• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    Riscaldamento specifico
    Autore Messaggio
    Carter07 Offline
    Senior Member
    ****

    256

    0
    Messaggio: #1
    Riscaldamento specifico
    Prima di fare una serie allenante quante serie di riscaldamento fate e con che percentuale di carico?

    Finora non gli ho mai dato molta importanza poichè i carichi che uso sono ancora bassi ma meglio fare le cose per bene sin da subito.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-11-2011 08:54 AM da Carter07.)
    04-11-2011 08:52 AM
    Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,176

    Messaggio: #2
    RE: Riscaldamento specifico
    Ottimi questi consigli:
    Citazione:Il riscaldamento, inteso come periodo di preattivazione muscolo-scheletrica e cardiovascolare, ti permette di portare il corpo “ a temperatura” e a “lubrificare” le articolazioni; proprio come nella formula uno o nel Moto GP.
    L’obiettivo è quindi quello di aumentare la temperatura corporeo di qualche grado C° e mobilizzare le articolazioni che dovranno essere coinvolte nell’esercizio.
    In pratica, scegli ciò che ti pare: Treadmill, Bike, Elliptical,ecc… per un tempo che ti permetta di sentire il corpo caldo con dei battiti a circa il 60-65% della fcmax. camminare, corsetta, saltellini. Ciò che più si preferisce. In genere per questo si impiega dai 5 ai 10 minuti. Quindi andando in modo crescente e tranquilli.
    Per gli esercizi invece devi riproporre il gesto che si andrà a svolgere con più o meno il 50% del carico che si utilizzerà.
    Se generalmente si eseguono gi Squat con 80 kg, allora un paio di sets con 30-40 kg da una decina di ripetizioni dovrebbero bastare per prepararti.
    Non so dovrebbe commettere l’errore di riscaldarsi troppo, con il rischio di farlo diventare un vero e proprio allenamento che prende energia preziosa.
    Lo stretching non deve essere considerato riscaldamento, specie negli sport di forza come il B.B.
    Lo stretching dovrebbe trovare spazio nel defaticamento.
    Buon lavoro
    Saluti Antonio
    Fonte: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-11-2011 09:49 AM da fabietto.)
    04-11-2011 09:49 AM
    Cerca Quota
    OneLovePeace Offline
    Mountain Member
    *****

    1,423

    4
    Messaggio: #3
    RE: Riscaldamento specifico
    Se faccio squat con 70 kg inizio a scaldarmi con una serie da 20 rip a bilancere scarico, poi altre 20 rip con 30kg, 15 con 40kg, 10 con 50kg e 5 con 60kg.


    La natura non fa nulla di inutile.
    04-11-2011 10:02 AM
    Cerca Quota
    Eva Offline
    Consapevole
    *****

    2,141

    0
    Messaggio: #4
    RE: Riscaldamento specifico
    OT: il mio ginocchio fa male. Noto che di mattino fa malissimo. Dopo il tapis roulant e cammino fa meno male.

    Un riscaldamento quindi può essere anche curativo?
    04-11-2011 11:57 AM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,503
    Messaggio: #5
    RE: Riscaldamento specifico
    Io, probabilmente erroneamente, ho dedicato sempre poco al riscaldamento. Fino all'anno scorso facevo solo 8/10 min di tapis roulant e poi via coi carichi a pieno regime.
    Adesso mi riscaldo con i 5 tibetani, quando si superano le 10 ripetizioni a singolo esercizio inizia a riscaldarti quasi come una corsetta, ma mi sento più pronto a livello articolazioni.
    Dopodiché, sui carichi importanti nei fondamentali faccio prima una serie di 10/15 ripetizioni a bilanciere molto leggero, quasi scarico. Mi basta questo.
    Se stai lontano dal cedimento l'esecuzione rimane sempre perfetta e l'infortunio si riduce drasticamente. Sai quante volte col BIIO facendo lo squat a morire poi avevo dolore alla bassa schiena per via dell'esecuzione imbrogliata...

