Valutazione discussione:
  • 2 voto(i) - 3.5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[LATTE] animale: alimento killer o bevanda salutifera?
#1
Questo è un vero dilemma!

c'è chi è a sfavore:
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

e
chi a favore:
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Chi
avrà ragione?

In casa mia da quando non lo si beve più la salute è
migliorata e anche di parecchio; specialmente quella della mia bambina di 3 anni
e mezzo!

A presto by FabiettoFelice
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#2
Ciao Fabietto secondo me il latte pastorizzato è un veleno puro,
soprattutto se proviene da animali imprigionati e nutriti con porcherie. Diverso
il caso del latte crudo proveniente da un'animale libero di pascolare: ottimo
per molte persone, potrebbe comunque risultare indigesto ad altri. Credo che il
migliore metodo per assumere il latte sia il processo di fermentazione che
elimina il lattosio e rende più digeribile la caseina.

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio
#3
il latte è pieno di fattori di crescita e grassi saturi mischiati a carbo
ad alto ig(lattosio).Le caseine sono per alcuni di difficile digestione,possono
stagnare nel tenue, Inoltre acidifica.
Quello non pastorizzato da allevamento
controllato potrebbe essere una scelta accettabile per uno sportivo prima dei
wo,in quanto i saturi stabilizzano la glicemia,le caseine vengono assorbite
durante il wo,i fattori di crescita vengono sfruttati,lo stimolo insulinico
sproporzionato rispetto alla quantità di carbo dell'alimento dovuto al lattosio
viene soppresso dall'attività.
Questa potrebbe essere un idea,stesso dicasi
per i formaggi da latte crudo.
Cita messaggio
#4
Citazione:OneLovePeace ha scritto: Credo che il migliore metodo per
assumere il latte sia il processo di fermentazione che elimina il lattosio e
rende più digeribile la caseina.
Credo che questo sia un
metodo veramente valido per poterlo assumere saltuariamente per le persone
intolleranti al lattosio ma non per quelle allergiche alle proteine: avevo letto
da qualche parte che lo yogurt al contrario del latte fresco, per via della
fermentazione, perdeva la capacità di acidificare e si supponeva anche che
diventasse anche più digeribile. Il problema permane però in quelle persone che
sono allergiche alle proteine del su detto e anche chi lo consuma giornalmente
saturandosi. Infatti anche io, che il latte proprio non lo posso mangiare per
via della cagarella e del mal de panza che mi procurava, quando mangiavo lo
yogurt senza frutta (quello con la frutta anche se più saporito e dolce mi
fermentava e via con i peti e mal di basso ventre eh eh) o il latte zymil per i
miei frullatoni proteici i sintomi miglioravano notevolmente ma non passavano
del tutto: mangiavo latticini troppo spesso e in più molti altri alimenti che
ingurgitavo come: la pizza con la mozzarella, la pasta a forno, il parmigiano
nella pasta, cioccolato al latte etc. contenevano anche loro il famigerato latte
e questa saturazione di "milk" a quanto pare mi stava scassando l'intestino e
per di più mi faceva produrre un sacco di muco e avevo sempre le vie aeree,
comprese le orecchie, intasate di catarro e infiammate di brutto; la mia
allergia ai pollini peggiorava inauditamente; acne a manetta.......insomma un
vero cesso! Da quando l'ho eliminato, grazie a mia figlia, che stava sempre male
e in più, oltre al malessere ne aveva anche avversione, ho iniziato a fare
ricerche nel web e cosa ci trovo? Che l'alimento "supremo latte" non è tanto
salutifero come mi hanno fatto credere i miei avi..........questo è veramente
stato un colpo basso che mi ha fatto aprire gli occhi e fatta la prova
eliminazione di tutti i latticini, derivati e alimenti che lo contengono, tutti
questi sintomi e malesseri, come per incanto, sono spariti!!!
Per di più
scopro anche che la fonte di calcio per eccellenza si comporta come un usuraio
con le contropalle: prima ti dà il calcio e poi per smaltirne l'acidità che ci
crea, il nostro organismo lo tampona con il calcio stesso sgraffignandolo dalle
nostre ossa in quantità maggiori di quante se ne assimila con
l'ingestione.......... [Immagine: icon_eek.gif]
Citazione:Muso ha scritto:Quello non pastorizzato da allevamento
controllato potrebbe essere una scelta accettabile per uno sportivo prima dei
wo,in quanto i saturi stabilizzano la glicemia,le caseine vengono assorbite
durante il wo,i fattori di crescita vengono sfruttati,lo stimolo insulinico
sproporzionato rispetto alla quantità di carbo dell'alimento dovuto al lattosio
viene soppresso dall'attività.
Questa potrebbe essere un idea,stesso dicasi
per i formaggi da latte crudo.
Sopratutto negli anni
60/80, ma anche in seguito, qualsiasi sport si intendesse fare era d'obbligo il
latte! Seguendo questa filosofia anche io ogni giorno ne bevevo anche 1,5 litri
di quello zymil....se no cagarella e mal di pancia [Immagine: affraid.gif] Per
il latte crudo comprato dal pastore non ci ho mai pensato perchè mia nonna prima
di berlo lo faceva bollire all'inverosimile e faceva uno schifosissimo strato
di albumina cotta sulla superficie che non mi stimolava affatto il palato......Quindi mi
è rimasta l'idea che il latte del pastore bisogna bollirlo per poterlo mangiare!
Ora che l'igiene sembra più rispettata, in quegli ambienti, vorrei provare il
latte di capra crudo; per vedere che effetto mi fà!

