Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Marasma e Kwarshiorkor
#1
Marasma e kwarshiorkor

Marasma e kwashiorkor sono due patologie di tipo metabolico associate alla malnutrizione.

Nello specifico per marasma si intende uno stato di malnutrizione da deficit calorico, nel quale l’organismo cerca di compensare questa condizione attingendo l’energia da se stesso: quindi vengono spesso digeriti a fini energetici il tessuto adiposo, ma anche la massa muscolare. Questo provoca un forte dimagrimento del soggetto, che vede ridotto oltre che il proprio peso, anche il metabolismo basale. Il marasma è la forma di malnutrizione associabile all’anoressia nervosa.

Il kwashiorkor invece è una forma ancora più grave rispetto al marasma, in quanto, oltre che ad un deficit energetico cronico, è presente anche un deficit cronico proteico. In questa condizione l’azione compensativa dell’organismo è ancora più estesa, per cui, oltre che al tessuto adiposo e alla massa muscolare, vengono riciclate a fini energetici anche le proteine viscerali.

La principale conseguenza di questo processo è l’instaurarsi di una forma di edema (accumulo di liquidi negli spazi interstiziali dell’organismo), con conseguente rigonfiamento addominale pronunciato, tipico del kwashiorkor. Negli ultimi tempi si sta evidenziando il fatto che tale fenomeno può essere accentuato, oltre che dal deficit proteico, anche da carenze di micronutrienti (specialmente antiossidanti).

Come è facile intuire queste due patologie sono molto frequenti nei paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, specialmente, purtroppo, nell’età infantile, con conseguente ritardo della crescita. In tal caso, il trattamento nutrizionale, ovviamente, è associato alla speranza di intraprendere uno stile di vita almeno dignitoso.

Nel nostro paese il problema della malnutrizione (si parla per lo più del marasma), è associato soprattutto alle persone anziane (con problemi nell’assunzione del cibo o che assumono determinati farmaci) e ai disturbi del comportamento alimentare (anoressia). E’ piuttosto rischioso parlare in questi casi di possibili trattamenti dietoterapici, in quanto bisogna principalmente adeguarsi al caso specifico, ed inoltre occorre considerare gli effetti che un trattamento nutrizionale non adeguato potrebbe scatenare in un organismo già molto debilitato. In molti casi si ricorre al trattamento enterale o parenterale (endovena); quasi sempre si prescrivono integratori alimentari per contrastare i deficit di micro e macro nutrienti.

Ovviamente queste problematiche sono di difficile gestione, ed oltre che rivolgersi a personale e strutture adeguate, si consiglia di valutare non solo l’aspetto nutrizionale, ma anche quelli psico-sociali che queste patologie comportano. "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#2
Brutti ricordi del periodo ehretista....

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)