose senza rilassamento mentale.
Vero che va a finire che ricarico ogni 7/10 giorni e alla fine è forse anche un bene,però un conto è una ricarica pulita,un conto sono quelle che finisco per fare io.
In tali occasioni sono in grado di mangiare quantità industriali di junk food doc.
Cita messaggio
#6
io aumenterei solamente gli zuccheri semplici di frutta e verdura superando almeno i 100g
Cita messaggio
#7
Aumentare superando i 100 grammi oggi come oggi per me sarebbe una forzatura.
Lo potrei fare,ma ha senso "sforzarmi"?
Più verdura di quanta ne mangio non riuscirei a mangiarne e poi influisce ben poco sull quantità di carb.
Dovrei mangiare 4/5 frutti invece dei 2/3 che mangio. Ha senso sforzarsi per farlo a priori?
Cita messaggio
#8
per me si, per non esagerare coi grassi e le proteine peró ti giro quello che hanno girato a me poi valuta tu
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Cita messaggio
#9
Il problema è che su di me aumentare i carbo può voler dire aumentare anche la fame.
Penso che mangiando + carbo finirei per aumentare anche grassi e proteine,insomma più di tutto,non meno. Fare la conta dei macronutrienti lo escludo,non fa per me ....posso però dire che con le proteine non esagero di sicuro,penso di stare sotto o al limite raggiungere il gr/kg peso corporeo. Grassi abbastanza,ma li digerisco bene tranne quelli della carne infatti evito la carne grassa.
Onestamente posso dire che la scienza alimentare dopo 2 anni di "peregrinare" mi appare un jungla,puoi trovare tutto e il contrario di tutto e non solo a livello di neofiti che si avvicinano per qualche motivo,ma anche di medici e biochimici.
Trovi tranquillamente il biochimico che definisce la chetosi lo stato naturale dell'uomo e consiglia di stare sotto i 30 grammi di carbo e l'altro che afferma ci vogliano il 60% di carbo nella dieta.
Cita messaggio
#10
io parlo per me,
io sotto i 130/150g mi sento appesantito da grassi e proteine perché son costretto ad aumentarli e lo stato di chetosi lo conosco da poco ma l ho provata e non mi piace personalmente
Cita messaggio
#11
Io avevo anche un'idea.
Non so che gruppo sanguigno tu sia,io sono 0 e come ti ho scritto sopra il dott mozzi è stato il primo impulso positivo quando ero conciato davvero male.
Oggio come oggi credo poco all'alimentazione del gruppo sanguigno e sarei invece tentato di fare uno di quest test genetici che quantificano le varie admixture.
Sono convinto che ad es se la componente paleo/mesolitica fosse importante si dovrebbero privilegiare proprio grassi e proteine soprattutto animali mentre al contrario se ci fosse un'importante admixture southwest asian si debbano prediligere carbo compresi anche i cereali.

P.S In che senso ti appesantiscono grassi e proteine stando basso con i carbo? Quali malesseri specifici accusi? Lo stato di chetosi che sensazioni ti comporta e come fai a sapere di esserci in tale stato?
50/70 grammi di carbo non dovrebbero essere + che sufficienti per non restare in chetosi?
Cita messaggio
#12
se leggi l aricolo che ho linkato, al di sotto dei 130g parla già di inizio di chetosi, sicuramente meno profonda dei 30g che hai detto tu prima
mi sento pesante no so come spiegare, penso siano il fegato e i reni appesantiti
quando ero in Paleo stretta e mi sentivo debole e senza energie,che prima avrei normalmente controllato coi carboidrati, d istinto mangiavo grassi come l olio d oliva e il ghee a cucchiaiate
spesso anche con gli amminoacidi essenziali e le energie mi tornavano

Cosa che in dieta con carboidrati, ne i grassi ne gli amminoacidi mi davano effetti energetici onestamente

tu sei sicuramente in chetosi

ps.sono gruppo A
Cita messaggio
#13
Stare sopra i 130 grammi di carboidrati giornalieri con frutta verdura mi sembra però una forzatura.
Nel caso meglio aggiungere qualche cereale o le patate sicuramente.
Ho un po' paura a farlo perchè dopo mi scombussola tutto l'appetito e sebbene non abbia mai sofferto il fatto di essere grasso in questo periodo ho una definizione corporea soddisfacente che non vorrei compromettere.
Non vorrei riprendere a mangiare troppo e tornare nella spirale della scariche diarroiche.
Scariche che ad quando ho cambiato alimentazione non si presentano più nemmeno quando abbondo con i carbo ora che la cosa accade ad intervalli di 8/10 giorni.
Vediamo intanto come prosegue e un grazie a te,come a quelli che mi hanno risposto fin ora e a quelli che mi risponderanno,per i consigli.
Cita messaggio
#14
parlavo di mangiare più zuccheri semplici, non cereali o altro
potresti integrare anche lo yogurt che contiene galattosio ad esempio

figurati, sentiamo un pó gli altri più esperti che dicono..
Cita messaggio
#15
Luiss, ora stai bene, cosa vuoi di più? Molti di noi ci hanno messo anni per provare quello che stai provando tu ora ( molti sono ancora in alto mare...). Non è detto che in futuro sperimenterai problemi; mica siamo fatti in serie! Mia moglie e mia mamma, per esempio, stanno ancora benissimo con la paleo.
Sei uno sportivo? Se sei sportivo un po' di carbo in più ti possono servire. Se non sei sportivo evita le forzature e non farti venire paranoie inutili!
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)