Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Dieta e umore
#1
Cambiamenti psicologici seguenti a perdita di peso in adulti sovrappeso e obesi: uno studio prospettico di coorte
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

traduzione automatica

Partecipazione a programmi di perdita di peso è spesso associato con un miglioramento del benessere accanto riduzione del rischio cardio-metabolico. Al contrario, le analisi basati sulla popolazione hanno trovato alcuna prova di benefici psicologici della perdita di peso, ma questo può essere dovuto alla inclusione di individui sani-peso. Abbiamo quindi esaminato le modifiche cardio-metabolici e psicologici seguenti perdita di peso in una coorte di sovrappeso / obesi adulti.

I dati sono stati da 1.979 adulti in sovrappeso e obesi (BMI ≥25 kg / m 2; età ≥50 y), libero di malattia di lunga durata o di depressione clinica al basale, dal inglese Longitudinal Study of Ageing. I partecipanti sono stati raggruppati in base a quattro anni di cambiamento di peso in coloro che perdono peso ≥5%, quelli guadagnando ≥5%, e quelli il cui peso era stabile entro il 5%. La regressione logistica ha esaminato i cambiamenti di umore depresso (otto-voce Centro per gli Studi Epidemiologici punteggio Depressione ≥4), basso benessere (soddisfazione per la vita Scale punteggio <20), ipertensione (pressione sistolica ≥140 mmHg o antipertensivi), e trigliceridi alti (≥1.7 mmol / l), controllando per variabili demografiche, perdita di peso, l'intenzione e le caratteristiche di base.

Risultati
La proporzione di partecipanti con umore depresso aumentato più la perdita di peso rispetto ai gruppi di guadagno di peso stabile o in peso (+ 289%, + 86%, + 62%, rispettivamente; odds ratio [OR] per la perdita di peso rispetto al peso stabile = 1.78 [95 % CI 1,29-2,47]). La proporzione con basso benessere anche aumentato di più nel gruppo di perdita di peso (+ 31%, + 22%, -4%), ma la differenza non era statisticamente significativa (OR = 1,16 [0,81-1,66]). Ipertensione e alta prevalenza trigliceridi sono diminuiti in perdenti di peso e aumento di peso gainers (-28%, 4%, + 18%, OR = 0.61 [,45-0,83], -47%, -13%, + 5%, OR = 0.41 [0,28-0,60]). Tutti gli effetti persistevano nelle analisi di regolazione per la malattia e lo stress della vita durante il periodo di perdita di peso.

Conclusioni
La perdita di peso nell'arco di quattro anni in un primo sani in sovrappeso / obesi adulti più anziani è stato associato a riduzione del rischio cardio-metabolico, ma nessun beneficio psicologico, anche quando le variazioni di stress per la salute e la vita sono stati contabilizzati. Questi risultati evidenziano la necessità di indagare le conseguenze emotive di perdita di peso.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#2
Come già sapete questo argomento mi colpisce da vicino.
ho trovato quest ennesima fonte sull effetto di glutine e caseina sul cervello, che ho trovato interessante per qualche dettaglio in più
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Cita messaggio
#3
Ripete piu di una volta che i sintomi che danno gliadina e caseomorfina sono attivi in soggetti autistici, celiachi e schizofrenici e nn nel gruppo di controllo sano.
E' uno studio interessante e utile per molte persone.
Cita messaggio
#4
Collima con la tesi sulla deficienza dell'allelo glutatione, riscontrabile sul 30% della popolazione mondiale, appreso sul sito di Matteo dall'Osso sulla sua sclerosi multipla.
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#5
Nataku, ho letto molti articoli a riguardo e riferiscono tali sintomi tutti quelli con una certa permeabiltà intestinale e cattiva digestione che non scompone i peptidi oppiodi che passano la barriera ematica

ci sono studi dove con l avvento del glutine (in Svezia mi sembra) cominció un epidemia di schizofrenia dove prima erano tutti sani da quella malattia

senza andare tanto lontano, perché credi che ai bambini la sera davano il latte per farli dormire?

io quando mangiavo la caseina e prendevo l enzima Peptidasi IV, tempo 10/20 minuti passava la sedazione e cominciavano gli attacchi di panico da astinenza..
inoltre mi venivano le apnee notturne sempre con glutine e caseina

