• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    [SOIA]
    Autore Messaggio
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #1
    [SOIA]
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    A 35 uomini per 2 mesi sono stati dati concentrati di proteine di soia o di latte vaccino. Nelle diete con soia ci sono state due versioni, con alto e basso contenuto di isoflavoni, 0,02 isoflavoni mg / kg di peso corporeo per diete a basso contenuto, mentre l'alto contenuto di isoflavoni era pari a 0,72 mg / kg di peso corporeo. Assunzione di isoflavoni di soia è stata di 1,64 mg e 61,7 mg, rispettivamente, con gli isoflavoni più abbondanti in genisteina e daidzeina. Le proteine ​​del latte isolate non conteneva isoflavoni.

    A metà dell'esperimento, i livelli di testosterone sono stati leggermente inferiori nella dieta a basso contenuto di isoflavoni (19,8 nmol / L) rispetto alla dieta ad alta isoflavoni (22,0 nmol / L) e rispetto alla dieta di proteine ​​del latte (22,1 nmol / L). Alla fine dell'esperimento, non vi era alcuna differenza statisticamente significativa tra i livelli di testosterone. I livelli di testosterone libero erano simili durante tutte e tre le diete.

    Diidrotestosterone nel siero (DHT) è stato diminuito dalla dieta a basso contenuto di isoflavoni (1952 pmol / L) e nella dieta ad alti isoflavoni (1962 pmol / L) rispetto alla dieta di proteine ​​del latte (2155 pmol / L) alla fine dell'esperimento . Il rapporto tra DHT e testosterone è stato diminuito.

    Alla fine dello studio, livelli sierici di estradiolo ed estrone sono stati aumentati dalla dieta a bassi isoflavoni rispetto alla dieta di proteine ​​del latte. I livelli di SHBG, gonadotropine, e 3-alfa-AG (un indicatore della 5-alfa-riduttasi), non variano significativamente tra le diete. DHEA-S è stata aumentata da dieta a bassi isoflavoni , ma i livelli di DHEA non sono risultati significativamente differenti.

    Conclusione

    DHT sierico è risultato significativamente ridotto in seguito al consumo di entrambe le diete di proteina della soia a bassi e ad alti isoflavoni rispetto ad un isolato proteico del latte. Le riduzioni sono state del 9,4% e del 15%, rispettivamente. Il DHT / testosterone rapporto era anche diminuito del 9,0% e del 14%, rispettivamente.
    La riduzione del DHT / testosterone rapporto suggerisce una inibizione della 5-alfa-reduttasi. Tuttavia, 3-alfa-AG, un marker della 5-alfa-riduttasi, non era significativamente influenzato. I livelli di ormoni sessuali globulina legante (SHBG) sono stati, inoltre, non significativamente differenti tra le diete.
    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Se ci scordassimo dell'effetto gozzigeno, nelle patologie in cui il DHT è implicato si potrebbe anche pensare di usare la soia, tipo nella calvizie e l'ipertrofia prostatica.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    27-09-2011 11:08 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #2
    RE: [SOIA] anti DHT
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Lo scopo di questo studio era di valutare l'effetto di integrare uomini sani con gli isoflavoni della soia sui livelli sierici degli ormoni sessuali implicati nello sviluppo del cancro alla prostata. Un totale di 28 volontari sani giapponese (18 e 10 produttori equol equol non produttori) tra i 30 ei 59 anni sono stati dati gli isoflavoni della soia (60 mg al giorno) Supplementi per 3 mesi, ed i cambiamenti nei livelli di ormoni sessuali loro sono stati studiati a la linea di base e dopo la somministrazione. Il siero e le concentrazioni delle urine di daidzeina, genisteina, ed i livelli di equol nei campioni di sangue a digiuno e 24-h campioni di urina conservati sono stati misurati. Tutti i 28 volontari completato i 3 mesi di supplementazione con isoflavoni. Nessun cambiamento nei livelli sierici di estradiolo e testosterone totale sono stati rilevati dopo 3 mesi di supplementazione. I livelli sierici di ormoni sessuali globulina legante significativamente aumentata, ed i livelli sierici di testosterone libero e diidrotestosterone (DHT) è diminuita significativamente dopo 3 mesi di supplementazione. Tra i 10 equol non produttori, equol diventato rilevabile nel siero di due volontari sani, dopo 3 mesi di supplementazione. Questo studio ha rivelato che a breve termine somministrazione di isoflavoni di soia stimola la produzione di siero equol e diminuito i livelli sierici di DHT in giapponese volontari sani. Questi risultati suggeriscono la possibilità di convertire equol non produttori per i produttori di soia da consumo prolungato e costante isoflavoni.
    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Be' il testosterone libero ai fini sportivi e non solo non è così positivo che venga abbassato...