Mi è rimasta
impressa un'intervista che avevano fatto ad Arnold Scwarzneger nel film Pumping
Iron: <<Arnold tu bevi latte? No io bevo birra.....il latte è per i
bambini!>> Aggiungo io <<Il latte materno però [Immagine: icon_flower.png]
>>
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#5
Citazione:OneLovePeace ha scritto:Ciao Fabietto secondo me il latte
pastorizzato è un veleno puro, soprattutto se proviene da animali imprigionati e
nutriti con porcherie. Diverso il caso del latte crudo proveniente da un'animale
libero di pascolare: ottimo per molte persone, potrebbe comunque risultare
indigesto ad altri. Credo che il migliore metodo per assumere il latte sia il
processo di fermentazione che elimina il lattosio e rende più digeribile la
caseina.
Sono in pieno accordo, questo dovrebbe far
riflettere su alcuni approcci alimentari che vedono in alcuni cibi solo il bene
od il male assoluto, come indicato nei link postati.

Il latte UHT a lunga
conservazione, da animali che non vedono nemmeno la luce del sole non può essere
di beneficio a nessuno, altro discorso per il latte crudo o fermentato come
detto da One.
Sempre latte, ma 2 cibi totalmente diversi.
Cita messaggio
#6
Senza entrare troppo nello specifico, il latte fermentato fa parte di quasi
tutte le culture, sotto forma di diversi prodotti tra i quali lo yogurt, il
kefir, il viili, l'ayran, il latticello, la panna acida, ecc. Prodotti ricchi di
batteri benefici per il nostro intestino e spesso usati per curare diversi
sintomi.

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio
#7
Citazione:OneLovePeace ha scritto:Senza entrare troppo nello specifico,
il latte fermentato fa parte di quasi tutte le culture, sotto forma di diversi
prodotti tra i quali lo yogurt, il kefir, il viili, l'ayran, il latticello, la
panna acida, ecc. Prodotti ricchi di batteri benefici per il nostro intestino e
spesso usati per curare diversi sintomi.
Sono
d'accordissimo sull'importanza per la salute della fermentazione e dell'utilità
dei batteri preposti ad essa! La fermentazione avvenendo al di fuori del nostro
organismo, evita al nostro corpo la fatica, i gonfiori, infiammazioni e la
proliferazione dei funghi maligni! I nostri amici fermenti ci aiutano a rendere
più salubri e digeribili anche vari altri alimenti come per esempio la
lievitazione a pasta acida del pane. ( "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
)
Citazione:Rosenz ha scritto:Sono in pieno accordo, questo dovrebbe far
riflettere su alcuni approcci alimentari che vedono in alcuni cibi solo il bene
od il male assoluto, come indicato nei link postati.

