Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
IPOGLICEMIZZANTI
#1
Premetto che non stò elencando le caratteristiche dei vari integratori in modo scientifico, ma SOLO a livello di esperienza personale



ACIDO ALFA LIPOICO

Pregi:
il migliore in assoluto in termini di efficacia, normalizza la glicemia in breve tempo e soprattutto la mantiene nella giornata in modo costante, energia pura senza spese energetiche dell organismo
Difetti:
ad alti dosaggi da nausea, bruciore di stomaco e manda facilmente in chetosi

CROMO PICOLINATO

Pregi:
secondo solo al lipoico in termini di efficacia, il migliore in termini di velocità d azione, quasi immediato e soprattutto non manda in chetosi
Difetti:
talmente immediato che può mandare velocemente in ipoglicemia dopo il pasto se assunto a dosaggio eccessivo.
poco efficace nel lungo termine e pesantino da digerire


MOMORDICA (melone amaro)

Pregi:
il più simile all azione dell insulina del pancreas, potente e immediato
normalizza pressione arteriosa e colesterolo
Difetti:
al contrario di cromo e lipoico manda in ipoglicemia con affaticamento, come in una classica ipoglicemia senza farmaci e integratori, per questo ho la sensazione che stimoli il pancreas a produrre piú insulina con un effetto simile ai farmaci sulfurenei


BERBERINA

Pregi:
effetto praticamente identico all acido lipoico, ma inferiore in termini di durata
Difetti:
alza la pressione sanguigna


FIENO GRECO

Pregi:
abbassa la glicemia stimolando l appetito, effetto di breve durata, ma di discreta entità ad alti dosaggi
Difetti:
nessuno di rilievo



GYMNEMA

Pregi:
abbassa la glicemia
Difetti:
alza la pressione sistolica, da la sensazione di peggiorare la digestione, ma in realtà limita l assorbimento intestinale come un oligosaccaride e fa dimagrire
Cita messaggio
#2
ma a parte che non li chiamerei ipoglicemizzanti, cioe' l'ipoglicemia tu la vuoi evitare, non indurre (dato che è il primo segnale per gli ormoni dello stress, affinche' avvenga la loro secrezione)
al massimo vuoi dire sostanze che migliorano la sensibilità insulinica, e la "tolleranza al glucosio"
Cita messaggio
#3
Vabbè chiaro, però come i farmaci la denominazione di questi integratori è questa oltre alle altre proprietà che avranno (vedi acido lipoico che è anche un potente antiossidante ad esempio, o come il fieno greco come ricostituente)
Cita messaggio
#4
nella mia personale esperienza (ma non solo) le migliori cose che aumentano la sensibilità insulinica sono olio di cocco e glicina, ed in generale diminuire o evitare gli amidi a favore di zuccheri semplici (soprattutto quelli contenenti fruttosio, come il succo d'arancia)
Cita messaggio
#5
appena provato il Vanadio

Funziona!
ma temo che nel lungo termine dará problemi..
proverò ad aggiungerlo a rotazione con gli altri insulino simili diminuendoli (cromo picolinato e acido lipoico)
Cita messaggio
#6
Qualche buon anima mi spiega che forme di vanadio sono le tre ultime espresse? Terribile
io conosco solo il vanadio solfato e il vanadio chelato

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
" <<Vi sono 3 classi generali di composti
interessanti come "Insulic-Mimetic Agents":

-Sali inorganici anionici (vanadati, [VO 4 ]3- ) e
cationici (di vanadile, VO 2+ )

-Complessi ottenuti dalla combinazione di V(V)
e H 2 O 2 :
mono [VO(O 2)(H 2 O) 2(L-L')] n- , (n=0,1) e
diperossovanadati [VO(O 2 )(L-L')] n- , (n=1,2,3)

-Complessi chelati di V(IV).
Leganti ricchi di ossigeno come il maltolo, impartiscono solubilità in H 2 O. Il BMOV è approvato come additivo per cibi in molti paesi
(USA, UK, Canada,...) e lo si prepara facilmente mescolando il maltolo ed il solfato di vanadile in rapporto 2:1"
Cita messaggio
#7
il vanadio ha piu valenze, 4
quindi si possono formare molti composti da lui

nel primo punto sono inorganici come il solfato, cloruro ecc...

nel secondo punto è legato con acqua ossigenato o cmq perossidi

nel terzo sono sali chelati in quel caso maltolo
Cita messaggio
#8
grazie Nataku

in commercio come integratori c è solo il solfato e il chelato però, te ne tornano altri?
Cita messaggio
#9
nn saprei, mai guardato... cmq penso si trovino solo queste forme che hai detto; anche xche sinceramente nn mangerei un perossido di vanadio >_<
Cita messaggio
#10
provato anche questo solfato
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

