• MangiaConsapevole
    • Salve ! se sei nuovo da queste parti, leggi prima il regolamento :-)

    • MangiaConsapevole si evolve ancora, spero ti piaccia la nuova veste grafica! Risoluzione consigliata ≥1280*800.

    • Ampliata la galleria degli Avatar.


     
    Valutazione discussione:
    • 0 voto(i) - 0 media
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    dermatite seborroica e grassi saturi
    Autore Messaggio
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #1
    dermatite seborroica e grassi saturi
    "Per favore registrati qui per vedere il link :-) "

    Sembra che in questa patologia vi sia un prsenza di saturi, anzi un eccesso.

    Eppure mi è parso strano come una riduzione di calorie, l'eliminazione dei cibi che inducono insulina migliorasse di molto la lipidemia.

    Ne ho tratto le seguenti conclusioni.

    Chi ha la DS, c'è l'ha per due principali ragioni: eccesso di calorie consumate e utilizzo di cibi ad alto indice glicemico e/o induttori di insulina.

    Analizziamo cosa produce un eccesso di grassi saturi nel sangue:

    Se io mi nutro di cibi ad alto indice glicemico, questi saranno usati dal corpo per produrre grassi se la dieta è povera, ma la produzione verterà sui saturi quindi il corpo sarà pieno di grassi saturi, ma questi per colpa della molta insulina secreta dai carbo ad alto ig ingeriti tenderanno a lasciare il corpo in uno stato di iperglicemia, salvo poi se si mangia di meno non appena la concentrazine di grassi scema, si ha di colpo una ipoglicemia.

    Cosa succede se si mangia di meno, ma sempre con tanti carbo ad alto ig, le ipoglicemie si ripercuotono e la persona e costretta a mangiare di più.

    Cosa accade se si mangia di meno con meno carbo ad alto ig e con più grassi. La produzione di grassi endogena viene limitata e la composizione dei saturi plasmatici diminuisce visto che si mangia di meno e si producono meno saturi.

    Se si mangia carbo ad alto ig e pochi grassi producendo tanti saturi, ma si fa attività fisica, il fenomeno è attenuato vistoc he i grassi vengono consumati.

    Dunque la migliore dieta per contrastare la DS consterebbe in una dieta con una quota maggiore di grassi e una quota minor edi carbo e a basso ig, stando attenti a rispettare il bilancio omeostatico.

    Di fatto la regola d'oro è limitare i grassi se si mangiano più carbo (così l'insulina entra ma può scattare la crisi ipoglicemica, questo spiegherebbe una cosa notata da me e da carter, che dopo mangiato ci sentiamo un pò deboli e stanchi salvo poi dopo un pò sentirci benissimo); limitare i carbo se si so mangiati tanti grassi, ma si deve stare molto attenti, altrimenti la glicemia può rimanere alta a lungo;

    Quando si viene da una dieta high carbo low fat, si deve avere accortenza a far si prima di abbassare i carbo e innalzare i grassi di abbassare la glicemia, cambiando progressivamente le quote glicidiche e lipidiche altrimenti, l'insulina in circolo genererà una fame bestiale da carboidrati nel carico e nell'indice, con la presenza contestuale dei grassi, il disastro è sicuro visto che la glicemia salità ma non scenderà più. Ricordare che nelle diete high carbo a livello plasmatico i saturi so presenti in dosi massicce, inducendo la persona a mangiare tantissimo e a peggiorare ulteriolmente la situazione.

    Ecco perchè mi chiedo se una persona mangerebbe comunque così tanto se foss ein condizioni normali.

    Quindi la prima parte dovrebbe prevedere una sorta di shift dai carbo ai grassi, molto progressivo, cercando di usare carbo a basso ig e grassi poli e monoinsaturi, in modo da consumare tutti i grassi presenti. Una volta stabilizzato il fenomeno le infiammazioni dovrebbero passare e i garssi saturi assunti con la dieta non dovrebbero creare più problemi, inoltre carbo ad alto ig dopoallenamento (almeno qualche ora) dovrebbero semplicemente ripristinare prima il glicogeno (ricordare che se ne consuma poco in questo assetto circa il 5% rispetto a una dieta high carbo) per poi ripristinare le riserve di garsso presente, ecco perchè una dieta mal concepita può fare ingrassare parecchio nel classico effetto yo yo.

    Ironico se mangiate dei garssi animali in condizioni normali regolate perfettamente la fame, se mangiate carbo ad alto ig, no, visto che i saturi che assumete con i grassi animali con pochi carbo l'insulina non aumenta e il contestuale consumo metabolico dei grassi rende sensibili (e più ci si allena meglio è) alla stessa.

    Ripeto in assetto basale, senza esercizio fisico, una persona magra consuma mediamente un quantitativo di energia scandalosamente basso.

    Altri punti da anlizzare sono l'abitudine del pancreas ad anticipare i nostri "strappi" alle regole:

    - se siete soliti magiare tanti carbo, anche una caramella purchè dolce, farà aumentare il tasso di insulina per riflesso del pancreas questo indurra velocemente la fame, fame falsa si capisce, e senza soddisfare tale fame, il freddo e la mancanza di energia con il ricorso all'adrenalina.

