Forum

Notifiche
Cancella tutti

[FRUTTOSIO] ennesimo colpo di scena...  

Pagina 3 / 13
  RSS

mardok80
(@mardok80)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 106
28/02/2012 11:10 am  

E chi dice che massimo è 20 grammi?

Angelo hai postato articolo più inutile che non si puo'.

Comunque secondo quell'articolo il fegato quando arriva il fruttosio è molto lipolitico, quindi mi pare di capire, se il mio inglese non mi tradisce, che il fruttosio fa depositare grassi.

Ora a parte che occorre una sindrome metabolica e un consumo smodato di carboidrati, altrimenti questo non si verificherà mai, per non parlare del bilancio, ma devo ricordare che se il glucosio in maniera transitoria dimunisce le chinasi possono convertire il fruttosio che anzi salta un passaggio nella glicolisi.

Poi il fegato ingrassa solo se ci si ipernutre, cosa che il fruttosio impedisce, visto che un moderato eccesso si trasforma subito in trigliceridi che supportano il metabolismo, mentre la mancanza di glicogeno muscolare induce il fegato a rilasciare il suo di glicogeno e a catturare altro fruttosio per ricostruire le riserve.

Lo ripeto dei saturi e del fruttosio, si deve preoccupare solo chi abusa di carboidrati e chi si nutre oltre il necessario. Ma poi come cavolo si fa a mangiare oltre 40 grammi di fruttosio per pasto, dato che è un limite massimo oltre il quale vengono dei dolori lancinanti di pancia, dato che, il fruttosio, è assorbito in modo passivo e non attivo come il glucosio.

Ma calcolate che per assumere 40 grammi di fruttosio per pasto dovete, come dice mardok, mangiare quattro mele e due banane.

Voi mangiate mai 4 mele e due banane al giorno? Figuriamoci in un pasto.

I grassi saturi insieme al fruttosio, modulano la curva glicemia e la fanno scende molto lentamente, evitando il craving da carboidrati, proprio perchè il fegato lo sequestra tutto per farne glicogeno, e rilasciarlo lentamente, ma se si abbonda con le calorie e il glicogeno è pieno, ahimè il fegato ne farà grassi o meglio trigliceridi.

Il caro cortisolo quando sale durante lo stress la prima cosa che fa e spremere il fegato per fargli immettere glucosio, o forse, Angelo, mi sto sbagliando ancora? Ora pregate di avere risorse sufficienti altrimenti so dolori, perchè si passa alle proteine.

Orbene il glucosio di fatto è sequestrato dai muscoli, e la cosa è in maniera non lineare, ovvero non basta mangiare tanto glucosio per caricare prima i muscoli e poi il fegato, poichè dopo l'onda di insulina il metabolismo aumenta (se no che cavolo di ormone anabolico è?), ergo l'unico modo di avere sempre del glucosio di riserva, da usare se il cortisolo aumenta troppo è mangiando del fruttosio.

Ma poi io mio chiedo, nei germogli commestibili a crudo, rispetto ai semi, come mai l'amido è trasformato in larga parte in fruttosio? Forse la natura vuole farci mangiare il glucosio da semi non commestibili e per evitare che mangiamo i gemrogli commestibili ci mette il fruttosio?

http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=cortisolo%20fegato&source=web&cd=1&ved=0CCQQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.farm.unipi.it%2F~demontis%2FFISIOPATOLOGIA2007%2F03-12-2007.pdf&ei=JQVMT8mpGvOO4gTNmozqAw&usg=AFQjCNENWNx-g4BJGstJ4d_AUvgjA_9afg&sig2=-NmroGHgd3UHxxRoIK5gFA

Si legge:

"La mancanza di cortisolo e' incompatibile con la vita. Il cortisolo esercita le sue azione su vari tessuti, ma di particolare importanza é l'azione sul fegato."

"La produzione di cortisolo varia durante la giornata e raggiunge il picco massimo durante le
prime ore del mattino."

Ma secondo voi uno dopo che ha dormito una notte intera, da dove lo prende il glucosio necessario per alzare la glicemia e avere voglia di fare di primo mattino, perchè il cortisolo a questo serve, a predisporre la persona ad affrontare il mattino a pieni giri.