ma vince 10 a 0 questo chelato
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Cita messaggio
#11
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) ";
Vanadyl solfato (Voso 4) è una
forma ossidativo di vanadio
che in vitro e in animali modelli
di diabete ha dimostrato di
ridurre la iperglicemia e
l'insulino-resistenza. Piccolo
studi clinici di durata da 2 a 4
settimane a diabete di tipo 2
(diabete di tipo 2) hanno
portato a risultati
inconsistenti. Per definire la
sua efficacia e la meccanismo
d'azione, 11 diabete di tipo 2
pazienti sono stati trattati con
VOSO4 ad una maggiore dose
(150 mg / die) e per un periodo
più lungo di tempo (6
settimane) che in studi
precedenti. Prima e dopo il
trattamento abbiamo misurato
secrezione di insulina nel
corso di un carico orale di
glucosio test di tolleranza, e di
glucosio endogeno produzione
(EGP) e tutto il corpo insulino
la disponibilità di glucosio
mediato con il clamp insulina
euglycemic combinato [3- 3 H]
infusione di glucosio.
Trattamento significativamente
migliorato il controllo
glicemico: glicemia a digiuno
(FPG) è diminuito da 194 ±
16-155 ± 15 mg / dl,
l'emoglobina A1c diminuito da
8,1 ± 0,4-7,6 ± 0,4%, e
fruttosamina è sceso da 348 ±
26-293 ± 12 mmol / L (P <0.01)
senza alcuna cambiamento di
peso corporeo. Diabetici
avevano un aumento del tasso
di EGP rispetto a controlli non
diabetici (4,1 ± 0,2 vs 2,7 ± 0,2
mg / kg di massa corporea
magra · min; P <0,001), che era
strettamente correlata con FPG
(r = 0.56; p < 0,006). Vanadyl
solfato ha ridotto di circa il
EGP 20% (P <0,01), e il calo è
stato EGP correlata con la
riduzione FPG (r = 0,60; P
<0.05). Vanadyl solfato anche
causato un modesto aumento
del glucosio insulino-mediata
smaltimento (da 4.3 ± 0,4-5,1 ±
0,6 mg / kg massa magra · min;
P <0,03), sebbene la
miglioramento della sensibilità
all'insulina no correlare con la
diminuzione FPG dopo
trattamento (r = -0.16; P = NS).
Vanadyl trattamento solfato
abbassato il totale del plasma
colesterolo (223 ± 14 vs 202 ±
16 mg / dl; p < 0.01) e bassa
densità di colesterolo
lipoproteine (141 ± 14 vs 129 ±
14 mg / dl; p <0.05),
considerando 24 ore
ambulatoriale della pressione
arteriosa era inalterato.
Concludiamo che VOSO4 a
massima tollerata dosi per 6
settimane migliora la
sensibilità all'insulina epatica
e muscolare Diabete di tipo 2.
L'effetto ipoglicemizzante di
VOSO4 buona correlazione con
la riduzione in EGP, ma non
con lo smaltimento del
glucosio insulino-mediata,
suggerendo che il fegato
anziché muscolare, è
l'obiettivo primario di Voso 4
interventi a dosi terapeutiche
di diabete di tipo 2. Il vanadio
è un oligoelemento che si
ritiene essere importante per la
funzione delle cellule normali e
sviluppo (1, 2, 3, 4). E 'presente
in tutti i tessuti, ma il suo
esatto ruolo del glucosio deve
ancora essere stabilita
omeostasi nell'uomo. Numerosi
in vitro ed in vivo hanno
dimostrato che il vanadio ha
effetti insulino-simile nel
fegato, muscolo scheletrico e
tessuto adiposo (1, 2, 3, 4).
Vanadio relativamente alto
concentrazioni in vitro e in vivo
inibisce fosfatasi fosfotirosina
(PTP), quindi migliorando
l'insulina recettore
fosforilazione e tirosina chinasi
(IRTK) Attività (2, 3, 4).
Tuttavia, numerosi studi hanno
dimostrato che il vanadio può
stimolare l'assorbimento del
glucosio indipendentemente da
qualsiasi cambiamento
nell'attività IRTK (5, 6, 7, 8, 9,
10, 11), suggerendo che sono
meccanismi aggiuntivi per la
sua insulino effetti mimetici.
Nei modelli di ratto di obesità e
diabete di tipo 2 mellito (DM2),
vanadio migliora glucosio
metabolismo ripristinando
epatica normale e scheletrico
sensibilità muscolare
all'insulina (6, 7, 12, 13, 14, 15,
16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23). In
fegato, composti di vanadio
sono stati di inibire la
lipogenesi (6, 16, 17, 19, 20, 21)
e la gluconeogenesi (6, 19, 22,
24) e per stimolare la glicolisi
(12, 19, 24) e sintesi del
glicogeno (12, 15, 16, 21). In
scheletrico muscolo, vanadio
aumenta l'assorbimento del
glucosio (13, 14, 16, 18, 23, 25),
principalmente formazione
stimolante glicogeno (13, 23).
In contrasto al gran numero di
in vitro e in Vivo studi sugli
animali, non vi è limitata
informazioni sugli effetti
metabolici di vanadio
nell'uomo. Due forme ossidate
di vanadio, vanadile
(tetravanadate) e vanadate
(stato pentavalente), sono stati
esaminato in diabete di tipo 2
con risultati contrastanti.
Goldfine et al. (26) trattato
cinque pazienti con
metavanadato sodio per 2
settimane e non riuscito di
osservare qualsiasi riduzione
plasmatica a digiuno glucosio
(FPG) o di glucosio epatico
produzione (HGP). Risultati
incoraggianti sono stati
riportati con solfato di vanadio
(Voso 4), forse perché vanadio
sembra essere la forma
intracellulare attiva di vanadio
(1, 4, 27). Il trattamento con
piccole dosi orali di VOSO4
(~1.0 mg / kg al giorno) per
breve periodi di tempo (2-4
settimane) hanno portato ad un
modesto 15-20% di
diminuzione dei FPG (circa il
30 mg / dl) (28, 29). In questi
studi, i risultati sono stati
discordanti ha riferito in merito
agli effetti di VOSO4 su fegato e
