Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ionizzatore d'aria
#1
Gli Anioni: corretto utilizzo dello ionizzatore e benefici

Gli Ioni negativi (anioni) sono molecole che hanno catturato un elettrone.
Si formano in natura come conseguenza di molti fenomeni: per frizione fra stati diversi di aria, generando cariche elettrostatiche, durante i temporali, vicino alle cascate ecc... In condizioni naturali, la presenza di ioni positivi e di ioni negativi é analoga. Questa proporzione é però variabile in funzione dei luoghi e degli ambienti.

Se ricordiamo il nostro stato generale prima e dopo un temporale non ci é difficile associare che il malessere e la pesantezza che proviamo prima é associato alla alta percentuale di ioni positivi, e la leggerezza e la vitalità che proviamo dopo é associata alla elevata percentuale di ioni negativi. L'effetto primario degli ioni negativi é quello di eliminare fumi, polveri ed eventuali sostanze tossiche che inquinano l'aria.

Quando le particelle inquinanti entrano in contatto con gli ioni negativi si caricano fino ad essere attratte da qualsiasi superficie di carica neutra od opposta.

La qualità dell'aria che respiriamo dipende dalla quantità di anioni di ossigeno presenti in essa.
L'azione di questi anioni è quella di neutralizzare tutti gli agenti inquinanti che sono presenti nell'aria come batteri, virus, acari, polline, spore, polveri varie, cattivi odori, fumo di sigarette, gas di scarico, ecc. che sono causa di svariate malattie respiratorie e di allergie.

Concentrazione media di anioni in un metro cubo di aria:

· Alta montagna 1 miliardo
· Collina 200 milioni
· Città pulite 80 milioni
· Città inquinate 20 milioni
· Luoghi chiusi (casa, ufficio, negozio, ecc.) 5 milioni

In natura gli anioni sono presenti nell'aria attraverso l'azione dei raggi ultravioletti del sole, la clorofilla delle piante e soprattutto sono prodotti dalle scariche elettriche dei fulmini durante i temporali. Quando diciamo che l'aria che respiriamo in alta montagna ci sembra migliore di quella che respiriamo in città, diciamo il vero, in quanto l'ossigeno che respiriamo in alta montagna è più ricco di anioni. Due sono i fattori che incidono sulla quantità di anioni presenti nell'aria:

- il primo è dovuto alla loro neutralizzazione che si determina nel momento in cui vengono a contatto con le sostanze inquinanti;
- il secondo fattore è dovuto al fatto che il pulviscolo inquinante si concentra maggiormente sotto i 700-800 metri di altitudine per azione della pressione atmosferica e della gravità terrestre.

Tutte le particelle sotto i 6 micron formano la cosiddetta frazione respirabile delle polveri, in grado di penetrare in profondità nell’apparato respiratorio.
Anche gli ioni più grossi sono enormemente più piccoli di 6 micron (siamo nell’ordine dei milionesimi di millimetro, anziché dei millesimi), quindi tutti gli ioni sono potenzialmente in grado di raggiungere gli alveoli polmonari.
Il problema è un altro: gli ioni gassosi respirati, come tali, hanno una vita brevissima, e cedono la loro carica elettrica alle particelle con cui entrano in collisione, ionizzandole, aggregandole tra loro e facendole precipitare più o meno profondamente sulle superfici del sistema respiratorio, a seconda della massa dell’aggregato che si forma (più è grosso, prima precipita). Il risultato è che, grandi o piccoli che siano, gli ioni vengono tutti consumati in questo processo di precipitazione delle particelle.
Infatti e’ proprio così che funzionano i filtri elettrostatici: l’aria viene fatta passare in una barriera di ionizzazione, dove gli ioni caricano elettrostaticamente le polveri e le fanno precipitare. All’uscita del filtro, l’aria si trova priva di particelle ma anche di ioni, in condizioni di neutralità elettrica. Per questo motivo, se l’aria non è più che pulita, di ioni a livello alveolare non ne arrivano… né grandi, né piccoli.

