Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Legame iperinsulinemia - ipecortisolemia - rallentamento funzione tiroide
#1
Un altro collegamento tra ipotiroidismo e iperinsulinemia viene in luce quando si esaminano gli effetti di un aumento dei livelli del cortisolo: quando crescono, l'efficienza della tiroide si riduce. In altre parole, l'eccesso di cortisolo può causare ipotiroidismo. E qual è il sistema migliore per ridurre il cortisolo? Adottare la restrizione calorica evitando eccessi
glicemici, con relativi picchi insulinemici, e ipoglicemia reattiva.

(N.d.Salvio: se si fa restrizione calorica è opportuno riposarsi altrimenti se si fa attività fisica la cortisolemia può addirittura aumentare)

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

E' quindi cosa logica che se si è sotto stress il corpo cerca di ridurre il metabolismo per risparmiare energia, altro tassello per capire le implicazioni pluriormonali che regolano il metabolismo.
Cita messaggio
#2
Citazione:salvio ha scritto: E qual è il sistema migliore per ridurre il
cortisolo? Adottare la restrizione calorica evitando eccessi
glicemici, con
relativi picchi insulinemici, e ipoglicemia
reattiva.
Ok all'evitare eccessi glicemici, ma se uno
sta bene, non è grasso, ma ha solo livelli di cortisolo alti,cosa fa?
Io
direi solo di riposare e recuperare.
Mangiare meno aumenta i livelli di
cortisolo come il mangiare troppo
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#3
Hai descritto due casi diversi.

Una cosa è avere la cortisolemia alta, quando si è ben nutriti, solo perchè i carboidrati ad alto ig fanno crollare di botto la glicemia;

Tutt'altra cosa è avere la cortisolemia alta perchè non si sta mangiando a sufficienza.

Allora non l'hai capito perchè fare una dieta mediterranea con restrizione calorica è un suicidio catabolico ed è impossibile alla lunga.

Mangi poco rispetto al tuo fabbisogno e mangi cose che fanno cadere la glicemia velocemente con un cronico aumento devastante del cortisolo, ecco perchè quando terminano la dieta prendono più grasso di prima (rallentament metabolico indotto dalla tiroide e il mangiare a scatafascio perchè si era denutriti).

Non confondiamo la cortisolemia alta da abuso di carboidrati raffinati e quella alta perchè il corpo non c'è riesce a tamponare le uscite energetiche con le introduzioni adottate.

-------


Ah per inciso la cortisolemia può diventare alta anche se ben nutriti si cerca lo sforzo a tutti i costi, ricordare che esercizi brevi e intensi, come abbiamo discusso sul post della EVO Diet richiedono combustibili idonei.

Dato che l'uomo ha un metabolismo prettamente aerobico come tutti gli animali, è cosa scontata che voler fare sforzi reiterati, consumando quindi substrati a veloce veicolazione come i carboidrati e le proteine, volendo assumere pochi carboidrati pur mangiando tante calorie porta ad avere comunque la cortisolemia alta e gli amici della zona libera se ne accorgono facilmente.

Anche il caro ciclista si è accorto che pur mangiando 5000 cal al giorno ha comunque problemi con le verdure, visto che la cortisolemia senza carboidrati complessi, eseguendo super sforzi reiterati aumenta comunque.
Cita messaggio
#4

Sì io ho capito cosa tu intendessi, ma appunto mi piaceva che specificassi
i casi.
Come ben noti, mangiare tanto ma pochi carbo complessi allontana di
molto poco la cortisolemia.
Quando cercavo di stare in Paleo stretta ed
allenarmi due o una volta a settimana ero più stanco di adesso che mangio più
carboidrati complessi(anche alto IG) ma mi alleno 3 volte a settimana.Mi sentivo
sempre spossato e con recuperi lenti.
Stando il paleo stretta inoltre non
riuscivo a raggiungere certi volumi di cibo, e l'introito calorico non mi
bastava per reggere gli allenamenti.Ogni seduta alzava il cortisolo.Se decidevo
di rarefare ancora di più smettevo di allenarmi che facevo prima.
Per cui la
restrizione calorica e a basso IG è lecita solo per soggetti obesi e
sedentari.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#5