nei muscoli. Boden et al. (29)
hanno trovato solo un
miglioramento lieve insulino-
mediata soppressione di HGP,
ma nessun effetto sulla basale
HGP o insulino-stimolato tutto
il corpo di glucosio
l'assorbimento, la sintesi di
glicogeno, o glicolisi (29). Al
contrario, Cohen et al. (28)
hanno riportato che VOSO4
maggiore muscolo e insulina
fegato sensibilità. Tuttavia, i
pazienti avevano ricevuto una
infusione di insulina durante la
notte per normalizzare FPG
(28), impedendo così qualsiasi
valutazione effetto di VOSO4
sul HGP basale, che è il
determinante primario di FPG
(30). Gli effetti metabolici del
vanadio sono noti essere
dose-dipendenti e per
richiedere più di 4 settimane
per una risposta completa (7,
16, 31, 32, 33). Pertanto,
abbiamo ipotizzato che il
modesto effetto
ipoglicemizzante di vanadio e
dei risultati discrepanti per
quanto riguarda il suo
meccanismo d'azione in questi
studi precedenti (26, 28, 29)
potrebbero essere correlati a
almeno in parte alla non
ottimale vanadio dosaggio e la
breve durata del trattamento. Il
Scopo della presente inchiesta
è stato quello di riesaminare
l'effetto di VOSO4 su glicemico
il controllo, la secrezione di
insulina, endogena basale
produzione di glucosio e
insulino-mediata intero corpo
smaltimento del glucosio (che
in primo luogo rappresenta
muscolare) nel diabete di tipo
2, quando la traccia elemento
viene somministrata per un
periodo più lungo e ad una
dose superiore a quella
impiegata in studi precedenti.
Soggetti Tipo Eleven 2 pazienti
diabetici [caucasici; quattro
donne e sette uomini; età, 59 ±
2 anni; durata del diabete, 4 ± 1
anno; massa corporea indice,
28,9 ± 1,1 kg / m 2; emoglobina
A1c (HbA1c), 8,4 ± 0,4%;
fruttosamina, 347 ± 19 mmol /
L; FPG, 188 ± 15 mg / dl] sono
stati studiati. Cinque soggetti
sono stati trattati con dieta
sola, e sei con una
sulfonilurea. Il Dose
sulfonilurea era stabile per
almeno 6 mesi prima
dell'ingresso nello studio, e la
dose era mantenuta costante
durante lo studio. Sulfoniluree
stati sospesi solo sulla mattina
del giorno in cui il glucosio per
via orale (OGTT) e morsetto di
insulina erano eseguita (vedi
sotto). Il peso corporeo è stato
stabile per almeno 3 mesi prima
partecipazione. Nessun
soggetto è stato
eccessivamente sedentario o
partecipato a qualche insolito
o un intenso esercizio fisico.
Altro che il diabete, non
soggetto aveva alcuna
evidenza clinica o di
laboratorio patologie
cardiache, polmonari, renali,
epatiche, o qualsiasi altra
malattia sistema di organi,
come determinato dal una
storia medica completa, fisica
esame, elettrocardiogramma,
del sangue di routine lavoro, e
analisi delle urine. Sei soggetti
sono stati assumendo una
dose stabile (almeno 3 mesi) di
-inibitore dell'enzima di
conversione, che è rimasto
invariato nel corso dello
studio. I partecipanti non
ricevevano nessun altro farmaci
noti per influenzare carboidrati
metabolismo o secrezione di
insulina. Cinque sano Soggetti
non diabetici caucasici (due
donne e tre uomini; età, 50 ± 3
anni; massa corporea indice,
28,0 ± 1,4 kg / m 2; HbA1c, 4,9
± 0,3%; fruttosamina, 248 ± 16
micromol / L; FPG, 98 ± 6 mg /
dL) ha ricevuto un morsetto di
insulina euglycemic e servito
come gruppo di controllo. Tutti
i volontari non diabetici
avevano un familiare negativa
la storia di diabete di tipo 2 e
di un normale glucosio per via
orale test di tolleranza. Ogni
soggetto ha dato scritto:
informato, consenso volontario
prima partecipazione. Disegno
di studio Dopo lo screening
iniziale, i soggetti ammissibili
sono stati istruiti da un dietista
di ingerire un peso
mantenendo Diabete americano
Associazione dieta e sono stati
visti settimanale per 4
settimane per garantire il
rispetto della dieta. Durante
questo periodo sono stati
incoraggiati a mantenere la
loro assunzione con la dieta e
l'attività fisica costante. Se
dopo il periodo di run-in di 4
settimane i partecipanti sono
stati considerati conformi con
la dieta e se il loro peso era
rimasto stabile, sono stati
ammessi al Clinical Centro di
Ricerca per due metabolica al
basale studi, che sono stati
effettuati a 0730 ore dopo 12
ore di digiuno notturno: 1) 75 g
OGTT, e 2) un clamp insulinico
euglicemico, come descritto
sotto. Gli studi sono stati
eseguiti con un intervallo di
3-7 giorni. Soggetti consumato
a almeno 200 g di carboidrati
per 3 giorni prima ciascuno
studio. Perché composti del
vanadio sono stati segnalati
per ridurre la pressione
sanguigna (2, 3), abbiamo
effettuato 24 ore ambulatoriale
monitoraggio della pressione
prima e dopo trattamento.
Dopo aver completato il
morsetto OGTT e insulina i
pazienti sono stati avviati il ​​25
mg VOSO4 (8 mg vanadio
elementare; Vanulin, diabetico
Integratori alimentari, Concord,
CA) due volte al giorno con
prima colazione e cena. La
dose è stata aumentata ogni
2-3 giorni. A 2 settimane di
tutti i partecipanti ricevevano
una dose giornaliera totale di
150 mg VOSO4, suddivisi in
dosi da 50 mg somministrati
con la colazione, il pranzo e la
cena. La maggior parte dei
pazienti raggiunto questa dose
dopo una settimana con una
