• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Autore Messaggio
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #1
    Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Vittorio(muso) ho notato una cosa, se faccio una low carbo, non tanto low con più grassi la Dermatite migliora ccosì tutto lo stato infiammatorio del corpo, solo noto dopo qualche giorno che in concomitanza di una sensazione di freddo e stanchezza questa aumenta e poi paradossalmente scompare ingerendo grosse quantità di carboidrati.

    Possibile che la mancanza di carbo crei problemi inerenti alla forza del sistema che si riduce a non riuscire a battere i neppure i microbi.

    Però è diverso, stavolta appena assumo quei carbo il senso di freddo si placa, la stanchezza pure e poi passa anche la voglia di carbo.

    Siccome tu avevi riportato sta cosa, secondo te da cosa può dipendere?
    26-09-2011 09:00 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #2
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Hai le stesse sensazioni che avevo io quando mangiavo troppi pochi carbo(e poche calorie).
    Secondo me potrebbe appunto dipendere dal fatto che,nel bene o nel male,i carbo servono.
    Tra l'altro se uno non ha riserve di grasso endogene ogni volta che la glicemia gli scende sarà portato a usare glicogeno muscolare ed epatico(dato che non c'è altro)e quindi paradossalmente gli occorrono più carbo.
    tu fai un pasto ricco in grassi,nelle 2 ore successive starai male e avrai freddo perchè nel frattempo il tuo corpo non saprà da dove attingere l'energia per funzionare dato che non hai grassi,quindi rischi cmq un rialzo glicemico perchè vai in ipo dato che non hai substrati energetici disponibili.
    Poi appena avrei accesso ai grassi alimentari vedrai che starai meglio,ma intanto magari hai quasi esaurito il glicogeno epatico(se hai ripetuto questo giochetto per una settimana e magari ti sei pure mosso in fase digestiva,e magari a cena è da un po' che non mangi carbo, probabile che sia accaduto)e forse hai intaccato quello muscolora se davvero hai così poco grasso come dici.
    Personalmente da quando ho preso pese riesco a mantenere livelli glicemici costanti,non ho più freddo,distinguo bene la fame e il senso di sazietà.
    Se sei in serio deficit di glicogeno secondo me non sei mai sazio e sei portato a mangiare troppo,viceversa io ora ho sensazioni molto più nette e definite,probabilmente perchè il mio corpo non si sente più in stato di allarme e mi chiede cibo.
    Non ho più la dermatite e ho i capelli folti come non mai.
    Libido perfetta.
    Io ti consiglio di aumentare un po' le calorie e i carbo,magari aumenta il compunto calorico totale della giornata e tieni i pasti ben separati,anche 7 ore,finchè non sei certo di avere digerito tutto bene e non hai sentito di aver tratto tutta l'energia possibile dagli alimenti che hai mangiato,se vedi che la ds peggiora vuol dire che il problema era un altro se vedi che migliora vuol dire che dovevi ricostituire le tue riserve lipidiche.
    Magari fai una colazione sostanziosa a base di grassi con medi carbo,poi se hai digerito un pranzo con carbo , monisaturi e poche pro,se non l'hai ancora digerita fai uno spuntino con abbastanza carbo,magari da frutta,appena senti di aver digerito e inizia il freddo,anche 50-60g di carbo.
    E la sera fai una cena di grassi e pro,se ne senti il bisogno una piccola dose di carbo.
    vedi come va.Io così ho preso 5 kg e ne sto prendendo altri.
    Cmq cerca di fare pasti abbastanza piccoli da essere certo di digerirli in tempo utile per riuscire a fare il pasto successivo,se qualche volta sbagli amen,la volta dopo diminuirai le calorie.
    Personalemente ero arrivato ad assumere 4000cal al giorno,e vedevo che cmq digerivo tutto,e mi svegliavo nel cuore della notte in ipoglicemia....pensa come mi ero ridotto...
    Ora io da bambino ero un ciccione,e cmq sono sempre stato robusto,magari tu hai bisogno di molte meno cal,ma se fai anche un po' di sport rialzati da quelle 1500cal che assumevi fino a un po' di tempo fa,o almeno dai un po' di benzina ai tuoi muscoli.
    Ti ripeto,l'importante è che ti accerti di aver digerito tutto(ergo avere glicemia 81 o inferiore)e non eccedere nei carbo,in questo modo non generarai mai insulinoresistenza,specie se fai sport.
    26-09-2011 09:00 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #3
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Citazione:Secondo me potrebbe appunto dipendere dal fatto che,nel bene o nel male,i carbo servono.

    Si mai detto il contrario!!! Scusa la precisazione ma ogni tanto anche su un forum di dermatologia, sembra che io li abbia banditi per sempre, quando sono uno dei pochi sostenitori nell'ambito della paleodieta che dice chiaramente che per determinate persone, specialmente se soggette più o meno a stress, questi sono indispensabili.

