• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Il significato dei vari amminoacidi...
    Autore Messaggio
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #1
    Il significato dei vari amminoacidi...
    Leucina-Isoleucina-Valina
    Leucina, isoleucina e valina devono
    essere assunti in quantità bilanciata per assicurare il massimo utilizzo. Questi
    amminoacidi sono fondamentali per il mantenimento della massa muscolare e la
    prevenzione dell’obesità; inoltre costituiscono circa il 33% della massa
    muscolare fibrillare.
    I tre amminoacidi hanno rilevante importanza per il
    buon funzionamento dei processi anabolici; l’insufficienza di anche uno di
    questi tre amminoacidi potrà indurre una perdita di massa muscolare ed un
    aumento di tessuto adiposo.
    Se il livello di isoleucina è basso, si
    potrebbero avvertire alcuni sintomi quali:ipoglicemia, stanchezza muscolare,
    depressione, irritabilità; anche la leucina è importante nell’anabolismo
    muscolare ed è in grado di prevenire lesioni
    muscolo-tendinee.

    Lisina
    La lisina è essenziale per la crescita
    dei tessuti e per la produzione di anticorpi, ormoni ed enzimi; ne hanno bisogno
    soprattutto le persone meno giovani.
    Alcune ricerche hanno dimostrato il
    ruolo della lisina per ridurre e prevenire tutte le infezioni da herpes, a dosi
    di 1200 mg al giorno come dose di attacco e 500 mg al giorno come dose di
    mantenimento. La sua deficienza può provocare stanchezza, poca concentrazione,
    irritazione, crescita lenta, perdita dicapelli,
    anemia.

    Metionina
    La metionina è un donatore di gruppi
    metilici, è uno degli amminoacidi definiti solforati perché ricchi di
    zolfo.
    I gruppi metilici sono richiesti dagli acidi nucleici, dal collagene e
    per lasintesi proteica di ogni cellula. La metionina aumenta anche la
    concentrazione della cisteina; essendo la metionina ricca di zolfo, può fungere
    da detossificante, con la capacità di rimuovere dall’organismo i
    cataboliti(prodotti di rifiuto) dei metalli pesanti come il piombo. La metionina
    ha anche azione antiossidante, combattendo quindi i radicali liberi.
    Aiuta ad
    abbassare i livelli del colesterolo aumentando la produzione epatica di
    lecitina; influenza i follicoli piliferi e promuove la crescita dei capelli.

    La carenza di metionina può provocare carenza di colina e causare accumulo
    di grassi nel fegato.

    Fenilalanina
    La fenilalanina è usata
    dalle cellule nervose per trasmettere i segnali al cervello
    (Norepinefrina).Tiene le persone sveglie ed attive, sembra inoltre avere
    un’azioneanti depressiva e rendere le persone sessualmente più
    interessate.
    La fenilalanina aiuta a ridurre l’appetito se presa la sera a
    stomaco vuoto primadi andare a letto, in dosi da 100 a 500 mg, quindi può essere
    usata come coadiuvante nell’ambito di diete dimagranti. Meglio usarla da sola
    per evitare competizione con gli altri amminoacidi.
    È di grande importanza
    per la produzione di melanina e quindi per la pigmentazione del capello;
    abbondante nella farina e nel glutine, contenuta in carne e latte.
    Persone
    con una condizione ereditaria chiamata fenilchetonuria non sono in grado di
    metabolizzare la fenilalanina e la mancanza di uno specifico trattamento può
    portare a ritardo mentale e cattiva coordinazione
    muscolare.

    Treonina
    La treonina risulta carente insieme alla
    lisina nei pasti a base di frumento e nel regime vegetariano.
    Latreonina
    risulterebbe utile nelle indigestioni e nelle alterazionidell’assorbimento
    intestinale; consente inoltre di prevenire l’eccessivo accumulo di tessuto
    adiposo nel fegato.
    È un importante costituente del collagene, dell’elastina
    e delle proteine dello smalto.

    Triptofano
    Il triptofano è
    necessario per la sintesi dell’acido nicotinico (vitamina B3) da parte
    dell’organismo ed è precursore del neurotrasmettitore serotonina, una sostanza
    con effetto sedativo essenziale per garantire un quadro normale del tono
    dell’umore e del sonno; la serotonina, a sua volta, è precursore della
    melatonina, ormone importante per la percezione sensoria.
    Influisce sul
    desiderio di alimenti proteici, può essere quindi coadiuvante nell’ambito di
    diete dimagranti; aiuta nel trattamento delle emicranie, aiuta a ridurre
    ilrischio di spasmi del cuore e delle arterie.
    Il suo assorbimento è favorito
    dalla presenza di vitamina B6 e C.
    Ad una diminuzione del livello di
    triptofano corrisponde un aumento degli squilibria livello
    emozionale.

