Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Glicemia e sport
#1
Bene bene,ho acquistato le strisce per misurare la glicemia,il glucometro già lo possedevo.
Al termine del prossimo allenamento mi misurerò la glicemia,a intervalli di tempo variabili,per verificare se il "protocollo Ciampolini" può essere valido.
Farò questa prova sia dopo breve allenamento anaerobico(sessione di pesi in palestra di circa un ora e mezza),sia dopo pesante allenamento aerobico-anaerobico(2ore e mezza di sacco,corsa,flessioni,addominali,palla medica,pliometrie).
Purtroppo,e qui viene la nota dolente,dovrete pazientare un po',in quanto ieri sera sono caduto in moto e mi sono fatto male a una spalla,non ho idea di quanto ci metterà a guarire.
Cmq lunedì ho la visitita per il ginocchio e farò vedere anche la spalla,tanto il fisioterapista è mio parente
Ciò non toglie che sono un rottame,tra vari incidenti e l'infortunio al ginocchio ormai ho più acciacchi di un pensionato vabbuò...
Cita messaggio
#2
In questi giorni,dato che la spalla è praticamente guarita,ho fatto qualche allenamento in palestra e poi ho misurato la glicemia.
A dir la verità ho misurato la glicemia un po' tutto il giorno perchè l'admin qua mi ha fatto tornare la curiosità.
Bene,intanto posso affermare che secondo me il cortisolo NON è CATABOLICO!
perchè lo dico?semplice ora vi spiego.
Primo ho scoperto che l'iperglicemia da cortisolo è più facile che si manifesti parecchie ore dopo l'allenamento che non immediatamente dopo,almeno nel mio caso.
Ovvero solitamente subito dopo il WO avevo una glicemia di circa 95-100,quindi più alta del normale ma non eccessivamente.
Un paio di volte invece,forse a causa di un introito di carbo post wo insufficiente,ho misurato la glicemia a distanza di 4 ore dal pasto post allenamento,ieri per esempio,e udite udite : 126.
Era impossibile che fosse data dal cibo in quanto è un valore che supero difficilmente anche nelle curve post-prandiali,anche mangiando molti carbo.
è un valore che in pratica non raggiungo mai,la mia glicemia a digiuno si aggira attorno agli 80 e a 3-4ore dal pasto di solito è sugli 85 a seconda del pasto(se mi sono abbuffato anche di più,ma max90-100).
126 è un valore molto fuori standard e ieri mattina avevo fatto un allenamento molto intenso di squat tirato e altro.
Quindi sicuramente iperglicemia da cortisolo,anche perchè tornando a casa in macchina avevo i classici sintomi da ipoglicemia.
Dopo ho mangiato una mela e in un ora e mezza la glicemia era tornata sui 100(segno che l'insulina aveva fatto riassorbire tutti quegli zuccheri).
Dopo ho cenato,2 ore dopo cena glicemia a 95,i muscoli quindi reclamavano zuccheri!!
Grandi paranoie sul fatto di aver perso massa e peso a causa del cortisolo e stamattina mi peso come al solito dopo aver fatto i miei bisogni,bhè ero aumentato rispetto a ieri mattina.
La stessa scenetta si era ripetuta 4 giorni prima.
Le domande sono :
-se avessi mangiato più carbo a pranzo(considerato che nel pasto post wo di solito una 60ina di grammi di carbo li assumo)avrei avuto la stessa reazione?E se avessi mangiato un frutto o qualche zucchero un paio di ore dopo pranzo?
-è meglio mangiare quando si ha una iperglicemia da cortisolo oppure aspettare?Sebbene ci si senta molto deboli e il corpo invii chiari segnali di fame.
Secondo me in questi casi il discorso sull'immediato post wo di ciampolini non vale e bisogna provvedere al più presto a mangiare zuccheri per interrompere la produzione di cortisolo.