    Io mi oppongo a rimanere gratuitamente sotto determinati stress e vole compensare con i carbo. L'esempio lampante?Unoc he vuole andare a dormire tutte le sere alle 2.00 del mattino e si lamenta che con una determinata quota di carno ha sempre fame e si sente stanco. Io non dico di non aumentare i carbo, ma cavolo provare ad andare a letto se non si ha una cippa da fare, proprio no?

    Citazione:Tra l'altro se uno non ha riserve di grasso endogene ogni volta che la glicemia gli scende sarà portato a usare glicogeno muscolare ed epatico(dato che non c'è altro)e quindi paradossalmente gli occorrono più carbo.

    In effetti se non si mettono riserve di grasso l'unico supporto disponibile velocemente sono i carbo ad alto ig, prima di dover catabolizzare proteine.

    Citazione:tu fai un pasto ricco in grassi,nelle 2 ore successive starai male e avrai freddo perchè nel frattempo il tuo corpo non saprà da dove attingere l'energia per funzionare dato che non hai grassi,quindi rischi cmq un rialzo glicemico perchè vai in ipo dato che non hai substrati energetici disponibili.

    In effetti la chetosi è fattibile ma consuma grandi quantità di grasso.

    quote]Poi appena avrei accesso ai grassi alimentari vedrai che starai meglio,ma intanto magari hai quasi esaurito il glicogeno epatico(se hai ripetuto questo giochetto per una settimana e magari ti sei pure mosso in fase digestiva,e magari a cena è da un po' che non mangi carbo, probabile che sia accaduto)e forse hai intaccato quello muscolora se davvero hai così poco grasso come dici.
    Personalmente da quando ho preso pese riesco a mantenere livelli glicemici costanti,non ho più freddo,distinguo bene la fame e il senso di sazietà.
    Se sei in serio deficit di glicogeno secondo me non sei mai sazio e sei portato a mangiare troppo,viceversa io ora ho sensazioni molto più nette e definite,probabilmente perchè il mio corpo non si sente più in stato di allarme e mi chiede cibo.


    No ma in effetti in pcohi mesi ho guadagnato 7 kg è che la mia sete di conoscenza non si ferma mai, inoltre voglio massimizzare questo fenomeno. Se ora che con qualche passeggiata ottengo sti risultati, allenandomi sul serio mi chiedo dove si può arrivare.

    Citazione:Io ti consiglio di aumentare un po' le calorie e i carbo,magari aumenta il compunto calorico totale della giornata e tieni i pasti ben separati,anche 7 ore,finchè non sei certo di avere digerito tutto bene e non hai sentito di aver tratto tutta l'energia possibile dagli alimenti che hai mangiato,se vedi che la ds peggiora vuol dire che il problema era un altro se vedi che migliora vuol dire che dovevi ricostituire le tue riserve lipidiche.

    Ma guarda alterno un pò in dipendenza della fame, che adesso inizia ad essere gestibile.

    Inoltre anche io a parte le ricariche che credo aver cpaito come fare con miele e forse volendo anche con qualche patata tanto per cambiare, mangio a intervalli molto lunghi.

    Però una cosa ho capito, se mangi tanti carbo per far si che vengano depositati velocemente devi mangaire pochi grassi, viceversa puoi anche diminuire i carbo, bruciando parte delle riserve per poi ricaricare, mangiando più grassi.

    Una sorta di metabolica, ma più sei ectomorfo più devi ricaricare prima, è impensabile un 5+2, visto che non si ha tanto grasso a disposizione e inoltre non si può andare avnti con soli 30 grammi di carbo.

    Citazione:Ora io da bambino ero un ciccione,e cmq sono sempre stato robusto,magari tu hai bisogno di molte meno cal,ma se fai anche un po' di sport rialzati da quelle 1500cal che assumevi fino a un po' di tempo fa,o almeno dai un po' di benzina ai tuoi muscoli.

    Ma io ho notato che si stabilisce un equilibro che fino a un certo punto regge, con l'aumento di peso o si aumentano le calorie o si stalla e si rischia anche di perdere massa magra. Cioè diminuendo le calorie a livelli umani e omeostatici quindi, si arriva a un punto che si deve aumentare le cal per mantenere il nuovo equilibrio omeostatico.

    Citazione:Ti ripeto,l'importante è che ti accerti di aver digerito tutto(ergo avere glicemia 81 o inferiore)e non eccedere nei carbo,in questo modo non generarai mai insulinoresistenza,specie se fai sport.

    Si credo di capire. Ma secondo te si può estremizzare il principio di Di Pasquale durate le ricariche?
    Ad esempio se butti giù 150 grammi di miele di botto ti viene la diarrea, ma se ne butti giù 30 grammi ogni ora, no. Tutto rigorosamente senza grassi, quetso logicamente quando proprio devi ricaricare al massimo.