Infatti per me la maggior concentrazione di carboidrati e di fruttosio andrebbe assunta in quel momento, lo smorzamento della cortisolemia risulterà rapidissimo il fegato subito si ricaricherà delle riserve usate.

Mi spiace ma è un fatto, senza fruttosio, è dura mantenere la glicemia costante lungo l'arco della giornata, altro che 10 grammi al giorno, per me almeno una 40 andrebbero assunti, altrimenti la dieta pur se normocalorica rischia di divenire catabolica, in modo paradossale uno alza il metabolismo sotto l'onda del glucosio e il fegato o passa, sotto l'azione del cortisolo a bruciare proteine o rilascia glicogeno, glicogeno che senza fruttosio, è probabile non ci sarà.

http://www.farm.unipi.it/~demontis/FISIOLOGIA%202008/10-04-2008.pdf

"Insulina, glucagone, adrenalina e
cortisolo sono alcuni tra i principali
ormoni in grado di alterare la
glicemia. Anche altri ormoni sono in
grado di alterare la glicemia, per es.
l’ormone della crescita. Tuttavia gli
ormoni deputati in maniera specifica
al controllo omeostatico della
glicemia sono l’insulina ed il
glucagone. Adrenalina e cortisolo
sono importanti nella risposta allo
stress"

Stress è anche quando dovete usare le riserve improvvisamente, infatti il cortisolo, questo mostro demone che invece fa quello che deve fare, induce insulino-resistenza, ovvero dice ai tessuti:"Consuma meno glucosio, siamo sotto stress, quindi meglio usarlo con cautela se entrano dei microbi altrimenti non li possiamo affrontare", ricordarsi che il cortisolo solo in dosi non fisiologiche abbatte il sistema immunitario, perchè è cosa logica che se sei su una nave in tempesta e ci puoi rimanere, non devi pensare a combattere i batteri ma a salvarti la vita.

Comunque io sui 40 grammi di fruttosio li assumerò sempre nei miei tre pasti, poi ognuno è libero di fare ciò che vuole,sperate solo che geneticamente siete fatti, che quando fate le ricariche, la glicemia sale lenta in modo da dare al fegato il tempo di ricaricarsi, se no al primo stress, non riuscirete nemmeno a difendervi da un mal di gola senza catabolizzare muscoli, quindi indebolendovi.

Gli studi fatti su gente che si ingozza di fruttosio o ne abbassa la quota a 10 grammi, mangiando oltre i propri limiti e riempiendosi di glucosio, li lascio ai polli, a me non interessano.

Bel post:ok:
Io come quota di cho quando non mialleno viaggio dai 220/260gr al giorno,quando mialleno aumento.
Il mio diciamo dubbio,e' perche' consumo molta frutta tipo 2 kiwi la mattina,2 arancie a meta' mattina,e 1 mela il pomeriggio non vorrei eccedere con le dosi di fruttosio e trovarmi i trigligeriti alle stelle.


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
28/02/2012 11:23 am  

???

Quindi fammi capire, qua c'è gente che mangiando tanta frutta, cosa consigliata anche dal tuo caro Cordain, se ne uscita da stati infiammatori, e ora se io postassi una foto, dove magari sono un rottame, la teoria si invaliderebbe del tutto?

Cioè, a me quello mi dà fastidio, te sei costretto per allenarti a riempirti di riso e caffeina, quanto il fruttosio, limiterebbe di molto l'ammontare totale dei carboidrati necessari per tenere su la glicemia sotto stress, e io ti devo portare i risultati.

E' un fatto, che, il cortisolo abbia un effetto marcato sul fegato, proprio per liberarne il glicogeno sotto stress, glicogeno che è quasi del tutto ripristinato a suon di fruttosio, che per inciso viene sintetizzato anche per dare energia agli spermatozoi, e io devo portare le prove?

http://www.fituncensored.com/forums/nutrizione/7698-alimentazione-e-ripristino-delle-scorte-energetiche-muscolari-dopo-l-esercizio.html

Si legge:

"Tipo di carboidrati.

