Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Sindrome Intestino Irritabile (SII-IBS)
#1
Sindrome dell'intestino irritabile - Una malattia infiammatoria che coinvolge i mastociti
"Per favore registrati qui per vedere il link :-) "
[Immagine: apa-1-36-g001.jpg]
La Sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è tradizionalmente definita come un disturbo funzionale - cioè la presenza di sintomi, in assenza di alterazioni patologiche dimostrabili. In tempi recenti, infiltrati infiammatori di basso grado, sia nel piccolo e grande intestino di alcuni pazienti con IBS - spesso ricchi di mastociti, insieme con i marcatori sierologici di infiammazione di basso grado hanno focalizzato l'attenzione su IBS come una malattia infiammatoria. L'osservazione che i mastociti si trovano spesso in stretta associazione ai neuroni enterici, e in vitro e studi su animali in vivo dimostrano che i mediatori dei mastociti possono influenzare la motilità enterica fornisce un meccanismo biologicamente plausibile causale nell'IBS. Studi pilota su pazienti con IBS utilizzando la cella stabilizzatore sodiocromoglicato mast ('proof of concept') sono stati incoraggianti. La questione essenziale resta perché mastociti infiltrano l'intestino di pazienti con IBS. Un disturbo del 'asse cervello-intestino' è l'attuale ipotesi favorita, per cui lo stress infantile o atto comorbidità psichiatrica via neuro-immunitario meccanismi per modulare l'infiammazione basso grado. Un'ipotesi alternativa è che le allergie alimentari possono essere responsabili. IgE specifiche nel siero, e test cutanei non sono elevati nei pazienti con IBS, suggerendo di tipo 1 IgE mediata allergia alimentare non è la causa. Tuttavia gli studi basati su questionari indicano IBS pazienti hanno più alti tassi di malattia atopica, e aumentato la reattività bronchiale alla metacolina è stata dimostrata. In questa recensione, si evidenzia il ruolo potenziale dei mastociti in IBS, e le direzioni di ricerca in corso e future in questa condizione intrigante.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio
#2
Secondo me, l'intestino e' veramente il nostro secondo cervello..
Da qualche anno soffro di IBS e noto che quando l'intestino e' ok, ho una chiarezza mentale elevata, fisicamente mi sento molto bene e l'appetito non si fa mancare..
Viceversa quando l'intestino e' in subbuglio sento una sorta di "noia totale" nel fare tutto, difficolta' nel fare esercizio fisico.
Purtroppo o per fortuna l'alimentazione e' fondamentale per il buon funzionamento dell'intestino..
E voi, avete sofferto ancora di IBS e se si, come vi siete comportati?

Io ho notato che carni bianche e riso mi fanno stare molto molto meglio..
Cita messaggio
#3
Ragazzi io soffro di Colon irritabile da molti anni, praticamente da quando avevo 11 anni (adesso ne ho 20)
Purtroppo non sono mai riuscito a risolvere il problema ( o meglio, attenuare i dolori )
Li ho praticamente dopo ogni pasto. In questi anni ho provato a cambiare l'alimentazione in ogni modo, ma nulla.
Ad esempio circa un'ora fa ho pranzato con soltanto delle uova, senza carboidrati.. ed è da un'ora che ho dolore allo stomaco!

Non ne posso più, davvero.
Mi ricordo che quando ero piccolo provai diversi farmaci, uno più inutile dell'altro (non ricordo i nomi purtroppo). A 16 anni decisi poi di lasciar perdere tutte le terapie, dato che erano inefficaci.

Adesso vorrei provare di nuovo a far qualcosa per questo problema, dato che ovviamente il dover stare con un'ora di dolori dopo ogni pasto, per un totale di almeno 3-4 ore al giorno col mal di pancia, mi causa parecchio stress.. e immagino che per l'organismo non sia proprio il massimo, anzi! :(

Cosa mi consigliate..?
Cita messaggio
#4
Tanto per incominciare, delle uova, scarta l'albume.
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio
#5
Purtroppo è inutile, fidati.. le ho provate tutte con l'alimentazione.

Per un periodo ho provato a mangiare soltanto petto di pollo, olio evo e riso.. ha funzionato per una settimana, poi i crampi sono ricomparsi.
Ho anche provato a mangiare soltanto frutta e verdure crude, e anche qui niente.
Insomma, le ho provate tutte, ma niente!

Un mio amico studente di medicina mi ha consigliato di provare col digiuno: 5-7 giorni di digiuno completo, bevendo 3-4 litri d'acqua al giorno.. a breve proverò, anche se non credo che funzionerà..
Cita messaggio
#6
Se è un problema di mastociti, come l'articolo che ha postato Tropico,potrebbe esserti utile la quercetina: alle dosi giuste, ne evita la degranulazione.
La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.



Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)