Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Una critica a un concetto espresso da Dell'Olio.
#1
Sapete uno di voi, di cui non faccio il nome per privacy, mi disse che Enrico Dell'Olio, il culturista, Aveva detto che era inutile fare lunghe pause interprandiali durante il giorno ai fini dell'aumento del GH.

Ora siccome sto mettendo a punto un'applicazione Excel che in pratica aiuta a fare due conti per la dieta senza rendere ortorssici e presto ve lo passerò, mi sono messo a riflettere su una cosa.

Se una persona fa 3 pasti al giorno facendo colazione alle 7 del mattino, pranzando alle 13 e cenando alle 19, intercorrono 6 ore tra ciascuno dei tre pasti presi coppia a coppia, ma tra la cena e la colazione successiva intercorrono 12 ore esatte; ora come è possibile che in 12 ore ci sia una buona secrezione di ormone, mentre in 6 ore la secrezione sia pressocchè nulla, almeno secondo Dell'Olio?

La mia opinione è che varrebbe la pena ricordarsi a che serve il GH, ovvero a impedire la perdita proteica nei digiuni lungamente protratti in modo che il corpo sia forzato ad usare i grassi e non le proteine se non può accedere ai carboidrati, quindi una volta che la glicemia scende lenta il GH i 6 ore secondo me viene secreto eccome, specialmente se un fortissimo stress fisico entra in gioco, come uno stress di tipo anaerobico.

Probabilmente la logica di Dell'Olio si basa su diete fortemente ipercaloriche e iperglucidiche che stimolano di molto l'insulinemia, la quale a digiuno non scende facilmente se la persona appunto è una persona che mangia molto oltre i propri bisogni e facendolo include tanti carboidrati ad alto ig associati a grassi e specialmente se saturi.

Ma in assetto omeostatico, non appena la glicemia scende sotto un certo valore la presenza di GH si fa sempre più massiva.

Per carità, potrebbe aver ragione Dell'Olio, ma a me sta cosa non mi convince. Non posso pensare che una persona in piena attività sia costretta sempre a bruciare proteine, perchè il corpo sbadatamente se non intercorrono molte ore di digiuno non attiva la lipolisi tramite anche il GH.

E' plausibile ch el'insulina blocchi questo meccanismo, impedendo come più volte detto di andare ad attingere a piene mani nelle riserve.
Alessio Di Girolami
La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano - Aldous Huxley
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)