    Io parlo di miele, ma si potrebbe parlare anche di patate, per me che per esempio un 250 grammi di patate mi disturbano poco ma 700 grammi tantissimo.

    Secondo sta logica in ricarica energetica di carboidrati si potrebbe fare?
    26-09-2011 09:00 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #4
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Io le ricariche che ho provato a fare dopo settimane low carb le ho sempre scazzate!!
    Ma perchè,nella mia stolta pignoleria,volevo per forza ricaricare con glicemia bassa dopo ogni pasto ad alto ig...capirai che è impossibile!
    Ovvero mi mangiavo un 100g di carbo da gallette di riso e miele,poi con il glucometro testavo cercando di mangiare solo quando avessi avuto la glicemia a 81....impossibile!! sbagli di un minuto e da 95 te la ritrovi a 100perchè in quei 5 minuti che non hai controllato la quantità di insulina che hai riversato in circolo ti ha abbassato la glicemia che poi si è alzata di riflesso.
    Quindi ti affretti a mangiare altri carbo però sotto l'influsso di un iperglicemia reattiva.
    Quindi sono giunto alla conclusione che l'unico modo sia fare la ricarica come dici tu mangiando carbo ad alto ig ogni mezzora circa per qualche ora,per poi concludere una volta raggiunta la quota con un pasto completo,cmq sempre ricco in carbo,che permetta alla glicemia di abbassarsi gradualmente.Così mi riesce abbastanza bene.
    Non ho mai sperimentato però,tra l'altro so di gente che ricarica mangiando sfogliatine ,kebab ,pizza,pasta e panini per tutto il giorno(ma che diavolo di ricarica è?penso sia il modo giusto per sbagliarla e ricaricare la metà di quanto effettivamente si potrebbe).
    Io nei giorni che ho fatto ricarica qualche sgarro me lo sono concesso ma soprattutto come pasti finali,per concluderla.
    Cmq non mi trovo bene con la metabolica,preferisco,quando mi sento debole e rendo male,fare un bello sgarro di carbo e poi tornare in low carb(relativa).
    Oppure fare una mega scodella di miele e frutta,fortunatamente anche se mangio enormi quantità di miele o riso o patate non accuso problemi...
    Poi ognuno deve trovare il suo ottimo,magari tu ti ritrovi meglio a caricare saltuariamente.
    Io a volte mi trovo bene anche fare una giornata a quantità di carbo "mediterranea",ma da fonti paleo, per poi tornare in low carb,senza fissarmi sul dover per forza ricaricare quando sono in crisi.
    A volte adirittura non ricarico per più di una settimana se non mi alleno per preparare esami.
    26-09-2011 09:10 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #5
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    salvio secondo può esserci una correlazione tra una diminuzione dei saturi nella dieta e dermatite?
    26-09-2011 09:10 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #6
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Se sei sedentario si perchè i saturi provocano diminuizione della sensibilità insulinica, se fai attività fisica no, perchè non possono accumularsi e vengono bruciati.
    26-09-2011 09:10 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #7
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    ma non si diceva che se non ci si muove si posso assumere grassi a discapito dei carbo?
    26-09-2011 09:10 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #8
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Ma non saturi, come i carbo se ti muovi gli alti ig creano meno danni se stai fermo allora devi buttarti per forza ai bassi ig...
    26-09-2011 09:11 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #9
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "


    in particolare:

    Dagli studi di numerosi ricercatori internazionali (vedi bibliografia) ed anche dalle nostre esperienze, risulta evidente quanto la Dermatite Seborroica, insieme ad altre malattie con componente psicosomatica, sia in relazione con l'infezione cronica da CANDIDA ALBICANS.

    La Candida albicans è un fungo che è presente nel nostro organismo sin dalla nascita. Infatti quando il nascituro attraversa il canale da parto della mamma rimane contagiato, dato che questo miceto è normalmente presente in grande quantità nel secreto vaginale delle donne gravide. Da questo momento la Candida andrà a colonizzare la mucosa dell'intestino tenue, sua vera residenza, ma fintantoché il numero di colonie presenti non sarà elevato, rappresenterà per l'individuo solamente un saprofita, cioè non provocherà danni. Se per una o più ragioni il sistema immunitario verrà depresso, le colonie aumenteranno di numero.

    A questo punto, potremo avere una manifestazione esteriore dell'infezione in atto, attraverso le "seconde case" della Candida, come vaginiti o bruciori a livello del pene, mughetto, macchie fungine sulla pelle, piede d'atleta, ecc... Più silenti sono, invece, gli effetti dovuti alle ben 79 tossine prodotte dalla Candida e dirette la maggior parte verso il sistema nervoso centrale ed il sistema immunitario secondario (cioè quello intestinale) e principale.

