• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    [RADIAZIONI] Fukushima un anno dopo
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #1
    [RADIAZIONI] Fukushima un anno dopo
    Mi sono imbattuto in uno studio sulla contaminazione dei radionuclidi fuoriusciti dal reattore danneggiato a seguito del terremoto.

    Qui c'è un report in pdf "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    [Immagine: fukushimaradioactivity.jpg]
    Fig. 1. Particelle nello spazio il 20 marzo 2011 alle 12:00 UTC (in alto) e il 27 marzo 2011 alle 18:00 UTC (in basso); le sfumature di rosso indicano particelle nello strato inferiore, fino a 3 km . Quelle nere/blu scuro indicano lo strato medio fino a 6 km di altezza; il blu chiaro indica lo strato superiore ; si sono simulate le traiettorie usando il modello di dispersione Lagrangian (il periodo di rilascio delle particelle è stato il 12 marzo 2011).

    In addition to 131I and 137Cs, traces of other radionuclides were detected in the aerosol filters as well.
    Their concentrations in the most active sample collected on 3-4 April 2011 14:00e06:50 UTC were:

    132I e 0.12 +/- 0.01 mBq/m3
    132Te e 0.13 +/- 0.01 mBq/m3
    129Te e 0.40 +/- 0.04 mBq/m3
    129mTe e0.75 +/- 0.25 mBq/m3
    136Cs e 0.080 +/- 0.0080mBq/m3

    [...]
    Large collected air volumes allowed us to determine for the first time in Europe the activity ratio and concentration of Fukushima derived 238Pu and 239,240Pu isotopes. Approximately twice higher Pu activity concentration as expected, and 238Pu/239,240Pu ratio not typical either for global fallout or the Chernobyl accident was found in the integrated aerosol sample."Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    ------

    In altro documento "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " il CRIIRAD, ha detto di aver rilevato iodio radioattivo 131 nell’acqua piovana del sud-est della Francia.
    In un test parallelo l’Istituto Francese per la Protezione da Radiazione e Sicurezza Nucleare (IRSN), ovvero l’istituzione pubblica che fa monitoraggio dei rischi nucleari e da radiazioni, ha trovato lo iodio 131 nel latte. In tempi normali, non si dovrebbe riscontrare iodio 131 in acqua piovana e latte.
    Con il modello di dispersione radioattiva visibile in questo "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " ci si rende conto dal CRIIRAD che le sue informazioni non sono applicabili solo alla Francia, ma anche ad altri Paesi europei, poichè il livello di contaminazione dell’aria al momento è lo stesso in Belgio, Germania,Italia e Svizzera. Tratto da qui "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    09-03-2012 05:05 PM
    www Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #2
    RE: Fukushima un anno dopo
    Infatti si vede che a parecchi le radiazioni hanno dato alla testa...
    10-03-2012 03:26 AM
    Cerca Quota
    biker40 Offline
    Banned

    552
    Messaggio: #3
    RE: Fukushima un anno dopo
    In azienda mi hanno fornito di un apparecchio che misura le radiazioni.
    Mi sono divertito a fare misurazioni su tanti oggetti. Incredibilmente mi sono risultati lievemente radioattive le casse del mio stereo che avranno 30-40 anni.
    Poi alcuni oggetti provenienti dalla Cina che mia moglie si diverte a comprare.
    Ho misurato su tutti i cibi senza risultati di rilievo.
    Saluti.
    12-03-2012 03:46 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #4
    RE: Fukushima un anno dopo
    Dopo Fukushima, le farfalle non hanno più le ali
    I risultati dello studio di un'équipe giapponese sulle Zizeeria: anomalie genetiche e fisiologiche dopo le radiazioni

    MILANO - Prima le ali erano grandi, tonde e ampie. Ora sembrano accartocciate. Come se qualcuno le avesse rinchiuse in un pugno. Un pugno radioattivo che di generazione in generazione fa crescere i casi di malformazioni genetiche. Vittime accertate, per ora, sono le farfalle. Quelle che vivevano a poca distanza dalla centrale nucleare di Fukushima Dai-Ichi, teatro dell'incidente avvenuto il 12 marzo 2011.
    [Immagine: Severe_m--140x180.JPG?v=20120814124543]
    LO STUDIO - L'esperimento è stato realizzato da alcuni studiosi giapponesi che hanno scoperto come le radiazioni subite dalle farfalle catturate nell'area vicino alla centrale abbiano causato loro danni fisiologici e genetici. Le Zizeeria maha blu, molto comuni in Giappone, hanno avuto malformazioni sulle ali, sugli occhi, sulle zampe, sulle antenne. Non solo. Le anomalie aumentano di generazione in generazione. «Nel maggio 2011 - scrivono gli studiosi giapponesi autori dell'esperimento poi pubblicato sulla rivista online Scientific Reports - abbiamo raccolto 144 esemplari, maschi e femmine, nelle aree colpite dalle radiazioni: a prima vista sembravano tutte normali, ma su alcune Zizeeria già si notavano alcune lievi anomalie».
    [Immagine: ansa2--180x140.JPG?v=20120814124543]
    ATTRAVERSO LE GENERAZIONI - I «difetti» aumentano nella seconda generazione: il 18 per cento delle farfalle blu nate da quelle del maggio 2011 (che nel marzo, all'epoca dell'esplosione nucleare erano appena delle larve) ha malformazioni simili ma più evidenti, spiega Joji Otaki, studioso all'Università Ryukyu di Okinawa. La percentuale sale al 34% per la terza generazione. Sei mesi dopo il disastro, un nuovo lotto di esemplari viene portato in laboratorio: le anomalie questa volta sono nel 52% dei casi. Questo significa, dicono gli studiosi, che «le radiazioni hanno danneggiato i geni delle farfalle».