Il tipo di carboidrati è un aspetto importante per una corretta resintesi di glicogeno, ma secondario rispetto ai primi due. Dal momento che il glicogeno è un polimero del glucosio, i carboidrati composti di glucosio (e polimeri dello stesso) sono i suoi più naturali precursori. Il fruttosio è uno zucchero che riempie preferenzialmente il glicogeno epatico, ma alimenti contenenti fruttosio o combinazioni di fruttosio+glucosio non sono molto adatti per lo stoccaggi di glucosio perché il fruttosio è scarsamente (quasi per nulla) insulinogenico. Inoltre il fruottsio, prima di entrare in circolo, deve essere convertito in glucosio nel fegato."

Ma se il glicogeno epatico è pieno, le conseguenze te le puoi ben immagginare, un po' come se si consumano saturi andando oltre bilancio energetico e assumendo tanti carboidrati, l'insulino resistenza compare con una facilità mostruosa e quella ricerca della Roche ha mostrato che gli insaturi ritardano solo il problema.

Qua poi si afferma definitivamente quello che dico io:

"Integratori energetici

Durante l'impegno muscolare, invece, dovrebbe essere considerata l'integrazione energetica, attuabile con miscele di fruttosio e di maltodestrine, quali componenti di bevande o di barrette da prendersi in quantità proporzionale al lavoro fisico. L'apporto di sostanze energetiche di rapida utilizzazione, infatti, sarebbe in grado di influire sulla prestazione fisica e mentale dello sportivo.

Al termine della gara o di impegnativi allenamenti, soluzioni o barrette energetiche di questo tipo possono favorire un recupero delle riserve di glicogeno: le maltodestrine agiscono sul reintegro delle riserve muscolari, mentre il fruttosio tende a ripristinare quelle epatiche. Risulta evidente da numerosi studi che dall'associazione di maltodestrine e di fruttosio si ha un integratore energetico veramente efficace, in grado di dare benzina di pronto impiego (grazie alle maltodestrine a catena corta) e carburante da consumarsi nel tempo (anche per più di un'ora, grazie alle maltodestrine di maggiori dimensioni e soprattutto al fruttosio). Sarebbe comunque una bevanda integratrice capace di alterare la glicemia meno di quanto farebbero le sole maltodestrine; il risultato finale sarebbe vantaggioso sulla prestazione, come testimoniato da alcune ricerche. L'assunzione di questi carboidrati - in un'unica dose prima dell'inizio dell'esercizio fisico o a più riprese durante lo sforzo - può aumentare il loro consumo durante l'attività sportiva. Per questo motivo, si è potuto riscontrare un ritardo della comparsa della fatica e un aumento del tempo di esaurimento, sicuramente per merito delle maltodestrine che vengono utilizzate come fonte di energia e consentono perciò un risparmio di glicogeno muscolare.

Gli studi sulle maltodestrine e sui carboidrati non si sono limitati al loro uso durante l'esercizio, ma hanno avuto un seguito anche al termine dell'attività, cioè un momento molto delicato per l'organismo, che si può trovare in "riserva". Al termine di una competizione infatti le scorte di glicogeno possono ridursi al massimo, per cui è necessario ripristinarle al più presto se si vuole essere pronti per affrontare nuovamente l'impegno sportivo già il giorno dopo.

In questo ambito, le maltodestrine e il glucosio hanno un ruolo molto importante nel ricostituire i "magazzini" del glicogeno muscolare, cos" come il fruttosio ha un compito basilare nel riempire le "dispense" del glicogeno epatico.

Da tutte queste notizie traspare che, quando i muscoli hanno "sete" di energia, sia nelle prestazioni di alto livello, sia nell'attività amatoriale, è necessario assumere cibi adatti. Senza ombra di dubbio, i carboidrati sono molto indicati per questi scopi; attenzione però che siano quelli giusti. Soluzioni a base di fruttosio e maltodestrine possono essere prese sotto sforzo per garantire una maggiore efficienza e un più rapido recupero."

http://www.atleticacarpenedolo.it/ali2.htm

Te lo ripeto, il fruttosio è capitale nel minimizzare le onde di cortisolo, o meglio per far si che questo ormone, che non è il male, faccia il suo lavoro in un prestadio di stress. Ma ora mi chiedo, perchè mai devo integrare se faccio lavoro di intensità sporadicamente, sono sicuro che: se non sono sotto stress e mangio una quota di frutta al giorno, le mie riserve epatica non saranno mai del tutto vuote, quindi anche se qualcosa aumentasse i miei livelli di cortisolo, sarei perfettamente coperto.