buona tolleranza. I soggetti
sono stati invitati a mantenere
la le loro abitudini alimentari e
il livello di tutti i giorni attività
durante lo studio. I pazienti
sono stati seguita settimanale
durante il periodo di titolazione
e ogni 2 settimane. Su ogni
visita al Clinical Research
Center sono stati soggetti
interrogato circa la loro
assunzione con la dieta e
modello l'attività fisica, il
benessere generale, conformità
con il farmaco (confermato da
conteggio pillola), e gli effetti
collaterali utilizzando uno
standard questionario. I segni
vitali, esame fisico, e I risultati
della glucosio-monitoraggio
sono stati registrata. Il sangue
è stato disegnato per il plasma
glucosio, fruttosamina, e
HbA1c determinazioni su ogni
visita. il totale durata del
trattamento (titolazione più
stabile dose) è stato di 6
settimane. Al termine di 6
settimane, l'OGTT, morsetto di
insulina, e 24 ore ambulatoriale
monitoraggio della pressione
sanguigna sono stati ripetuti.
Livelli plasmatici di vanadio
sono stati determinati sulla le
giornate morsetto insulina
euglycemic prima e dopo il
periodo di trattamento di 6
settimane, e 6 settimane dopo
la sospensione di VOSO4
trattamento. Descrizione di
studi metabolici OGTT. Dopo il
digiuno notturno, due di
sangue campioni sono stati
elaborati attraverso un catetere
iv posizionato in una vena
antecubitale (-15 e 0 min), e
quindi i soggetti hanno
ricevuto un 75 g di glucosio
bere. Sangue è stato prelevato
ogni 30 min per il prossimi 2 h
per misurare glicemia,
l'insulina, e acidi grassi liberi
(FFA) i livelli. Morsetto insulina
euglicemico. La sensibilità
all'insulina è stata misurata
prima e dopo il trattamento in
tutti i partecipanti con un 40
mU / m 2 · min euglycemic
clamp insulina (34). In breve,
un Teflon calibro 20 catetere è
stato inserito in una vena
antecubitale per l'infusione di
sostanze di prova ([3- 3 H]
glucosio, insulina, e il 20% di
destrosio). Dopo questo, una
vena del dorso della mano è
stato retrogrado cannulata con
un secondo catetere, e la mano
è stato posto in un scatola
termostatato a 65 ° C per
arterialization del sangue
venoso. Entrambe le linee sono
state mantenute iv brevettare
con una lenta infusione di
soluzione fisiologica. A 0730 h,
un'infusione continua di
primer- [3- 3 H] glucosio (nen
Life Science Products, Boston,
MA) è stato avviato e
continuato fino Alla fine dello
studio. Il [3- 3 H] glucosio
velocità di infusione costante
era di 0,2 uCi / min, e il
presidente del glucosio triziato
è stato calcolato come segue:
20 uCi × FPG / 100. Dopo aver
lasciato 180 min per equilibrio
isotopica, quattro di base I
campioni di sangue sono stati
prelevati a 10-min intervalli
(-30, -20, -10 E 0 min) per la
determinazione di plasma
triziata glucosio attività
specifica, glicemia, FFA, e
concentrazione di insulina.
Dopo la determinazione del
fatturato del glucosio basale, a
2 ore euglycemic insulina (40
mU / m 2 · min) morsetto è
stato eseguito utilizzando una
infusione di insulina innescato
continuo come
precedentemente descritto
(34). Nel diabetico soggetti,
dopo l'inizio di insulina senza
glucosio è stato infuso fino a
quando il glucosio plasmatico
la concentrazione era sceso a
100 mg / dl, a quale livello è
stato mantenuto da
regolazione di una infusione di
glucosio variabile in base al
Principio feedback negativo
(34). Dopo 80 min, cinque
campioni di sangue sono stati
estratti a 10-min intervalli
(80-120 min) per la misura di
glicemia, FFA, i livelli di
insulina, e plasma radioattività
glucosio. Le procedure di
analisi Glicemia è stata
misurata in duplicato
utilizzando il metodo della
glucosio ossidasi con Glucosio
Analyzer II (Beckman Coulter,
Fullerton, CA). HbA1c è stata
misurata con un DCA 2000
(Bayer Corp .; range di
normalità, 4.0- 6,0%).
Fruttosamina è stata misurata
dal metodo di riduzione
nitroglutetrazolium (Roche
Molecular Biochemicals,
Indianapolis, IN; normale, <285
mmol / L). Il colesterolo totale,
alto colesterolo LDL, e
trigliceridi sono stati misurati
mediante standardizzato
procedure enzimatiche con un
Hitachi 917 autoanalizzatore
(Roche Molecular
Biochemicals). Concentrazioni
plasmatiche di insulina erano
determinato dalla RIA
(Enzymun-Test, Roche
Molecular Biochemicals).
Plasma FFA Le concentrazioni
sono state misurate dalla
norma metodi colorimetrici
(Wako Chemicals Stati Uniti
d'America, Inc., Richmond, VA).
Intra e interassay coefficienti di
variazione erano 4,2% e 4,5%
per l'insulina e 1,1% e del 3,3%
per FFA, rispettivamente. Le
concentrazioni plasmatiche di
vanadato sono stati misurati
secondo il metodo di Mongol et
al. (35), da Elemental Research,
Inc. (North Vancouver,
Canada). I campioni di prova
(aliquote di 200 microlitri)
avevano 2% HNO3 aggiunto e
sono stati posti in un bagno di
acqua calda a 95 F per 2 h.
Dopo il raffreddamento, 100 ml
di 1 milione di ricambio / Y
sono stati aggiunti come
standard interno, e campioni e
gli standard sono stati poi
analizzati mediante
spettrometria di assorbimento
atomico. Per determinazione di
plasma specifica del glucosio
attività, plasma era
deproteinizzato (36) e