    Istidina
    L’istidina,nel periodo della crescita, è
    considerato un amminoacido essenziale, ma poiché è dimostrato che gli adulti
    sono in grado di produrne in quantità sufficiente per le loro esigenze, in
    questa fase della vita è considerata non-essenziale.
    L’istidina viene
    metabolizzata, trasformandosi nel neurotrasmettitore istamina, che in fluisce
    sulle funzioni muscolari e sulla contrazione e dilatazione dei vasi
    sanguigni.
    Può essere utile per risvegliare il desiderio sessuale, è utile
    per la conservazione delle guaine mieliniche che isolano i nervi e per il buon
    funzionamento del nervo acustico.
    Si trova abbondantemente nell’emoglobina; è
    stata usata nel trattamento di artriti reumatoidi, malattie allergiche, ulcere
    ed anemia.

    Arginina
    L’arginina è considerata essenziale solo
    nel periodo della crescita poiché, in seguito, il corpo è in grado di produrne
    autonomamente.
    Può essere trasformato in ornitina (edurea) e, per questo,
    svolge un ruolo importante in determinati processi di disintossicazione che
    avvengono nel fegato (ciclo dell’urea).
    L’arginina è necessaria per la
    produzione di collagene ed elastina, nonché sostanze quali insulina ed
    emoglobina. L’80% del liquido seminale contiene arginina.
    L’importanza
    dell’arginina è anche dovuta alla sua relazione con l’ipofisi; sembra,infatti,
    che per la sintesi ed il rilascio dell’ormone della crescita (GH) da parte
    dell’ipofisi siano necessari l’arginina, l’ornitina, la fenilalanina ed alcune
    sostanze neurochimiche. A tale scopo, si usano 10-30 grammi dil-arginina o
    l-arginina cloridrato a stomaco vuoto, almeno un’ora prima o 3 ore dopo
    l’assunzione di cibo; l’effetto migliore sembra averlo se è assunta prima di
    andare a dormire. Si assume mescolata ad un bicchiere d’acquae si beve
    rapidamente, per evitare il cattivo gusto; si usa anche la combinazione
    l-arginina piroglutammato e lisina, 1200 mg di ognuna una volta algiorno sempre
    a stomaco vuoto.
    È immunostimolante, aiuta nella guarigione delle ferite,
    rilascia il nitrossido(NO), partecipa alla sintesi della creatina, rigenera il
    tessuto del fegato. Inforti dosi brucia i grassi e costruisce tessuto muscolare.
    Ha azione anabolica(permette all’organismo di utilizzare i principi nutritivi
    introdotti con gli alimenti per la sintesi di altri materiali complessi come
    proteine, zuccheri, ecc.).
    Chi ha un’infezione seria dovrebbe evitare di
    assumere arginina giacché migliorala crescita di virus (soprattutto quello
    dell’herpes) e di batteri; dovrebbe inoltre essere evitata dai diabetici.
    È
    usata nei casi di diminuzione della libido a dosi di 0,5-1 g al giorno. Per
    stimolare il nitrossido (NO), bastano 1,5 mg mattino e sera; altri prendono
    500-1000 mg 3-5 volte la settimana.
    Altre fonti suggeriscono che la dose
    ottimale giornaliera dovrebbe essere: 2 g di arginina, 2 g di ornitina, 1 g di
    lisina e 1 g di glutammina. Inoltre sembra chesia utile assumere l’arginina per
    5 giorni e poi fare 2 giorni di pausa, ciò per non abituare
    l’organismo.

    Tirosina
    La tirosina è il precursore dei
    neuromediatori dopamina, noradrenalina e adrenalina, ha azione
    antidepressiva,aiuta la memoria, accresce la prontezza mentale e promuove il
    corretto funzionamento della ghiandola tiroide, surrenale e pituitaria
    (ipofisi).
    La malattia neurologica che va sotto ilnome di morbo di Parkinson
    è associata ad una produzione limitata di dopamina e un tentativo di cura è
    stato proprio la somministrazione di L-dopa. Una sovrapproduzione di dopamina
    nel cervello è invece correlata con altre forme patologiche, come la
    schizofrenia.

