Forum

Notifiche
Cancella tutti

Ciclizzare le proteine

60 Post
13 Utenti
0 Likes
30 K Visualizzazioni
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 2088
 

Secondo me la questione è comunque vasta e bisogna adattarla alle proprie
esigenze ed esperienze. Ogni persona ha il proprio apparato gastrointestinalo
che è unico e non uguale a nessun altro.

Ciao e buona
giornata.


   
RispondiCitazione
(@salvio)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 1043
 

Secondo a parte muso, tutti se ne vanno per un idea.

Alla fine un cacciatore efficiente come noi, puo' procurarsi proteine tutti i giorni, ma non è detto che mangi tutti i giorni, ma solo quando ha fame.

Almeno io credo che la logica da seguire sia questa qua.

Onestamente io più che mangiare diverse pecentuli di macronutrienti abbasso solo le calorie. Ma io parto dal presupposto che le proteine nons ervono per craere energia, ma solo per aumentare le riserve nel pool energetico di riserva.

Alla fine nel paleolitico, spesso le proteine erano usate per supportare la funzione del glucosio, ma i ritmi erano molto molto più bassi.

Oramai è assodato che un maschio ha più voglia di riprodursi se mangia tanto e se ha una buona quota di grassi endogeni, perchè so loro che aumentano i livelli di testosterone.

Ora pur mangiando pochi grassi, ma con tanti carboidrati, il corpo puo' creare i saturi necessari per iniziare la sintesi del colesterolo, tramite l'Acetil-CoA e quindi generare nuovo testosterone, e inoltre i livelli di insulina alti, aumentano la quota di testo libero.

Inoltre un attosessuale richiede che la glicemia si alzi, altrimenti nisba.

Alla fine che si creda o meno, le proteine sono molto abbondanti in natura, specialmente nel paleolitico, mentre i carboidrati lo sono molto meno, pertanto ecco perchè abbiamo gradi riserve di proteine e grassi e piccole di carbodirati.

Quindi escluderei che nel paleolitico si ciclizzasse le proteine. Magari non mangiavano tutti i giorni, proprio perchè una volta riempito i serbatoi energetici, anche se in abbondanza, non si mangiava più.

E poi non si mangiava se non c'era cibo, ma io non sono sicuro che la carestia fosse qualcosa all'ordine del giorno, anzi penso l'esatto contrario.


   
RispondiCitazione
 Muso
(@muso)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 1170
 

Sono d'accordo con salvio. Secondo me bisogna evitare 2 cose: usare le proteine come carburante (inutile nonchè metabolicamente svantaggioso) e di conseguenza mangiare quantità proteiche spropositate. Secondo me tu tropico invece che alternare ipo-proteica a iper-proteica dovresti fare una normalissima normo-proteica. La quota giornaliera la dovrai stabilire con la pratica.


   
RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 13 anni fa
Post: 9903
Topic starter  

Ma infatti è quello che faccio...sono per la semplificazione 🙂
Ho fatto un calcolo spannometrico e sto suppergiù a 1,2 gr di pro per Kg di peso, al giorno e mi ci trovo bene. In allenamento tocco 1,5gr*Kg die..alla fine neanche molto.
Da quando ho eliminato il glutine le proteine non mi danno problemi, non m'intasano più come un tempo.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Huxley | La persona intelligente è quella, e solo quella, che riesce a mettere insieme più aspetti della realtà ed è capace di trovare tra di essi una correlazione. C.Malanga


   
RispondiCitazione
 teo
(@teo)
Membro
Registrato: 12 anni fa
Post: 706
 

secondo me il meglio è 2 per peso dato che le proteine hanno una dipsersione digestiva io nn capisco se tipo negli approcci cheto per non stimolare la neuglucogenesi bisogna tcontare le vegetali o no


   
RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 2088
 

Voi inserite le proteine all'inizio o alla fine del pasto? Cambia qualcosa la sequenza delle pietanze?


   
RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 13 anni fa
Post: 9903
Topic starter  

Voi inserite le proteine all'inizio o alla fine del pasto? Cambia qualcosa la sequenza delle pietanze?