    «SERVE PRECAUZIONE» - Ma gli scienziati frenano e sottolineano come questi risultati vadano presi con precauzione e che gli effetti analizzati al momento possano essere rilevati solo sulle Zizeeria. Ma c'è da dire che le farfalle in genere sono considerate degli utili indicatori ambientali. E in particolare le Zizeeria, che fanno parte della famiglia dei Licenidi e che a causa delle loro ali colorate sono più sensibili ai cambiamenti ambientali.

    Claudia Voltattorni
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    03-09-2012 12:40 AM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #5
    RE: Fukushima un anno dopo
    Il pesce più radioattivo di sempre da Fukushima
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    Quasi due anni dopo il terribile disastro nucleare si è verificato, un pesce catturato nei pressi di Fukushima il Venerdì 18 gennaio ha avuto un record del livello di contaminazione radioattiva 2500x il limite legale. TEPCO misurata a 'Mike the Murasoi' a 254.000 becquerel per chilogrammo (con il limite per frutti di mare commestibile a 100 becquerel).

    Come Le relazioni Monde , il precedente record (catturato il 21 agosto 2012) è stato un semplice 25.800 becquerel / kg. Come ulteriori precauzioni, TEPCO è l'installazione di nuove reti 20 chilometri intorno al sito di Fukushima Daichi per evitare di specie ittiche altamente contaminato gettig troppo e di essere consumati da altre specie. Mentre la famiglia di Mike sono sconvolta dubbio (a lui di essere preso e di essere così radioattivo), appare (un po 'deludente) che non vi è nessun occhio apparente terzo, pinne lazer, gambe o altre' atteso '' blinky 'malformazioni.

    [Immagine: mike.jpg]
    [Immagine: Blinky.gif]

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    29-01-2013 04:12 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #6
    RE: Fukushima un anno dopo
    Studio rivela l'impatto della catastrofe di Fukushima su piante e animali
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    traduzione automatica

    In data 11 marzo 2011, il Fukushima Daiichi centrale nucleare ha subito un guasto catastrofico che ha provocato il crollo di 3 di 6 reattori nucleari della centrale. L'evento è stato attivato quando uno tsunami ha colpito la zona, che era all'indomani di una magnitudo 9,0 terremoto. L'impianto ha iniziato fuoriuscita di grandi quantità di materiale radioattivo il giorno dopo l'evento, che lascerà cicatrici duraturi sull'ambiente per gli anni a venire.

    A differenza del famigerato 1986 disastro di Chernobyl, dove gravi ritardi hanno comportato notevoli lacune nei dati di impatto su entrambi esseri umani e le specie non umane, gli scienziati hanno iniziato la raccolta di informazioni biologiche pochi mesi dopo la catastrofe di Fukushima. I ricercatori speravano di raccogliere informazioni sui risultati genetici a lungo termine di diversi livelli di esposizione alle radiazioni e anche di individuare strategie per valutare gli effetti biologici delle radiazioni ionizzanti complessivi. Ora, in una serie di articoli pubblicati nel Journal of Heredity , gli scienziati stanno iniziando a rivelare gli effetti dannosi su diversi organismi non umani.

    Per uno dei giornali, i ricercatori hanno cercato di esaminare i cambiamenti demografici negli uccelli, farfalle e varie specie di insetti e quindi confrontare queste informazioni con i dati precedenti ottenuti dal disastro di Chernobyl. Mentre sono stati condotti un numero limitato di studi, è evidente che tutti gli animali indagati lamentava dimensioni ridotte di popolazione in Chernobyl Exclusion Zone. Allo stesso modo, uccelli, farfalle e cicale popolazione sperimentato declina in Fukushima a seguito di esposizione alle radiazioni. Tuttavia, altri gruppi come libellule e api non sembrano essere colpiti. Inoltre, hanno anche osservato gli effetti morfologici su alcune specie come le piume anomali rondini.

