• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #1
    Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Cerco di partire poco prevenuto per quanto mi è possibile.
    Arricchiamo insieme questo thread, sia con materiale pro che contro, inizio io.

    Il parere di Master WallaceHeavy Duty..
    Il Metodo di Mike Mentzer
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " [Immagine: Mike-Mentzer-wallpaper.png]
     
    L’ Heavy Duty è un metodo di allenamento e di approccio  al Body Building ed è stato ideato dal famoso bodybuilder Mike Mentzer, scomparso all’età di 49 anni.
    Mentzer faceva parte di quella elite di Culturisti che negli anni '80, in un modo o nell’altro, hanno dato il via all’ascesa del bodybuilding. All’epoca gli allenamenti erano caratterizzati da un volume molto alto con molte serie e molti giorni di workout a settimana, addirittura si poteva arrivare ad una doppia seduta giornaliera; volumi di lavoro che potevano essere sostenuti grazie all’uso di farmaci e alle grandi doti genetiche di questi campioni.
    Mentzer fu uno dei primi ad andare contro corrente ritenendo che molti princìpi adoperati all’epoca erano sbagliati. Il suo pensiero era caratterizzato princi palmente da allenamenti Brevi, Intensi e Infrequenti
    I cambiamenti che apportò furono molteplici e significativi:
    1)Netto taglio del volume di lavoro che portò alle monoserie, aumentando notevolmente l’intensità dell’allenamento. Ognuna di esse va portata al massimo esaurimento muscolare.
    Molti si domanderanno come può una sola serie far crescere un muscolo se fino ad oggi si è sempre detto l’esatto contrario: “più è meglio”. D’altro canto io mi domando perché la stragrande maggioranza dei ragazzi abbandona il bodybuilding per scarsi risultati, forse qualche cosa negli allenamenti “tradizionali” non va?
    Mentzer, invece, dimostra che basta una sola serie portata al cedimento per indurre l’adattamento e la conseguente evoluzione (crescita muscolare). Le serie successive non sarebbero altrettanto produttive perché inficiate dai prodotti di scarto e quindi dalla stanchezza accumulata nella prima. Quindi la seconda e così le altre serie a venire, se ci fossero, andrebbero solo a sfavorire il processo di Recupero
    2)Incremento progressivo di carichi o di Reps. Infatti, senza trascurare la corretta esecuzione dell’esercizio, si deve essere consapevoli che bisogna migliorarsi ad ogni allenamento.
    3)Pochi esercizi e Multi Articolari Tale scelta è basata principalmente sulla tesi del carico: “maggiore è quest’ultimo e maggiore sarà la crescita muscolare. Paragonate, ad esempio, la panca piana con bilanciere pesante  con le croci, sicuramente riuscirete a sollevare maggior peso nel primo esercizio rispetto al secondo. Inoltre anche la risposta ormonale è maggiore nel primo esercizio.
    4)Le ripetizioni devono essere controllate ed eseguite con una cadenza di 4 secondi per la fase concentrica e 4 per la fase eccentrica.
    5)Altro fondamentale aspetto è il recupero. Tale tempo varia in funzione di diversi fattori, primi tra tutti la genetica e l’intensità . Maggiore sarà quest’ultima e più lungo dovrà essere il tempo dedicato al riposo, in modo che la Super Compensazione faccia il suo completo percorso . Ognuno di noi deve stabilire il PROPRIO tempo di recupero.
    Un Campione come Dorian Yates , plurivincitore del Mister Olympia seguiva questo metodo di Allenamento!
    Noi del Team Wallace non seguiamo queste teorie perchè siamo per un lavoro di Volume  decisamente alto! Comunque ogni metodo se ispira andrebbe provato per poi verificare di persona i miglioramenti!
    Comunque Mike Mentzer ha avuto un fisico scolpito nel granito!

