Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
LITIO
#1
....Nella tabella periodica degli elementi, litio è immediatamente sopra sodio, nel senso che ha le proprietà chimiche di sodio, ma con un raggio atomico minore, il che rende la sua carica elettrica più intensa. I suoi effetti fisiologici sono così vicino al sodio di che possiamo ottenere indizi per azioni di sodio guardando quello che fa al litio.
Consumo cronico di blocchi di litio il rilascio di adrenalina dalle ghiandole surrenali, e ha anche ampi effetti antiserotonina, inibendo la sua uscita da alcuni siti, e bloccando le sue azioni contro gli altri.
Litio forma un complesso con la molecola di ammoniaca, e poiché la molecola di ammoniaca imita gli effetti della serotonina, soprattutto in fatica, questa potrebbe essere coinvolta in effetti antiserotonergic di litio. Ammoniaca, come serotonina, compromette la produzione di energia mitocondriale (come minimo, utilizza energia in essere convertito in urea), così anti-ammoniaca, agenti anti-serotonina rendono più energia disponibile per adattamento. Litio è stata dimostrata per ripristinare il metabolismo energetico dei mitocondri (Gulidova, 1977)...... Ray Peat ......Ho letto anche che litio usano per la terapia di depressione, insonnia, nervosismo e ansia. Non ho capito cosa intende R.Peat per " consumo cronico di blocchi di litio". So anche che può causare ipotiroidismo. Cosa sapete di integratori di litio?

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Cita messaggio
#2
Una curiosità: dell'Astragalo ho letto che interferisce con l'eliminazione del Litio.
Invece il guaranà aumenta l'eliminazione renale del Litio. Sospendere bruscamente l'assunzione di guaranà, potrebbe causare l'insorgere di sintomi da intossicazione da Litio.
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#3
Litio e un elemento ancora poco conosciuto . Peat dice che e una sostanza che rilassa e abbassa serotonina, come sodio (sale), però con spetro di azione ancora più ampio. Infatti a me sale se preso la sera (riso, burro, sale,) rilassa tantissimo, invece lo zucchero mi da una carica energetica e non posso prendere la sera. Vorrei provare integratore di litio, peccato che non dice quale forma usa....L'oligoelemento litio è un rimedio naturale che agisce sugli aspetti psicoemotivi e aiuta a contrastare nervosismo, disturbi dell'umore e del sonno e somatizzazioni nervose. Senza gli effetti collaterali, le controindicazioni e i rischi di tossicità che invece caratterizzano il litio farmacologico.

Il litio è l'oligoelemento più adatto a ripristinare dolcemente condizioni che coinvolgono la sfera nervosa, da cui dipendono anche somatizzazioni di vario genere e localizzazione.

L'assunzione di litio si rivela utile innanzitutto in:
sbalzi d'umore
depressione
angoscia
ansia, nervosismo, irritabilità, tensione
emotività eccessiva
alterazioni del comportamento
insonnia
muscoli contratti (tra cui quelli di collo e spalle), spasmofilia, fibromialgia.


Read more: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Ciao Fabietto ! Ma tu che prendi litio?
Cita messaggio
#4
Cosa pensate del litio? Ray Peat ha scritto questo:

"In the periodic table of the elements, lithium is immediately above sodium, meaning that it has the chemical properties of sodium, but with a smaller atomic radius, which makes its electrical charge more intense. Its physiological effects are so close to sodium’s that we can get clues to sodium’s actions by watching what lithium does.
Chronic consumption of lithium blocks the release of adrenalin from the adrenal glands, and it also has extensive antiserotonin effects, inhibiting its release from some sites, and blocking its actions at others.
Lithium forms a complex with the ammonia molecule, and since the ammonia molecule mimics the effects of serotonin, especially in fatigue, this could be involved in lithium’s antiserotonergic effects. Ammonia, like serotonin, impairs mitochondrial energy production (at a minimum, it uses energy in being converted to urea), so anti-ammonia, anti-serotonin agents make more energy available for adaptation. Lithium has been demonstrated to restore the energy metabolism of mitochondria (Gulidova, 1977)."
Cita messaggio
#5
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Cita messaggio
#6
ah ottimo! c'è solo da vedere se è disponibile acquistarlo liberamente e quale forma Peat predilige?
Cita messaggio
#7
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Cita messaggio
#8
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Carbolithium
Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto –



Effetti indesiderati
L'insorgenza e la severità degli effetti indesiderati sono generalmente correlati ai livelli plasmatici, alla velocità con la quale si raggiunge il picco plasmatico e al diverso grado di sensibilità al litio del singolo paziente. Generalmente sono tanto più gravi quanto più alta è la concentrazione plasmatica del farmaco.

