Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Digiuno intermittente
#1
? 
Ciao a tutti,

Sì son sempre io, sono ancora vivo e con qualche kg in piu rispetto a qualche mese quando feci il mio esordio su questo forum citando la mia esperienza ehretista (non tutta rose e fiori). Nel mentre ho anche cominciato a lavorare e mi son iscritto in palestra su consiglio di fabietto, che saluto, il quale spingeva per un'attività anaerobica piuttosto che aerobica (all'epoca la mattina andavo a correre).

Ho organizzato un pò meglio la mia alimentazione inserendo un po piu di sostanza a colazione, due spuntini giornalieri a base di frutta secca o banana (facilmente trasportabile sul posto di lavoro) e pasto serale a base di proteine vegetali (essenzialmente legumi, raramente tofu). Ah, quasi dimenticavo, sto utilizzando a mò di integratore il tuorlo crudo su consiglio di un "amico".

Ora, descrivere tutte le mie sensazioni, verrebbe un papiro. Mi limito a dire che ho registrato diversi aspetti positivi : peso +4/5 kg (da poco meno di 42 a poco piu di 46 nell arco degli ultimi 2 mesi, anche grazie al lavoro fatto in palestra), leggera ripresa in termini di libido e migliore regolarità intestinale (su questo aspetto potrebbero aver influito fermenti lattici od altro però). Aspetti negativi: mangiando di piu ho meno sete rispetto al passato, mi capita alle volte di sentirmi pesante o poco lucido mentalmente e di avere sempre piu fame (insaziabile mode/on); infine, non so se considerarlo un problema o meno, sento come se nn riesco a "scaricare" completamente l'acido lattico.

Vabbè, sto degenerando in termini di lunghezza post come al solito... però mi piace provare sulla mia pelle e condividere esperienze/risultati... volevo sapere: l'altro dì son finito per caso (ma neanche tanto) su un articolo che parlava di fasting diet e palestra, di come si possa beneficiare dal pto di vista ormonale (e non solo..) applicando un protocollo 16/8 o qualcosa di simile. Ne avete mai parlato qui? Esperienze al riguardo? Su certe cose, anche per via della mia exp. ehretista, mi ci son ritrovato... d'altronde il digiuno guarisce... ma poi stroppia.

E' possibile applicare un protocollo di digiuno intermittente, facendo attività anaerobica in pale e non perder peso anzi guadagnarlo secondo voi?

Un saluto a tutti,
mrhide Ammicco
Cita messaggio
#2
dipende sempre dal bilancio calorico giornaliero. prova una settimana. ce ne sono diversi tipi.
quale intendi?
Cita messaggio
#3
forse mangi pochi carboidrati? il cervello funziona con quelli, e per me, senza significa cervello off...
(ma anche per molti altri)
Cita messaggio
#4
Ciao Mr.Hide,
Onelovepeace aveva aperto una discussione che parlava proprio di digiuno intermittente citando dei link interessanti. "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#5
(13-08-2014, 11:40 PM)mr.hide Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Aspetti negativi: mangiando di piu ho meno sete rispetto al passato, mi capita alle volte di sentirmi pesante o poco lucido mentalmente e di avere sempre piu fame (insaziabile mode/on)
Dato che non sei sovrappeso ed il senso della sazietà non è compromesso, direi che quella sensazione è da seguire, ti sta indicando la strada.
Carenze di proteine e/o carenze di glucidi nonché carenze caloriche in genere portano ad una miriade di problemi metabolici, il tuo senso di fame ti sta dicendo questo, la poca lucidità mentale e senso di pesantezza dipende da questo secondo me.
Quando ho abbandonato la paleodieta e ho iniziato a mangiare zuccheri semplici mi è salita una voglia irrefrenabile di mangiare zuccherino, ed era la via giusta, seguendola sono rinato, altro che stronzate sul carbo craving o sugar addict,. A volte è più semplice di quel che si pensa.