    - I latticini, essendo abili ad aumentare l'insulina, almeno non siano estremamente stagionati (o a latte crudo? Ipotesi da dimostrare) ma il fenomeno è di esasperare la cosa, se non si è consumatori abituali di carbo ad alto ig, tendono a creare pochi problemi, il loro problema allora rimane il lattosio e la caseina; il prima problema lo si può risolvere prendendo i formaggi il secondo prendendoli estremamente stagionati e non abusarne pe ril sale che fa perdere il calcio e crea squilibri ormonali a livello cortisc-surrenale.

    Queste al momento le mie conclusioni, in merito al fenomeno DS, applicando i concetti di iperinsulinemia, non basta semplicement eun regime low carbo, ma bisogna calibrare bene la dieta, specialmente all'inizio.
    26-09-2011 08:50 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #2
    RE: dermatite seborroica e grassi saturi
    bè io ho notato che da quando ho limitato i saturi preferendo i monoinsaturi e comunque abbassando l'introito complessivo di grassi a favore delle proteine (tipo antobolica) la ds è ricomparsa
    può essere dovuto alla insufficiente introduzione nella dieta dei saturi?

    inoltre carbo ad alto ig dopoallenamento (almeno qualche ora) dovrebbero semplicemente ripristinare prima il glicogeno (ricordare che se ne consuma poco in questo assetto circa il 5% rispetto a una dieta high carbo)

    come mai un ora?
    26-09-2011 08:51 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #3
    RE: dermatite seborroica e grassi saturi
    Perchè l'insulina si mantiene alta per colpa della glicemia e degli acidi grassi immesi in circolo per tamponare l'allenamento.

    La scomparsa di ds non implica scomparsa di stato proinfiammatorio.

    bè io ho notato che da quando ho limitato i saturi preferendo i monoinsaturi e comunque abbassando l'introito complessivo di grassi a favore delle proteine (tipo antobolica) la ds è ricomparsa
    può essere dovuto alla insufficiente introduzione nella dieta dei saturi?

    Attività fisica, riposo, mangi con la fame?La mattina hai fame?
    26-09-2011 08:51 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #4
    RE: dermatite seborroica e grassi saturi
    la mattina di solito ho poca fame, ma per il resto del giorno cerco di mangiare quando ho fame, per il resto oltre aver limitato i saturi e ridotto un po i grassi in generale c'è da dire che non mi alleno da un mese ormai ma dalla prossima settima ricomincio. come riposo bene, vado a letto presto(23.00) e dormo circa 8-9 ore

    Quindi non è da imputare alla riduzione di grassi nella dieta?
    26-09-2011 08:51 PM
    Cerca Quota
    Andrea Offline
    Senior Member
    ****

    719

    0
    Messaggio: #5
    RE: dermatite seborroica e grassi saturi
    allora..ti dico la mia.
    gli omega 3 posso essere utili ma posso essere un arma a dopo taglio.
    Ricordo che salvio non li vedeva di buon occhio inanzitutto perche in presenza di un forte stato proinfiammatorio peggiorano la situazione
    un secondo motivo era che se la dieta è ipocalorica vengono utilizzati a scopi energetici

    magari salvio può spiegare meglio questi punti


    Per quanto riguarda i soffritti penso che sia molto intuitiva la risposta, andrebberò evitate in generale tutte le cotture prolungate di grassi e proteine
    26-09-2011 08:52 PM
    Cerca Quota
    salvio Offline
    Banned

    1,056
    Messaggio: #6
    RE: dermatite seborroica e grassi saturi
    allora..ti dico la mia.
    gli omega 3 posso essere utili ma posso essere un arma a dopo taglio.
    Ricordo che salvio non li vedeva di buon occhio inanzitutto perche in presenza di un forte stato proinfiammatorio peggiorano la situazione
    un secondo motivo era che se la dieta è ipocalorica vengono utilizzati a scopi energetici

    magari salvio può spiegare meglio questi punti


    Per quanto riguarda i soffritti penso che sia molto intuitiva la risposta, andrebberò evitate in generale tutte le cotture prolungate di grassi e proteine
    26-09-2011 08:53 PM
    Cerca Quota


    Discussioni simili
    Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
      Grassi saturi, carbo ad alto IG e invecchiamento? Antonioz 10 893 10-08-2015 04:04 PM
    Ultimo messaggio: fabietto
      Dermatite Seborroica salvio 33 13,936 27-08-2013 05:22 PM
    Ultimo messaggio: Tropico
      ISPLAD, 3 MLN ITALIANI CON DERMATITE SEBORROICA PER INQUINAMENTO Andrea 0 1,053 27-09-2011 06:55 PM
    Ultimo messaggio: Andrea

    Vai al forum:


    Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

    DISCLAIMER

    AVVERTENZE MEDICHE: Quanto riportato nel presente sito ha scopi meramente informativi, come libertà di manifestazione del pensiero. L'autore non si assume nessuna responsabilità, di nessun genere, per l’uso personale ed improprio che i lettori potranno fare delle informazioni qui riprodotte. Si consiglia, esplicitamente, di consultare sempre il proprio medico curante prima di iniziare un qualunque programma dietetico e/o curativo. Le opinioni espresse, in qualunque pagina del sito e del forum, sono puramente personali ed in nessun modo prescrittive.

    PRIVACY POLICY

    La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003. I dati raccolti tramite cookie, email, indirizzi IP e social network, non saranno comunicati a terzi. Questi dati vengono utilizzati per il corretto funzionamento del sito e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici. Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione, nonché di opporsi in ogni caso al loro trattamento. Le richieste vanno inoltrate tramite il modulo dei contatti.