Forum

Notifiche
Cancella tutti

[Caffè-Caffeina]  

Pagina 20 / 20
 

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9761
04/06/2019 8:47 am  

Caffè: il buono, il rancido e il ginseng

https://www.rai.it/programmi/report/inchieste/Caffe-il-buono-il-rancido-e-il-ginseng-6b0c5f84-1949-4105-b4aa-ce661e9c7322.html

Occupandomi personalmente della manutenzione di una macchina espresso da bar posso riscontrare che una mancata pulizia dei filtri dà un retrogusto di bruciato al caffè. Poi la questione miscela è anche una questione di gusti ed educazione al gusto, l'arabica al 100% a me non piace ad esempio, il tipico caffé all'italiana richiede una quantità di Robusta vietnamita. Una macchina da bar con filtri e guarnizioni nuove/pulite dà un caffè corposo e deciso ma non di bruciato, il 90% dei caffè che mi capita di assaggiare nei bar purtroppo sa di bruciato, alcuni in maniera talmente imbarazzante che lo lascio lì.

 

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9761
18/12/2019 10:51 am  

La caffeina riduce l'espressione delle proteine del recettore della vitamina D e 1,25 (OH) 2D3 stimola l'attività della fosfatasi alcalina nelle cellule di osteoblasti umani

https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0960076006004122

Dei vari fattori di rischio che contribuiscono all'osteoporosi, i fattori dietetici / di stile di vita sono importanti. In uno studio clinico abbiamo riportato che le donne con assunzione di caffeina> 300 mg/die presentavano una perdita ossea più elevata e che le donne con variante del recettore della vitamina D (VDR) presentavano un rischio maggiore per questo effetto deleterio della caffeina. Tuttavia, il meccanismo di come la caffeina influenza il metabolismo osseo non è chiaro. 1,25-Diidrossi vitamina D3 (1,25 (OH) 2D3) svolge un ruolo critico nella regolazione del metabolismo osseo. Il recettore per 1,25 (OH) 2D3, VDR è stato dimostrato nelle cellule di osteoblasto e appartiene alla superfamiglia dei recettori dell'ormone nucleare. Per comprendere il meccanismo molecolare del ruolo della caffeina in relazione alle ossa, abbiamo testato l'effetto della caffeina sull'espressione di VDR e sulle azioni mediate 1,23 (OH) 2D3 nell'osso. Abbiamo quindi esaminato l'effetto di diverse dosi di caffeina (0,2, 0,5, 1,0 e 10 mM) sull'espressione della proteina VDR indotta da 1,25 (OH) 2D3 nelle cellule di osteoblasti umani. Abbiamo anche testato l'effetto di diverse dosi di caffeina sull'attività della fosfatasi alcalina indotta da 1,25 (OH) 2D3, un marker ampiamente utilizzato dell'attività osteoblastica. La dose di caffeina ha diminuito in modo dipendente l'espressione di VDR indotta da 1,25 (OH) 2D3 ea concentrazioni di 1 e 10 mM, l'espressione di VDR è stata ridotta di circa il 50-70%, rispettivamente. Inoltre, anche l'attività di fosfatasi alcalina indotta da 1,25 (OH) 2D3 è stata ridotta a dosi simili, influenzando così la funzione osteoblastica. L'attività ALP basale non è stata influenzata dall'aumento delle dosi di caffeina. Nel complesso, i nostri risultati suggeriscono che la caffeina influisce sull'espressione della proteina VDR stimolata 1,25 (OH) 2D3 e sulle azioni mediate 1,23 (OH) 2D3 nelle cellule di osteoblasti umani

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


fabietto hanno apprezzato
RispondiQuota
eric
 eric
(@eric)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 2478
01/06/2020 12:50 pm  

La dipendenza da caffeina lavora pure lei a livello dopaminergico.

Ho letto che non agisce direttamente sui neurotrasmettitori della dopamina rilasciando benessere, ma agisce su gli enzimi inibotori della dopamina, disattivandoli e lasciandola così libera di circolare anche quando andrebbe "distrutta" dall"organismo perché in eccesso.


RispondiQuota
Pagina 20 / 20