In un unico pasto consequenziale direi che i macronutrienti si mescolano assieme nello stomaco. Potrebbe cambiare qualcosa solo per la frutta che attraversa lo stomaco molto velocemente.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Huxley | La persona intelligente è quella, e solo quella, che riesce a mettere insieme più aspetti della realtà ed è capace di trovare tra di essi una correlazione. C.Malanga


   
RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 2088
 

Ok, quindi anche a livello di insulina non cambia nulla finire ad esempio il pasto con il dolce o il salato? O mettere prima le proteine per aprire il pasto?


   
RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 2088
 

Ciao, non centra molto con il topic ma sempre di proteine si tratta.
Quando mi concedo una quantità maggiore di carboidrati aumento anche le proteine per bilanciare il pasto. Arrivando anche a 1 kg di carne.
Questo è sensato?


   
RispondiCitazione
 Muso
(@muso)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 1170
 

bhè avrai una risposta insulinica ancora maggiore aggiungendo carbo e proteine senza grassi...


   
RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 2088
 

Ok, ma è sensato aumentare le proteine per bilanciare il pasto?


   
RispondiCitazione
 Muso
(@muso)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 1170
 

Se ti riferisci alla risposta insulinica allora no, devi aggiungere anche grassi.


   
RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 13 anni fa
Post: 9903
Topic starter  

Ieri ho provato un digiuno proteico con restrizione calorica:

Colazione con succo di uva.
Mela metà mattina.
Pranzo con insalatona mista di lattuga, carote, radicchio, valerianella e olio evo con aceto balsamico.
Cena con una tisana.

A parte i morsi della fame di ieri sera, oggi sento davvero un senso di benessere interiore e radiosità.
Ogni tanto uno scarico dalla solita alimentazione iperproteica direi che è utile, almeno nel mio caso.
Ripeterò l'esperimento fra qualche tempo, anche Hertoghe prevede un digiuno alla settimana, se ci riesco invece di torturarmi con un digiuno secco cerco di rimanere sotto i 20g di proteine come si spiegava nel primo post, preferendo frutta e vegetali e pochi grassi e comunque con una restrizione calorica importante come la giornata tipo che ho descritto.
Un giorno solamente non dovrebbe intaccare la velleità da culturista :giggle:

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Huxley | La persona intelligente è quella, e solo quella, che riesce a mettere insieme più aspetti della realtà ed è capace di trovare tra di essi una correlazione. C.Malanga


   
RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 2088
 

Ciao, riducendo le proteine non c'è il rischio di abbassare il metabolismo?


   
RispondiCitazione
gianlnicc
(@gianlnicc)
Membro
Registrato: 13 anni fa
Post: 686
 

Ieri ho provato un digiuno proteico con restrizione calorica:

Colazione con succo di uva.
Mela metà mattina.
Pranzo con insalatona mista di lattuga, carote, radicchio, valerianella e olio evo con aceto balsamico.
Cena con una tisana.

A parte i morsi della fame di ieri sera, oggi sento davvero un senso di benessere interiore e radiosità.
Ogni tanto uno scarico dalla solita alimentazione iperproteica direi che è utile, almeno nel mio caso.
Ripeterò l'esperimento fra qualche tempo, anche Hertoghe prevede un digiuno alla settimana, se ci riesco invece di torturarmi con un digiuno secco cerco di rimanere sotto i 20g di proteine come si spiegava nel primo post, preferendo frutta e vegetali e pochi grassi e comunque con una restrizione calorica importante come la giornata tipo che ho descritto.
Un giorno solamente non dovrebbe intaccare la velleità da culturista :giggle:

Bravo Tropico,
io invece proverò il fasting a soli grassi.

Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

Popeye the sailor man


   
RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 13 anni fa
Post: 9903
Topic starter  

Sì dovrebbe andar bene anche a soli grassi, per innescare l'autofagia cellulare l'importante è non introdurre proteine oltre una certa soglia, abbinata ad una restrizione calorica.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Huxley | La persona intelligente è quella, e solo quella, che riesce a mettere insieme più aspetti della realtà ed è capace di trovare tra di essi una correlazione. C.Malanga


   
RispondiCitazione
Pagina 2 / 4