0

I Gladiatori facevano la bevanda post-workout

GladiatorÈ stato scoperto che i gladiatori romani consumavano una dieta prevalentemente vegetariana e bevevano ceneri come un tonico post sforzo fisico. Questi sono i risultati delle indagini antropologiche effettuate su ossa di guerrieri rinvenute durante gli scavi nell’antica città di Efeso.

Università medica di Vienna
Fonti storiche affermano che i gladiatori avevano una propria dieta, comprendente fagioli e cereali. Studi contemporanei chiamano i gladiatori “hordearii”, ossia “mangiatori d’orzo”.

In uno studio condotto dal Dipartimento di Medicina Legale presso l’università Medica di Vienna, in collaborazione con il Dipartimento di Antropologia presso l’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Berna, sono state esaminate le ossa da un cimitero di gladiatori, scoperto nel 1993, risalente al 2° o 3° secolo AC nella città romana di Efeso (ora odierna Turchia). A quel tempo, Efeso era la capitale della provincia romana dell’Asia e vantava oltre 200.000 abitanti.

Utilizzando la spettroscopia con rapporti di isotopi stabili (carbonio, azoto e zolfo) si sono studiati il collagene delle ossa, insieme con il rapporto di stronzio-calcio nel tessuto osseo.

I risultati mostrano che i gladiatori facevano principalmente una dieta vegetariana. Questo non è tanto diverso in termini di nutrizione dalla “popolazione normale” locale. I pasti erano costituiti principalmente di cereali. La parola “mangiatori d’orzo” si riferisce in questo caso al fatto che i gladiatori venivano probabilmente riforniti con grani di qualità inferiore.

Bevanda di recupero dopo lo sforzo fisico

La differenza tra gladiatori e popolazione in generale è altamente significativa per quanto riguarda la quantità di stronzio misurata nelle loro ossa. Questo porta alla conclusione che i gladiatori avevano una maggiore assunzione di minerali da una fonte di calcio ricca in stronzio. La bevanda di ceneri citata in letteratura molto probabilmente esisteva. “Ceneri vegetali sono state evidentemente consumate per fortificare il corpo dopo lo sforzo fisico e per promuovere una migliore guarigione ossea”, spiega il leader dello studio Fabian Kanz del Dipartimento di Medicina Legale di Vienna. “Le cose erano simili quindi a quello che facciamo oggi, noi prendiamo magnesio e calcio (in forma di compresse effervescenti, per esempio) dopo lo sforzo fisico.” Il calcio è fondamentale per la costruzione ossea e principalmente si trova nei prodotti lattiero-caseari.
Un ulteriore progetto di ricerca sta esaminando la migrazione dei gladiatori, che spesso provenivano da differenti parti dell’impero romano verso Efeso. I ricercatori sperano che il confronto dei dati ossei dei gladiatori con quelli della fauna locale produrrà una serie di differenze.

Fonte

http://www.meduniwien.ac.at/homepage/1/news-and-topstories/?tx_ttnews[tt_news]=5194&cHash=1f1d46b5ec7061d94af6d50efcad69cb

Alessio Di Girolami

COMMENTI