A proposito di tiroide, ho fatto alcuni esami ed il valore di TSH è al
limite superiore. Il TSH è un ormone ipofisiario che serve per stimolare la
tiroide, se la tiroide lavora poco allora il TSH aumenta per stimolarla, il mio
valore è di 4,2 ed il massimo è 4,2! Insomma sono al limite dell'ipotiroidismo,
non considerando che alcuni medici dicono che il valore massimo dovrebbe essere
di 3. Questa cosa potrebbe spiegare perchè soffro le temperature basse, piedi e
mani gelati, disturbi del sonno e altre cose di cui tendo a soffrire tipici
dell'ipotiroidismo... spesso l'ipotiroidismo è correlato alle surreni in affanno
ed a una carenza di vitamina D e/o iodio. Comunque..prima di fasciarmi la
testa...aspetto che dice il medico.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#6
Si è meglio sentire il medico e fare altri accertamenti.

Hai
temperature basse durante la giornata o di mattina appena alzato?
A quanto
arrivano?

Quando non c'erano ancora i test per la tiroide certi medici
per valutare la funzionalità tiroidea facevano misurare la temperatura corporea
di mattina presto (prima delle 7:00 di mattina) con un termometro di
mercurio.
Se vuoi provare devi misurarla senza alzarti dal letto (metti il
termometro vicino al letto) appena sveglio e senza stiracchiarti, tieni il
termometro sotto il braccio per 10 minuti poi controlla la
temperatura.
Temperature sotto i 36.5 gradi in genere sono indicative di
ipotiroidismo.

Il testosterone nei controlli precedenti è sempre stato
alto?
Io l'ho sempre avuto medio-basso ma da quando ho cominciato ad
allenarmi si è normalizzato.
Cita messaggio
#7

Sì ho letto anche io della tecnica della temperatura basale,
verificherò.
Io sudo molto poco e resisto alle temperature estive sotto il
sole meglio di altri,ma d'inverno soffro di più.
Il testosterone totale è la
prima volta che lo misuro,considerando comunque che faccio pesi non mi
preoccupo, è solo un pelo oltre la norma, sarebbe più utile vederne anche la
frazione libera.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#8
Anche io quando ero in low carb sentivo il freddo in maniera bestiale, era
insopportabile.
Ora invece è il contrario: ho sempre caldo e sudo ad ogni
minimo aumento di temperatura.

In bocca al lupo e facci sapere!
Cita messaggio
#9

In Low Carb se non mangi quantità di grasso adeguate succede proprio
quello, si abbassa pure il metabolismo, ma questo è argomento di altri topic
[Immagine: icon_smile.gif]
Domani sera vedo il medico e vi dirò...
Crepi!
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#10

Sto monopolizzando il thread, però ho trovato una guida per ripristinare la
funzionalità della tiroide in maniera naturale e si riallaccia bene al post di
Salvio, fondamentalmente si basa sull'alimentazione e integrazione mirata, a
proporla è un medico che l'ha provata lui stesso quando ha scoperto di esser
ipertiroideo.
Certo che per quelli con problemi di Tiroide è veramente brutta
la prospettiva medica, non c'è cura, semplicemente rimpiazzano l'ormone con uno
sintetico per via orale...a vita,nei casi di ipotiroidismo, nei casi di iper
invece possono ricorrere anche allo iodio radioattivo, veramente
triste.

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#11
Dando una rapida occhiata in quel pdf si parla principalmente di Grave
disease (ipertiroidismo mentre tu presumibilmente sei ipotiroideo) e di
tiroidite di Hashimoto (una malattia autoimmune) che potrebbe non essere la
causa poichè è rara nei giovani e colpisce principalmente le donne. In ogni caso
per escuderla bisognerebbe misurare gli anticorpi ma ti dirà il
medico.