La ionizzazione dell’aria ed i suoi effetti fanno parte dei fenomeni fisici. Ecco una semplice soluzione per utilizzare lo ionizzatore e pulire l'aria dalle micro polveri:
durante il funzionamento appoggiare lo ionizzatore su un foglio di alluminio per alimenti (tipo domopack alluminio), più grande dell’apparecchio almeno una decina di centimetri per lato (un po’ di più sul lato dove sono presenti gli aghetti, circa una quindicina di centimetri). Il foglio deve essere messo “a terra” (niente collegamenti elettrici, è sufficiente che sia appoggiato su un mobile o un tavolo in legno o metallo (no plastica o vetro, no piedini in gomma) a sua volta appoggiato su un pavimento in piastrelle (no tappeti o moquette).
Il foglio si sporcherà in modo notevolissimo in un tempo più o meno lungo a seconda della quantità di polveri che c’è nell’aria. Quando il foglio sarà completamente annerito, appallottolarlo e buttarlo nella pattumiera, sostituendolo con uno nuovo. In questo modo, le particelle elettrizzate non andranno più in giro ma precipiteranno sul foglio.
Quando l’aria sarà abbastanza ripulita, gli ioni non saranno più consumati dalla precipitazione delle polveri e saranno liberi di diffondersi nell’aria dell’ambiente, e si potrà quindi goderne gli indubbi benefici senza rischi. "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "



Un esempio di un piccolo ionizzatore inserito in una lampada a risparmio energetico




Io ne avevo costruito uno qualche anno fa secondo lo schema elettrico trovato su xmx.it ma non ero sicuro di quello che emetteva e l'avevo dismesso.
Comunque ci sono in commercio anche gli ionizzatori con filtro elettrostatico lavabile e non serve usare il trucco di mettere della stagnola sotto l'apparecchio dove cade il precipitato ionizzato di fumi e inquinanti atmosferici vari.
Sono in attesa di ricevere alcuni esemplari di ionizzatori economici senza filtro cattura precipitato. Vi farò sapere.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#2
Sto sperimentando lo ionizzatore, un apparecchietto economico cinese, se mi avvicino si avverte un piccolo flusso fresco di aria.
Dopo un pò si avverte nell'aria che respiro, ma non saprei dire eventuali effetti. Di sicuro la prima cosa che valuterò è vedere se mantiene un buon odore dell'aria o l'odore di aria consumata a fine giornata si avverte lo stesso nella stanza.
Ha uno spegnimento automatico non so in base a cosa, si spegne per un pò e poi riprende il funzionamento, se avvicino le dita alla griglia e con bassa luminosità ambientale, si vedono percettibili archi voltaici.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#3
Mah, l'odore di aria consumata c'è lo stesso, forse meno intensa, almeno secondo le mie conoscenze lo ionizzatore funziona, e dentro, il circuito è anche abbastanza raffinato nella sua semplicità. Forse aiuta più nell'inquinamento vero e proprio facendo precipitare le particelle in sospensione che per altro. Farò un esperimento tipo il video sopra postato.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#4
Sindrome da irritazione della serotonina: un'ipotesi.
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) " 1979
Due pazienti sono stati visti i reclami multisystememic e sentimenti ansiosi. La loro storia è stata simile per l'esposizione cronica ad ambienti atmosferici potenzialmente ionizzati - una cascata e apparecchiature ad alta tensione. L'esame fisico ha mostrato diversi segni a volte associati a stati iperserotonergici. Le analisi di laboratorio hanno mostrato un aumento dei livelli di serotonina nel siero e diminuzione dei livelli di suo acido 5-idrossi metabolita urinario (5-HIAA). Rimozione dei pazienti da questi ambienti o l'uso di un inibitore-bloccante migliorato tutti i sintomi e ristabilito livelli 5-HIAA serotonina normale e. Una letteratura-recensione divulgato un simile sintomo-complesso riportati con aria di ionizzazione durante la scansione dei venti caldi attraverso terre desertiche. Gli studi su animali sono citati nel quale aerosol cationi vengono utilizzati per bloccare il metabolismo della serotonina, producendo risultati clinici e di laboratorio alcuni dei quali sono simili a quelli osservati nei pazienti descritti. Si suggerisce che una "sindrome serotoninergica irritazione" potrebbe essere correlato al catione indotte serotonina disfunzioni metaboliche.


L'irritazione da sindrome serotoninergica - una nuova entità clinica?
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) " 1986
La letteratura sulla possibile esistenza di una "sindrome da irritazione della serotonina" viene esaminato. Questa sindrome è uno stato di ansia che si verifica in presenza di livelli elevati di cationi atmosferici o ambiente ed è associata ad elevati livelli di serotonina centrale e periferico. Indagine su effetti questi cationi 'su microbi, insetti e mammiferi, compreso l'uomo, mostra una interruzione di attività normale. Si suggerisce che i medici prendere confidenza con la potenziale relazione tra l'esposizione cazione e la serotonina nel loro trattamento di pazienti ansiosi. Ulteriori ricerche esplorando l'eziologia e la definizione diagnostica di questa entità è invitato.