    heavy duty wallace opinionL'heavy duty è una metodologia di allenamento del culturismo, elaborata da MIke Mentzer ad alta intensità, suddivisa in brevi sessioni intense diallenamento. .La tecnica in questione consiste nel portare il muscolo a completo esaurimento tramite 1-2 serie al massimo per ogni gruppo muscolare, facendo in modo che l'ultima ripetizione sia veramente quella che il muscolo è in grado di effettuare: così si costringono le fibre muscolari a lavorare per davvero al 100%. Eseguendo serie ridotte, la durata di un allenamento diminuisce, in un rapporto inversamente proporzionale all'intensità.Questa la mera descrizione tecnica fondamentale...ma la domanda chiave è questa:FUNZIONA DAVVERO? E cosa piu' importante ..anche per i neofiti? I ragazzi?Io spesso vado controcorrente..ma non per partito preso...anche se odio il conformismo...ma perche' realizzo sul campo le cose che davvero funzionano..e a mio parere questo sistema non solo non funziona per costruire un FISICO GROSSSO....COMPLETO E STONDATO...ma aggiunngo e' anche pericoloso..specie per i principianti...andiamo ora sul lato tecnico..un muscolo per svilupparsi ha certamente bisogno di una forma di stress...che agisca sulle riserve energetiche..depauperandole..sopratutto a livello dei fosfati...e anche dei glicidi..inoltre le fibre devono essere stimolate a livello di torsione e stiramenti eccentrici..in acidosi...sono questi i fenomeni che innescano la crescita sopratutto a livello profondo..con relativa produzione di igf-1 locali..e di stem cell ( le cellule staminali neonate..)..solo cosi i muscoli diventano stondati..e grossi..ma anche lo svuotamento glicolitico..ha la sua importanza..inoltre le stem-cell per crescere e diventare davvero tante e ammassarsi sino a formare un grosso muscolo..necessitano di ANNI di pratica incessante..!e allora quali sono i limiti del metodo di mentzer?Tanti..! sono tanti..! eccone alcuni:una sola serie..o due..per muscolo..per quanto intense non sono in grado di provocare davvero una grossa crescita..per il semplice fatto che i fosfati e il glicogeno non saranno mai davvero svuotati..neppure parzialmente...!l'intensita' ha un limite..come si puo'pensare di aumentarla sempre ad ogni seduta..e per mesi o anni? Ecco perche' nel sistema classico diciamo WEIDERIANO...l'intensita' rimane piu' o meno uguale...ma le serie aumentano..(volume di lavoro)...ed ecco perche' il BB e' da sempre e ovunque POMPAGGIO  e serie su serie..!Diciamo la verita'..dove sono i campioni che sono diventati cosi..o gente grossa..facendo solo una o due serie..seppure portate alla morte?  Lo stesso Dorian Yates..che tanto viene addotto come supremo esempio di campione del metodo..non lo usava affatto!basta guardare i suoi video..ove venivano eseguite serie su serie..per quanto intense ed anche lui era comunque sostenuto da dosi massiccie di farmaci..nessuno potrebbe allenarsi cosi da natural....non raccontiamoci favole.! peraltro con tali sistemi Yates ben presto era zeppo di laceraziioni muscolari..a pezzi letteralmente..! ( Nubret a 70 ani era ancora integro..)..ho visto in rete un video di MIke il quale nel periodo che venen in Italia..alleno' un campione agonista taliano dell'epoca..tale Pasquale Cavallaro....ebbene tale allenamento era ridicolo..ma davvero ridicolo..vi invito a guardarlo..specie quando il povero Cavallaro soffriva alla morte nel pectoral machine (la macchina che si chiude davanti al torace con i gomiti..)