Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Pericolosità delle diete a zero carboidrati?
#1
Prendendo spunto dal sito che Gabriel aveva posta sulla perfect diet ho
trovato questo:

"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Cita messaggio
#2
Citazione:salvio ha scritto:Prendendo spunto dal sito che Gabriel aveva
posta sulla perfect diet ho trovato
questo:

[url=http://perfecthealthdiet.com/?p=1032
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "][/url]

intendi
anche senza verdura?[/quote]
Cita messaggio
#3
Ragazzi cercate di spiegare un attimo.
Io ultimamente sono molto stretto
coi carbo, specie con le fibre che Dio ha voluto scoprissi che erano le
colpevoli del 90% dei miei problemi di evacuazione.
Passo giorni interi senza
mangiare carbo, solo proteine e grassi, perchè sto meglio.
Dovrei
preoccuparmi?
Al limite quali verdure (visto che per carbo intendete frutta e
verdura giusto?) si potrebbero introdurre?
Cita messaggio
#4
io personalmente sto facendo un pasto serale con patate riso e grassi come il mascarpone o anche na chicca che ho trovato al lidl ovvero gorgonzola più mascarpone che mi consente di mangiare poche proteine del latte. Lo faccio a giorni alterni.

Devo dire che va meglio.

Avevo supposto già da tempo che chi è magrolino, ha poche riservesia di grassi che di carboidrati e può seriamente incorrere in aumenti record della cortisolemia.

In effetti con quel pasto a base di carbo ad alto ig che faccio e di grassi fortemente saturi, abbatto di netto rischi di ipercortisolemie.

Onestamente senza il contribbuto di Vittorio alias muso, non ci sarei mai arrivato.

Mi aveva raccontanto che stranamente gli tornava la dermatite quando mangaiva troppopoco e che gli scompariva se mangiava patate o riso bianco.

La mia supposizione è che la metabolica per un magrolino debba implicare almeno un tot di carboidrati giornalieri, visto che essendo notoriamente soggetti molto dinamici tendono a consumare tantissimo glucosio e il non averne può risultatre disastroso, anche perchè con poco grasso corporeo la chetosi come la fai?

Non a caso negli anni addietro avevo notato che una dieta bassa in cal e con pochi carbo funzionava in inverno quando stavo 3-4 giorni continui a casa e in estate.

Ciampolini non ha calcolato che le riserve di glicogeno so limitate, ma che lo stesso è importanteissimo per uno molto magro, ecco perchè mantenere il bilancio dinamico può essere insufficiente per mantenere uno stato di salute ottimale e può paradossalmente nei magri portare ad aumenti di glicemia dovuta alla cortisolemia alta.

Arthur prova a periodizzare, abbassando un pò le calorie un giorno mangiando circa un 100 grammi di carbo provenienti da frutta e poi facendo il giorno successivo l'ultimo pasto serale con patate e riso condendo abbondantemente con burro o altro grasso, vedi come va.

Purtroppo i magrolini hano un range stretto entro il quale la privazione fa aumentare subito il cortisolo e la tiroide può sostenere aumenti metabolici bruciando il tutto in calore, o vanno facilmente in ipercortisolemia o in iperinsulinemia.

Il bilancio energetico è un primo passo, ma a situazioni dinamiche, uno deve introdurre variazioni dinamiche.

Se uno sta fermo tutto il giorno avrà bisogno di pochi carbo, e più garssi ma poche calorie; se si muove ed è fortemente sotto stress più carbo, e più calorie; l'alternanza determinerà sensibilità a insulina e mancato aumento delal cortisolemia.
Cita messaggio
#5
Ma non eri entusiasta della macrobiotica o sbaglio???