    Infatti l'infezione da Candida è presente in tutti gli individui che soffrono di patologie con componente psicosomatica. Ricordiamoci che le tossine da essa prodotte modificano il pensiero. Vi è mai capitato di avere voglia in particolar modo di mangiare Pane, Pasta, Pizza, Patate ("Le quattro P" del Dott. Enzo Di Maio Copyright 1995-2009), Dolci o Zucchero? Se è si, non è il vostro organismo a chiedervi d'ingerire zuccheri perché ne è carente, ma è la Candida che ve lo chiede. Essa si nutre solamente di carboidrati (zuccheri) semplici e quando ha bisogno di nutrirsi invia alcune tossine al cervello, in modo tale che l'individuo ne assuma una discreta quantità. Dopo circa un quarto d'ora, il suo pasto sarà completato, ed allora invierà altre tossine al cervello indicandogli che non ha più fame, e che non serve introdurre altro cibo. La persona in questione si troverà ad avvertire una sgradevole sensazione di gonfiore addominale (dovuta al metabolismo del fungo) e penserà "...ma che cosa ho mangiato? Era solo un pezzo di pane o un piccolo dolcetto…"


    che ne pensate?
    26-09-2011 09:11 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #10
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Che per fortuna non ho alcun sintomo,e non li avevo nemmeno quando la ds imperava,o meglio,avevo sicuramente più voglia di dolci di adesso ma non avevo mai gonfiore o simili.
    Inoltre avevo sempre una gran fame chimica(ecco forse perchè avevo sempre voglia di dolci...)e spesso facevo allenamenti pesissimi(il cardio segnava anche 1000-1200cal)tipo dei lunghi in bici o parecchi km di corsa in salita,e poi non integravo,anzi uscivo;tipo mi allenavo dalle 3 alle 6 poi andavo al bar dai miei amici e cenavo poi alle 8,quindi forse avevo voglia di dolci anche per quello in concomitanza con la ds.
    Però non escludo che magari la candida avesse un posto più ampio nel mio intestino rispetto a quello che occupa adesso.
    Magari non è necessaria la candida conclamata per provare alcuni dei suddetti sintomi,voglio dire che forse basta anche un aumento non patologico del fungo perchè cmq si possano avvertire certe sensazioni,in fondo è sempre un microrganismo che vive dentro di noi e aumenta la sua presenza.
    Forse ciò potrebbe anche spiegare perchè nell'attuale popolazione vi è una vera e propria dipendenza da zuccheri semplici.
    26-09-2011 09:12 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #11
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    io invece ho notato ahim+ la sua ricomparsa da quando ho diciamo limitato fortemente i saturi..vittorio pensi che possa esserci una correlazione?
    26-09-2011 09:12 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #12
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    è duro da dire...evidentemente una correlazionec'è se tu stesso l'hai notato...
    Dimmi,com'è il tuo strato di grasso sottocutaneo?ben presente o scarso?
    26-09-2011 09:12 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #13
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    be avendo eliminato i saturi a favore degli insaturi, mangiando anche piu proteico mi sono ulteriormente asciugato, ora mi si vedono un po gli addominali anche se non li metto in tiro. comunque non saprei a quanto sono di bf
    26-09-2011 09:13 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #14
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    mm in tutti questi giorni seppur lieve la dermatite c'è, ora non ho ben capito se è perche sono infiammato e dovrei saltare qualche pasto invece di metter benzina sul fuoco come dice Salvio, oppure perche sto mangiando troppo poco e sono cosi sotto stress (e tra l'altro non sto facendo ricariche di carbo perche non mi sto allenando).. ieri sera ho mangiato poco (2 etti di pollo con verdure crude) tant'è che dopo 2 orette avevo fame ma non ho mangiato..stamattina non avevo per niente fame ma ho mangiato una mela e zabaione..mah
    26-09-2011 09:13 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #15
    RE: Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati
    Fai una prova per favore?
    Fai per 5 giorni una dieta da 2000cal con 50%carbo 25%grassi e 25%pro e vedi cosa succede?
    3 pasti, 800calorie a colazione,800 calorie a pranzo e 400 a cena.
    Se peggiori eri in accumulo serio(dubito)se migliori eri sottonutrito e stressato,zeppo di cortisolo.
    Non misurare mai la glicemia per questi 5 giorni per favore.
    26-09-2011 09:14 PM
    Cerca Quota


    Discussioni simili
    Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
      strano bruciore nataku 12 6,172 19-11-2013 04:51 PM
    Ultimo messaggio: Tropico
      Effetto dei grassi sul testosterone Andrea 1 1,294 27-09-2011 02:26 PM
    Ultimo messaggio: Tropico

    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.