..ovvero un attrezzo assolutamente inutile per la massa...eppure gli faceva sputare sangue e adrenalina inutile..a fine serie era davvero spento..un brutto spettacolo..!un neofita o ragazzo giovane..non puo' trarre assolutamente nessun vantaggio da questo metodo..anche perche' spesso mischia gruppi muscolari illogici nella stessa giornata (tipo gambe e braccia)...con intensita' fuori portata per un principiante..pericolosa..stressante a livello psicologico..( molti abbandonano il metodo perche' al solo pensiero di andare in palestra e soffrire cosi tanto..ogni volta..si spengono psicologicamente..)..e anche a livello articolare o muscolare..specie quando si usano carichi molto pesanti abbinati a metodiche d'intensita'..un vero suicidio..u altra cosa che pochi capiscono..e' che un muscolo se viene TROPPO stimolato..a livello d'intensita'..non solo non cresce affatto..ma si distrugge letteralmente..avete mai visto quei ragazzi che portano ogni serie al cedimento con fede assoluta in nome del dogma che ogni serie va portata sino alal morte? Ebbene ne avete mai visto qualcuno grosso davvero?..Parlo di ragazzi natural ovviamente...In realta' sono eternamente uguali..negli anni...nulla di strano..non stimolano alcuna crescita..ma distruggono solamente..se poi ci aggiungete il fatto che spesso allenano un muscolo due volte a settimana..buonanotte crescita..!una intensita' altissima richiederebbe che quel muscolo sia allenato almeno una volta ogni 10-14 giorni..ma davvero si puo' costruire un grosso fisico completo allenando un muscolo ogni 10 giorni?  Mai visti..e inoltre riflettete..su questo punto fondamentale...l'intensita' ha un limite..non si puo' pensare di aumentarla ogni volta sempre di piu'..il plateau viene raggiunto presto..e allora che si fa? L'unica soluzione e'a aumentare el serie e il volume di lavoro..ma questo comporta automaticamente..per simmetria un calo della intensita'..e si tornma ancora una volta al BB classico..quellod i Arnold..Flex..Nubret..tutta gente che pompava senza farsi paranoie  e arrovellarsi il cervello su come torturarsi in palestra. ..ed erano enormi..i migliori..a parita' di doping...!il BB non e' complicato..richieda una costruzione di forza di base negli esercizi multiarticolari (panca-squat-stacco)..e due o tre esercizi di puro pompaggio in isolamento...del resto la mente nel BB ha un ruolo preponderante..non sara' il carico o la complessita' di un metodo a fare contrarre al massimo le fibre e ingripparle..ma la vostra mente nel pompaggio..mentre sarete esaltati nel vedere allo specchio i vostri muscoli gonfiarsi serie dopo serie...anche con pesi leggeri...la dopamina e il NIRVANA conseguente faranno il resto..sarete dentro le vostre fibre..e godrete..sarete felici..e diventerete GROSSI..io vado in palestra per godere..non per andare sotto tortura...!io e tutti i veri BB nel mondo hanno fatto e faranno sempre cosi...il BB e' pompaggio..!io sono diventato quello che sono...pompando...e a 50 anni..con le articolazioni sane..pompo ancora!Occasionalmente nulla toglie che qualche metodica d'intensita' mentzeriana possa esseer adottata..ma sara' una eccezione..non la regola...io non ho mai visto gente davvero NATURAL...sviluppare un fisico GROSSO E COMPLETO con il metodo di Mentzer...anche perche'poi dimostrare che un certo fisico e' diventato cosi solo con quel metodo e' impossibile..molti lo dicono ma fanno anche i pompaggi...(ovviamente)...oppure erano gia' grossi prima di farlo..la dimostrazione ideale sarebbe prendere un ragazzo secco..farlo allenare SOLO con il metodo di Mentzer per var anni..e ammesso che non si sia tutto rotto a livello articolare o distrutto psicologicamente....vedere cosa succede...ma MAI questo e' avvenuto..ERGO...Il bodybuilding e' primariamente pompaggio e nirvana dopaminico!