    Il secondo studio è concentrato sul prato azzurro farfalla che è la farfalla più comune in Giappone. Hanno scoperto che questa specie ha subito una riduzione delle dimensioni forewing, ritardo della crescita e alta mortalità e tassi di anomalia. Tuttavia, i loro risultati anche accennato al fatto che le farfalle di Fukushima stavano evolvendo resistenza alle radiazioni.

    La finale studio ha esaminato gli effetti delle radiazioni gamma su piantine di riso sani in un settore altamente contaminato vicino alla pianta. In soli tre giorni, l'analisi della sequenza del DNA ha rivelato vari cambiamenti, come l'attivazione di meccanismi di riparazione del DNA. Inoltre, le risposte allo stress sono stati innescati che ha portato l'induzione di geni coinvolti nella morte cellulare.

    Il messaggio da recepire da questo lavoro è che il monitoraggio precoce e costante è fondamentale per comprendere l'impatto a lungo termine di esposizione alle radiazioni nei siti di rilascio accidentale. "Analisi dettagliate di effetti genetici a popolazioni naturali in grado di fornire le informazioni necessarie per prevedere i tempi di recupero per le comunità selvatici di Fukushima così come altri siti di incidenti nucleari futuri", ha detto il ricercatore Dr. Timothy Mousseau in un news-rilascio . "Vi è un urgente bisogno di maggiori investimenti nella ricerca scientifica di base degli animali selvatici e piante di Fukushima."

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    16-08-2014 06:03 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #7
    RE: [RADIAZIONI] Fukushima un anno dopo
    Cinghiali radioattivi vagano per le foreste della Germania
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Il 26 aprile 1986, la centrale nucleare di Chernobyl in Ucraina, esplose ( due volte ), vomitando una quantità immensa di radiazioni -almeno il 5% del nocciolo del reattore- nell'atmosfera. Due operai sono morti nella notte dell'incidente, e ulteriori 28 sono morti per avvelenamento da radiazioni acuta entro tre mesi dall'incidente. La radiazione diffusa su gran parte della Russia occidentale e in Europa ed è stata rilevata migliaia di chilometri di distanza dal sito, con conseguente impatto duraturo sulla salute e l'ambiente . 28 anni dopo, la radiazione salta ancora fuori in luoghi sorprendenti, anche nei cinghiali che vagano nelle foreste tedesche circa 700 chilometri da Chernobyl, secondo il Telegraph .

    Il cinghiale scava il terreno in cerca di cibo, come funghi e tartufi (non il tipo di cioccolato, il fungo molto costoso). Questo è probabilmente il motivo per cui questi animali sono così colpiti dal momento che la radiazione che travolto da Chernobyl contaminato un sacco di terreno. Inoltre, funghi e tartufi sono noti per immagazzinare le radiazioni, e molti che stanno crescendo nelle zone colpite sono anche pensato di essere inadatto al consumo umano.

    Carne di cinghiale è una prelibatezza tedesca, spesso servita in forma di salame, ma prima di sputare fuori il vostro hotdog di cinghiale -gli animali vengono testati prima di essere trasformati in prodotti alimentari. Le prove obbligatorie, che sono condotte dal governo dello stato della Sassonia, hanno rivelato che più di un cinghiale cacciato, su tre , sono inidonei al consumo umano a causa dei loro livelli di radiazioni.

    Il limite di sicurezza è stato fissato a 600 becquerel per chilogrammo-carcassa, qualsiasi animale trovati al di sopra di questo deve essere distrutto. In un solo anno, 297 dei 752 cinghiali esaminati in Sassonia hanno superato 600 Bq / kg. Alcuni sono stati addirittura trovati ad essere decine di volte sopra il limite, secondo il Telegraph. Tuttavia, il limite è piuttosto basso, quindi non c'è alcuna necessità di panico.

    Purtroppo per la Germania, la radiazione non è sola dannosa per le scorte di premiate salsicce. Molti cacciatori vendono il cinghiale come gioco, in modo che il governo tedesco deve pagare un risarcimento ai cacciatori i cui animali devono essere distrutti. Dati gli attuali livelli di radiazioni che vengono rilevati, gli esperti prevedono che il problema probabilmente non si risolverà per qualche tempo e potrebbe impiegare altri 50 anni prima che il cinghiale torni a livelli normali di radiazioni.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    05-09-2014 11:38 AM
    www Cerca Quota
    nataku Offline
    Consapevole
    *****

    2,380

    7
    Messaggio: #8
    RE: [RADIAZIONI] Fukushima un anno dopo
    altro che cinghiale...
    siamo tutti radioattivi ormai...
    tra cernobyl fukushima e tutto cio che nn sappiamo sia sepolto qua in italia...
    05-09-2014 11:48 AM
    Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.