(13-08-2014, 11:40 PM)mr.hide Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "infine, non so se considerarlo un problema o meno, sento come se nn riesco a "scaricare" completamente l'acido lattico.
Come si riesce a capire di avere acido lattico accumulato? Senti i muscoli legnosi o che "bruciano"?


(13-08-2014, 11:40 PM)mr.hide Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Vabbè, sto degenerando in termini di lunghezza post come al solito... però mi piace provare sulla mia pelle e condividere esperienze/risultati... volevo sapere: l'altro dì son finito per caso (ma neanche tanto) su un articolo che parlava di fasting diet e palestra, di come si possa beneficiare dal pto di vista ormonale (e non solo..) applicando un protocollo 16/8 o qualcosa di simile. Ne avete mai parlato qui? Esperienze al riguardo? Su certe cose, anche per via della mia exp. ehretista, mi ci son ritrovato... d'altronde il digiuno guarisce... ma poi stroppia.

E' possibile applicare un protocollo di digiuno intermittente, facendo attività anaerobica in pale e non perder peso anzi guadagnarlo secondo voi?

Un saluto a tutti,
mrhide Ammicco

Se vieni da una dieta ehretista, se hai problemi che secondo me sono riconducibili ad una carenza proteica/glucidica/calorica direi che al momento il digiuno non è una via percorribile da te, a mio avviso hai già il metabolismo in stato di riserva.
Vedi anche questo che potrebbe esserti di aiuto "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#6
Tropico tu avrai ragione sul mangiare zuccherino,però io non sono così sicuro.
Ad es in questo momento non ho nessuna voglia di mangiarmi un ghiacciolo o qualcxosa di dolce,non ne sento il bisogno. Però se mangio un ghiacciolo poi ne devo mangiare 10.
E non credo sia una voglia atavica repressa di zuccheri,perchè pur essendo in paleo io non conto nulla e se un giorno mi va di mangiare + grassi mangio più grassi,se un altro mi va di mangiare più zuccheri semplici mangio più zuccheri semplici.

Molte persone con gli zuccheri si devono controllare perchè se non stanno attente si starano completamente l'appetito.

Per stare bene alla fine,probabilmente, basta avere un introito calorico confacente al proprio fisico e alla propria attività,senza dannarsi troppo sulle percentuali dei macronutrienti (se l'uomo ha colonizzato tutto il pianeta significa che è uno spazzino in gradi di adattarsi ad una dieta alta in grassi come in zuccheri,ad una completamente animali come completamente vegetale).
Solo che con certi cibi coinvolgenti è + difficile regolarsi.
Cita messaggio
#7
Sì anche io non ne sentivo particolarmente la voglia in paleo, all'inizio la voglia l'avevo repressa comunque, finché non ho fatto il cambio, e la voglia è diventata grande desiderio, più mangiavo dolce e più ne volevo, ma poi la voglia è rientrata mano a mano che mangiavo miele e frutta e succhi.
Fatto sta che io adesso sto bene, e prima no... potresti fare la prova, dare una possibilità ai glucidi per vedere se cambia qualcosa, non abbiamo altro che la sperimentazione pratica con noi stessi come cavia.
Se non cambia una virgola pazienza...
Qui dentro c'è chi segue altre strade e sta bene mangiando ancora in stile semipaleo.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#8
Io però non mi privo degli zuccheri semplici,non mi faccio menate sul fruttosio e mangio la frutta che mi va.
Non conto nulla.
Credo che per ora l'istinto mi guidi decentemente,ci sono giorni che mangio pochissimi carbo,altri in cui ne mangio decisamente di più.
Ho fatto l'esempio degli zuccheri semplici con il ghiacciolo,ma x essere preciso quelli che starano di più sono i complessi.

Tropico mi dicevi anche che la percentuale di persone che si trova bene in paleo cala drasticamente tra gli ex ehretisti o una cosa simile. Ricordo bene?
Cita messaggio
#9
(14-08-2014, 09:44 AM)Eva Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "dipende sempre dal bilancio calorico giornaliero. prova una settimana. ce ne sono diversi tipi.
quale intendi?