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    25-07-2013 12:22 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #2
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Che dire, Master è decisamente sopra le righe e poco modesto, ma nei concetti la penso come lui.
    So già che non ci metteremo d'accordo, i forum di BB sono pieni di discussioni del genere e non si è mai arrivati ad un punto univoco.
    Considero anche il BIIO un naturale derivato dell'Heavy Duty quindi accomuno i metodi.
    Le maggiori osservazioni che ho constatato da solo, prima ancora di abbandonare il BIIO anni fa, era che molte delle persone ben messe avevano iniziato con altro, quelli che partivano da zero crescevano solo i primi tempi e poi uguali, sempre maledettamente uguali.
    Altra cosa che non vedo di buon occhio è il ricorso alla teoria perfetta da parte di questi sistemi, sulla carta difatti sembrerebbe IL metodo, supercompensazione, tempi di recupero etc, tutto perfetto, in teoria, appunto.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    25-07-2013 12:37 PM
    www Cerca Quota
    gianlnicc Offline
    Senior Member
    ****

    688

    3
    Messaggio: #3
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Ho una vagonata di mah e bah da sottoporre, ma mi sembra una discussione già fatta.

    Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

    Popeye the sailor man
    25-07-2013 12:52 PM
    www Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,174

    Messaggio: #4
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Tanto di cappello al mitico Master Wallace! Sinceramente parlando, di tutte le persone che conosco che si allenano con le più disparate tecniche di allenamento, e che non si dopano, non ne conosco nemmeno una. A parte Wallace, che fanno progressi all'infinito, nemmeno i dopati crescono all'infinito: c'è sempre uno stallo dei risultati. Non conosco nemmeno un arruolato al M.W.S. che sia cresciuto come il maestro Wallace. Le sue mi sembrano tante forzature. Poi Enrico dell'Olio, per esempio, si allena da un sacco di tempo con l'Heavy Duty e ancora non si è rotto. 
    [Immagine: 392101_10150450813424518_314986280_n.jpg]
    Il web è pieno di persone che si sono infortunate anche allenandosi in maniera tradizionale... anzi mi sembra che sono più quelle che si infortunano; forse anche perché sono le metodiche più seguite.



     

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    25-07-2013 12:56 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #5
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Sono cose già dette in altre discussioni, e di discussioni similari ne sono pieni i forum a tema.
    Sentivo la necessità di convogliare qui, una discussione ufficiale, i pareri inerenti.
    Non abbiamo una scadenza temporale nel rimpinguare questo thread, per cui chi vuole partecipare e dire la sua può farlo quando vuole.
    E soprattutto se nasce ancora una discussione su questi temi la dirotto qui senza andare off-topic.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    25-07-2013 12:59 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #6
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Di Dell'olio mi chiedo quanti anni, prima di abbracciare l'HD, abbia fatto con i metodi classici, idem di Roberto Amorosi.

     

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    25-07-2013 01:02 PM
    www Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,174

    Messaggio: #7
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Io quest'anno ho messo su circa 4 kg. e svariati centimetri in vari distretti muscolari, confronto all'anno passato. La teoria del "conto in banca" di Wallace può essere applicata anche ad allenamenti brevi intensi e infrequenti.
     

    Dell'Olio è dagli anni novanta che si allena HD. Non si può crescere all'infinito. E' già buono che non si è rimpicciolito.

    Poi sinceramente sarebbe meglio parlare di gente comune e non di campioni. Secondo voi perché io non cambio idea? Le palestre della mia zona è zeppa di persone che si allenano come dannati con i sistemi tradizionali e che non hanno ottenuto risultati degni di nota. Anche un mio conoscente in stallo da anni, con i metodi tradizionali, alla mia proposta di provare l'HD mi ha guardato storto. Non c'è proprio apertura mentale: c'è l'opinione comune che più si fa meglio è. Allenarsi meno spesso è un'eresia per la maggior parte dei cervelli. E' ovvio che io parlo di Bodybuilding: è lo sport che pratico. Il sollevamento pesi (PL, etc.) è tutto un'altro discorso.

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-07-2013 01:18 PM da fabietto.)
    25-07-2013 01:05 PM
    Cerca Quota
    crixus Offline
    Animalo
    *****

    1,262

    2
    Messaggio: #8
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
     Fabietto hai messo su 4 kg da usando hai cambiato alimentazione tornando ad un sistema tradizionale mi sembra... Magari con un allenamento in stile powerlifting ne avresti presi di più :)
    25-07-2013 01:27 PM
    Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,174

