Forum

Notifiche
Cancella tutti

Il calcio dell'acqua è più biodisponibile di quello dei latticini.  

Pagina 1 / 2
  RSS

salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
22/09/2011 2:14 am  

Riporto i passi fondamentali di un esperimento che ha confrontato acqua sangemini e latte:

Dal lavoro è possibile pervenire alle seguenti conclusioni:
1) il calcio contenuto nell'acqua Sangemini è altamente biodisponibile, almeno quanto lo è quello contenuto nel latte se non in misura maggiore;
2) la biodisponibilità si estende ad adulti di età ampiamente variabile;
3) lo stato estrogenico e la menopausa, mentre in linea generale esercitano una certa influenza sull'assorbibilità (5), non hanno un impatto particolare sull'assorbibilità del calcio dell'acqua Sangemini.
Deve essere comunque puntualizzato che la frazione di assorbimento riscontrata in questo studio sul calcio contenuto nell'acqua Sangemini (intorno al 50%) è valida per le specifiche condizioni e modalità di assunzione utilizzate nello studio.

Fonte: http://users.unimi.it/~nappi/calcio.html

N.d.R = se si prende la sangeminic he ha 333 mg/l di calcio bevendone ad esempio 2 litri siamo sui 666, con un pizzico di limone per acidificare un pò, c'è li becchiamo quasi tutti. Il timore per il calcio derivato dal mancato utilizzo dei latticini è completamente infondato.


Quota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
22/09/2011 2:14 am  

L'acqua del rubinetto più o meno quanto calcio contiene?
Voi acquistate acqua in bottiglia o del rubinetto?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
22/09/2011 2:15 am  

Eva ha scritto:
L'acqua del rubinetto più o meno quanto calcio contiene?
Voi acquistate acqua in bottiglia o del rubinetto?

Domanda da un milione di dollari, dipende da zona a zona, se l'azienda che gestisce l'acqua ha un sito on-line in genere c'è l'analisi chimica.
Io comunque faccio un pò da rubinetto un pò in bottiglia...a fronte di controlli più frequenti l'acqua di rubinetto mi fa schifo per il sapore di cloro anche se lasciata a decantare..

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
davideleo
(@davideleo)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 171
22/09/2011 2:16 am  

Sì, vero. A Milano fa schifo. All'Aprica in Valtellina praticamente dal rubinetto esce acqua Levissima.


RispondiQuota
OneLovePeace
(@onelovepeace)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 1335
22/09/2011 2:16 am  

Io non posso sicuramente lamentarmi, l'acqua del rubinetto dalle mie parti è buonissima anche se una volta ogni due mesi salgono dei funzionari della provincia con delle taniche chimiche e le versano nell'acquedotto...
Ogni tanto per cambiare compro delle bottiglie di Uliveto, ho notato che aiutano la digestione.


La natura non fa nulla di inutile.


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
22/09/2011 2:16 am  

Secondo me il pH dovrebbe essere leggermente acido.

Comuqnue io credo che l'assorbimento del calcio implichi un intestino con mucosa legegrmente acida per cido lattico prodotto dai batteri, altrimenti il calcio non diviene molto assimilabile.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
22/09/2011 2:17 am  

[...] Con l'analisi chimica si definiscono le quantità di minerali inorganici che si trovano nell'acqua. Essi sono frammenti di roccia che l'acqua ha assorbito durante il percorso sotterraneo prima di sgorgare in superficie. In Particolare vengono determinate le quantità di calcio,magnesio,sodio,potassio,idrogeno,carbonato,solfato,nitrati,cloruro,silice,ferro,alluminio,stronzio,bromo,iodio,nitriti,fosforo,mercurio,bario e i gas disciolti come ossigeno,anidride carbonica,azoto e altri. La somma dei minerali inorganici dà il residuo fisso che si ottiene facendo evaporare 1L d'acqua a 180°.
Il residuo fisso viene espresso in milligrammi per litro ed è un parametro determinante per la valutazione della qualità dell'acqua. Infatti, più basso è il residuo fisso, migliore è la qualità dell'acqua. Questo perchè quasi tutti i minerali inorganici non sono assimilabili dalle cellule umane e si depositano all'interno dell'organismo e danno origine, nel medio lungo periodo, a disturbi funzionali.
L'organismo umano "vive" tra l'altro di minerali; nei liquidi i minerali si dissociano nei rispettivi elettroliti, e in questa forma vengono assorbiti dall'organismo nella loro interezza e vengono quindi convertiti in processi vitali come il metabolismo e la regolazione del bilancio idrico. Il problema, per quanto concerne le discussioni sui minerali contenuti nelle acque, risiede nelle diverse forme dei minerali, vale a dire i cosiddetti minerali "inorganici" e "organici", o meglio minerali legati in composti organici.
I minerali Inorganici sono quelli che provengono direttamente dal terreno, e vengono raccolti dall'acqua che fuoriesce dalle rocce.
I minerali Organici sono quelli che sono gia stati metabolizzati dalle piante o dagli animali.
I minerali inorganici provenienti dal terreno e contenuti nelle acque non possono essere metabolizzati dalle cellule umane, ossia trasformati in sostanze proprie dell'organismo; essi devono essere innanzitutto metabolizzati dalle cellule vegetali ed essere trasformati in minerali organici. ( In effetti anche i minerali inorganici possono essere metabolizzati dall'uomo, ma questo richiede un notevolissimo impegno dell'organismo perchè esso è obbligato a produrre quello che nel caso dei minerali organici è gia presente, vale a dire deve costruire veicoli organici che trasportino la maggior parte dei minerali attraverso le fessure delle pareti cellulari.)
Nelle acque, tuttavia, questi veicoli di trasporto per i minerali inorganici non sono presenti, per cui, se il corpo non ne produce in misura sufficiente, essi non riescono a penetrare nelle cellule attraverso il tessuto connettivo e quindi si depositano in tutto l'organismo.
I minerali organici contenuti nell'acqua, difficilmente o non assimilabili da parte delle cellule umane, possono provocare un sovraccarico di elettroliti nel sangue; essi devono essere eliminati attraverso il filtraggio renale.[...]