centrifugato per 30 min a 3500
xg, e surnatante limpido viene
evaporata a secco a 55 C in un
evaporatore Speed-Vac (Savant
Strumenti, Farmingdale, NY). Il
pellet è stato risospese in 1 ml
di acqua distillata, mescolato
con 5 ml Scintiverse II (Fischer
Scientific, Pittsburgh, PA), e
contava in un LS 6000IC
contatore a scintillazione
(Beckman Coulter). Pressione
sanguigna Ventiquattro ore
misurazioni sono state
effettuate utilizzando un
dispositivo di registrazione
ambulatoriale della pressione
arteriosa (Takeda TM2420, A &
D Engineering, Inc., CA) con
letture ogni 15 minuti tra 0700-
2300 h e ogni 30 minuti tra
2300-0700 h. Calcoli Durante il
periodo basale, il tasso di
aspetto glucosio plasmatico
endogeno [Che rappresenta
principalmente HGP dopo un
digiuno notturno (37)]
eguagliato il tasso di plasma
glucosio scomparsa ed è stata
calcolata dividendo il [3- 3 H]
glucosio velocità di infusione
(disintegrazioni al min / min)
per il costante plasma stato
glucosio triziata specifica
attività (disintegrazioni al
minuto / mmol) durante
l'ultimo 40 min di tracciante
equilibratura. Come l'infusione
dei risultati di insulina in stato
nonsteady condizioni, il tasso
di glucosio plasmatico aspetto
è stato calcolato utilizzando
Steele equazione nonsteady
stato (38), come modificato dal
DeBodo et al. (39), utilizzando
una frazione pool di 0.65 (40) e
un volume di distribuzione di
200 mL / kg (39). Un altopiano
stato stazionario di plasma [3-
3 H] attività specifica del
glucosio è stato ottenuto in
tutti i soggetti durante gli
ultimi 40 minuti del periodi
morsetto insulina basale e
euglicemico. Durante il periodo
di infusione di insulina
euglycemic, produzione di
glucosio endogena (EGP) è
stato calcolato come differenza
tra il esogeno velocità di
infusione glucosio e il tasso
isotopicamente misurato di
glucosio plasmatico aspetto. I
numeri negativi per EGP erano
non osservata in uno studio. Il
tasso di totale smaltimento del
glucosio insulino-mediata
corpo era calcolata sommando
il tasso residuo di EGP alla
velocità di infusione di
glucosio esogeno. Tassi di
turnover sono espressi in
milligrammi per kg di massa
magra (LBM). Determinazioni di
LBM e la densità minerale
ossea sono stati eseguita con
raggi X scansione a raggio fan
total body con un osso
QDR4500SL densitometro
(Hologic, Inc., Bedford, MA).
Analisi statistiche Tutti i dati
sono presentati come media ±
SEM. La significatività
statistica è stata determinata
mediante ANOVA per misure
ripetute nel tempo (FPG,
fruttosamina, e HbA1c).
Accoppiato a due coda Test t di
Student è stato applicato dove
appropriato, ad esempio per le
variabili metaboliche misurata
prima e dopo il trattamento
VOSO4 (OGTT, EGP, e tutto il
corpo insulino-mediata la
disponibilità di glucosio).
statisticamente significante
differenze tra il diabetico e
controllo gruppi sono stati
determinati mediante test t
spaiato. Se del caso,
regressioni erano calcolato
minimi quadrati di regressione
lineare analisi. Tutti i dati sono
stati analizzati utilizzando la
pacchetto statistico da
StatView (SAS Institute, Inc.,
Cary, NC). I confronti sono stati
considerato statisticamente
significativa a p <0,05. Vanadyl
tolleranza solfato e gli eventi
avversi L'assunzione di cibo e
l'attività fisica sono rimasti
stabili durante lo studio. Peso
è rimasto entro ± 2% in tutti i
pazienti (all'inizio dello studio,
78,3 ± 4,3 kg; dopo di run-in di
4 settimane, 78,1 ± 4,2 kg;
dopo 6 settimane di
trattamento, 77.7 ± 4.2 kg). La
tolleranza di VOSO4 era buono,
come valutato dalla storia,
esame fisico, e di routine
laboratori. Diarrea (n = 4) e
addominale disagio (n = 2)
erano l'unica significativa
effetti collaterali. I sintomi si
sono verificati solo durante il
periodo di titolazione. In tre dei
quattro pazienti sintomi sono
scomparsi (~2 settimane) con
continuazione del trattamento.
In un paziente diarrea era
persistente, che richiede una
riduzione nella dose di 4 Voso
trattamento a 75 mg / giorno
dopo 3 settimane. Questo
paziente aveva anche una
storia di intolleranza
gastrointestinale a metformina
e acarbose monoterapia.
Nessuna anomalia in
ematochimici, conteggio
completo del sangue, o analisi
delle urine sono stati osservati
in ogni materia. Tre soggetti
avevano la colonna lombare e
dell'anca osso misurazioni
della densità minerale ripetute
prima e dopo il trattamento con
nessun cambiamento rilevabile.
Risposta metabolica al
trattamento: FPG, HbA1c,
fruttosamina, e lipidi (Fig. 1)
FPG, fruttosamina, e HbA1c
non è cambiata in modo
significativo durante il periodo
di run-in di 4 settimane (FPG,
188 ± 15 vs 194 ± 16 mg / dl;
HbA1c, 8,4 ± 0,4% vs 8,1 ±
0,4%; fruttosamina, 347 ± 19 vs
348 ± 26 micromol / L; vs
dell'ingresso nello studio,
rispettivamente, p = NS tutto).
FPG ha cominciato a
diminuisce dalla seconda
settimana di trattamento (Da
194 ± 16-175 ± 15 mg / dl; p
<0.03) e cadere
progressivamente durante il 6
settimane periodo di
trattamento, raggiungendo un
nadir di 155 ± 15 mg / dL di 6
settimane (p <0.01 vs
pretrattamento; Fico. 1). Il
declino nel plasma livello di
fruttosamina strettamente