    Messaggio: #9
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Appunto, leccando i muri non si cresce con nessuna tecnica di allenamento! Per crescere ci vuole, oltre all'allenamento, anche un'alimentazione adatta! Mi viene in mente un famoso pensiero di Cianti che diceva così:
    Citazione:[font]non è l'esercizio che da il risultato, è solo ed esclusivamente il cibo che da salute e forma fisica. Il "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " fisico, l'allenamento di bodybuilding nel nostro caso aiuta, ma lo possiamo effettuare in modo produttivo ed efficiente solo se adeguatamente nutriti." (Giovanni Cianti) [/font]

    E' per questo che ho tirato in ballo la teoria del conto in banca di Master Wallace; che poi sarebbe la classica regola antica come la "scoreggia" del fare massa in inverno per poi definirsi in estate...

    P.S. Io l'allenamento del powerlifter per aumentare di massa muscolare non lo prendo nemmeno in considerazione: l'ho provato e lo trovo di una noia disarmante eseguito in una stanzina da solo... magari allenarsi in gruppo sarebbe meglio. Ho un amico in facebook che pratica il PL, molto più forte di me, ma fisicamente che fa sport non si nota da nessuna parte, nemmeno usando la fantasia.
     

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-07-2013 01:37 PM da fabietto.)
    25-07-2013 01:34 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #10
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Io però provengo dal BIIO...
    Comunque, le palestre sono piene di "istruttori" che danno schede ad minchiam, il mondo delle palestre poi non si divide in coloro che seguono l'HD e coloro che seguono Weider.
    Il di più è meglio non credo sia valido, ma nemmeno il meno è meglio che a volte vedo scritto, un allenamento di 3 sedute a settimana lo reputo una base ideale per un natural.
    Credo pure che i cicli di forza siano necessari, e che variare con metodi HD pure.
    Solamente penso che il pompaggio e l'isolamento di certi muscoli siano utili anch'essi per la massa muscolare.
    Alla fine sono quasi per un via di mezzo, ma sicuramente non sono più per l'esaurimento muscolare sistemico, ti distrugge psicologicamente, dovevo battere me stesso ad ogni seduta, e se non riuscivo mi crollava il mondo addosso, mi sentivo fallimentare.
    Al di là dell'aspetto psicologico, distruggersi in palestra, per me era invalidante, ero cotto dopo le sedute di allenamento, adesso mi alleno e poi posso uscire la sera, mi rimane ancora energia, e sì che il punto di forza del BIIO su cui fa leva è quello di lasciarti più spazio per la vita privata.
    Mi costa essere concorde con Master Wallace, perché qualche problema socio-comportamentale credo lo abbia, ma non posso farci niente se riguardo l'allenamento sono sulla sua stessa linea.
    I forum del BIIO li ho frequentati, quelli che partivano da zero o quasi rimanevano fermi dopo un pò, come me. Poi c'erano utenti esperti, anche grossi, ma avevano un background di allenamento classico di anni alle spalle.
    Se non ti spacchi con il cedimento muscolare ci si può allenare più spesso, di conseguenza impari meglio la tecnica perché ripeti il gesto più volte, e reggi più sedute, ti adatti, riesci ad adattarti al volume di lavoro, che non è fisso come sembra dire Tozzi con lo spauracchio del cortisolo allo scadere dell'ora di allenamento. Come dice Ado Gruzza: "Il corpo non reagisce agli stimoli per modelli semplificati elementari". Detto questo mi alleno anche io per un'ora a seduta circa.
    Sul fatto però che gli atleti italiani risentano del troppo allenamento è una congettura.
    Perché gli atleti di altre nazionalità non mi risulta che seguano allenamenti brevi.
    Le scarse prestazioni sono da attribuire ad altro.
    Antonio Rossi con che frequenza si allenava? Federica Pellegrini con che frequenza si allena?
    Ho convissuto con due atleti di pallanuoto, ora ritiratisi, si allenavano tutti i giorni, però non erano in overtraining, erano sempre pieni di energia, e di appetito, 'tacci loro se magnavano.
    Penso che se la rarefazione degli allenamenti fosse più produttiva in assoluto, nelle nazionali si sarebbe già usata, lì si guarda al risultato, se un metodo dà risultati lo si usa. Mi suona strano che tutto il mondo sportivo professionista, e non, sia in sovrallenamento.
     