I know. i piu socialmente utili sono quello che prevede 2 max 3 pasti giornalieri ben distanziati l uno dall altro e l'altro che si basa sul digiuno 1 volta / settimana

(14-08-2014, 10:39 AM)fabietto Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Ciao Mr.Hide,
Onelovepeace aveva aperto una discussione che parlava proprio di digiuno intermittente citando dei link interessanti. "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Ciao fabietto, si l'avevo visto ma purtroppo non vi è stato dato granchè seguito rispetto ad altri argomento - a mio modo di vedere - meno interessanti

(14-08-2014, 12:22 PM)Tropico Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
(13-08-2014, 11:40 PM)mr.hide Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Aspetti negativi: mangiando di piu ho meno sete rispetto al passato, mi capita alle volte di sentirmi pesante o poco lucido mentalmente e di avere sempre piu fame (insaziabile mode/on)
Dato che non sei sovrappeso ed il senso della sazietà non è compromesso, direi che quella sensazione è da seguire, ti sta indicando la strada.
Carenze di proteine e/o carenze di glucidi nonché carenze caloriche in genere portano ad una miriade di problemi metabolici, il tuo senso di fame ti sta dicendo questo, la poca lucidità mentale e senso di pesantezza dipende da questo secondo me.
Quando ho abbandonato la paleodieta e ho iniziato a mangiare zuccheri semplici mi è salita una voglia irrefrenabile di mangiare zuccherino, ed era la via giusta, seguendola sono rinato, altro che stronzate sul carbo craving o sugar addict,. A volte è più semplice di quel che si pensa.


Guarda tropico, permettimi di correggerti io una cosa credo di averla capita in tutto questo tram tram: a me gli zuccheri fan male, molto male; non appena ne consumo in eccesso ne perdo in termini di lucidità (e non poco, credimi). Se oiu inizio, non mi fermo più... a me pare un pò contro-natura come cosa. Avrò qualche carenza glucidica? Non lo so, in realtà. Ma questo è quanto.

(13-08-2014, 11:40 PM)mr.hide Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "infine, non so se considerarlo un problema o meno, sento come se nn riesco a "scaricare" completamente l'acido lattico.
Come si riesce a capire di avere acido lattico accumulato? Senti i muscoli legnosi o che "bruciano"?


Sento i muscoli legnosi, in particolar modo quelli degli arti inferiori

(13-08-2014, 11:40 PM)mr.hide Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Vabbè, sto degenerando in termini di lunghezza post come al solito... però mi piace provare sulla mia pelle e condividere esperienze/risultati... volevo sapere: l'altro dì son finito per caso (ma neanche tanto) su un articolo che parlava di fasting diet e palestra, di come si possa beneficiare dal pto di vista ormonale (e non solo..) applicando un protocollo 16/8 o qualcosa di simile. Ne avete mai parlato qui? Esperienze al riguardo? Su certe cose, anche per via della mia exp. ehretista, mi ci son ritrovato... d'altronde il digiuno guarisce... ma poi stroppia.

E' possibile applicare un protocollo di digiuno intermittente, facendo attività anaerobica in pale e non perder peso anzi guadagnarlo secondo voi?

Un saluto a tutti,
mrhide Ammicco

Se vieni da una dieta ehretista, se hai problemi che secondo me sono riconducibili ad una carenza proteica/glucidica/calorica direi che al momento il digiuno non è una via percorribile da te, a mio avviso hai già il metabolismo in stato di riserva.
Vedi anche questo che potrebbe esserti di aiuto "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Può benissimo essere, io tra l'altro son anche monorene se ricordi... stimolare il metabolismo sì, ma con raziocinio altrimenti ottengo l'effetto contrario. io ho usato il magnesio per tanti mesi, poi non l'ho piu tollerato perchè il cloruro m ha messo sotto stress l intestino a lungo andare... vorrei riprendere ma aspetto di effettuare esami tiroide per comprender il motivo di questa libido bassa e di questa continua alternanza tra periodi ok e no.