parallelo la diminuzione della
glicemia a digiuno e era
diminuito in modo significativo
dalla quarta settimana di
trattamento (348 ± 26 vs 316 ±
19 micromol / L; p <0.05),
raggiungendo un valore di 293
± 12 mmol / L (P < 0.01) a 6
settimane (Fig. 1).
Coerentemente con la sua più
lunga emivita, il calo della
HbA1c inferiore a quella
dell'insieme fruttosamina, ma
era significativamente ridotta
dopo 6 settimane di VOSO4
trattamento (8,1 ± 0,4% vs 7,6 ±
0,4%; p < 0.01). Il trattamento
con VOSO4 significativamente
ridotta colesterolo totale del
plasma [all'inizio dello studio,
223 ± 14; pretrattamento (dopo
un run-in di 4 settimane), 227 ±
14; VOSO4, 205 ± 15 mg / dl;
entrambi p <0.01) e colesterolo
delle lipoproteine ​​a bassa
densità (a ingresso, 137 ± 14;
pretrattamento, 141 ± 14 mg /
dL; VOSO4, 129 ± 14 mg / dl;
entrambi p <0.05). Non vi è
stato alcun cambiamento nel
plasma ad alta densità
colesterolo delle lipoproteine
​​(all'ingresso, 42 ± 5;
pretrattamento, 45 ± 4; VOSO4,
39 ± 3 mg / dL; P = NS) o livelli
di trigliceridi (a voce, 194 ± 28;
pretrattamento, 205 ± 41;
VOSO4, 196 ± 40 mg / dL; P =
NS) dopo Voso 4 trattamento.
OGTT (Fig. 2) Durante l'OGTT,
FPG era significativamente più
bassa dopo il trattamento
VOSO4 (199 ± 15 vs 172 ± 15
mg / dl; P <0.02; Fico. 2,
pannello di sinistra). Il
concentrazione di glucosio
plasmatico è stata ridotta circa
30 mg / dL durante tutta OGTT,
e questo decremento è stato
quasi interamente
contabilizzata dalla
diminuzione della FPG. Il
trattamento con VOSO4 non ha
ridotto il plasma a digiuno i
livelli di insulina (15 ± 2 vs 16
± 3 μU / ml; p = NS). C'è stata
una tendenza per l'insulina
plasmatica a essere ridotto
durante l'OGTT (Fig. 3, pannello
di destra), coerente con
miglioramento della sensibilità
all'insulina, come mostrato
negli studi clamp insulina
(vedere sotto). La
concentrazione plasmatica a
digiuno FFA (830 ± 67 vs 719 ±
43 micromol / L, P = NS) e la
concentrazione media FFA
plasma dopo ingestione di
glucosio (514 ± 76 vs 439 ± 31
mmol / L; P = NS) sono rimasti
invariati dopo VOSO4
trattamento. Glicemia,
l'insulina, e FFA concentrazioni
durante l'insulina euglycemic
morsetto Il plasma del glucosio
stato stazionario
concentrazione durante
l'insulina euglycemic pinze
erano simili prima e dopo il
trattamento (102 ± 5 vs 99 ± 3
mg / dL; P = NS), con un
coefficiente di variazione
inferiore al 4% in tutti studi.
L'insulina plasmatica allo stato
stazionario Le concentrazioni
erano ben assortiti durante la
studi clamp insulina effettuate
prima e dopo il trattamento
(pre vs post-trattamento, 63 ±
7 vs. 64 ± 5μ U / mL). L'FFA
plasmatico a digiuno
concentrazione (816 ± 40 vs
779 ± 48 micromol / L; P = NS)
e la diminuzione FFA
plasmatici concentrazione
durante infusione di insulina
(262 ± 24 vs 221 ± 21
micromol / L; P = NS) non
erano significativamente
diverso rispetto a prima dopo
trattamento. La produzione di
glucosio endogena (EGP) (Fig.
3 e 4) Basale EGP, che riflette
principalmente il glucosio
rilasciare dal fegato (37), è
diminuito di circa il 20% dopo
trattamento VOSO4 (4.1 ±
0,2-3,4 ± 0,2 mg / kg LBM ·
min; P <0,005; Fico. 3). Là era
una stretta correlazione tra la
FPG e basale EGP (r = 0,56, P
<0,006; Fig. 4A) come nonché
tra la riduzione basale EGP con
il trattamento e il
miglioramento FPG (r = 0.60; P
<0.05; Fico. 4B). EGP era quasi
completamente soppressa
durante l'insulina periodo di
infusione di insulina
euglycemic serrare prima e
dopo il trattamento VOSO4 (0,2
± 0,02 vs. 0,2 ± 0,01 mg / kg
LBM · min, rispettivamente; P =
NS) ed ugualmente soppressa
nei non diabetici (0,2 ± 0,01
mg / kg LBM · min).
Nonostante la riduzione basale
EGP dopo la terapia VOSO4, il
tasso di EGP era ancora 26%
superiore a quella nel controllo
non diabetica soggetti (3,4 ±
0,2 vs 2,7 ± 0,2 mg / kg LBM ·
min; P <0.01). Tutto il corpo
insulino-mediata smaltimento
del glucosio (Fig. 5) Nello stato
basale, condizioni stazionarie
prevalgono, e il tasso di
scomparsa del glucosio (Rd) è
identico al tasso di glucosio
aspetto. Durante l'insulina
euglycemic morsetto (Fig. 5),
tutto insulino-mediata corpo la
disponibilità di glucosio
migliorata in modo significativo
con Trattamento VOSO4 da 4.3
± 0,4-5,1 ± 0,6 mg / kg LBM ·
min (P <0,03). Tuttavia, è
rimasto inferiore di circa il 40%
rispetto a quella nei controlli
non diabetici (8,3 ± 0,8 mg / kg
· min; P <0.001). Non c'era
significativo correlazione tra il
glucosio insulino-mediata lo
smaltimento e la riduzione
basale EGP (r = -0.47), Glicemia
a digiuno (r = -0.16),
fruttosamina (r = 0.22), o
HbA1c (r = - 0.59; p = NS
tutto). pressione sanguigna La
pressione sanguigna è rimasta
invariata quando misurata su
ogni visita ambulatoriale dal
stesso investigatore (K.C.)
utilizzando un standardizzato
Procedura (dati non mostrati).
Per ottenere più informazioni
dettagliate, abbiamo misurato il
sangue pressione durante le 24
ore con un ambulacro
pressione arteriosa
registrazione dispositivo. La
media 24 ore della pressione
sanguigna è rimasto invariato
da Trattamento VOSO4 (prima,
139 ± 4/92 ± 3; dopo, 147 ±
6/91 ± 4 mmHg; P = NS).