La natura non fa nulla di inutile.
Cita messaggio
#6
Io penso che se inserissi un paio di fette di pane integrale a colazione
cena non ti farebbero male.
Io ora compro una filetta da 1kg integrale che mi
basta per tutta la settimana.
Naturalmente lievitata con pasta acida.
Per
3/4 mesi l'ho fatto io ma ora ho trovato un fornaio di fiducia.
Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

Popeye the sailor man
Cita messaggio
#7
se sei sottopeso non aumenterai mai se non aumenti i carbo.
Al limite,
se non vuoi amidi, prova abbondando di miele, anche se non ho idea di che
effetto potrebbe fare
Cita messaggio
#8
Si concordo, sto facendo delle prove come avevamo concordato io e muso in pvt e in effetti mi sono reso conto che se uno mantiene il bilancio senza carbo e fa delle ricariche di tanto in tanto anche andando fuori bilancio le cose migliorano e non di poco.

Comunque se può essere utile l'unico riso che al momento sembro tollerare perfettamente è il basmati.

Voglio provare a fare attività aerobica leggera nei giorni paleo e a fare attività di potenza nei giorni non paleo quando la sera faccio sta mega ricarica.

La nostra dieta comunque è metabolica, ma come ben disse Di Pasquale per il 90% della popolazione si traduce in un bassissimo apporto di carboidrati noi siamo l'altro 10%.

Come vi accorgete se è troppo bassa in carboidrati?

- Irritabilità

- stipsi

- infiammazioni (attenzione questo è un sintomo subdolo perchè finchè la cortisolemia può aumentare potrebbe sembrare che va tutto bene)

- stanchezza

- freddo eccessivo

Io vi propongo di tenere 100 grammi di carbo nei giorni paleo, mangiando molti grassi e una buona quota di proteine (male che vada che vi sottoalimentate gli amminoacidi nel sangue tamponeranno la cortisolemia) per poi fare una giornata in cui due pasti so paleo ma la cena è stracarica di carboidrati ad alta densità come patate o riso basmati, con una buona dose di condimento grasso l'indice glicemico si stabilizza su valori medio-alti.

Se vi rendete conto di non aver fame seguendo sto schema, vuol dire che state assumento troppe calorie, potete quindi provare ad aumentare i giorni di paleo per poi fare la ricarica il terzo o il quarto giorno.

Create una disimmetria sempre tra il giorno che caricate e quelli che siete in paleo.

Così eviterete spiacevoli cadute di capelli, infatti se mangiate tantissimi grassi il testosterone totale cresce, ma con pochi carboidrati e poche calorie (poche relative a quello che fate, se non fate un cazzo provate con 1500 kcal ma se dovete andarvene in giro magari al freddo arrivate pure a 1800 o oltre, dovete tenere l'omeostatica del corpo stabile ed evitargli di fare dei casini per compensare). Quando poi ricaricherete sarete arrivati talmente scarichi di glucosio o comunque abbastanza scarichi da assorbire quell'amido velocemente (se ci mettete na sessione di potenza secondo me prima di questa cena male non fate, se proprio vi dovete aiutare asumete del malto prima e/o dopo allenamento). In questa fase potete anche arrivare a 2400 o oltre calorie, principalmente da carbo e grassi, tanto le proteine se non avete fatto errori nei giorni di paleo, mangiando poco stanno ancora là, tranquilli che appena arriva l'insulina le porta subito ai muscoli con il glucosio.

Per esperienza vi posso dire che in estate e quando stavo tanti giorni a casa riuscivo a seguire la paleo per questo, ma appena ci sono delle perturbazioni fisiche senza i carboidrati so dolori di pancia, e vittorio è stato il primo ad accorgersene.

Provate e vedete come va.

Lasciate perdere percentuali calorie e quant'altro, fidatevi delle vostre sensazioni, vedrete che vi guideranno bene, con me l'hanno fatto ed ho capito che senza ricariche a giorni alterni manco al cesso andavo, scusate la finezza...
Cita messaggio
#9
@onelove: macro abbandonata, magari poteva essere anche giusta, ma sarei diventato un asceta, non me la sentivo, davvero troppo impegnativo come percorso di vita.

@giani: cerco ultimamente di eliminare il più possibile il glutine...

@Muso: sto cambiando dieta infatti, leggi sotto.

