• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #1
    Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    La dibattuta sperimentazione animale





    Penso che quando possibile la sperimentazione animale vada evitata, cioè quando ci sono altre alternative possibili, ci sono cosmetici che non sono testati su animali e quindi un'alternativa c'è, tuttavia mi ha colpito questa frase
    [Immagine: 537932_367551523285971_199124936795298_1...4215_n.jpg]

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    28-04-2012 01:16 PM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #2
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    A livello evolutivo le varie specie hanno sempre dovuto competere per le risorse, e più le specie erano (e sono) simili più la competizione è serrata, per raggiungere i massimi livelli tra individui della stessa specie.
    Ora, perchè individui della stessa specie quindi, non si scannano a vicenda? Questo accade perchè altrimenti non avrebbero possibilità di replicazione, e perchè i rischi dovuti al combattimento con un animale molto simile a sè stessi sono altissimi, inoltre occorrerebbero enormi risorse per rigenerarsi anche in caso di vittoria (risorse che ricordiamo essere scarse in natura) altrimenti lo farebbero, ma in ogni caso tra individui della stessa specie c'è un continuo sfruttamento.
    Figuriamoci quindi nei confronti di altre specie!
    L'altruismo in natura non esiste, è antievoluzionistico, è un invenzione dell'uomo, bisogna tenere conto di questo prima di fare qualunque altro ragionamento.
    28-04-2012 02:31 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #3
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Il gene egoista
    la teoria dell'evoluzione analizzata dal punto di vista del gene anziché da quello dell'individuo
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    28-04-2012 03:57 PM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #4
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Hahahaha pensavo proprio a quel libro scrivendo il mio commento!
    28-04-2012 06:29 PM
    Cerca Quota
    gianlnicc Offline
    Senior Member
    ****

    688

    3
    Messaggio: #5
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Sicuramente il gene non è la caratteristica evolutiva distintiva dell'uomo, bensi il meme (cioè l'unità trasmessa di conscenza).
    Memoria, linguaggio, scrittura sono tasselli di un percorso che non ha eguali nelle altre specie...
    basarsi su una teoria evoluzionistica che non tiene colto del fitto intreccio con le teorie derivanti dagli studi di antropologia culturale\sociale mi sembra un po miope... ed è quello che è successo.
    Il merito di Dawkins è sicuramente quello di aver formalizzato il concetto di meme, anche se trattasi di una visione\modello meccanicistico che non ha riscosso molto successo (com'è ovvio che sia) fra gli antropologi culturali, sociologi ecc.

    Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

    Popeye the sailor man
    28-04-2012 06:48 PM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #6
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Daniel Dennet riprende e approfondisce il concetto di meme in modo interessante, nella sezione libri ho consigliato un testo in cui vi è un bell'approfondimento del concetto di meme.
    28-04-2012 10:22 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #7
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    La cosa che più mi fa incavolare è l'indignazione degli animalisti solo verso quelle razze che suscitano tenerezza, oggi ai TG si parlava dell'invasione di Green Hill dove si sono appropriati indebitamente di 25 cuccioli. Mi ricordo anche quando si indignarono contro W.Pierpaoli per i topi usati nelle sperimentazioni, ma allora perchè non si indignano per tutti quei topi ammazzati con la derattizzazione? Perchè non s'indignano per la Drosophila (moscerino) usato per tutti gli altri esperimenti? Io vedo solo tanta ignoranza, così come quando leggo dei commenti razzisti verso i vietnamiti che mangiano carne di cane. Chissà cosa pensano di noi gli indiani allora che ci vedono con delle belle bistecche bovine nel piatto.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    29-04-2012 03:16 PM
    www Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #8
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Ma poi il bello è che a green hill i cani stavano benissimo.....A parte questo concordo, non esiste una specie più importante di un altra, anzi talvolta esseri piccoli e brutti possono avere un corredo genetico più ampio e complesso di animali più grandi e coccolosi, sono discriminazioni insensate.
    29-04-2012 08:57 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #9
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Una nuova alternativa alla sperimentazione animale in cosmetica
    La legislazione europea limita la sperimentazione sugli animali in campo cosmetico e le aziende sono alla ricerca di sistemi alternativi per garantire la sicurezza dei prodotti

    La legislazione europea limita la sperimentazione sugli animali in campo farmaceutico e cosmetico e le aziende sono sempre più alla ricerca di sistemi alternativi per garantire la sicurezza dei loro prodotti.

    Una ricerca in corso di stampa sulla rivista on line BMC Genomics dimostra che la risposta di cellule umane coltivate in laboratorio può essere utilizzata per classificare le sostanze chimiche, ai fini dello sviluppo di una dermatite da contatto, come sensibilizzanti o non-sensibilizzanti, e può anche prevedere l'intensità dell'eventuale risposta allergica, fornendo una alternativa alla sperimentazione animale in questo ambito.

    Nel 2009, un emendamento alla Direttiva sui test cosmetici ha vietato di testare prodotti e ingredienti cosmetici sugli animali rendendo oltremodo difficile garantire l'ipoallergenicità dei nuovi prodotti.

    I ricercatori dell'Università di Lund, in Svezia, hanno utilizzato il profilo genomico per misurare la risposta di una linea cellulare di cellule di leucemia mieloide umana a sostanze chimiche conosciute. Sulla base dei risultati ottenuti hanno definito una 'firma biomarker' relativa a 200 geni, che sono in grado di discriminare con precisione tra agenti chimici sensibilizzanti e non-sensibilizzanti, riuscendo anche a utilizzare questo sistema per prevedere la potenza allergenica, ossia l'intensità della risposta del sistema immunitario.

    "Il regolamento REACH (registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche) - ha detto Carl Borrebaeck, che ha diretto lo studio - impone che tutte le sostanze chimiche nuove ed esistenti all'interno dell'Unione europea siano testate sotto il profilo della sicurezza. Il numero di sostanze chimiche in elenco supera già le 30.000 e continua a crescere. Pur essendo ancora in una fase iniziale della produzione, la nostra alternativa di laboratorio alla sperimentazione animale è più veloce rispetto alle alternative presenti e, in quanto le cellule sono di origine umana, anche più rilevante." (gg) "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    22-06-2012 04:36 PM
    www Cerca Quota
    kisa Offline
    Consapevole
    *****

    1,416

    0
    Messaggio: #10
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Qualcuno su questo forum a conoscenza di trattamenti naturali delle pulci e zecche per gli animali (gatti in particolare)? Mi piacerebbe di sostituire con quelli chimici e tossici ...
    26-01-2014 05:29 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #11
    RE: Le ragioni della ricerca biomedica e il benessere degli animali
    Aceto?

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    28-01-2014 01:09 PM
    www Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.