----------------------------------------------------------------------

Edit: Che poi, piccolo ot (ma neanche tanto), stasera ero stanchissimo avendo dormito solo 5 ore la notte prima rientro e mangio ad intervalli di circa 90 minuti le seguenti cose dalle 19 in poi: 2 banane, 120 grammi di arachidi in guscio (netti saran stati il 60% del peso lordo), mezzo ananas, una manciata di mandorle prenanna (avrei potuto evitare, ma era un nuovo "lotto" e non ho resistito al provarlo). Di solito l'eccesso di zuccheri mi provoca effetto sonnolenza, ad ora potrei restar ancora sveglio ma vo a letto piu per volontà mia di recuperare sonno che altro...
Cita messaggio
#10
nello specifico com'è una tua giornata alimentare?
Cita messaggio
#11
Onestamente, quanti di voi sentono la necessità del digiuno?
Io quando sto male (febbre), quando ho avuto una indigestione ed ho vomitato, quando non sto bene di stomaco/intestino.
Questo, secondo il mio insignificante parere è il solo digiuno che va fatto, cioè quello spontaneo.
O per lo meno a fine medico controllato, dato che l'autofagia può far regredire qualche patologia.
Il digiuno naturalmente imposto per scarsità di cibo, è mortificante e debilitante secondo me, i cani domestici se nutriti decentemente, come i gatti, non solo non si ammalano, ma campano a lungo, senza digiuno.
Il digiuno è un mezzo per i malati, non credo alla prevenzione del digiuno e che allunghi la vita ai sani, men che mai a persone sottopeso.
Il digiuno notturno/mattutino penso sia il solo digiuno da contemplare per l'individuo sano.
Non mi sembra altresì una via percorribile per perdere peso.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#12
(21-08-2014, 08:15 AM)Eva Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "nello specifico com'è una tua giornata alimentare?

Grazie per l interessamento eva

Non ho mai avuto l'abitudine di fare 3mila pasti al dì e qnd l ho fatto (nel tentativo di buttar dentro piu nutrienti possibile) ho sempre avuto la sensazione che lo stesso fosse troppo vicino a quello successivo. La mia alimentazione da due anni a questa parte è in continuo divenire, il mio corpo un banco di prova; c'è chi più o meno velatamente mi ha dato del folle, ma vallo a raccontare in giro che ero affetto da una malattia autoimmune con cui secondo la classe medica avrei dovuto imparare a convivere.

Per ragioni di semplicità ti riassumo cosa ho mangiato oggi, che grosso modo corrisponde al trend dell ultimo mese (ogni tanto sperimento, tipo l'esempio fatto sopra col frullato di banane, latte di mandorle e tuorlo d uovo)

COLAZIONE
500 ml succo di carote + cavolo homemade (il succo di cavolo mi serve per ripristinare le pareti dell intestino)

PRANZO
1 piatto abbondante (non ho potuto quantificarlo, a pranzo mangio sempre fuori per questioni lavorative) di farro e verdure al vapore con olio di oliva (saran stati 150gr di farro su x giu)

SPUNTINO (pre allenamento)
1 manciata abbondante di mandorle (di solito accompagnata da una centrifuga di sedano e carote, quest'oggi no ero senza moneta :P)

CENA
1 insalatona radicchio rucola pomodori con olio di oliva
300 gr ceci + zucchine al vapore + 1 pizzico di curcuma + 100 gr fette al farro per "accompagnare" tale piatto (lo so, lo so, di questo avrei dovuto farne volentieri a meno ma avevo fame e ne sentivo il bisogno)

Note: mi sto allenando dalle 18 alle 20, lo spuntino post allenamento mi viene difficile per questioni di orario; vorrei provare a tenere questo schema per un pò essenzialmente per una ragione mi permette di fare un "digiuno" parziale che va dalle 23 alle 13 del giorno successivo interrotto solo dalla centrifuga mattutina. il massimo sarebbe potersi allenare la mattina e invertire il pranzo con la cena (perlomeno a livello q.tativo) ma col lavoro di mezzo non è praticabile.