Allora, ho introdotto riso basmati e mais (polenta, pasta di mais) e gallette di riso o di mais (lo so che fanno male, ma ho fame e non voglio metter dentro glutine).
Praticamente a colazione gallette con prosciutto dolce o miele, marmellata ultra bio o tonno in scatola buono (asdomar).
Pranzo: riso basmati o mais (polenta, pasta) + carne o pesce
Cena: carne o pesce
Prima di andare a letto: gallette con miele o marmellata o addirittura cioccolata fondente 90% lindt (per sgarro raramente, l'umore ringrazia), non riesco a dormire con la fame, le gallette mi salvano la vita, la frutta secca la sto abbandonando totalmente.

Ho scoperto poi, udite udite, che le bevande d'orzo o di cereali hanno un effetto straordinario sulla mia libido, stentavo a crederci ma è cosi, praticamente una bomba (la uso solo la sera di solito, una tazza d'orzo ultrabio o bevanda di cereali sempre ultrabio dei macriobiotici). Wow!

Poi assumo da 3 giorni, dopo la colazione, tutti i giorni un cucchiaio olio di fegato di merluzzo (non prima che ho paura che a secco mi faccia esplodere l'intestino). Per ora tutto bene, spero di non esagerare e che magari fluidifichi le feci.

Poi prendo da un mese due buste di enterolactis duo.

Vi dico questa: son stato 3 giorni fuori e per non rischiare di star male ho mangiato per i tre pasti solo carne e olio d'oliva, niente altro: intestino quasi perfetto La cosa mi ha fatto molto pensare.
Ovvio purtroppo libido a zero e depressione cosmica.

Beh tornando a noi, ecco, forse tutti i giorni mais e riso a pranzo son troppi, dovrei fare uno si e uno no... Uso questi perchè non hanno glutine.
Faccio anche un po' di sport (pesi e corsa 2-3 volte a settimana).
Comunque caro Muso mangiando sti amidi son riuscito un pochino a metter su peso, purtroppo è aumentato di molto il volume delle feci, con qualche casino conseguente.

Poi ho scoperto anche questo tizio qua: Konstantin Monastyrsky "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " - in pratica da quel che ho capito è un genio che ha consigliato diverse cose per chi ha casini grossi con intestino/colon, tra cui limitare tantissimo le verdure e le fibre (il contrario di quello che ti dicono), beh io quei tre giorni l'ho fatto ed è andata alla grande.
Ora mangio 50 grammi di insalata verde a pranzo e cena (qualche volta spinaci) che ho letto sono le verdure con meno fibre in assoluto, niente altro (ogni tanto la mattina l'ananas al massimo).

Ah, ho mangaito per diverse mattine un bel pezzo di burro bio, specie prima di fare una corsetta, oggi son stato a farmi le analisi così per sfizio in farmacia, il risultato è che per la prima volta in vita mia HO IL COLESTEROLO: 220 su max 200!!! Quindi elimino burro e tutti i latticini dalla mia dieta.

Ogni vostro commento è ben accetto!
Cita messaggio
#10
Citazione:Io vi propongo di tenere 100 grammi di carbo nei giorni paleo, mangiando
molti grassi e una buona quota di proteine (male che vada che vi sottoalimentate
gli amminoacidi nel sangue tamponeranno la cortisolemia) per poi fare una
giornata in cui due pasti so paleo ma la cena è stracarica di carboidrati ad
alta densità come patate o riso basmati, con una buona dose di condimento grasso
l'indice glicemico si stabilizza su valori
medio-alti.
ma perchè la sera salvio? e poi dici
che l indice glicemico si stabilizza su valori medio alti..ma non diminuise l
indice glicemico se vengono associati i grassi ai carbo?


Citazione:Prima di andare a letto: gallette con miele o
marmellata
Arthur ok che i carboidrati ti fanno
dormire meglio per via della serotonina però non penso che sia una gran trovata
mangiare prima di andare a dormire e men che meno gallette di riso con la
marmellata
Cita messaggio
#11
Ragà io lo faccio la sera perchè sono sicuro di aver svuotato le riserve
glicemiche e comunque vedo che mi aiuta tantissimo anche per il giorno
dopo.
Si va bè ma del riso bianco ha comunque un indice ababstanza alto, anche sei
grassi lo abbassano e non di poco...
Cita messaggio
#12