Il latte UHT a lunga
conservazione, da animali che non vedono nemmeno la luce del sole non può essere
di beneficio a nessuno, altro discorso per il latte crudo o fermentato come
detto da One.
Sempre latte, ma 2 cibi totalmente
diversi.
Verissimo!
Appena mi è possibile metto a
lavoro la yogurtiera di mia nonna e provo a fare fermentare il latte di capra
del mio vicino pastore! Me ne faccio anche una bevuta a crudo; anche se a quanto
pare chi è allergico al lattosio non può bere nemmeno questo.....mannaggia ( "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
)! Speriamo bene: a me il latte piace....... Di sicuro, le sue caprette di
stalla ne vedono ben poca: sono sempre in giro per la montagna a brucare e
scorrazzare^_^!!! Una volta sono entrate anche nella vigna di mio nonno e hanno
banchettato con i freschi germogli della vite........non vi dico l'incazzo della
buon'anima di mio nonno :No:
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#8
boh,secondo me tutto dipende dal contesto in cui lo si usa,ovvero:se viene
bevuto da un masai che lavora tutto il giorno,assume praticamente zero carbo(e
quindi i saturi e il lattosio del latte non gli creano problemi a livello di
sensibilità insulinica)ha l'intestino pulito e sgombro(e quindi le caseine non
imputridiscono e vengono ben digerite)non è allergico al lattosio e sfrutta i
fattori di crescita e sostentamento del latte come potrebbe sfruttarli un
bambino perchè corre e caccia tutto il giorno,è una cosa.
Se viene bevuto da
un sedentario occidentale è un altra cosa,anche perchè lo stimolo insulinico del
latte è sproporzionato rispetto all'effettivo contenuto di zuccheri che
ha,ricordo di nuovo che è ricco in saturi,insomma a un bambino fa bene a un
adulto che si muove sempre,ha un ottima sensibilità insulinica e magari fa
sport(o come le tribù primitive va a caccia)non fa ne male nè bene,a una persona
normale potrebbe arrecare più danni che benefici.
Tra l'altro è
acidificante.
Cita messaggio
#9
Citazione:OneLovePeace ha scritto:Senza entrare troppo nello specifico,
il latte fermentato fa parte di quasi tutte le culture, sotto forma di diversi
prodotti tra i quali lo yogurt..... Prodotti ricchi di batteri benefici per il
nostro intestino e spesso usati per curare diversi
sintomi.
Mi duole contraddirti, sto leggendo "Il
fattore enzima" di Hiromi Shinya, il medico giapponese che ha sviluppato la
tecnica colonscopica, e che in oltre 40 anni di attività ha esaminato stomaci e
colon ed analizzato le vicende alimentari di più di 300.000 persone tra USA e
Giappone.
Egli asserisce che le condizioni dell'intestino di una persona
peggiorano se si mangia yogurt tutti i giorni, una considerazione che si basa
sulle sue sterminate osservazioni cliniche.
La differenza fra muscolo e grasso è che il grasso non si mette al servizio della volontà. Per questo deve sparire. [Sven Lindqvist, Il sogno del corpo, Ponte alle Grazie]
Cita messaggio
#10
Citazione:energy ha scritto:
Citazione:OneLovePeace ha scritto:Senza entrare troppo nello specifico,
il latte fermentato fa parte di quasi tutte le culture, sotto forma di diversi
prodotti tra i quali lo yogurt..... Prodotti ricchi di batteri benefici per il
nostro intestino e spesso usati per curare diversi
sintomi.
Mi duole contraddirti, sto leggendo "Il
fattore enzima" di Hiromi Shinya, il medico giapponese che ha sviluppato la
tecnica colonscopica, e che in oltre 40 anni di attività ha esaminato stomaci e
colon ed analizzato le vicende alimentari di più di 300.000 persone tra USA e
Giappone.
Egli asserisce che le condizioni dell'intestino di una persona
peggiorano se si mangia yogurt tutti i giorni, una considerazione che si basa
sulle sue sterminate osservazioni cliniche.
Questo, in
parte, conferma il mio pensiero: la fermentazione è una buona soluzione
nell'assunzione saltuaria del latte! Evidentamente ci sono delle sostanze,
presenti nel suddetto, che se le si assumono troppo frequentemente saturano
l'organismo causandone i noti scompensi....... Il problema, a quanto pare, come
in molte altre cose, è sempre l'abuso!?
Si potrebbe anche prendere in
considerazione il fatto che i trattamenti, industriali, termici, i residui di
detersivo delle stoviglie etc. distruggano gli enzimi benefici contenuti nel
latte; dando ragione al dr.Hiromi Shinya sull'importanza di essi; oltre alla
depauperazione generale delle altre utili sostanze! Magari facendoselo da se in
casa, lo yogurt, con il latte crudo acquistato dall'allevatore onesto, pulito e
che fà scorrazzare in santa pace i suoi animaletti all'aria aperta, le cose
cambiano......Pura utopia? Cosa ne pensate?
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#11
Citazione:energy ha scritto:Egli asserisce che le condizioni
dell'intestino di una persona peggiorano se si mangia yogurt tutti i
giorni
Ma viene specificato che tipo di yogurt?
Commerciale, fatto in casa, fatto con latte sano o malsano, ecc.

