Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Effetto dei grassi sul testosterone
#1
Metabolism 2001 Nov;50(11):1351-5
Effects of a high-fat diet on postabsorptive and postprandial testosterone responses to a fat-rich meal.

Volek JS, Gomez AL, Love DM, Avery NG, Sharman MJ, Kraemer WJ.


Postprandial testosterone concentrations have been shown to significantly decrease after a fat-rich meal, which may be due to inhibition of testosterone production by chylomicrons. We examined the effects of a high-fat diet known to reduce postprandial chylomicrons on the testosterone response to a fat-rich meal. Total testosterone (TT), free testosterone (FT), cortisol, and insulin responses to a high-fat test meal containing 5.44 MJ (1,300 kcal, 11% carbohydrate, 3% protein, 86% fat) were determined before (week 0) and after (week 8) an 8-week high-fat diet (64% fat) in 11 healthy men. The high-fat diet resulted in significant reductions in postabsorptive and postprandial serum triacylglycerols (55% and 50%, respectively). There were no significant changes in postabsorptive serum TT, FT, and cortisol, but insulin concentrations were significantly (P < or = .05) lower at week 8 (-28%). There was a significant reduction 1 hour after the fat-rich meal for TT (-22%) and FT (-23%), which remained significantly below baseline for 8 hours. Postprandial TT and FT responses were not significantly different after the 8-week high-fat diet. Postprandial serum cortisol concentrations were significantly reduced 1 hour after the meal. There were no significant differences before and after the high-fat diet. Insulin was significantly increased at the 0-, 1-, and 2-hour postprandial time points before and after the high-fat diet. Compared with week 0, insulin concentrations were significantly lower prior to and immediately after the fat-rich meal at week 8. These data indicate a fat-rich meal results in a prolonged reduction in TT and FT concentrations that is not altered by lowering postprandial chylomicrons. Alternative mechanisms (eg, higher uptake at the receptor level of cells) other than chylomicron-induced or insulin-induced inhibition of steroidogenesis are likely responsible for the reduction in TT and FT after a fat-rich meal.
Cita messaggio
#2
I chilomicroni sono le lipoproteine caratterizzate dalla minor densità (<1,006 g/ml) e dal maggior diametro, tra 75 e 1200 nm. Raccolgono i trigliceridi, principalmente, ed il colesterolo introdotti con la dieta a livello dell'intestino tenue e sono presenti pressoché solo dopo i pasti.
In generale, dopo essere stati prodotti a livello dell'intestino passano nel sistema linfatico e da questo nella circolazione sanguigna fino a raggiungere i capillari dei tessuti che sfruttano il colesterolo e i trigliceridi, come il tessuto adiposo ed il tessuto muscolare; terminano la loro esistenza presso il fegato. Da Wikipedia.

Il tipo di grassi non è stato specificato comunque, quindi in pratica da quello che si evince,dopo 8 settimane il testosterone è rimasto invariato, anche se nel post prandiale il testo libero e totale rimane basso fino a 8 ore dal pasto.
E mi pare di capire che l'insulina sia aumentata nel post prandiale ma alla settimana 8 era più bassa dell'inizio.
Da questo studio pare controproducente seguire una high-fat.
Comunque finchè non si stabilisce la natura dei grassi è inutile fare congetture.
In questo studio J.S. VOLEK et al "Testosterone and Cortisol in Relationship to Dietary Nutrients and Resistance Exercize" JOURNAL OF APPLIED PHYSIOLOGY, 82 (1): 49-54, 1997 Jan. si parla chiaramente che il testosterone viene abbassato dai grassi polinsaturi MA viene aumentato dai saturi.
Comunque da un 86% di grassi da settimana 0 a un 64% di settimana 8 la quota dei grassi mi sembra comunque enorme,a scapito delle proteine e anche dei carbo, considerando che magari il metabolismo di queste 11 persone in esame non si era adattato a questo switch improvviso..e sta cosa pare confermata dal migliorare dei parametri anche di insulina all'ultima settimana rispetto alla prima.Si sa che l'insulina è antagonista del testosterone.
1300Kcal a pasto senza specificare il totale giornaliero è anche discutibile perchè il testosterone si abbassa sia col digiuno sia con iperalimentazione.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  Dermatire seborroica strano effetto dei carboidrati salvio 35 12,381 26-09-2011, 09:23 PM
Ultimo messaggio: Muso

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)