Lo stesso effetto patadisiaco infernale(non sò come altro modo per definirlo) l ho provato quando ho fatto la colonscopia con la Petidina

liberi di non crederci...io sò quello che ho provato

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

e io ste cose non le sapevo...

dopo che cominciai a togliere il glutine feci delle ricerche per capire perché dalle 10 ore a notte che dormivo ero passato a 4

del perchè appena reintroducevo qualche biscotto mi rilassavo e dormivo nuovamente

del perchè tremavo e avevo le parestesie che mi passavano a rimangiarlo

dove nemmeno le benzodiazepine mi calmavano, ma solo la Codeina
Cita messaggio
#6
Eric nella permeabilità intestinale anche le lectine fanno danno.
Concentrati a riparare la permeabilità intestinale, indirizza i tuoi sforzi in questa direzione, inizia a vedere come può essere di aiuto la glicina o la gelatina, a vedere come ridurre l'endotossiemia batterica che nel tuo intestino così compromesso sarà elevata e cose di questo genere.
Anche il caffè nei celiaci fa danno, ma contestualizziamo.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#7
E quali sono secondo te i migliori alimenti e o comportamenti per ripararla?
Cita messaggio
#8
infatti Tropico, ma io son sempre più convinto che la prima causa della permeabilità intestinale siano i carboidrati complessi
e che comunque glutine e caseina non siano così salutiferi, forse la caseina lo è, ma per i vitelli

ps. quando parli di glicina e gelatina intendi tipo di bersi il brodo di ossa di pollo?
Cita messaggio
#9
o brodo di ossa e cartilagini, oppure la gelatina in polvere che si vende su internet
(il brodo di ossa se fatto bene è molto buono, nn farti spaventare)
Cita messaggio
#10
Comunque tornando in tema del topic, specificando che ormai non sento più il bisogno di mangiarlo (glutine) visto che è passato un anno e mezzo dalla sospensione,
ammetto però che in qualche modo mi manca nonostante la miriade di problemi che mi ha creato..
Un pò come quando un uomo o una donna ti fanno soffrire, ma poi le desideri comunque.. :)
Scherzi a parte, credo in realtà sia un discorso di nostalgia e di ricordi dati dai sapori, che come anche dagli odori e le immagini ci riportano a ricordi di quando eravamo più giovani, felici e magari in forma.
La psiche in questo caso sento che ha la sua valenza
Cita messaggio
#11
vedermi più magra è motivo di orgoglio per me e psicologicamente mi sento meglio....
Cita messaggio
#12
Bisogna vedere se la psiche dice il vero però... perché anche le anoressiche si vedono bene quando sono scheletri.
La psiche ci fotte, spesso e volentieri.
D'altra parte ci sono molti BBer che si vedono sempre piccoli e se non aumentano le masse muscolari si sentono a disagio.
Per carità, tutti abbiamo un'immagine di noi nella nostra testa e che vorremmo corrispondesse alla realtà che vediamo allo specchio, non è sempre sinonimo di un disagio psicologico, capirai che al giorno d'oggi tutto quello che non è omologato in precisi canoni viene considerato malattia psicologica, io considero malattia solo i casi estremi, vedi anoressia oppure bigoressia, che sono controproducenti alla persona stessa, sia nella salute che nella psiche, in un circolo vizioso.

Proprio oggi un collega mi diceva che era felice di essersi sganciato dal mondo della palestra, dei muscoli grossi a tutti i costi, dopo tanti anni adesso si sente libero, e preferisce il tennis.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#13
a me interessa solo stare bene, l aspetto fisico vien di conseguenza..
Cita messaggio
#14
A parte chi lo fa per curare una patologia seria, dove si sceglie il male minore (in questo caso una dieta restrittiva è il male minore), le diete restrittive, seguite da chi non ha patologie, rendono felici solo i masochisti!
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#15
Ora capisco :)

sono un individuo suscettibile, e psicolabile :D
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

"Alcune caseomorfine di origine
bovina hanno un'azione analgesica
superiore a quella della stessa
morfina. Le caseomorfine provenienti
dal latte di vacca sono più attive di
quelle provenienti dal latte umano.
Negli idrolisati del glutine, proteina
presente in alcuni cereali, sono
presenti le exorfine (o gliadorfine),
peptidi con azione simile a quella
degli oppioidi.
Si ritiene che le endorfine alimentari
possono agire in individui
suscettibili direttamente od
indirettamente a livello cerebrale
causando od incrementando sintomi
psichici preesistenti."
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)