ORA, SICCOME TE REPUTI CHE IO SONO UN CAZZARO E CHE DICO SOLO UN SACCO DI FESSERIE, CONTATTA L'AUTORE DEL SITO CHE HO RIPORTATO SOPRA, E TI FAI DIRE QUALI SONO QUESTI STUDI.

LO RIPETO IL FRUTTOSIO è COME I SATURI, AMMAZZA CHI NE ABUSA, MA IN NATURA GLI ANIMALI, COME GLI SCIMPANZè, LO CONSUMANO ECCOME IL FRUTTOSIO, QUINDI O SO TUTTI FESSI O I FESSI SIAMO NOI.


Bel postok
Io come quota di cho quando non mialleno viaggio dai 220/260gr al giorno,quando mialleno aumento.
Il mio diciamo dubbio,e' perche' consumo molta frutta tipo 2 kiwi la mattina,2 arancie a meta' mattina,e 1 mela il pomeriggio non vorrei eccedere con le dosi di fruttosio e trovarmi i trigligeriti alle stelle.

Ma secondo me dovresti metterne un po' la sera e magari distanziare meglio la mattina, ma è soggettivo, solo te puoi sapere cosa è meglio, però tieni presente che il fruttosio ha un limite di assorbimento intestinale e il fegato mediamente, se le riserve muscolari calano raramente ne rimane comunque pieno.

E' cosa logica che se ti affidi alle riserve, è meglio non lesinare la frutta, se no ti ritrovi con un deficit surrenale nel lungo periodo, giacchè il sistema attua la chetosi proprio per compensare la mancanza di carboidrati.

I carboidrati se assunti in dosi massicce, fanno male, specialmente il fruttosio; nessuno qua ha detto che è migliore del glucosio, semplicemente si vuole ribadire, che, essendo di fatto veicolato al fegato, se questo ha capienza, il fruttosio sarà un prezioso alleato, se no i danni ossidativi aumentano e non di poco, perchè il fruttosio ha un potere glicante molto più alto del glucosio e provoca aumento del grasso intraepatico, ma parliamo sempre di gente che:ne assume tanto, ne assume poco ma assume tanti carboidrati in generale, ha un bilancio energetico troppo alto rispetto alle proprie attività.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
05/04/2012 3:19 am  

L’alta assunzione di Fruttosio può aumentare la pressione sanguigna
L’assunzione di alte quantità di Fruttosio con la dieta può aumentare il rischio di sviluppare ipertensione.
Queste le conclusione di uno studio su 4.528 adulti statunitensi, partecipanti al National Health and Nutrition Examination Survey ( NHANES ) nel periodo 2003-2008.
I soggetti che hanno riferito di aver assunto 74 g di Fruttosio o più al giorno con la dieta ( pari a 2.5 bicchieri di bevande zuccherate ) erano a più alto rischio di alti valori pressori.
Una relazione tra assunzione di zuccheri e aumento pressorio è controverso. E’ stato ipotizzato che un’alta assunzione di Fruttosio provochi innalzamenti dell’acido urico ed aumento della pressione sanguigna.
Sono necessari studi prospettici per valutare se una ridotta assunzione di Fruttosio riduca l’incidenza di ipertensione e il conseguente rischio cardiovascolare.
Fonte: Journal of American Society of Nephrology, 2010