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio
#12
Citazione:OneLovePeace ha scritto:
Citazione:fabietto ha scritto:Il problema, a quanto pare, come in molte
altre cose, è sempre l'abuso!?
D'accordissimo con
questa tua affermazione. Tutto in natura può far bene e può far male, dipende
sempre dalla quantità assunta.
Anch'io concordo.
in
generale poi diffido, magari sbagliando, di studi che individuano in un unico
fattore la causa di problemi di salute. Le variabili individuali sono moltissime
che mi appare arduo arrivare a conclusioni certe. E poi assumere lo stesso cibo
tutti i giorni, a prescindere dal tipo di alimento, non mi sembra una grande
idea.

Comunque può darsi che questo giapponese sia un
genio.

Saluti.
Cita messaggio
#13
Citazione:energy ha scritto:
Citazione:OneLovePeace ha scritto:Senza entrare troppo nello specifico,
il latte fermentato fa parte di quasi tutte le culture, sotto forma di diversi
prodotti tra i quali lo yogurt..... Prodotti ricchi di batteri benefici per il
nostro intestino e spesso usati per curare diversi
sintomi.
Mi duole contraddirti, sto leggendo "Il
fattore enzima" di Hiromi Shinya, il medico giapponese che ha sviluppato la
tecnica colonscopica, e che in oltre 40 anni di attività ha esaminato stomaci e
colon ed analizzato le vicende alimentari di più di 300.000 persone tra USA e
Giappone.
Egli asserisce che le condizioni dell'intestino di una persona
peggiorano se si mangia yogurt tutti i giorni, una considerazione che si basa
sulle sue sterminate osservazioni cliniche.
i
batteri""buoni" dello yogurth predigeriscono il lattosio,ma non le
caseine,quindi se uno ha il tenue sporco quelle stagneranno comunque lì e
putrificheranno.
Cita messaggio
#14
Aggiungo un link veramente interessante!
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Che ridere il titolo
di un paragrafo ehehe "Fatti e misfatti della BANDA DEL LATTE"
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#15
Non dico che non sia vero, ma ci sono un sacco di svarioni,miti e false credenze in quell'articolo, è su base vegetariana..ho detto tutto,pure con le uova se l'è presa.
Conoscendo l'argomento so che molto è vero per quanto riguarda i latticini, ma ad esempio il burro o il ghee sono degli alimenti validi. Si demonizzano anche grassi e colesterolo e ormai abbiam visto che non è il colesterolo alimentare il problema..la teoria lipidica è degli anni 50,e superata dai fatti.
Poi ci sono altre cavolate qua e la..tipo i latticini stagionati che lasciano residui per anni nel corpo... di residui e amenità varie mi è bastata l'esperienza vegano crudista ErettiANA.
Quando leggo queste cose poi mi passa la voglia di finire tutto l'articolo.

Inoltre credo che la presenza di estradiolo nel latte vada valutata un attimo, per il semplice motivo che gli ormoni naturali per via orale vengono denaturati dal sistema gastrointestinale, magari una minima quota rimane e viene assorbita e dato che il latte spesso viene consumato tutti i giorni alla lunga porta modificazioni dell'asse ormonale.
Vorrei approfondire,magari il latte veicola meglio l'ormone estradiolo e non lo fa denaturare.. gli studi dicono che il latte provoca tumori al seno,all'utero etc... ma non si sa se è per l'estradiolo o per gli altri fattori.

Addendum: L'estradiolo viene metabolizzato dal fegato e viene inattivato ma non tutto, a livello intestinale invece viene convertito in estrone. Ecco,insomma porta comunque ad uno sbilanciamento ormonale di estrogeni. Bisogna dirlo ai bodybuilder che si fanno una scorpacciata di estrogeni,anche se ho visto che l'estrone a livello follicolare fa crescere molto bene il capello.

Addendum2: Il latte ha anche testosterone e IGF-1
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)