-126 di glicemia da cortisolo vuol dire che molto muscolo è stato bruciato oppure che molto glicogeno è stato estratto?io propenderei molto per la seconda ipotesi in quanto il mio aumento di peso in entrambi i giorni successivi a questo avvenimento ne è la dimostrazione,accompagnato da un aumento di peso costante nell'ultimo periodo.
-Siamo sicuri che la produzione di cortisolo sia da demonizzare così tanto?è pur sempre un fattore fisiologico che è giusto che entri in gioco,a mio parere può nuocere solo a soggetti che hanno un iper-produzione di cortisolo,ma secondo me una produzione normale estrae solo glicogeno epatico per rifornire i muscoli in caso di deficit di carboidrati,di certo non brucia massa.
-Il pasto immediatamente post wo,a meno che non si facciano lunghi lavori aerobici,è davvero utile?? o è meglio assicurarsi piccole quote di carbo costanti lungo tutto l'arco della giornata nel caso si facciano lavori anaerobici di breve media durata(1ora e mezza)?
La mia esperienza mi farebbe propendere per la seconda ipotesi,in quanto la mia glicemia post wo era più bassa di quella nel pomeriggio dove le scorte di carbo scarseggiavano.
Quindi è stato emesso più cortisolo nel pomeriggio "di carestia" da zuccheri che nell'immediato post wo.
Queste sono solo ipotesi che puntano a servire da spunto per approfondimenti,quindi ben vengano critiche,altre idee,altri pareri.
Ciao a tutti
Cita messaggio
#3
Molto interessante Vittorio.. mah Ciampolini mi ha spiegato che è sbagliato assumere cibo quando il livello di glucosio nel sangue è elevato (di norma con una glicemia al di sopra di 80 mg/dl non si dovrebbe mangiare), lui dice espressamente che dopo l'allenamento (lui faceva corsa) non si dovrebbe mangiare in quanto la glicemia è alta, penso che anche se dovuta al cortisolo, ma dubito molto di questo, non sia buona cosa mangiare perche ci si ritroverebbe sempre ad introdurre energia quando in circolo ce ne gia, con tutte le conseguenze del caso, cito le sue parole:" Mangiare senza bisogno aumenta i consumi metabolici del 15% nei miei studi. A spese delle difese immunitarie. Si generano infiammazioni dovunque".
Io vedo che stando in alimentazione omeostatica, non calo minimamente di peso anche se mangio di meno di prima e ho una energia che prima mi sognavo (prima anche stando in paleo mi capitava dopo pranzo di avere intorno una stanchezza spropositata). Ora pian piano sto imparando ad assumere le calorie necessarie per arrivare con la fame al pasto successivo. Tutte le mattine vado a correre mezz'ora e vedo che il metabolismo da rettile che avevo sta aumentando, lo noto sopratutto dalle misurazioni che sono mediamente piu basse rispetto a poco tempo fa.
Insomma concludendo secondo me se dopo l'allenamento si ha la glicemia alta che sia per un motivo o per un altro meglio non mangiare.
Comunque l'unica è provare..se si vede che si perde muscolo si fa sempre in tempo a cambiare, ma da quanto hai detto mi pare che non sia cosi
Cita messaggio
#4
il problema che io ponevo è un altro,ovvero : se nel pomeriggio la glicemia schizza in alto perchè mancano i carbo(quindi probabilmente prima è scesa sotto i 70)e i muscoli reclamano zuccheri perchè sono stati allenati e si devono riparare e sono pure mezzi vuoti di glicogeno,gliene diamo o no?
Tieni conto che in questo caso lo stomaco sarà perfettamente vuoto e pronto a digerire,e se non gli dessimo questi carbo probabilmente il cortisolo continuerebbe a estrarre glicogeno epatico e scindere muscoli,infatti nel mio caso,2 ore dopo mangiato la glicemia era più bassa che prima di mangiare,e di tanto.
Secondo me in questi casi i carbo vanno mangiati.
Cita messaggio
#5
Muso ha scritto:

Secondo me in questi casi i carbo vanno mangiati.
Non entro nei meandri complicati di questa interessante discussione, non ne so abbastanza.
Però per mie personali sensazioni, ed anche per logica direi anch'io di si.

Forse non subito dopo.....a me per esempio capita dopo un attività aerobica prolungata (bici o camminate) nell'immediato di non avere molta fame.....ma dopo solo circa un'oretta la sensazione cambia!!!
Cita messaggio
#6
Citazione:Secondo me in questi casi il discorso sull'immediato post wo di ciampolini non vale e bisogna provvedere al più presto a mangiare zuccheri per interrompere la produzione di cortisolo.
-126 di glicemia da cortisolo vuol dire che molto muscolo è stato bruciato oppure che molto glicogeno è stato estratto?io propenderei molto per la seconda ipotesi in quanto il mio aumento di peso in entrambi i giorni successivi a questo avvenimento ne è la dimostrazione,accompagnato da un aumento di peso costante nell'ultimo periodo.
-Siamo sicuri che la produzione di cortisolo sia da demonizzare così tanto?è pur sempre un fattore fisiologico che è giusto che entri in gioco,a mio parere può nuocere solo a soggetti che hanno un iper-produzione di cortisolo,ma secondo me una produzione normale estrae solo glicogeno epatico per rifornire i muscoli in caso di deficit di carboidrati,di certo non brucia massa.

Il cortisolo prima di intaccare i muscoli estrae glicogeno e grassi, se si innalza è perchè ci si allena troppo. Ti sei comunqu risposto da solo, evidentemente il tuo corpo catabolizza carboidrati dal glicogeno ecco perchè si alza così tanto; dovresti sentire dopo un allenamento la stenchezza prima e poi la fame.

Non puoi andare in carestina di carboidrati, se recuperi nei periodi che intecorrono tra due allenamenti, non c'è pericolo, le riserve so sempre piene.

Citazione:Molto interessante Vittorio.. mah Ciampolini mi ha spiegato che è sbagliato assumere cibo quando il livello di glucosio nel sangue è elevato (di norma con una glicemia al di sopra di 80 mg/dl non si dovrebbe mangiare), lui dice espressamente che dopo l'allenamento (lui faceva corsa) non si dovrebbe mangiare in quanto la glicemia è alta, penso che anche se dovuta al cortisolo, ma dubito molto di questo, non sia buona cosa mangiare perche ci si ritroverebbe sempre ad introdurre energia quando in circolo ce ne gia, con tutte le conseguenze del caso, cito le sue parole:" Mangiare senza bisogno aumenta i consumi metabolici del 15% nei miei studi. A spese delle difese immunitarie. Si generano infiammazioni dovunque".
Io vedo che stando in alimentazione omeostatica, non calo minimamente di peso anche se mangio di meno di prima e ho una energia che prima mi sognavo (prima anche stando in paleo mi capitava dopo pranzo di avere intorno una stanchezza spropositata). Ora pian piano sto imparando ad assumere le calorie necessarie per arrivare con la fame al pasto successivo. Tutte le mattine vado a correre mezz'ora e vedo che il metabolismo da rettile che avevo sta aumentando, lo noto sopratutto dalle misurazioni che sono mediamente piu basse rispetto a poco tempo fa.
Insomma concludendo secondo me se dopo l'allenamento si ha la glicemia alta che sia per un motivo o per un altro meglio non mangiare.
Comunque l'unica è provare..se si vede che si perde muscolo si fa sempre in tempo a cambiare, ma da quanto hai detto mi pare che non sia cosi

Anche se uno si fotte 50 grammi di muscolo, questi verranno reintegrati facilmente se c'è buona sensibilità insulinica, scortadevi la favoletta che si possa evitare il catabolismo muscolare, lo si può minimizzare riposandosi adeguatamente e avendo una buona sensibilità insulinica, ma non è possibile azzerarlo. Però quando si mangiaavendone realmente bisogno, il corpo reintegra e aumenta il calibro dei muscoli, per sostenere meglio i successivi sforzi e per aumentare i depositi di glicogeno e di acidi grassi.

