Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[GLUTINE]
#1
Salve a tutti,

volevo chiedervi se nel grano germogliato è ancora
presente il glutine,oppure se si è frammentato o trasformato in altro
Cita messaggio
#2
Anche i celiaci possono consumare tranquillamente sia i germogli di grano
che l'erba di grano (che non è altro che il germoglio fatto crescere fino ai
10-12 cm), perché la parte proteica (glutine) è stata scissa nei singoli
aminoacidi (ci sono gli 8 essenziali ed alcuni di quelli non essenziali) dagli
enzimi che si producono durante la germinazione.
Addirittura molteplici
forme di allergia sono combattute dalle proprietà disintossicanti dell'erba di
grano.
Tratto dal libro "I germogli in cucina", di Roberta Mantellini e Dario
Bavicchi.
Cita messaggio
#3
grazie per la risposta...

avrei un'altra domanda da porvi...ho
provato a fare il pangermoglio in casa

beh,che schifo sembrava di
mangiare erba strappata da qualche giorno.

Sapete se ci sono degli
accorgimenti da adottare per farlo uscire buono come quello della finestra sul
cielo?

Forse ho fatto germogliare troppo i germogli?il germoglio è
arrivato a misurare circa mezzo cm...

ho frullato...ho creato dei tondini
e li ho messi in forno a 70° per mezz'ora
Cita messaggio
#4
sec me non viene uguale perchè forse loro lo fanno cuocere a temperatura
legg superiore.. molti mi hanno riferito che non provando a farlo a casa non
riescono a farlo uguale.. è molto buono anke il pangermoglio di farro della
finestra sul cielo, fra l altro per fugare ogni dubbio sul glutine, quello
contenuto nel farro è meno aggresivo quindi anke ve ne rimanessero tracce ci
sarebbero meno problemi
Cita messaggio
#5
Citazione:ago ha scritto:
Forse ho fatto germogliare troppo i
germogli?il germoglio è arrivato a misurare circa mezzo
cm...
Non ho esperienza sul pangermoglio e quindi non
posso aiutarti a riguardo, ma mezzo cm è troppo poco per il germoglio di grano;
dovrebbe misurare almeno 15 mm. Se il germoglio non è completo, non può essere
completa nemmeno la scissione dell'amido e del glutine.
Prova a rifare il
pangermoglio con i germogli completi e vedi se ti viene uguale o diverso.
A
me non piacciono molto i germogli di grano, perché mi sembrano un po' stopposi;
preferisco quelli di Kamut, ma ancor di più quelli di lenticchie, di fagioli
Mung (erroneamente chiamati "soia verde"), di fieno greco, di semi di girasole;
e ancora ne ho diversi da provare.
Usi le vaschette o il germogliatore
automatico?
Cita messaggio
#6
proverò con i germogli da 15 mm

cmq uso uno scolapasta e una terrina
per raccogliere l'acqua che cade

è da poco che germoglio,infatti fino
adesso mi sono limitato al grano e un pò di riso...

Tutti i germogli
devono essere almeno 15 mm?

stopposità apparte è normale che abbiano quel
gusto di erba?tante volte non lo sopporto



Poi...non mi sono mai
presentato,ho 26 anni e da parecchi mesi sto seguendo una dieta paleo con
qualche accorgimento dopo aver letto i libri di Herthoge e mangia grasso e vivi
bene di perugini billi...ma soprattutto i post di salvio
Cita messaggio
#7
La maggior parte dei germogli è pronta quando arriva a 30-40 mm, e anche di
più.
Io ti consiglio di usare il germogliatore automatico Vitaseed (lo trovi
in vendita su diversi siti); ti semplifichi la vita, visto che basta cambiare
l'acqua della vaschetta sottostante una volta al giorno, ed in 3-4 giorni è
pronta la maggior parte dei germogli, senza bisogno dell'ammollo per cereali e
legumi.
Io non noto gusto di erba: sono deliziosi e delicati, a parte
qualcuno che ha un sapore un po' più forte e deciso, tipo il ravanello.
Ho
provato la soia, ma durante la germinazione emana un odore terribile: ci
rinuncio.
Ti raccomando (se non lo sai già) di usare solo semi
biologici.
Cita messaggio
#8
Sulla scorta di dare un durissima lezione a questo chimico, tale Dario Bressanini. che si permette di dire che lo zucchero non fa male e che gli OGM sono innocui e altre amenità, ho risposto su questo tema:

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Alla fine potete vedere il mio intervento in merito, dove sostengo apportando prove dall'associazione della Celiachia, che ancora oggi il glutine non c'entra niente con la celiachia...

L'avena come potete leggere è il caso più lampante.

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Bellissimo, non è tossica ma se la si mangia ci sono anticorpi in circolo segno di rezione, ma allora è tossica o no?