Quando diurno e pressioni
sanguigne notturni sono stati
analizzati separatamente siamo
anche riusciti a osservare
eventuali differenze prima e
dopo il trattamento. Significare
la frequenza cardiaca è rimasto
invariato durante la 24 ore
misurazioni della pressione
sanguigna (Prima, 77 ± 2; dopo,
78 ± 2 battiti / min). La
concentrazione plasmatica di
vanadio I livelli di vanadio a
digiuno erano non rilevabile
(<10 mg / L) prima del
trattamento e aumentato a 104
± 18 mg / L dopo 6 settimane di
Amministrazione VOSO4. Sei
settimane dopo l'interruzione
del trattamento VOSO4, livelli
ritornata al livello rilevabile
(<10 mg / L). Negli ultimi dieci
anni si è accumulato un grande
corpo di dati che dimostrano
che composti del vanadio
migliorano glucosio omeostasi
e migliorare la sensibilità
all'insulina nei modelli animali
di diabete (1, 2, 3, 4). Tuttavia,
solo tre studi hanno esaminato
l'effetto del vanadio nel diabete
di tipo 2 soggetti con risultati
piuttosto contrastanti (26, 28,
29). Abbiamo ipotizzato che
l'incoerente risultati
potrebbero essere spiegati dal
breve durata di questi studi
clinici (2-4 settimane), il
piccolo numero di soggetti che
sono stati studiato (5-8
pazienti), e / o relativamente
basse dosi di VOSO4 che sono
stati impiegati (28, 29). Va
notato che l'effetto di vanadio
è dose-dipendente (31, 32, 33,
41, 42) e richiede almeno 4
settimane per un pieno
Risposta (7, 16, 32, 43).
Pertanto, nel presente studio
abbiamo trattato male
controllato tipo 2 soggetti
diabetici con 150 mg / die
VOSO4 per 6 settimane e
glucosio quantificato la
tolleranza ed epatica e
periferica (muscolare) la
sensibilità dei tessuti per
definire meglio la meccanismo
di azione di vanadio. I nostri
risultati dimostrano, per la
prima volta in soggetti con
diabete di tipo 2, che un
meccanismo importante di
azione di VOSO4 è quello di
ridurre basale EGP, che riflette
principalmente il glucosio
prodotto da il fegato (37). La
riduzione HGP strettamente
correla con il calo FPG.
Coerente con risultati
precedenti (28, 29), anche
VOSO4 migliorata la
disponibilità di glucosio
insulinmediated senza alcuna
variazione del peso corporeo.
Durante il test di tolleranza al
glucosio per via orale, plasma
livelli di insulina non è
cambiata, confermando risultati
di animale (7, 14, 16, 23, 43) e
(28) studi sull'uomo che
VOSO4 non lo fa stimolare la
secrezione di insulina. Infatti,
tutti i riduzione della AUC
glucosio durante l'OGTT era
secondaria alla riduzione FPG
(Fig. 2). Nel presente studio
basale EGP è stato di circa il
50% maggiore nei diabetici vs
controlli sani e correlato a
stretto contatto con
l'elevazione a FPG (r = 0,56; P
<0,006). Trattamento diminuito
il tasso di EGP basale di circa il
20% (p <0.005), e la riduzione
della FPG è strettamente
correlata con la riduzione
basale EGP (r = 0,60; P <0.05).
La capacità di VOSO4 di
migliorare la resistenza
all'insulina epatica e ridurre il
tasso di basale EGP è
d'accordo con studi condotti
negli animali (6, 16, 17), ma tale
risposta non è stata
precedentemente riportati in
pazienti diabetici di tipo 2 (26,
28, 29). Un modesto
miglioramento nella
soppressione di EGP durante
iperinsulinemia euglycemic è
stata riportata in pazienti con
tipo 2 diabete (28, 29), ma
nessuno di questi studi
osservata una diminuzione
basale EGP con trattamento
vanadio. Come nel presente
studio EGP è stato quasi
completamente soppressa
durante il morsetto insulina
effettuata prima VOSO4
trattamento, siamo stati in
grado di valutare se vanadio
migliorata sensibilità epatica a
una incremento fisiologico nel
insulina plasmatica
concentrazione. La nostra
capacità di rilevare un effetto
soppressivo di VOSO4 su
basale EGP rispetto a studi
precedenti (28, 29) possono
hanno portato le dosi più
elevate di VOSO4 usati e / o la
durata della terapia. In
alternativa, la riduzione può
EGP basale essere un effetto
intrinseco VOSO4 che non è
condiviso da metavanadato di
sodio (26). Il meccanismo (s)
di cui VOSO4 riduce produzione
di glucosio epatico resta da
determinata. In obesi insulino
hyperinsulinemic Zucker (fa /
fa) topi resistenti, sali
vanadato hanno dimostrato di
restituire alla normale insulina
vincolanti e per diminuire
proteina recettoriale tirosina
fosfatasi (PTPase) di attività
(44). Recentemente, è stato
proposto che nel fegato
vanadate inibisce Src omologia
2 domini che contengono
l'attività PTPase (45). Però,
altri ricercatori non sono
riusciti a vedere una aumentare
in insulina recettore epatico
autofosforilazione (6, 7),
nonostante un glucosio effetto
di vanadato abbassamento, che
suggerisce un sito d'azione
che è distale all'insulina
recettore tirosin chinasi.
Coerentemente con questo
scenario posteriore, vanadio è
stato segnalato per ripristinare
nel fegato l'attività di glicolitica
chiave (12, 19, 24) ed enzimi
gluconeogenic, tale come
fosfoenolpiruvato
carbossichinasi (6, 19, 22) e
glucosio-6-fosfatasi (22, 46,
47). L'effetto sul glucosio-6-
fosfatasi è particolare
interesse, perché cronica
iperglicemia ha mostrato di
stimolare EGP per up-
regolazione del glucosio-6-
complesso fosfatasi, il passo
