• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Evoluzione e dimensioni corporee
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #1
    Evoluzione e dimensioni corporee
    Evoluzione e dimensioni corporee
    I nuovi risultati supportano la regola di Cope, secondo cui le specie tendono a essere più grandi dei propri predecessori, incrementando le dimensioni corporee nell’arco dell’evoluzione

    Meglio un corpo piccolo o grosso? La questione posta in termini evolutivi è di difficile soluzione tenendo conto dell’enorme variabilità di questo parametro nel mondo animale e dei contesti ambientali in cui vivono le diverse specie.
    I ricercatori Aaron Clauset del Santa Fe Institute, nel New Mexico, e Douglas Erwin del Nation Museum of Natural History a Washington, DC, presentano nell’articolo "The Evolution and Distribution of Species Body Size" pubblicato sulla rivista “Science”, un modello delle dimensioni corporee su tempi evoluzionistici che può spiegarne la distribuzione in 4002 mammiferi a partire dal Periodo Quaternario, cominciato circa 1,8 milioni di anni fa e che continua tutt’ora.
    Secondo quanto spiegano gli studiosi, esistono sia pro che contro nell’avere un corpo grosso, eppure la maggior parte delle specie in natura tende ad avere grandi dimensioni. Il nuovo modello utilizza i dati ricavati da registrazioni fossili e suggerisce che la tendenza ad avere un corpo grosso all’interno di un specie è facilitata da un compromesso tra i molti vantaggi a breve termine e i pochi rischi a lungo termine di una simile condizione.
    Questi nuovi risultati supportano la regola di Cope, oggetto spesso di dibattito, che è stata dimostrata con molti esempi ma non sembra valere per tutti i livelli tassonomici. Secondo tale regola, le specie tendono a essere più grandi dei propri predecessori, incrementando le dimensioni corporee nell’arco dell’evoluzione. Questo nuovo modello può consentire di comprendere la distribuzione delle dimensioni anche in altri gruppi di animali non mammiferi. (fc) "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    21-06-2012 06:30 PM
    www Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.