Non riesci a dormire con la fame, normalissimo perchè aumenta lo stato di
allerta e vigilanza, è fisiologico, ancestrale comportamento ereditato da
milioni di anni, ma fare dei pasti così iperglucidi per dormire allora hai
qualcosa che non va, la notte non è fatta per stare a super panza piena, poi con
le gallette che hanno un indice glicemico allucinante,in più ci aggiungi
marmellata o miele..roba da pasto post workout!
Il GH che ti rigenera, lo
spazzi via con quelle impennate insuliniche.
Alla notte è meglio assecondare
il picco di GH, e se mangi prima di andare a dormire..soprattutto con dei bagni
di insulina..lo quasi annienti.
Se proprio vuoi quel piacevole effetto della
serotonina puoi prendere dei precursori, tipo triptofano,melatonina...
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#13
Grazie per le risposte!

Lo so che sbaglio a mangiare gallette, ma
addormentarsi con la fame non è bello, non riesco proprio a prender sonno con
quel buco nello stomaco, mica mi posso mettere a cucinare la carne all'una di
notte. Dovrò trovare un altro sistema per saziarmi... Forse è meglio comunque le
gallette di mais rispetto a quelle di riso?


Ho ripreso stamattina le
analisi del sangue, ho dei valori leggermente fuori norma:

ematocrito
35,7 (37-49)
Globuli rossi 4.200.00 (4.500 - 5.800)
Emoglobina 12,7 (13
-17)
Neutrofili 32,1 (40-75)
Basofili 1,1 (Fino a 1)
Linfociti 56,7
(20-45)

Per il resto tutto ok: ves, biochimica, assetto lipidico (qui c'è
il colesterolo 220 su max 200, fortuna che "mangia grasso e vivi bene"-->
burro), funzionalità epatica, elettroliti ematici, immunologia (proteina
c-reattiva).

Scartabellando su internet dovrebbe trattarsi di un po'
d'anemia, ma come puo' essere se da 3 mesi mi mangio almeno mezzokilo di carne
rossa al giorno?
Se l'anemia ha questi sintomi: stanchezza, pallore,
cardiopalmo allora ce l'ho sicuro.

Considerando che neutrofili e basofili
possono variare anche durante il giorno e comunque c'è da preoccuparsi quando i
valori sono davvero molto sballati, le mie analisi denotano assenza di
infiammazioni in corso: la proteina c reattiva è nella norma, la ves anche, i
globuli bianchi anche.
Per un malato di crohn come me, ossia con stato
infiammatorio cronico dell'intestino, non mi sembra male, o almeno
credo.

Che ne pensate?
Cita messaggio
#14
Dubito che la proteina C-reattiva sia nel range ottimale. Precisamente mi
dici il valore?

Queste analisi denotano un sistema immunitario fortemente
indebolito dalla mancanza di carboidrati.

E' falso che l'anemia deriva
sempre da una carenza di ferritina, mangiando poco rallentano tutte le funzioni
vitali del tuo organismo e quindi anche la produzione di globuli rossi, il
pallore e la stanchezza sono il minimo che puoi aspettarti.

Il
colesterolo alto non dipende dai grassi saturi ma dalla mancanza di carboidrati,
come dice Salvio il corpo in stato di emergenza cerca di mandare in circolo più
substrati energetici possibili.
Poi più che altro sarebbe sensato sapere
l'HDL e LDL.
Cita messaggio
#15
quoto carter in tutto, analisi impeccabile, ematocrito basso, globuli
bassi...forte situazione di stress.
Colesterolo sballato e altri sintomi
tipici da denutrizione, a soggetti denutriti sono risultati alti livelli di
acidi grassi nel sangue in svariati test, ovvio, il corpo fa quel che può per
mantenere le funzioni, secondo me poteva essere utile anche vedere i
chetoni.
Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  sostenibilità delle diete basate su prodotti animali. salvio 2 1,077 20-12-2011, 01:17 AM
Ultimo messaggio: Tropico
  Pericolosità dei cereali (e probabile bontà della scd) Muso 4 1,772 22-09-2011, 12:02 PM
Ultimo messaggio: Tropico

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)