• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.

    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Intermittent Fasting vs Caloric Restriction
    Autore Messaggio
    salvio Offline

    Messaggio: #1
    Intermittent Fasting vs Caloric Restriction
    Caloric restriction is a terrific way to lose weight and get healthy; problem is, it’s not much fun. When rats live out their little ratty lives calorically restricted in their cages they seem to show signs of depression and irritability. Primates do for sure. If primates don’t get enough cholesterol, they can actually become violent. But, if you’re willing to put up with a little irritability, hostility and depression, it might be worth cutting your calories by 30 percent for the rest of your long, healthy miserable life.

    Doesn’t sound so cheery? You’re not ready to sign up yet?

    Well, there is a better way.

    A number of different research teams have studied a method by which rodents can get all the health and longevity benefits of caloric restriction without calorically restricting. And the method has been studied in humans and seems to achieve the same health benefits and, if an old Spanish study can be believed, maybe even an increase in lifespan.

    What is this magic method?

    Intermittent fasting...."

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "


    Un ragionamento mi sta a far riflettere.

    1600 calorie è un forte restrizione calorica, ma se in due giorni io faccio 800 kcal un giorno e 2400 kcal in un altro, sarà uguale che fare 1600 in due giorni?

    Eppure sono sempre 3200 kcal.

    durante quel giorno a 800 kcal il mio corpo aumenterà ormoni catabolici e individualmente quindi GH, se poi mangio tanto il giorno dopo, posso impedire che inizi ad aumetare la cortisolemia, con 2400 kcal mi pare a me si fa, allenarmi intensamente e avere a disposizione il GH endogeno avutosi dal precedente digiuno prolungato, senza avere stati catabolici.

    Eppure sempre 1600 kcal io assumo, quindi l'ipotesi è che il metabolismo si flessibilizzi per venire incontro a questa situzione e più si ripresenti più diventi flessibile.


    Da notare anche questo esperimento riportato alla fine:

    "…the subjects were eating, on alternate days, either 900 calories or 2300 calories, averaging 1600, and that body weight was maintained. Thus they consumed either 56% or 144% of daily caloric requirement. The subjects were in a residence for old people, and all were in perfect health and over 65. Over three years, there were 6 deaths among 60 study subjects and 13 deaths among 60 ad lib-fed controls, non-significant difference. Study subjects were in hospital 123 days, controls 219, highly significant difference. We believe widespread use of this pattern of eating could impact influenza epidemics and other communicable diseases by improving resistance to infection. In addition to the health effects, this pattern of eating has proven to be a good method of weight control, and we are continuing to study the process in conjunction with the NIH."

    Vi giuro che non l'avevo notato prima, infatti solo epr caso ho fatto lo stesso esempio con 1600 kcal.

    Il bello che si parla di infezioni sucessivamente quindi rifacendoci a Ciampolini di microbi.


    Qua alla fine dice che l'intermittenting fasting produce risultati migliori:

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    "....In fact, intermittent fasting produced better results than calorie restriction with lower blood sugar levels and greater increases in insulin sensitivity.

    Qua si legge:

    "In addition, the animals on the intermittent fasting diet increased their BDNF (brian-derived neurotrophic factor) compared to the animals on the calorie restricted diet. BDNF helps grow new nerve cells in the brain that helps protect it from harmful stressors. Even more, it somehow increases insulin sensitivity (in animals) and lowers levels of depression (seen in humans) as well as improving cognitive abilities."

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    27-09-2011 04:43 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline

    Messaggio: #2
    RE: Intermittent Fasting vs Caloric Restriction
    Salvio ma tu hai intenzione di provare?
    Si, però voglio fare un approccio più soft.

    Se decido di assumere 1800 kcal al giorno, non voglio fare che mangio 0 un giorno e 3600 il girno successivo.

    al limite non so mangio 1400 un giorno e 2200 l'altro o magari 1200 e 2400, rendendo il giorno di scarica che dovrebbe essere di digiuno più proteico (atto a opporsi al catabolismo) e il successivo giorno più ricco in carboidrati e non vi nascondo che forse ci metto pure i cereali, tralascianodo quelli con il glutine.

    Oppure volendo posso fare anche un 1100/2500.

    Sinceramente ho notato che anche in paleo quando ho fame mangerei di tutto, però in paleo accade un fatto strano, anche se mi strafogo di calorie una volta finito è finita, la fame ricompare anche dopo un giorno e io mangio solo perchè temo l'anoressia, però oggettivamente vedo che riducendo le quantità dopo un pò comunque la fame viene spontanea, come se il corpo mi dicesse dopo un laudo banchetto:"Ok sei a posto adesso basta, ti avviso io quando hai di nuovo fame" ed io con i miei preconcetti vado a disturbare tutto questo.