La litiemia deve essere, dunque, monitorata regolarmente durante la terapia per controllare che non si raggiungano livelli plasmatici associati ad un aumento della tossicità.

Tuttavia alcuni pazienti possono avere livelli di litiemia considerati tossici e non presentare alcun segno di tossicità; altri, al contrario, possono sviluppare tossicità alle concentrazioni terapeutiche.

Generalmente, effetti indesiderati si manifestano con maggiore frequenza quando si raggiungono livelli plasmatici superiori a 1,5 mEq/litro, ma possono verificarsi anche per concentrazioni di 1 mEq/litro, in particolare negli anziani. Per questi motivi, sebbene le concentrazioni plasmatiche ritenute ragionevolmente sicure rientrino nell'intervallo: 0,4-1,25 mEq/litro, è preferibile mantenere la litiemia all'interno dell'intervallo 0,4-1 mEq/litro.

Leggeri tremori alle mani, poliuria e una sete moderata possono presentarsi all'inizio della terapia della fase maniacale acuta e un malessere generale può manifestarsi durante i primi giorni di somministrazione. Tali effetti indesiderati generalmente scompaiono con la prosecuzione del trattamento o con una temporanea riduzione della dose del farmaco. Se persistono è necessario interrompere il trattamento.

Durante le ventiquattro ore successive alla prima somministrazione di litio, si può avere un aumento dell'escrezione urinaria di sodio, potassio e di mineralcorticoidi. Successivamente, l'escrezione di potassio si normalizza e si può aver ritenzione di sodio, per aumentata secrezione di aldosterone, con la comparsa di edema pretibiale. Anche questi effetti indesiderati scompaiono normalmente in pochi giorni. Tuttavia, la terapia con litio può determinare una progressiva diminuzione della capacita del rene di concentrare l'urina con possibile insorgenza di diabete insipido di origine nefrogena.

Diarrea, nausea, vomito, dolori addominali, sonnolenza, debolezza muscolare, incoordinazione motoria, sedazione, secchezza fauci della bocca, sensazione di freddo, rallentamento della parola e nistagmo sono i primi segni di intossicazione da litio e possono verificarsi a livelli plasmatici inferiori a 2 mEq/litro. A più alti livelli di litiemia, i sintomi possono progredire rapidamente. Si possono manifestare iperriflessia, atassia, vertigini, tinnito, annebbiamento della vista ed intensa poliuria. Livelli plasmatici di litio superiori a 3 mEq/litro possono produrre un complesso quadro clinico, coinvolgendo vari organi e apparati fino ad esitare in convulsioni generalizzate, insufficienza circolatoria acuta, stupore, coma e morte....
Cita messaggio
#9
mi pare rischioso assumerlo senza prescrizione
Cita messaggio
#10
(06-04-2014, 09:47 PM)kisa Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Ciao Fabietto ! Ma tu che prendi litio?

Mi era sfuggito. No Kisa, mai preso il litio in vita mia!
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#11
Discussioni unite.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#12
Il litio è un sale minerale scoperto nel 1800 ed è principalmente usato per alterare gli stati d'animo delle persone che soffrono di disturbi psichiatrici. Mentre disponibile come farmaco da prescrizione , il litio si possono trovare anche in molti alimenti
Dairy
una significativa fonte naturale di litio è contenuto in tutti i tipi di prodotti lattiero-caseari , come latte e formaggi . Poichè il litio è un sale , viene assorbito da bovini da latte dalla loro acqua e cibo e rilasciato nel latte .
Cita messaggio
#13
CLORURO DI LITIO come sostituto del cloruro di sodio nella dieta
Osservazioni sulla sua tossicità
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

[Immagine: jama_139_11_002_pdf_Page_1.jpg]
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)