Quando mi son fatto il frullatone post allenamento sicuramente mi sentivo piu leggero dopo cena, ma forse l'eccesso di zuccheri mi mandava in tilt e non mi lasciava quel senso di sazietà. Tra l'altro qnd esagero con la frutta secca, mi sento la digestione molto appesantita e ne risento a lungo termine (tipo il giorno dopo che mi sveglio intontito e mi porto dietro quella strana sensazione per mezza giornata)

Come interverreste voi su questo schema rispettando se possibile le mie basi? Tenete presente che i legumi li vario ogni di, piselli lenticchie tofu (qst ultimo saltuariamente). Credo di assumere una dose adeguata di proteine, forse eccessiva secondo la mia "idea"; non considerando le fette che considero alimento vuoto, dal pasto serale raccolgo minimo 50gr di proteine che unite alle 20gr del farro a pranzo fanno quasi 70 totali (peso 47kg al momento)(mi son tenuto cmq basso nel computo delle proteine...e non ho considerato neanche le mandorle!)




(21-08-2014, 05:25 PM)Tropico Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Onestamente, quanti di voi sentono la necessità del digiuno?
Io quando sto male (febbre), quando ho avuto una indigestione ed ho vomitato, quando non sto bene di stomaco/intestino.
Questo, secondo il mio insignificante parere è il solo digiuno che va fatto, cioè quello spontaneo.
O per lo meno a fine medico controllato, dato che l'autofagia può far regredire qualche patologia.
Il digiuno naturalmente imposto per scarsità di cibo, è mortificante e debilitante secondo me, i cani domestici se nutriti decentemente, come i gatti, non solo non si ammalano, ma campano a lungo, senza digiuno.
Il digiuno è un mezzo per i malati, non credo alla prevenzione del digiuno e che allunghi la vita ai sani, men che mai a persone sottopeso.
Il digiuno notturno/mattutino penso sia il solo digiuno da contemplare per l'individuo sano.
Non mi sembra altresì una via percorribile per perdere peso.

Io onestamente la sento quando non sto bene di stomaco e nel recente passato stava accadendo sempre piu spesso. In tutto questo tram tram (leggi l introduzione sopra fatta ad eva, ndr) ho capito sicuramente una cosa: che ok esistono cibi piu o meno salutare ma che i quantitativi son piu importanti degli stessi e che soprattutto non tutti i corpi son disegnati alla stessa maniera, quindi un cibo ben tollerato da uno può esserlo meno dall'altro. Ah, quasi dimenticavo, la cosa piu importante, che molto spesso l attività fisica fa molto piu dell alimentazione stessa (me ne sto accorgendo qst ultimo periodo).

L'impostazione sopra "ti piace"? (virgolette d obbligo ;) )

Ps. Io non volevo perder peso, ma guadagnarlo senza invertire però il trend di guarigione che ho innescato 2 anni or sono però ...
Cita messaggio
#13
Scusa mir hide,non capisco una cosa.
Sopra dici che quando abbondi con gli zuccheri stai veramente male....ma parli solo di zuccheri semplici?
Perchè i carboidrati nella tua giornata tipo mi sembrano tutto fuorchè scarsi.
Cita messaggio
#14
Come mai collazione così povera ?! Succo di cavolo ogni giorno è un male assoluto per la tiroide! Se non dai nutrienti necessari per metabolismo , non riuscirai mai curare intestino . Tutto quello che riguarda intestino (infiammazione , digestione, evacuazione, peristalsi...) è governato da metabolismo e tiroide sana ( che tu stai distruggendo con cavolo) Ci riesci anche allenarsi ? Intestino ha bisogno di cibo - TANTO CIBO.
Cita messaggio
#15
Le proteine dei legumi sono incomplete.

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)