Vittorio tieni presente che la glicemia non va misurata subito dopo un allenamento, ci possono essere variazioni notevoli, ma quello che ti chiedo è se quando mangi il pasto successivo all'allenamento aggiungi dei carboidrati, potrebbe essere che non riempi i depositi in maniera sufficiente o che ti alleni troppo.
Cita messaggio
#7
Salvio hai colto nel segno,era quello che volevo dire,ma forse non si è capito bene perchè non ho specificato.
Io mi sono allenato,subito dopo la mia glicemia era circa di 95,ho atteso un ora e ho mangiato.
Dopo sono uscito e sono stato fuori 6 ore senza mangiare camminando un bel po' perchè dovevo fare dei giri per acquisti e andare a casa di un mio amico a studiare.
Verso le 19.30avevo la glicemia altissima(126),ho anche mangiato una mela perchè in macchina mentre arrivavo a casa avevo i tipici sintomi di crisi ipoglicemica,poi ho cenato.
Dopo cena valori glicemici normali,anzi bassi rispetto al solito nonostante abbia mangiato abbastanza carbo,segno che sono tutti andati nei muscoli quei carbo,e in fretta anche.
Morale : come dicevi tu dose di carbo insufficiente a pranzo,ma me l'ero immaginato.
Ora mi viene un dubbio : quanti carbo sarà meglio assumere post wo se l'allenamento anaerobico in totale è durato un ora e mezzo(con pause)?
Cita messaggio
#8
Non te lo posso dire io devi fare delle prove e vedere quando resta stabile, purtroppo ogni persona è un inseme di geni diversi, il che la rende unica, anche sotto il profilo della glicemia; per non parlare delle variabili in gioco rapportate alla persona, come tipo di allenamento, durata dello stesso, tempi di recupero, ecc...

Prova...
Cita messaggio
#9
secondo voi, in assensa di sforzo fisico, a che valore la glicemia comincia ad aumentare per effetto del cortisolo?, cioe in condizioni di riposo quale valore di glicemia si può raggiungere prima che questa si innalzi a causa del cortisolo?
Cita messaggio
#10
ciampolini dice 65-70 ma sconsiglia di scendere sotto i 75 perchè si avrebbe fame incontrollabile col conseguente rischio di sovralimentarsi.
Cita messaggio
#11
ma ho letto di gente che è arrivata anche a 40,possibile?

comunque la frutta a questo scopo è una manna, l'altro giorno verso le 16. avevo fame e glicemia a 74, allora mi son detto, che posso mangiare per avere di nuovo fame a cena? frutta!! praticamente la frutta ti toglie la fame per circa 2-3 ore, sono arrivato a cena alle 19.30 con fame e glicemia a 70
Cita messaggio
#12
Eh per la logica che la frutta aumenta l'insulina plasmatica

Purtroppo in molti caro Andrea non sanno cosa dicono.

Non mi convincerò mai che una cosa che mangiamo da millenni ci faccia male...

La frutta l'aumenta la glicemia, ma non necessariamente fa rilasciare tantissima insulina, e se lo fa questa non fa crollare di colpo la glicemia, ma grazie al prezioso fruttosio, tanto bistrattato, il fegato resta pieno a lungo e il glucosio viene rediretto ai muscoli.

E la fame va via.

Altra cosa è prendere solo del fruttosio o solo del glucosio, senza fibra senza il volume della frutta...
Cita messaggio
#13
Ragazzi oggi ho finito di pranzare alle 14.00 e alle 17 avevo 115 di glicemia, avvertivo ancora fame comuque nonostante abbia fatto un pranzo sostanzioso..verso le 18 decido di andare a fare una mezz'oretta di corsa blanda anche se fuori faceva ancora un po caldo..bè al ritorno subito dopo la corsa avevo 55 di glicemia come mai? non doveva essere alta dopo l'att.fisica? cosi visto che avevo anche fame mi sono mangiato perl'occasione 2 mele.
mah..

--


aggiorno, dopo un ora dall assunzione delle 2 mele gl. 117..azz pero avrei
fame specialmente di carbo raffinati [Immagine: icon_rolleyes.gif]
Cita messaggio
#14
dopo l'attività fisica anaerobica si alza,con l'aerobica si abbassa.
per le mele te l'ho detto come devi fare secondo me,fare in modo che il loro ciclo duri solo un paio d'ore,con glicemia a 55 è probabile che sia stato così nonostante per poco sia salita abbastanza,però sopratutto se stai fermo,meno zuccheri.
2 mele sono 3-4 etti se non di più, che sono 30-40grammi di zuccheri semplici...non sono pochi
Cita messaggio
#15

ah non sapevo di questa distinzione tra aerobica e anaerobica..mi pare che lo stesso Ciampolini non la faccia..
si me ne sono accorto anch'io che 2 mele sono troppe..ne basterebbe una
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)