    Sinceramente sto pensando seriamente di provare, e se qualcosa dovesse impedirmi di poter fare la squenza ho pensato di mangiare semplicemente quel giorno la quota calorica che ho prefissato 1800 kcal, ma sono convinto che spontaneamente troverò il valore reale dei miei consumi e poi in fare di restrizione, posso sempre se proprio non ho appetito saltare un pasto e rientrare.

    LA cosa in effetti si presenta molto ma molto flessibile e coniuga abbastanza bene abitudini ancestrali con la vita sociale. "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    Some studies are suggesting that many of the health benefits seen from intermittent fasting and caloric restriction can also be achieved from a proper exercise regimen without any calorie reduction or change in feeding schedule.
    Questo è un punto a favore delle tesi di Ciampolini...

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Addirittura qua parla di rigenerazione delle cellule cerebrali:

    "Contrary to popular belief, recent studies have found that there are probably ways to regenerate brain matter."

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Pare che io senza saperlo abbia descritto questa dieta:

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Every other day diet.

    Ma l'ho trovata leggendo questa ricerca solo che qual la chiama Every other day feeding (EODF):

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    La motivazione che mi spinge a cercare un altro apporccio alla Restrizione calorica la riporta questa ricerca:

    "Rodents maintained on calorie-restricted diets are generally smaller and leaner and have less body fat and smaller major organs than ad libitum fed animals"

    e questa:

    "However, these animals are more vulnerable to cold temperatures"

    Odio sentire freddo.

    QUa risponde al primo quesito:

    "4.3. Ketone bodies...

    ...Mice on IF regimens have been shown to weigh on average more than mice on CR regimens...."

    Se Scendete trovate anche il capito 5.Caloric restriction in humans?

    Dove affronta il nodo che viene al pettine:

    "However, the excessive loss of body fat and the concomitant decline in sex steroids can lead to menstrual irregularities, amenorrhea, bone thinning and the development of osteoporosis in females. Perhaps a variation of the CR/IF protocols in which there is a milder caloric restriction combined with a change in feeding frequency may have a greater likelihood of compliance amongst human subjects. Hopefully this more gentle alteration of dietary food intake will still retain the benefits of the experimental regimes employed so far. It is worth noting that to date most studies using CR have compared the beneficial effects of CR to overweight (or even obese) age-matched control animals. It is unclear whether animals with a healthy bodyweight, that are able to partake in regular exercise and have some form of mental stimulation (as they would do in the wild), would benefit from a CR regime. Recent studies carried out with human subjects, subject to 25% CR, are however attempting to address this as they are employing control subjects with normal body-mass indices."

    Che le donne dovessero assumere più grasso degli uomini è cosa nota grazie a Cianti.

    LUi dice al limite di applicare in modo più gentile il metodo con una restrizione più gentile e con abbondate carica di calorie.

    Giustamente poi specifica che la restrizione e il digiuno intermittente è stato provato solo sui grassoni e che quindi non è chiaro cosa succede nei soggetti normopeso, ecco perchè anche io stesso voglio provare a modificare un pò il metodo.

    Chiedo venia, sto quasi spammando.

    L'approccio che voglio seguire si potrebbe definire:"Intermittet caloric restriction"

    Restrizione calorica intermittente.

    Un pò come l'idea Ciantiana della dieta.

    Ed ecco subito una conferma:


    La logica è semplice mangiare poco aiuta, ma se si è costretti a consumare di più è un gravissimo stress che si ripercuote sul sistema immunitario, ecco perchè l'intermittenza è più efficace della restrizione calorica e ve lo dice uno che ha prima sperimentato e poi ha ricercato dati alle sue sperimentazioni.

    Logicamente come lui conclude alla fine :"These results confirm that ICR prevents development of MTs to a greater extent than does CCR, although "overeating" during refeeding may compromise this protection."

    Appunto ma se faccio una CCR dividendo asimmetricamente le calorie ed eventualmente ritoccandole solo se necessario sia in rialzo che in ribasso ottengo un approccio più modulare che mi consente di non mangiare oltre il dovuto nella fase di carica.