Guardate che la conclusione è pura fantascienza:

"In conclusione, esistono seri dubbi sulla tossicita' dell' avena. Tuttavia questa sembra essere in grado di attivare la risposta immune nell'intestino dei celiaci e questa osservazione sembra sufficiente per richiedere altri studi prima di liberalizzare il suo consumo da parte dei celiaci. C'e' infine un ultimo punto che richiede attenzione, ed e' il rischio che l'avena commerciale possa essere contaminata da proteine del grano sicuramente tossiche. Quest'ultimo aspetto deve essere sicuramente chiarito prima di consentire il consumo di alimenti a base di avena nella dieta di celiaci."

Cioè non sanno che pesci pigliare, al punto che poi se ne vengono dicendo che potrebbe essere contaminata con del glutine di altre lavorazioni...

Comunque almeno lo ammettono:

"E' importante sapere se l'avena e' tossica o no? Sicuramente lo e' per le popolazioni del Nord Europa per le quali questo cereale ha un ruolo notevole nella dieta (pensiamo al porridge, quasi un piatto nazionale scozzese, o alla cucina finlandese). Lo e' pero' anche per la comprensione dei meccanismi che portano alla malattia celiaca. Se l'avena e' realmente non tossica, dato che essa sembra in grado di innescare la risposta immune nel celiaco e' evidente che quest'ultima non basta ma che occorre qualche evento o meccanismo addizionale; inoltre se l'avena non e' tossica, dallo studio delle piccole differenze strutturali con i cereali tossici potrebbero venire preziose informazioni sulle strutture responsabili della tossicita' (dato che oggi ancora sfugge). "

Chissà se qualcuno si è mai chiesto il rapporto di amido e le modificazioni che questo cereale abbia mai subito nella sua storia, visto che il caro Paolo in un altro intervento parlava chiaro, dicendo che modifiche strutturali dei glucidi rendono difficile se non impossibile l'attacco del pancreas, e quindi creano zuccheri che infiammano l'intetsino, anzi oligosaccaridi che lo fanno, creando un sacco di sporcizia connettivale che poi si ritrova nei linfociti...
Cita messaggio
#9
l'intervento di paolo a cui ti riferisci può spiegare un sacco di cose.
Strano che poi sta gente sparisce dal web e si fa fatica a ritrovarla,bavaglio all'informazione non da poco.
Attendo con ansia la risposta al tuo intervento sul sito.
Cita messaggio
#10
Ma se il grano viene fatto fermentare il glutine rimane?

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio
#11
Mah il problema del grano moderno che è troppo ricco in glutine, ma io resto dell'Idea di Haas e della Gottschall, ovvero il glutine non c'entra niente e la frazione glucidica che crea il problema.

Quando uno si nutre di qualcosa che non viene demolito dal pancreas, leggi Ciampolini, qualcun altro lo demolirà, alla lunga questo uccide....
Cita messaggio
#12
quindi tutti i cereali andrebbero aboliti?
Cita messaggio
#13
Mah questa è una domanda da un milione di dollari.

In generale sembra che se si sanno preparare e li si tollera no.

Tra l'altro io inizio a pensare che le varie popolazioni di questo pianeta prosperano o si estinguno in funzione delle scelte alimentari, solo la nostra specie fa questo tipo di scelte, ora se ha culo e la genetica aderisce perfettamente al cibo che mangia, che siano cereali o meno, le cose vanno bene.

Non dimentichiamo che Price aveva studiato popolazioni che erano rimaste tali e quali per secoli forse millenni, infondo non sappiamo come avevano reagito ai cambiamenti, e se quelli che non si adattavano fossero morti?

Noi abbiamo una certezza se siamo qua, coloro che ci hanno preceduti in un certo qual modo si so adattati a usare cereali e legumi, ma è sicuro che non ci siamo adattati alla dieta moderna.

Capisci perchè la risposta è così complessa?

Per esempio io vedo che qualsiasi cereale se lo germoglio e lo fermento a lungo non mi crea problemi, nessuno, ma se corro so dolori di pancia nel vero senso della parola, ecco perchè mi incuriosisce sta cosa.

Resto comunque convinto che non è il glutine il problema, o meglio non solo lui, perchè il mio dubbio su tutta la storia dei peptidi tossici mi lascia fortemente perplesso...
Cita messaggio
#14
Citazione:salvio ha scritto:In generale sembra che se si sanno preparare
e li si tollera no.
Secondo te è più nocivo un cereale
integrale biologico preparato per bene oppure la bistecca di una mucca nutrita a
mangimi?
Citazione:salvio ha scritto:Non dimentichiamo che Price aveva studiato
popolazioni che erano rimaste tali e quali per secoli forse millenni, infondo
non sappiamo come avevano reagito ai cambiamenti, e se quelli che non si
adattavano fossero morti?
Anche questa è una domanda
da un milione di dollari!

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio
#15
Bressanini non ha più risposto...
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)