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    27-09-2011 11:09 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #3
    RE: [SOIA] anti DHT
    In questo studio sui ratti invece gli isoflavoni della soia abbassano il DHT ma aumentano il testosterone, con le dovute proporzioni un pò come fa la finasteride. Però questo è uno studio sui ratti e sull'uomo invece pare che abbassi anche il testosterone, fino a nuovo studio contrario tenderei a prendere come modello lo studio sull'uomo più che sul ratto.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    27-09-2011 11:09 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #4
    RE: [SOIA]
    Cade il mito della soia consigliata in menopausa per l'osteoporosi,e contemporaneamente e indirettamente cade il mito del calcio scarso in paleodieta.

    La soia riduce il calcio
    Le proteine svolgono un ruolo molto importante nell’Omeostasi del calcio. Secondo alcuni studi, infatti, le diete povere di proteine ridurrebbero l’assorbimento intestinale del calcio, che invece aumenterebbe con un apporto proteico elevato.
    Uno studio pubblicato sul Journal of nutrition ha verificato se la sostituzione di proteine della carne a favore della soia influenzasse o meno la disponibilità di calcio nell’organismo.
    Venti donne hanno seguito per quattro giorni una di queste quattro diete: alto contenuto proteico (soia), basso contenuto proteico (soia), alto contenuto proteico (carne), basso contenuto proteico (carne).
    All’inizio e al termine dei quattro giorni di trattamento sono stati misurati i parametri per la valutazione dell’Omeostasi del calcio. In particolare, è emerso che[b] la secrezione acida, utile per l’assorbimento intestinale di calcio, aumenta maggiormente in seguito a un pasto proteico, specialmente se a base di carne[/b], mentre l’escrezione urinaria è risultata più elevata in coloro che seguivano entrambe le diete ricche di proteine. Inoltre, in alcune partecipanti il consumo di soia è stato associato a un lieve diminuzione dell’assorbimento intestinale di calcio.
    Alla luce di questi risultati sembrerebbe che la sostituzione delle proteine della carne con quelle derivanti dalla soia possa diminuire la disponibilità di calcio nell’organismo: in tale regime dietetico, sarebbe quindi consigliata la Supplementazione con calcio o vitamina D.
    Kerstetter JE, Wall DE, O'brien KO, Caseria DM, Insogna KL J Nutr. 2006 Jul;136(7):1890-5.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    23-02-2012 03:59 AM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #5
    RE: [SOIA]
    Integratori di isoflavoni di soia non proteggono da cancro al seno

    Un nuovo studio ha rivelato che gli integratori di isoflavoni di soia non diminuiscono la crescita del cancro al seno e la proliferazione delle cellule tumorali, in uno studio clinico randomizzato i cui risultati sono stati pubblicati su Cancer Prevention Research, una rivista della American Association for Cancer Research.

    Il ricercatore Seema A. Khan, professore di chirurgia presso la Northwestern University, ha detto che i risultati di questo studio sono coerenti con i risultati di studi precedenti per testare i benefici degli integratori alimentari nella prevenzione contro il cancro.

    “In parole povere, gli integratori non sono cibo. Anche se gli alimenti a base di soia sembrano avere un effetto protettivo, non stiamo vedendo lo stesso effetto con l’integrazione con componenti isolati di soia, quindi continuare a testare i possibili benefici degli integratori a base di soia probabilmente non è sensato”, ha detto Khan.

    Khan ha detto che anche la supplementazione di beta-carotene e selenio non ha mostrato alcun beneficio in altri studi per la prevenzione del cancro del polmone.

    “Gli alimenti sono molto complessi e ci sono probabilmente delle altre sostanze che non abbiamo identificato e che proteggono contro il cancro”, ha detto Khan.