Un consiglio: prima di fare le prossime analisi fai almeno 3-4
settimane usando sale iodato se non lo stai usando.
Cita messaggio
#12

Parla in generale di tutti i tipi di problemi di tiroide, sia iper che ipo
e per problemi autoimmuni.
Io il sale non lo uso, mi sono abituato senza...
ma ho visto che nel multivitaminico della Solgar che possiedo c'e dello Iodio,
100mcg per 2 pastiglie e lo sto prendendo su base regolare da qualche
giorno.
Comunque approfondendo la ricerca sulle cose naturali per gli
ipotiroidei le prime cose da fare sono Iodio e Vitamina D, queste due cose
potrebbero già fare molto.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#13
Si lo iodio è fondamentale.

Per quanto riguarda la vitamina D ho i miei dubbi.

E' noto che i pazienti con ipotiroidismo hanno livelli di vitamina D molto ridotti (parlo della 25OH) quindi si è ipotizzato che la supplementazione potesse aiutarli in quale modo. In realtà è il contrario: ovvero l'ipotiroidismo causa ridotti livelli di vitamina D, si è dimostrato che la deficienza di vitamina D scompariva una volta curata la tiroide.

La 25OH (il precursore della forma attiva) è ridotta poichè viene aumentata la conversione periferica nella forma attiva 1,25OH che in genere è in eccesso. Questo è un pattern osservato in molte malattie infiammatorie e autoimmuni e i meccanismi per cui avviene non sono chiari, si pensa sia un modo per attivare il recettore della vitamina D (VDR) in modo da aumentare la trascrizione di peptidi antimicrobiotici.

Certamente chi ha problemi della tiroide di origine autoimmune ha giovamenti (almeno a breve termine) poichè aumentando il rapporto 25OH/1,25OH si un effetto immunosoppressivo.
Ci sono report in letteratura che mostrano che la vitamina D può essere un antagonista degli ormoni tiroidei (infatti molte persone una volta iniziata la supplementazione hanno visto aumentare i loro valori di TSH senza un cambiamento del T3 e T4).
Quindi le persone con ipertiroidismo potrebbero trarne beneficio.
Cita messaggio
#14

Allora, mi ha detto che sto nei limiti... di non fare niente..e di rifare
le analisi fra qualche mese..che può dipendere da tante cose un innalzamento del
valore,anche da integratori come la carnitina...poi m'ha detto: ti vedo
muscoloso,dì la verità, con un testosterone così qualche porcheria la
prendi!
Mi son messo a ridere sennò ce lo mandavo a quel paese...
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#15
(24-09-2011, 03:54 PM)Carter07 Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Si è meglio sentire il medico e fare altri accertamenti.

Hai
temperature basse durante la giornata o di mattina appena alzato?
A quanto
arrivano?

Quando non c'erano ancora i test per la tiroide certi medici
per valutare la funzionalità tiroidea facevano misurare la temperatura corporea
di mattina presto (prima delle 7:00 di mattina) con un termometro di
mercurio.
Se vuoi provare devi misurarla senza alzarti dal letto (metti il
termometro vicino al letto) appena sveglio e senza stiracchiarti, tieni il
termometro sotto il braccio per 10 minuti poi controlla la
temperatura.
Temperature sotto i 36.5 gradi in genere sono indicative di
ipotiroidismo.

Il testosterone nei controlli precedenti è sempre stato
alto?
Io l'ho sempre avuto medio-basso ma da quando ho cominciato ad
allenarmi si è normalizzato.
Ho appreso che la misura corretta è questa:
Mattina dalle 7 alle 8, temperatura tra i 36,2 e i 36,4

Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  [TIROIDE - ipotiroidismo] Tropico 293 120,622 20-02-2017, 01:08 AM
Ultimo messaggio: Tropico
  tiroide rational 5 934 08-08-2015, 02:47 PM
Ultimo messaggio: nataku
  E se l'infiammazione divenisse silente in funzione del grasso adiposo? salvio 1 1,053 27-09-2011, 03:22 PM
Ultimo messaggio: Pondle

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)