Stati d'ansia: il rapporto di cationi atmosferici e serotonina.
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) " 1983
Cinque casi sono descritti che offrono prove dell'esistenza della "sindrome serotoninergica irritazione," uno stato di ansia associata con ambienti ad alta cationi, elevata serotonina sierica, ed è diminuito urinaria di acido 5-idrossi. La risposta terapeutica e riduzione di serotonina siero dopo trattamento con metisergide e / o rimozione dall'ambiente alta catione supportano una base serotoninergico dell'ansia.


Effetti ansiogeni di cationi ambientali generati - uno studio preliminare.
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) " 1987
L'esistenza del putativo "sindrome irritazione serotonina" (SIS) è stato testato in una popolazione umana. Volontari sono stati esposti a un ambiente altamente cationizzata per due ore. I sintomi di ansia e di eccitazione notevolmente aumentato. Durante il periodo di esposizione i livelli di serotonina nel siero anche aumentato in modo significativo. Questi risultati supportano l'esistenza di SIS come entità clinica.


Che cosa è SIS?
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
"La sindrome Irritazione serotonina è definita come un disturbo significativo di normale attività del sistema nervoso e / o il malfunzionamento dei vari processi metabolici che è caratterizzata da livelli anormalmente elevati di serotonina (5-Hydroxytrlptamine o 5-HT, un neurochimico altamente attiva) nella sangue umano (rif 1,2). "
Gli Effetti della qualità dell'aria sulla sindrome serotoninergica Irritazione
Cause ed effetti
Effetti generali
"Gli ioni negativi accelerano la degradazione ossidativa di serotonina, mentre gli ioni positivi hanno l'azione opposta e inattivare gli enzimi che degradano la serotonina.

Un aumento del livello di serotonina (5-idrossitriptamina) produce

tachicardia [tachicardia]
un aumento della pressione sanguigna,
broncospasmo arrivando addirittura attacco d'asma,
peristalsi intestinale aumentata (contrazioni e dilatazioni dell'intestino per spostare il contenuto in poi),
aumentata sensibilità al dolore,
maggiore aggressività

Una diminuzione del livello di serotonina è calmante e aumenta le difese contro le infezioni (come dimostrato con l'influenza 'l'influenza').
Un eccesso di ioni positivi ha portato alla sovrapproduzione di serotonina, che inizialmente creato iperattività, che porta a stanchezza, ansia e depressione.
Ha anche scoperto che un eccesso di ioni negativi sembrava avere un effetto calmante, e una riduzione dei livelli di serotonina nel cervello. [...]

Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#5
Sto pensando di acquistare un piccolo ionizzatore d'aria, qualcuno può dare consiglio dove posso trovare, e quale marca meglio? Grazie
Cita messaggio
#6
Qui da noi sono diffusi quelli della Beghelli.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#7
Ricordavo una cosa del genere, infatti cercando ho trovato, gli ionizzatori d'aria possono produrre anche ozono, che è dannoso
In questo TEST "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " tutti e 5 gli apparecchi testati hanno superato la soglia minima di legge di produzione di ozono.
Da starci attenti, soprattutto con gli apparecchi cinesi, con quelli italiani per scrupolo bisognerebbe chiedere la certificazione della produzione di ozono entro la soglia di legge.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#8
Come saprò quanto ozono emette mio ionizzatore ? Come misurare? Tutti apparecchi emettono ozono?
Cita messaggio
#9
Ci vogliono strumenti adatti per misurare l'ozono, non lo so se tutti emettono ozono oltre la soglia.
Nel dubbio comprare da ditte italiane con le quali è possibile chiedere certificati o fare domande.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#10
Io ho questo: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " però scheda tecnica non dice nulla di ozono.
Cita messaggio
#11
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

ho appena comprato il modello 3000, sembra un ottimo ionizzatore (rispetto ad altri piu commerciali con filtri e controfiltri)
e nn produce ozono

EDIT ADMIN: messaggio spostato nella discussione corretta.
Cita messaggio
#12
@nataku
quanto è grande l'ambiente in cui l'hai inserito?
Stavo pensando di comprarlo anch'io, ma non sono sicuro se prendere il 3000 o il 5000 (che costa più del doppio....).
Cita messaggio
#13
lo uso in camera quando dormo
sara tipo 20 mq
Cita messaggio
#14
dentro puoi mettere olii essenziali profumati per profumare l'ambiente o per rilassare ..... Felice
ho un deumidificatore appeso al calorifero e le due cose si somigliano....
Cita messaggio
#15
nn col mio modello
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)