Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ray Peat su trauma
#1
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

Fantastico ! Che profondita' di pensiero, che filosofo ! :D
Cita messaggio
#2
Di spessore...
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#3
io resto dell'opinione che la psicoterapia, fatta bene, possa aiutare a cambiare quella prospettiva. Una buona nutrizione o meglio uno stile di vita sano aiuta il corpo a star bene. Le due cose possono andare assieme, non dimentichiamoci che abbiamo un mondo interiore con cui fare i conti, sempre.
Cita messaggio
#4
penso che gli stessi soldi spesi per un massaggio con l'happy ending siano meglio spesi ! i psicologi non li gradisco proprio ! e' una pseudoscienza !
Cita messaggio
#5
A volte anche una semplice valvola di sfogo va bene e la psicoterapia può assolvere tale compito, ne abbiamo già parlato qui comunque "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#6
L'infanzia è probabilmente il periodo della vita di un uomo più importante, nel quale costruisci la corazza che poi ti servirà ad affrontare la vita adulta. La solidità della corazza è direttamente proporzionale all'amore ricevuto, non solo in termini di quantità ma di qualità. Al contrario ti ritrovi a vent'anni nudo di fronte al mondo. La psicoterapia può essere utile, non sempre, a ricreare quella corazza. Non è uno "sfogatoio" è un viaggio, un viaggio interiore.
Cita messaggio
#7
Sì lo è, è un viaggio ripercorrendo alcune tappe, ma dall'essere consapevole di un fenomeno e a risolverlo se limitante ce ne passa, non è che puoi fare psicoterapia tipo stampella per decenni...
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#8
(13-10-2015, 12:47 PM)Luca40 Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "La solidità della corazza è direttamente proporzionale all'amore ricevuto, non solo in termini di quantità ma di qualità.

io penso sia l'esatto contrario, troppo amore da piccolo ti rende ingenuo e "dipendente"
ci vuole il giusto equilibrio
e su peat nn sono daccordo... alcune cose nn si dimenticano mai...
Cita messaggio
#9
Esiste il troppo amore?
Confondi con la troppa protezione, comunque fino all'età di 6 anni circa il bambino ha bisogno di tutto l'amore / protezione possibile affinché sia sicuro di sé stesso per affrontare le avversità future.
Questo non vuol dire risolvergli tutti i problemi, se il genitore interviene sempre dopo i 6 anni allora sì che poi diviene dipendente e non subentrerà mai nella fase adulta, rimanendo un eterno bambino bisognoso che non sa badare a sé.
Ad ogni modo non è che si dimenticano i traumi, ma se li si supera li si guarda in maniera diversa... credo.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#10
Secondo Fromm per un bambino l'ideale è avere due tipi di amore: quello materno (incondizionato) e quello paterno (condizionato al comportamento). Il primo amore è fondamentale nei primi anni di vita, aiuta a costruire la sicurezza in se stessi, se manca è un disastro. L'amore paterno diventa importante successivamente, il bambino deve imparare che l'amore va conquistato. In questo equilibrio si sviluppa, secondo Fromm, una personalità sana, da un lato la persona è sicura di meritare amore ma dall'altro è consapevole che i suoi comportamenti anche devono essere meritevoli d'amore. Quindi non insicurezza ma nemmeno tracotanza o stupido infantilismo.
Personalmente questo equilibrio l'ho visto poco, le famiglie spesso sono un disastro marito e moglie, nel migliore dei casi, dopo un po' di anni si sono indifferenti, spesso si detestano. Questo per me è semplicemente la conseguenza del fatto che il matrimonio è un atto culturale non naturale quindi essendo contro-natura ha scarse possibilità di una buona riuscita, presupporrebbe grandi capacità intellettuali che spesso mancano. In un futuro più o meno lontano probabilmente i matrimoni scompariranno e la procreazione avverrà in qualche laboratorio con standard decisi da un sistema burocratico, tutto ciò è deprimente ma forse meno deprimente dello stato attuale. Su Peat, lui non sostiene che i traumi o più semplicemente questi squilibri di personalità scompaiano, ma che con una buona salute fisica si possano mettere apposto, semplicemente perché si potrebbe avere la forza e la lucidità di metterli nella giusta prospettiva. Per me è troppo ottimista, magari lo è perché in salute Ammicco
Cita messaggio
#11
o xche non è sposato (nn mi sembra perlomeno che sia sposato) lol
Cita messaggio
#12
ha una compagna. cmq e' chiaro cosa ha detto, ha detto che rimangono in quella "stanza" ma stando in buona salute siamo capaci di guardarli come se fossero cose passate, senza interferire col presente od il futuro.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)