    Guardate che impostando a 1800 kcal, e siamo in piena ipocalorica, mangiando un giorno solo 1000 calorie si ha che il giorno successivo si devono consumare 2600 kcal, che con il rallentamento del giorno prima possono diventare molto molto sazianti, specialmente se ricche di carboidrati e specialmente con la sensibilità insulinica aumentata.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    27-09-2011 04:46 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline

    Messaggio: #3
    RE: Intermittent Fasting vs Caloric Restriction
    secondo me vedi la questione in maniera troppo calcolata, in un ipotetico pareggio esente da molte variabili umane. Il modello entrata/uscita che adotti per mio personalissimo parere è limitante.
    Ma scusami, se tu dessi sfogo al tuo istinto,alla fame..non sapresti regolarti senza stare lì a contare calorie? A me capita di fare grandi abbuffate, di aver fame e fare fuori anche 3mila e passa cal in un giorno, poi il giorno dopo capita magari che ho pochissima fame e sempre seguendo l'istinto mangerò si e no 1000 calorie.
    Una volta che hai risolto i problemi perchè non affidarti alle sensazioni, che sono fatte apposta per quello?
    Se devo campare di più ma al di sotto delle mie possibilità fanculo alla restrizione calorica.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    27-09-2011 04:47 PM
    www Cerca Quota
    OneLovePeace Offline
    Mountain Member


    Messaggio: #4
    RE: Intermittent Fasting vs Caloric Restriction
    Anche a me capita la stessa situazione, secondo me seguire il proprio istinto è sempre la soluzione ottimale.

    La natura non fa nulla di inutile.
    27-09-2011 04:47 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline

    Messaggio: #5
    RE: Intermittent Fasting vs Caloric Restriction
    Il tuo ragionamento suppone che io usi i calcoli per alimentarmi quando è falso.

    Seguendo le sensazioni si sgarra sempre, ed ho cercato un approccio alternativo proprio perchè ho guardato tutti quelli che fanno restrizione calorica, staranno anche benissimo ma sembrano dei malati.

    Quello che non capisci tu e che se non riesci a modellizzare la realtà non potrai mai capirla. Basta che uno mangia un pò più di carbo complessi ad alto ig e la sua sensazione di fame è starata dalal glicemia.

    Certo se io usassi teorie assurde come yin e yang potrei evitarmi questi problemi, ma a me serve di capire ciò che succede non mi serve avere fede in quello che io voglia che accada.

    Continuo a pensare che o non hai letto niente o non hai capito niente.

    La ricerca in iglese che avevo postato diceva benissimo che probabilmente nella fase ricca di calorie parte dei privilegi della restrizione calorica andavano persi dal fatto che gli animali mangiassero tantissimo.

    A parte che non so cosa dessero da mangiare a topolini e persone (vi ricordo che circa 500 kcal di carbo se convertiti in grassi fanno perdere energia cosa da tenere conto se la dieta diventa ipoglucidica e iperlipidica).

    Su 500 kcal so 125 grammi di carboidrati nel caso venissero comvertiti al 90% in grassi avremo che 112,5 grammi + 12,5 grammi di carboidrati; orbene 112,5/3 = 37,5 quindi otterremo energeticamente 37,5 * 9 + 12,5 *4 = 387,5 kcal con una perdita netta di energia pari al 22%.

    Tengo presente tutte le variabili o quelle a me note, perchè mi piace capire cosa succede se no va a finire che faccio la fine di Ehret che ha tirato fuori delle conclsuioni prive di fondamento. Certo se ho culo come i cinesi il modello va avanti lo stesso e funziona, ma non mi piace agire così.

    Questo e quanto.
    27-09-2011 04:47 PM
    Cerca Quota
    Carter07 Offline
    Senior Member


    Messaggio: #6
    RE: Intermittent Fasting vs Caloric Restriction
    E' interessante.

    Pensandoci bene noto spesso che dopo un periodo in cui mi capita di mangiare di meno o distanziare molto i pasti (per la vita sociale) perdo peso velocemente ma lo riguadagno altrettanto velocemente mangiando leggermente di piu i giorni successivi (sulle 2100 kcal quando in genere mi mantengo sulle 1600).
    Una volta passato il periodo di tempo in cui recupero il peso nonostante mi mantenga sulle 2100 kcal rimango stabile. Vedendomi stabile ritorno alle 1600.

    Non so però se questo avviene per lo stesso principio che spieghi tu....

    Mi sta venendo un dubbio: prima hai definito 1600 kcal come una forte restrizione calorica , considerando che nella mia dieta vengono per il 70-80% da grassi mi posso considerare lo stesso in restrizione calorica?
    So che i grassi hanno un'efficienza energetica migliore (a patto di bruciarli adeguatamente).
    27-09-2011 04:48 PM
    Cerca Quota

    Vai al forum:

    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)


    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.


    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.