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    04-11-2011 02:50 PM
    www Cerca Quota
    fedex Offline
    Member
    ***

    224

    0
    Messaggio: #6
    RE: Riscaldamento specifico
    belli come riscaldamento i tibetani scaldano bene in profondità anche le articolazioni , in effetti fungono anche da blando stretching che prima di muovere i pesi può essere utile se non forzato
    04-11-2011 04:15 PM
    Cerca Quota
    OneLovePeace Offline
    Mountain Member
    *****

    1,423

    4
    Messaggio: #7
    RE: Riscaldamento specifico
    Molti interessante riscaldarsi facendo i 5 tibetani, proverò prima o poi, grazie per lo spunto!


    La natura non fa nulla di inutile.
    04-11-2011 06:20 PM
    Cerca Quota
    Carter07 Offline
    Senior Member
    ****

    256

    0
    Messaggio: #8
    RE: Riscaldamento specifico
    (04-11-2011 10:02 AM)OneLovePeace Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Se faccio squat con 70 kg inizio a scaldarmi con una serie da 20 rip a bilancere scarico, poi altre 20 rip con 30kg, 15 con 40kg, 10 con 50kg e 5 con 60kg.
    Mi sembra un approccio molto prudente il tuo, solo che secondo me diventa una battaglia contro l'acido lattico per via delle molte ripetizioni, pensi che questo riscaldamento diminuisca le prestazioni nelle serie allenanti?
    Quanto tempo fai passare tra ogni serie di riscaldamento?


    Grazie per il link fabietto.
    Tu come svolgi il riscaldamento?
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-11-2011 10:59 PM da Carter07.)
    04-11-2011 10:58 PM
    Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,176

    Messaggio: #9
    RE: Riscaldamento specifico
    Io faccio un 5/10 minuti di esercizi a corpo libero tipo: saltelli, corsetta sul posto, torsioni/piegamenti vari. Poi per squat, stacco, rematore e lento uso il 50% del peso allenante per circa 10 reps e poi carico direttamente un peso che mi permette di eseguire 8 reps. a cedimento e circa 10/12 reps. per il lento. Per le trazioni e parallele una serie di 6/8 reps con il solo peso corporeo per riscaldarmi, poi con un carico che mi permette di farne 8 a cedimento. Per gli esercizi con gli anelli solo riscaldamento con saltelli, corsetta, etc. - Come progressione, per esempio con lo stacco, faccio 8/6/4 reps con lo stesso peso - se la volta successiva riesco a farne 9 o 10 - la volta successiva, ancora, aumento il peso che mi permetterà di farne al massimo 8 reps, etc.

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-11-2011 11:17 PM da fabietto.)
    04-11-2011 11:15 PM
    Cerca Quota
    Muso Offline
    Consapevole
    *****

    1,194

    0
    Messaggio: #10
    RE: Riscaldamento specifico
    (04-11-2011 10:58 PM)Carter07 Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    (04-11-2011 10:02 AM)OneLovePeace Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Se faccio squat con 70 kg inizio a scaldarmi con una serie da 20 rip a bilancere scarico, poi altre 20 rip con 30kg, 15 con 40kg, 10 con 50kg e 5 con 60kg.
    Mi sembra un approccio molto prudente il tuo, solo che secondo me diventa una battaglia contro l'acido lattico per via delle molte ripetizioni, pensi che questo riscaldamento diminuisca le prestazioni nelle serie allenanti?
    Quanto tempo fai passare tra ogni serie di riscaldamento?


    Grazie per il link fabietto.
    Tu come svolgi il riscaldamento?

    sono daccordo carter, io non mi riscaldo come onelove proprio per non compromettere le serie allenanti. Una volta anch'io usavo quell'approccio.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 05-11-2011 11:41 AM da Muso.)
    05-11-2011 11:40 AM
    Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,176

    Messaggio: #11
    RE: Riscaldamento specifico
    Scusate se suona eresia. So che per quelli che hanno intrapreso la strada del PL (bersaglio sviluppo forza con effetto collaterale muscoli) discostandosi dall'approccio BB (bersaglio: estetica con effetto collaterale forza) è sicuramente infruttuoso...ma per un bodybuilder (con la fissa dell'estetica e del risparmio come sono io :asd: ) qualche serie di qualche esercizio di concentrazione eseguito intelligentemente a scopo pre-affaticante, prima di un esercizio allenante multiarticolare, è molto utile: si "risparmiano" dischi di ghisa arrivando a cedimento (o anche a buffer) con minor peso; ottenendo al contempo la stessa volumizzazione/risultato estetico muscolare che si otterrebbe con un peso maggiore. :ok:

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 05-11-2011 03:55 PM da fabietto.)
    05-11-2011 02:12 PM
    Cerca Quota
    fedex Offline
    Member
    ***

    224

    0
    Messaggio: #12
    RE: Riscaldamento specifico
    il rischio però è arrivare con le articolazioni e muscoli stabilizzatori stanchi per l esercizio multiarticolare, poi ovviamnete dipende da che percentuali usi prima etc
    05-11-2011 04:38 PM
    Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,176

    Messaggio: #13
    RE: Riscaldamento specifico
    E' per quello che ho ribadito nell'uso intelligente di tale, per me utile, pratica. Per esempio un ottimo esercizio di pre-affaticamento per il pettorale sono le croci con i manubri: stancando poco i tricipiti ti ritrovi il pettorale che diventa bello che cotto con poco peso sul bilanciere... evitando pure di ritrovarsi con il tricipite che cede prima del pettorale durante il bench su panca piana. Un'altro esempio è il leg extension subito prima dello squat. Al momento non uso tale pratica per tenere la sessione allenante più semplice e breve possibile; ma nel periodo che la usavo ho avuto ottimi feedback. Beh... a dire il vero un po' di pre-affaticamento lo faccio con la serie di riscaldamento... ma non è la stessa cosa...

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 05-11-2011 06:23 PM da fabietto.)
    05-11-2011 06:21 PM
    Cerca Quota
    OneLovePeace Offline
    Mountain Member
    *****

    1,423

    4
    Messaggio: #14
    RE: Riscaldamento specifico
    (04-11-2011 10:58 PM)Carter07 Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    (04-11-2011 10:02 AM)OneLovePeace Ha scritto: "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "Se faccio squat con 70 kg inizio a scaldarmi con una serie da 20 rip a bilancere scarico, poi altre 20 rip con 30kg, 15 con 40kg, 10 con 50kg e 5 con 60kg.
    Mi sembra un approccio molto prudente il tuo, solo che secondo me diventa una battaglia contro l'acido lattico per via delle molte ripetizioni, pensi che questo riscaldamento diminuisca le prestazioni nelle serie allenanti?
    Quanto tempo fai passare tra ogni serie di riscaldamento?

    A parte che solo per lo squat uso questo approccio, gli altri esercizi faccio molto meno serie di riscaldamento. Non controllo il tempo di recupero tra le serie di riscaldamento.
    Cmq non credo affatto che vengano ridotte le prestazioni, anzi mi è successo viceversa in passato facendo meno riscaldamento di trovarmi ad eseguire la prima serie allenante non al top e trovarmi al massimo nella seconda serie, questo è sinonimo di riscaldamento insufficiente.
    Considera che lo squat con meno di 50kg non lo sento affatto, perciò di riscaldamento vero e proprio sono solo la serie da 10 con 50kg e la serie da 5 con 60kg.


    La natura non fa nulla di inutile.
    05-11-2011 07:33 PM
    Cerca Quota
    apple Offline
    Apprendista
    **

    12

    0
    Messaggio: #15
    RE: Riscaldamento specifico
    ciao a tutti! come riscaldamento se mi alleno con i pesi eseguo sempre delle serie di avvicinamento al carico, tipo se devo fare la pressa prima eseguo 6/7 ripetizioni a pressa scarica, poi 6/7 ripetizione a circa il 20% del carico allenante, poi 5/6 ripetizioni con il 50% del carico allenante, poi 3/4 serie con il 75% del carico allenante e poi 1/2 ripetizioni con il 95% del carico allenante.
    se invece mi devo allenare con i kb in genere mi riscaldo facendo hallo con kb leggero, e swing con kb leggero
    28-01-2012 11:36 PM
    Cerca Quota


    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.