• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    L’eredità? Un’idea da neolitici
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,507
    Messaggio: #1
    L’eredità? Un’idea da neolitici
    L’eredità? Un’idea da neolitici
    L’analisi isotopica di oltre 300 scheletri risalenti a 5000 anni fa indica che fu in quell'epoca e in parallelo alla diffusione dell'agricoltura che in Europa si sviluppò una struttura sociale in cui alcune persone avevano diritto a un accesso privilegiato ai terreni migliori, che veniva probabilmente trasmesso in modo patrilineare

    I "semi" della disuguaglianza nella proprietà dei beni materiali risalgono a oltre 5000 anni fa, agli inizi del Neolitico. Ad affermarlo è una ricerca condotta da un gruppo internazionale di archeologi che firmano un articolo pubblicato sui “"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "”.
    Studiando più di 300 scheletri umani provenienti da siti sparsi in tutta l'Europa centrale, Alex Bentley, dell'Università di Bristol e primo firmatario dell'articolo, ha infatti scoperto le prove dello sviluppo di una differente possibilità di accesso ai diversi terreni fra il 5500 e il 5000 a,C., in parallelo al diffondersi delle prime pratiche agricole nell’Europa neolitica, e prima di quanto finora ipotizzabile sulla base dei reperti rinvenuti nelle sepolture preistoriche.
    L'analisi degli isotopi dello stronzio eseguita sugli scheletri, che permette di ottenere indicazioni relative al luogo di origine e di vita della persona, ha infatti indicato che gli uomini sepolti con particolari strumenti in pietra (asce neolitiche utilizzate per levigare o scolpire il legno) mostravano “firme isotopiche” meno variabili rispetto agli uomini sepolti senza asce. Questo suggerisce che i personaggi sepolti con le asce avessero accesso a un terreno più delimitato, e verosimilmente migliore dal punto di vista agricolo, rispetto a quelli sepolti senza quegli strumenti: "Gli uomini sepolti con le asce sembrano aver vissuto grazie al cibo coltivato in zone di loess, il suolo fertile e produttivo favorito da primi agricoltori. Ciò indica che avevano un accesso costante alle aree agricole privilegiate", spiega Bentley.
    L'analisi degli isotopi dello stronzio ha anche rivelato che le prime donne del Neolitico provenivano molto più spesso dei maschi da zone diverse da quelle in cui sono stati trovati i loro corpi. La scoperta, osservano i ricercatori, è un forte indizio di patrilocalità, vale a dire un sistema di parentela centrato sui maschi, nel quale le donne quando si sposano vanno a risiedere nella località degli uomini .
    Secondo i ricercatori, è proprio in questo periodo che potrebbe essere stato introdotto l’uso di ereditare i beni, ossia terreni e bestiame. "I nostri risultati, insieme agli studi archeobotanici che indicano che i primi agricoltori del Neolitico in Germania avevano un sistema di possesso della terra, suggeriscono che le origini dell’accesso differenziato alla terra possa essere fatta risalire a una fase iniziale del Neolitico, piuttosto che alla tarda preistoria, quando i trasferimenti di ricchezza e la disuguaglianza intergenerazionale sono evidenziati più chiaramente nelle sepolture e nella cultura materiale."

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    31-05-2012 12:07 AM
    www Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.