    Glicina
    Importante nella fabbricazione di ormoni
    responsabili di un forte sistema immune. Recenti studi hanno dimostrato che la
    glicina, assieme ad alanina ed acido glutammico, può aiutare a controllare i
    sintomi di un problema alla prostata che va sotto il nome di iperplasia
    prostatica benigna; il problema si presenta quando la ghiandola prostatica preme
    contro una parte del tratto urinario, l’uretra. È presente specialmente negli
    anziani ed è caratterizzata da un’aumentata frequenza della minzione ed un
    flusso ridotto d’urina.
    La fosfocreatina, che deriva dalla creatina, è
    un’importante riserva di energia nel muscolo scheletrico; la creatina deriva
    dalla glicina e dall’arginina, ma anche la metionina ha un ruolo importante
    (come S-adenosilmetionina) come donatore di un gruppo
    metilico.

    Serina
    Fonte diglucosio per fegato e muscoli, la
    serina è un componente integrale diparticolari fosfolipidi che sono costituenti
    essenziali delle membranecellulari. Aiuta nella produzione di immunoglobuline ed
    anticorpi e sintetizzaguaina attorno alle fibre nervose. La serina è necessaria,
    a sua volta, perprodurre l’amminoacido triptofano; questa catena di eventi nel
    nostrometabolismo mostra che quando abbiamo ridotto i livelli di serina non
    soloperdiamo i suoi numerosi benefici, ma perderemo anche i molti benefici
    derivantidal triptofano e dalla serotonina.( "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " )

    Glutammina edAcido
    Glutammico

    La glutammina èuna forma dell’acido glutammico
    particolarmenteutile perché fa in modo che quest’ultimo sia subito trasportato
    al cervello.Spesso usata insieme alle vitamine del gruppo B ed alla vitamina C
    per aiutarecoloro che, per abuso di cibi dolci, medicinali, droghe, alcool
    soffrono didisturbi cerebrali, depressione, spinta sessuale.Per chi fa sport ha
    proprietà anticataboliche e favorisce il recupero; aumentail volume cellulare,
    essendo veicolo di acqua ed altri nutrienti. Un aumento deilivelli di glicemia
    (quindi di insulina) migliora l’assorbimento di questoamminoacido, quindi è
    consigliabile assumerlo assieme a degli zuccheri. Ha ancheproprietà stimolanti
    l’ormone della crescita; è usata in dosi da 3 a 15 mg,spesso dopo gli
    allenamenti o prima di coricarsi. È un amminoacido importantein condizioni di
    stress fisico. Ladecarbossilazione del glutammato produce γ-amminobutirrato
    (GABA), unneurotrasmettitore con proprietà inibitrici. Una sua deficienza può
    causareattacchi epilettici. Il GABA viene usato nel trattamento
    farmacologicodell’epilessia e
    dell’ipertensione.

    AcidoAspartico
    Contribuisce
    all’espulsionedell’ammoniaca nociva; quando l’ammoniaca entra nel sistema
    circolatorioagisce come sostanza altamente tossica che può essere dannosa al
    sistemanervoso centrale. Studi recentihanno mostrato che l’acido aspartico può
    aumentare la resistenza alla faticaed accrescere la
    tolleranza.

    Taurina
    Aiutaa stabilizzare l’eccitabilità delle
    membrane la qual cosa è estremamenteimportante nel controllo degli attacchi
    epilettici. La taurina e lozolfo sono considerati fattori necessari per il
    controllo di molti cambiamentibiochimici che hanno luogo nel processo di
    invecchiamento; contribuisce allapulizia dei radicali liberi. La taurina
    normalizza l’attività elettrica delmuscolo cardiaco e abbassa la possibilità di
    aritmie cardiache che potrebberoessere mortali. La taurina può ridurre la
    pressione sanguigna; tra inutrizionisti si pensa che sia la migliore sostanza
    disponibile con questacapacità. La taurina può proteggere contro la cataratta ed
    agisce anche come insulina avendo quindi effetti benevoli sul diabete.È usata
    per trasportare magnesio e potassio dal sangue alle cellule.
    Pazienticardiopatici o epilettici dovrebbero prenderne una capsula da 1 g tre
    volte algiorno. Carne, uova, prodotti caseari e pesce contengono taurina in
    quantitànotevole.

    Cisteina eCistina
    La cisteina funziona come
    antiossidante, può aiutare a rallentare il processodi invecchiamento, disattiva
    i radicali liberi, neutralizza le tossine,favorisce la sintesi proteica. La
    cistina èil prodotto d’ossidazione della cisteina (con alto contenuto di zolfo);
    ha unlegame disolfuro (S-S) molto stabile e ciò conferisce resistenza alla
    cheratinadei capelli. È indispensabile per il processo di cheratinizzazione; una
    carenzadi cistina diminuisce la produzione di peli. Può accelerare la crescita
    deicapelli; è abbondante nelle uova e nel latte vaccino. Per i problemidi
    cheratinizzazione, si usa a dosi orali di circa 1,5 g al
    giorno.