    Per l’attuale studio, Khan e colleghi hanno assegnato in modo casuale a 98 donne un supplemento misto di isoflavoni di soia oppure placebo (cioè dei finti integratori contenenti solo eccipienti). Gli isoflavoni sono componenti degli alimenti a base di soia che ci si aspettava avessero una attività anti-estrogeno.

    Queste donne avevano più di 4.000 cellule tumorali epiteliali mammarie. Dopo sei mesi, i ricercatori hanno valutato i livelli di Ki-67, un marker della crescita delle cellule cancerose. Nelle donne dello studio non è stata osservata alcuna differenza dopo sei mesi nei due gruppi che ricevevano il supplemento o il placebo. Tuttavia, tra le donne pre-menopausa, il livello di Ki-67 è aumentato, suggerendo addirittura un effetto negativo della supplementazione.

    “Questa è una piccola ricerca, che però dovrebbe suggerire cautela nell’uso degli integratori a base di isoflavoni”, ha detto Khan.
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    07-03-2012 01:48 AM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #6
    RE: [SOIA]
    Effetti del fitoestrogeno Genisteina sui fattori di rischio cardiovascolare in donne in postmenopausa

    L’ampia famiglia dei fitoestrogeni è diventata un’alternativa alla classica terapia ormonale in menopausa; tuttavia alcuni dati sono ancora contrastanti.

    Ricercatori dell’Università cattolica del Sacro Cuore di Roma, hanno esaminato l’effetto della somministrazione di Genisteina sui parametri metabolici e sulla reattività vascolare tenendo in considerazione lo stato endocrino basale dei pazienti.

    Lo studio randomizzato, placebo-controllato, ha riguardato 50 donne in postmenopausa.

    A 30 donne ( gruppo A ) sono stati somministrati 54 mg/die di Genisteina, mentre le altre 20 ( gruppo B ) sono state trattate con placebo per 24 settimane.
    Nel gruppo A sono stati identificati 2 sottogruppi: 14 donne con livelli di insulina normali e 12 con iperinsulinemia.

    I valori basali di insulina sono diminuiti significativamente nel gruppo A, mentre l’indice del modello omeostatico ( HOMA ) della sensibilità all’insulina e dei livelli di glicemia a digiuno sono migliorati significativamente rispetto al gruppo placebo.

    La somministrazione di Genisteina ha diminuito la glicemia a digiuno e l’area sotto la curva ( AUC ) dei livelli di glucosio nelle pazienti con livelli di insulina normali dopo il trattamento.
    Nelle pazienti con iperinsulinemia è stata osservata una riduzione significativa nell’insulina a digiuno, nel peptide-C a digiuno e nell’area sotto la curva dei livelli di insulina, così come un aumento della clearance dell’insulina epatica.

    In queste pazienti i livelli di colesterolo HDL sono migliorati in modo significativo.

    Nel gruppo trattato, la dilatazione dipendente e indipendente dall’endotelio è migliorata.
    Le pazienti con normoinsulinemia hanno mostrato un significativo aumento della dilatazione flusso-mediata e nitrato-mediata, mentre non sono stati osservati cambiamenti significativi nel gruppo con iperinsulinemia.

    Dallo studio è emerso che il metabolismo glicoinsulinemico e la funzione endoteliale vengono influenzati significativamente da Genisteina.

    In particolare le pazienti con livelli normali di insulina hanno mostrato un miglioramento negli indici di reattività glicemica e vascolare. Di contro, in quelle con iperinsulinemia è stato notato un miglioramento negli indici di sensibilità all’insulina. ( Xagena2009 )

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) " Villa P et al, J Clin Endocrinol Metab 2009; 94: 552-558

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    05-04-2012 12:07 AM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #7
    RE: [SOIA]
    [...]Soia
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    Proteine ​​di soia hanno dimostrato di causare il diabete in animali. Uno studio umano da Cina ha trovato che i bambini dati a base di soia per lattanti ha avuto il doppio del rischio di diabete di tipo 1. Ha inoltre rilevato che i bambini più di tipo 1 è stata introdotta per cibi solidi prima dei 3 mesi di età rispetto ai bambini senza diabete ( Strotmeyer et al. 2004 ).