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    25-07-2013 02:23 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #11
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Chi ha visto le foto della gara di Roberto Amorosi?
    Io non le ritrovo... mi aiutate?

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    25-07-2013 02:41 PM
    www Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,174

    Messaggio: #12
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Ecco due foto prese dal suo FB 
    [Immagine: 320660_3846987298858_153793692_n.jpg]

    [Immagine: 75982_485171448180288_456334876_n.jpg]
    ----------------------------------------------

    Io mi sto apprestando a fare un ciclo di piramidale classico con il corpo suddiviso in 3 giorni alla settimana con molti esercizi di isolamento: anche a me piace cambiare ogni tanto. Non è che sono fossilizzato con l'HD come una religione e che non voglio sentire ragioni. Io sono affezionato a quel tipo di allenamento: mi ha dato molto in cambio di poco. Prova che ti riprova torno sempre ad allenarmi in HD: lo trovo comodo e soddisfaciente. Tutti gli altri sistemi provati non mi hanno dato gli stessi feedback. Ma io sono io e gli altri sono gli altri e i campioni sono campioni. Perché non sono tutti campioni?

     

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    25-07-2013 03:27 PM
    Cerca Quota
    crixus Offline
    Animalo
    *****

    1,262

    2
    Messaggio: #13
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    (25-07-2013 02:23 PM)'Tropico' Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "[size=13px]Antonio Rossi con che frequenza si allenava? Federica Pellegrini con che frequenza si allena?[/size]
    Ho convissuto con due atleti di pallanuoto, ora ritiratisi, si allenavano tutti i giorni, però non erano in overtraining, erano sempre pieni di energia, e di appetito, 'tacci loro se magnavano.
    Penso che se la rarefazione degli allenamenti fosse più produttiva in assoluto, nelle nazionali si sarebbe già usata, lì si guarda al risultato, se un metodo dà risultati lo si usa. Mi suona strano che tutto il mondo sportivo professionista, e non, sia in sovrallenamento.
     

     

    Gli atleti professionisti si allenano tutti i giorni, e per più ore. Ricordo di Michael Phelps, avevo letto che mangiava qualcosa come 10.000 calorie al giorno. Non so quanto sia bufala o no.
    I pugili professionisti si allenano tutti i giorni, anche loro per più ore. Un esempio è Stefano Abatangelo, campione italiano dei supermedi. La mattina fa i mercati, il pomeriggio si allena. Ovviamente tutto è tarato sul proprio sport.


     
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-07-2013 03:50 PM da crixus.)
    25-07-2013 03:40 PM
    Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,174

    Messaggio: #14
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    Penso che il breve, infrequente sia fruttuoso solo in sport anaerobici e non in sport di resistenza e prettamente tecnici.

    Penso che è impossibile apprendere e affinare correttamente un gesto atletico se non ci si allena spesso. Come l'esempio dell'imparare a suonare uno strumento musicale. Anche nel bodybuilding non è che subito ci si allena con metodiche HD, e simili. Si parte sempre dalla "gavetta". Non vedo come si possano imparare gli esercizi altrimenti!

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-07-2013 04:02 PM da fabietto.)
    25-07-2013 03:57 PM
    Cerca Quota
    crixus Offline
    Animalo
    *****

    1,262

    2
    Messaggio: #15
    RE: Heavy Duty - BIIO - Breve Intenso Infrequente
    (25-07-2013 03:57 PM)'fabietto' Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Penso che il breve, infrequente sia fruttuoso solo in sport anaerobici e non in sport di resistenza e prettamente tecnici.

    Penso che è impossibile apprendere e affinare correttamente un gesto atletico se non ci si allena spesso. Come l'esempio dell'imparare a suonare uno strumento musicale. Anche nel bodybuilding non è che subito ci si allena con metodiche HD, e simili. Si parte sempre dalla "gavetta". Non vedo come si possano imparare gli esercizi altrimenti!

     

    Concordo in pieno!

     
    25-07-2013 04:09 PM
    Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.