finale coinvolto nel rilascio di
glucosio dal fegato (48).
Vanadyl solfato può anche
ridurre HGP da meccanismi
indiretti, Ameliorating
gluconeogenesi riducendo FFA
plasmatici livelli e / o altri
substrati gluconeogenic.
Tuttavia, la concentrazione di
lattato plasmatico è non
influenzati dal trattamento
VOSO4 (28), e livelli plasmatici
di FFA e fatturato FFA sono o
invariato (29) o solo
leggermente migliorato (49).
Abbiamo trovato alcun
cambiamento significativo
nella FFA plasmatici livelli
quando misurati a digiuno,
durante l'OGTT, o in risposta a
insulino soppressione FFA
mediata durante l'insulina
morsetti. Pertanto, alle dosi
utilizzate nella studio,
modulazione del metabolismo
FFA è improbabile che svolgere
un ruolo importante nel
riduzione del HGP durante
Voso 4 trattamento. Vanadyl
solfato maggiore insulino-
stimolato la disponibilità di
glucosio nei pazienti con
diabete di tipo 2. Questo
osservazione è coerente con i
risultati riportato da Cohen et
al. (28), in cui maggiore sintesi
di glicogeno rappresentato più
del 80% di aumento della
disponibilità di glucosio.
Tuttavia, un miglioramento
della sensibilità all'insulina
non è stato trovato da altri
ricercatori (26, 29). Questa
incoerenza può essere
correlato al piccolo numero di
soggetti inclusi nel precedente
studi e / o differenze di
paziente popolazione, durata
del trattamento, vanadio la
dose, o la preparazione di
vanadio. I nostri risultati sono
in accordo con un certo
numero di in vitro e in Studi in
vivo che hanno dimostrato che
sali di vanadio migliorano
muscolo scheletrico la
disponibilità di glucosio (13,
14, 18, 23, 25, 50, 51, 52, 53, 54),
stimolando il trasporto del
glucosio (25, 51, 52, 53, 54, 55)
e la sintesi del glicogeno (13,
23, 56). Anche se sali di
vanadio sono considerato
come inibitori PTPase grado di
migliorare l'attività IRTK (1, 2,
3, 4), vanadio (Forma
intracellulare del vanadio) è un
inibitore PTPase relativamente
debole (2), e stimolazione della
captazione di glucosio nel
muscolo sembra dissociato da
un effetto sul recettore
dell'insulina
autophosphorylation (5).
Recenti studi suggeriscono che
il vanadio può attivare la
segnalazione passaggi a valle
del recettore dell'insulina in
tessuto muscolare, a livello di
IRS-1 e fosfatidilinositolo 3-
chinasi (55) e / o proteina
chinasi B (51, 57), siti di azione
anche riportati negli adipociti
(58, 59). La stimolazione di
muscolo glucosio
assorbimento da parte di
vanadio può anche coinvolgere
percorsi oltre a quelli stimolata
da insulina (51, 54). Nel
presente studio abbiamo scelto
di amministrare VOSO4, perché
non ha una tossicità
significativa quando
somministrato ai ratti per 1
anno a dosi circa da 50 a 100
volte superiore a quella quelli
utilizzati in questo studio (60,
61). Sebbene è necessario
ulteriore lavoro negli esseri
umani per valutare la sua
sicurezza clinica a lungo
termine (cioè potenziali
accumulo corpo), la
somministrazione di VOSO4
agli atleti di peso di formazione
per un massimo a 12 settimane
non è stato associato a
tossicità (62). Nonostante le
dosi più elevate di VOSO4
utilizzati nel presente studio,
l'incidenza di effetti collaterali
gastrointestinali (diarrea lieve
e dolori addominali) è stato
inferiore a quello che in studi
precedenti (26, 28, 29). La
bassa incidenza di effetti
collaterali nel presente studio
avrebbe potuto provocare dalla
graduale titolazione a dosi
massime per un periodo di 2
settimane, basato sulla
tolleranza gastrointestinale,
piuttosto di iniziare il
trattamento con la dose
completa (26, 28, 29). Nessuno
dei nostri pazienti è lamentato
di anoressia o di peso perso, in
linea con precedenti studi
clinici (26, 28, 29, 62). Questa è
la prima volta che l'effetto di
vanadio sulla pressione
sanguigna è esaminato da
Monitoraggio 24 ore
ambulatoriale della pressione
arteriosa. Vanadyl solfato è
stato recentemente segnalato
per ridurre la pressione
sanguigna nei modelli di ratto
di ipertensione e diabete (63),
ma abbiamo fallito per vedere
un effetto clinicamente
significativo sulla sistolica o la
pressione sanguigna
diastolica. Tuttavia, un
beneficio cardiovascolare di
VOSO4 era quello di ridurre
colesterolo totale e
lipoproteine ​​a bassa densità.
Tale effetto è stato segnalato in
buona salute soggetti (64), e
più recentemente, nel diabete
di tipo 2 (26, 28, 29). In sintesi,
6 settimane di trattamento in
VOSO4 Pazienti T2DM migliora
il controllo glicemico da
riducendo basale EGP e
migliorando scheletrico la
sensibilità all'insulina del
muscolo. Sebbene clinica uso
attende un'ulteriore
valutazione della sua a lungo
termine sicurezza, VOSO4 è
stato ben tollerato, e laterale
effetti sono stati rari, e in primo
luogo relativi al tratto
gastrointestinale. Più recenti e
più composti di vanadio
potenti, con meno effetti
collaterali gastrointestinali,
sono attualmente in fase di
sviluppo (2, 4, 65) e possono
offrire un nuova opzione per il
trattamento di diabete di tipo 2.
Lavoro 1This è stato sostenuto
dalla Juan B. Craveri Award, il
Norberto Quirno Award, noi
siamo
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)