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    13-12-2012 08:45 PM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #8
    RE: [SOIA]
    Consumo di cibo di soia fermentata e non fermentata e cancro gastrico nella popolazione giapponese e coreana: una meta-analisi di studi osservazionali.
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
    Cibo soia è noto a contribuire notevolmente ad una riduzione del rischio di cancro gastrico (GC). Tuttavia, entrambe le popolazioni giapponesi e coreani hanno alti tassi di incidenza di GC, nonostante il consumo di una grande varietà di alimenti a base di soia. Uno dei motivi principali è che consumano soia fermentata, piuttosto che gli alimenti di soia non fermentata. Per valutare gli effetti diversi di assunzione di soia fermentati e non fermentati sul rischio di GC in queste popolazioni, abbiamo condotto una meta-analisi di studi pubblicati. Venti studi che valutano l'effetto del consumo di alimenti di soia fermentata sul rischio di GC sono stati inclusi, e 17 studi che valutano l'effetto del consumo di alimenti non fermentati della soia sul rischio di GC sono stati inclusi. Abbiamo scoperto che un elevato apporto di alimenti di soia fermentati era significativamente associata ad un aumentato rischio di GC (odds ratio [OR] = 1.22, intervallo di confidenza 95% [CI] = 1,02-1,44, I (2) = 71.48), mentre un maggiore assunzione di cibi a base di soia non fermentata era significativamente associato ad un ridotto rischio di GC (riassunto globale OR = 0.64, 95% CI = 0,54-0,77, I (2) = 64.27). Questi risultati dimostrano che un elevato livello di consumo di alimenti a base di soia non fermentati, piuttosto che alimenti di soia fermentati, è importante per ridurre il rischio GC.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    31-05-2013 03:00 PM
    www Cerca Quota
    crixus Offline
    Animalo
    *****

    1,262

    2
    Messaggio: #9
    RE: [SOIA]
    L'ultima volta che ho mangiato delle polpettine di soia ho avuto un'irritazione all'ano per una settimana intera! È stato terribile...

    “Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
    — Hans Selye
    01-06-2013 06:51 PM
    Cerca Quota
    fabietto Offline
    In continua evoluzione>>>
    *****

    6,178

    Messaggio: #10
    RE: [SOIA]
    Un periodo mangiavo un casino di germogli di soia e devo dire che in quella forma non mi ha mai fatto nessun effetto nefasto. Altre due forme sperimentate senza riportare evidenti problemi, a parte qualche flatulenza, sono stati il gelato e il latte di soia della Valsoia. Mai assaggiato il tofu: tutto quello che ha parvenza di formaggio, a parte la mozzarella nella pizza, mi ha sempre provocato il vomito:puke:

    La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.
    01-06-2013 09:07 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #11
    RE: [SOIA]
    Dubito che anche mangiando soia tutti i giorni ci possano essere problemi a breve, come come molte cose, è nel lungo periodo che certe sostanze possono dare effetti collaterali, così come l'olio di pesce, a breve prevale il surplus di vitamine liposolubili e nel lungo il danno ossidativo.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    01-06-2013 10:21 PM
    www Cerca Quota
    screening Offline
    Member
    ***

    52

    0
    Messaggio: #12
    RE: [SOIA]
    Gli isoflavoni di soia

    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Per ognuno il latte della propria specie è di beneficio, ma quello di altre specie è dannoso.
    Ippocrate, anno 377 a.C.
    16-06-2013 07:55 PM
    Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #13
    RE: [SOIA]
    Quell'articolo sta alla soia come i grassi polinsaturi stanno alla salute vascolare...
    Volendo non si riuscirebbe nemmeno a rintracciare e vagliare gli studi sui cui si fondano le affermazioni scritte.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    17-06-2013 01:27 AM
    www Cerca Quota
    Tropico Offline
    Condottiero
    *******

    9,504
    Messaggio: #14
    RE: [SOIA]
    Soia e isoflavoni della soia genisteina, promuovono lo sviluppo del tessuto adiposo in topi maschi con una dieta povera di grassi.
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Addirittura l'estradiolo ingrassa meno.

    Alessio Di Girolami
    La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
    07-10-2015 07:45 PM
    www Cerca Quota


    Discussioni simili
    Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
      Aumento del seno: soia? ma.. Antonioz 7 481 18-11-2015 10:45 PM
    Ultimo messaggio: nataku

    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.