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
05/04/2012 4:08 am  

Controversie sull'utilizzo di fruttosio come dolcificante
L’American Diabetes Association ( ADA ) ha vietato l’uso del fruttosio per i pazienti affetti da diabete, perché questo zucchero causa aumento di peso ed un incremento dei grassi nel sangue.
Il fruttosio, un monosaccaride presente nella frutta e nel miele, viene sempre più utilizzato dall’industria alimentare.
Industrialmente il fruttosio è prodotto enzimaticamente dal glucosio contenuto nell’amido di granoturco.
Nel 2002, l’ADA ha emesso un warning rivolto ai soggetti con diabete, invitandoli ad evitare di assumere fruttosio, prodotto industrialmente.
Permettendo invece l’assunzione del fruttosio contenuto nella frutta.
Questa decisione si è basata sulla scoperta che il fruttosio ottenuto dal glucosio, può aumentare i livelli plasmatici dei lipidi.
E’ stato osservato un aumento dei livelli di colesterolo e colesterolo LDL, quando la dieta contiene alti livelli di fruttosio.
Inoltre, anche i trigliceridi aumentano in modo marcato, soprattutto nelle persone con problemi di insulina, dopo ingestione di fruttosio industriale

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
05/04/2012 4:20 pm  

ma quindi, ci sarà una soglia massima consigliata di assunzione?

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
gianlnicc
(@gianlnicc)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 686
05/04/2012 5:47 pm  

Posto l'opinione della perfect healt diet (sto diventando un aficionado), la stessa riportata nel libro.

http://perfecthealthtv.blogspot.it/2012/01/by-dr.html

Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

Popeye the sailor man


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
05/04/2012 6:05 pm  

Consuming fructose is essentially consuming fat!

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
gianlnicc
(@gianlnicc)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 686
05/04/2012 6:07 pm  

Crixus,
non nel senso buono.

Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

Popeye the sailor man


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
05/04/2012 6:12 pm  

ahahah si si l'avevo capito 🙂
è un'affermazione forte, in ogni caso è un paio di giorni che la evito e non ho fame continua
intendo la frutta vera propria

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
09/04/2012 10:01 pm  

Crixus, lo eviti? Normalmente quanto ne consumi? Quanti carboidrati consumi?

Se io ho ragione il fruttosio è l'unico zucchero che può far entrare e uscire dalla chetosi rapidamente, e fare da collegamento verso essa.

Ma dato che ultimamente ho quasi sempre ragione, e poco torto, quasi allo 0%, suppongo che farò di nuovo centro.

Comunque sentiamo le risposte, poi mi pronuncerò.


RispondiQuota
fedex
(@fedex)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 221
10/04/2012 1:39 am  

in ogni caso seconod me con un paio di frutti al giorni non si rischia di certo problemi con il fruttosio, anke perchè tutti i frutti contengono una miscela di più zuccheri.. diverso è il caso se se ne consuma veramente ma veramnete tanta di frutta ( e ovviamente se lo si assume attraverso fonti industriali")


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
10/04/2012 2:09 am  

In genere consumo banane e mele. Togliendo questo fine settimana ed oggi, giorni nei quali mi sono lasciato andare causa pranzi cene ecc consumo solo frutta e verdura come carbo. Ed ho notato che limitando o annullando il consuno di frutta ho meno senso di fame dopo 2 ore. Ma dipende soprattutto dalla quantità ingerita in una sola volta.

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
10/04/2012 12:55 pm  

Banane? Ma almeno sai di cosa parli?

Le banane sono un concentratodi amido, quando maturano si trasformano in un concnetrato di destrine e glucosio.

Comunque quanta ne assumi in un pasto? e dovremmo anche misurare il tuo metabolismo cercare di fare una stima dei tuoi consumi totali e vedere quantea energia assumi ogni giorno, sono sicuro che eccedi con le introduzioni.

MA vdiamo un po' cosa combini prima di trarre conclusioni.


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
10/04/2012 1:32 pm  

non conto le cal, ma non penso proprio di eccedere, dato che mangio solo carne e verdure.
per quanto riguarda la frutta, 1 massimo 2 frutti insieme.

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
10/04/2012 1:51 pm  

2 frutti insieme sono troppi...

Grassi, quali usi?


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
10/04/2012 2:09 pm  

non aggiungo grassi a quelli contenuti nelle carne, se non gli omega 3.
infatti, se ne mangio 1 non vedo problemi.

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
Pagina 3 / 13