    Prolina
    Estremamenteimportante per la funzione propria
    di tendini ed articolazioni; aiuta anche asostenere e rafforzare il muscolo
    cardiaco.

    Alanina
    Fonte importanted’energia per il tessuto
    muscolare ed il sistema nervoso centrale; corroborail sistema immune producendo
    anticorpi, aiuta nel metabolismo degli zuccheri edegli acidi organici.
    L’alaninasvolge una funzione speciale nel trasportare i gruppi amminici fino al
    fegato informa non tossica, mediante il ciclo del glucosio-alanina. Nel muscolo
    ein alcuni altri tessuti che degradano amminoacidi per produrre energia, i
    gruppiamminici vengono raccolti sotto forma di glutammato; quest’ultimo
    puòtrasferire il suo gruppo amminico al piruvato, un composto
    facilmentedisponibile nel muscolo, in quanto prodotto dalla glicolisi, mediante
    l’azionedell’alanina amminotransferasi. L’alanina, che non ha una carica netta a
    pH7, passa nel sangue e viene trasportata al fegato; l’eccesso di azoto
    chearriva al fegato sotto forma di alanina viene alla fine trasformato in
    ammoniacanei mitocondri.


    tab.5:I ventiamminoacidi sotto il
    controllo genico*




    Amminoacido

    Abbreviazione a tre lettere








    Simbolo
    ad una
    lettera










    Glicina

    Gly

    G


    Alanina

    Ala

    A


    Valina

    Val

    V


    Leucina

    Leu

    L


    Isoleucina

    Ile

    I


    Prolina

    Pro

    P


    Fenilalanina

    Phe

    F


    Tirosina

    Tyr

    Y


    Triptofano

    Trp

    W


    Serina

    Ser

    S


    Treonina

    Thr

    T


    Cisteina

    Cys

    C


    Metionina

    Met

    M


    Asparagina

    Asn

    N


    Glutammina

    Gln

    Q


    Aspartato

    Asp

    D


    Glutammato

    Glu

    E


    Lisina

    Lys

    K


    Arginina

    Arg

    R


    Istidina

    His

    H


    * I ventiamminoacidi sotto
    il controllo genico, i veri mattoni di tutte leproteine, sono spesso
    chiamati anche standard, primari o normali perdistinguerli sia dagli amminoacidi
    che sono modificati dopo che la proteina èstata sintetizzata, sia dagli altri
    amminoacidi presenti nell’organismo, mache non fanno parte delle proteine.


    [Immagine: signif12.jpg]

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    22-09-2011 09:13 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #2
    RE: Il significato dei vari amminoacidi...
    E' un post vecchio ma essendomici imbattuto non ho potuto fare a meno di vedere che se fosse per la FAO potremmo campare a soia...

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    13-03-2012 01:16 AM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #3
    RE: Il significato dei vari amminoacidi...
    FAO: incompetenti.
    Pagati (da noi) per girare il mondo facendo convegni inutili ma suppongo con ricchi buffet.
    13-03-2012 09:34 AM
    Cerca Quota
    biker40 Offline
    Banned

    552
    Messaggio: #4
    RE: Il significato dei vari amminoacidi...
    Ed altissimi stipendi detassati per non fare un cazzo... Ho fatto domanda per entrarci anni or sono ma mi è andata male...
    Ciao.
    13-03-2012 09:40 AM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #5
    RE: Il significato dei vari amminoacidi...
    (13-03-2012 09:40 AM)biker40 Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Ed altissimi stipendi detassati per non fare un cazzo... Ho fatto domanda per entrarci anni or sono ma mi è andata male...
    Ciao.

    Se ti prendevano eri sistemato!
    13-03-2012 09:41 AM
    Cerca Quota
    biker40 Offline
    Banned

    552
    Messaggio: #6
    RE: Il significato dei vari amminoacidi...
    Unico problema che per qualche anno avrei dovuto lavorare in zone del 3° mondo...
    Ma con tutti i comfort....
    13-03-2012 10:04 AM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #7
    RE: Il significato dei vari amminoacidi...
    Fattibilissimo con tutti i comfrot, in ogni caso siamo abbondantemente OT, cerchiamo di ricollegarci al tema del thread.
    13-03-2012 01:39 PM
    Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.