"Andreas Fellin - Quale acqua per la nostra salute?"

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
22/09/2011 2:18 am  

Per ottenere il quantitativo indicato dalla RDA come razione giornaliera raccomandata di calcio, una persona (un adulto maschio) che beve ad esempio acqua Levissima, ne dovrebbe bere 50 Litri pari ad oltre 30 bottiglie al giorno...
Non è mia intenzione difendere i latticini ma per amor del vero queste cose vanno dette, ricordando sempre inoltre che il calcio dell'acqua è inorganico (bicarbonato/fosfato).
Se si pensa di bere acqua per assumere calcio si è fuori strada completamente.
Meglio una manciata di mandorle e fichi.
Cercare di comprare acque come la Sangemini che ha tutto quel calcare per assumere calcio è folle,checchè ne dica lo studio, gli studi tanto vengono continuamente smentiti.
Ci sono diversi studi clinici che dimostrano che terapie idropiniche monitorate per un paio di anni con acqua leggera, migliora molti parametri clinici rispetto ad una acqua "pesante".

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
22/09/2011 2:18 am  

Infatti si parlava di sangemini e non di levissima che è un acqua abbastanza dolce.

La sangemini contiene in calcio circa 340 mg litro di acqua, quindi bastano 800/340 ovvero circa 2 litri e mezzo di acqua al giorno.

Quando parliamo di acqua parliamo di acqua abbastanza dura.

Inoltre il calcio nelle ossa deve rimanerci non solo entraric, con esercizio e mantenendo un profilo ormonale ideale.

Gli studi vengono smentiti da altri studi, ma io da chimico ti garantisco che il calcare non è un problema, dato che il pH dello stomaco lo rende digeribile e assimilabile, datoc he più il pH scende più il calcio diventa solubilizzabile.

Inoltre questo è uno studio che paragona il calcio dell'acqua con quello del latte, semmai venisse smentito significherebbe che si assume meglio quello del latte e non quello dell'acqua, ma non che non lo si assume...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
22/09/2011 2:19 am  

Si questo è vero, ad esempio il calcio carbonato non può essere assorbito se non c'è una giusta acidità di stomaco, cosa che viene risolta dal calcio gluconato invece.
La massima biodisponibilità del calcio dell'acqua però è valida a stomaco vuoto.
E' anche vero che il calcio della sangemini è biodisponibile, cosa che non è per tutte le acque quindi.
Qui è spiegata bene la differenza tra i vari sali di calcio http://www.my-personaltrainer.it/integratori/integratori-calcio.html

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
13/01/2012 7:30 pm  

Rivedendo lo studio ho notato che non si specifica il latte usato come riferimento, se intero, scremato, uht, fresco..crudo, perchè le cose cambiano a seconda dei trattamenti o meno.
Ovviamente la pastorizzazione riduce l'assorbimento del calcio del latte.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fedex
(@fedex)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 221
15/01/2012 4:55 pm  

poi c è da dire che l unica acqua con un quantitativo considerevole di calcio è la sangemini le altre ne hanno davvero poco


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
15/01/2012 4:59 pm  

In genere infatti sono oligominerali, però la cosa che più mi colpisce è come in alcuni libri si dice che il carbonato di calcio dell'acqua non venga assimilato, quando invece a contatto coi succhi gastrici diventa cloruro di calcio e viene assorbito intorno al 40% come tante altre fonti di calcio. Poi l'assorbimento dipende anche da tanti altri fattori, paratirodi,vitamina D e bilancio corporeo positivo-negativo che ne diminuisce-aumenta la captazione intestinale.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
20/01/2012 10:36 pm  

Domandona...Ma allora come mai molti popoli non consumano latticini, e non credo che il calcio lo prendano da altri alimenti, perchè mi risulta impossibile credere che una qualsiasi verdura fossa fornire un quantitativo pari a 800 mg (RDA stimata per il caldo), come fanno con il calcio?

La soluzione se esiste un solo popolo che ha ossa di acciaiao senza assumere latticini, non deve essere nei latticini.

Comunque ecco una nota sulla solubilità e il pH:

https://chemistry.twu.edu/tutorial/pHandSolubSum.html

Volevo farvi una bella trattazione, di quelle che mi facevano quando andavo alle superiori, ma meglio lasciar perdere, so formule abbastanza complesse.

Come leggete un sale di acido debole, quando in acqua subisce notevole influenza in quanto a solubilità se si modifica il pH (se si abbassa), mentre un sale di acido forte no.

Siccome i sali inorganici sono di fatto sempre sali di acidi deboli, la loro solubilità è fortemente influenzata dal pH e nel caso dei sali organici, più debole è l'acido organico, più il pH diventa meno stringente, ovvero un pH anche basico come 8, puo' determinare forte solubilità del calcio in soluzione.

"...Il residuo fisso viene espresso in milligrammi per litro ed è un parametro determinante per la valutazione della qualità dell'acqua. Infatti, più basso è il residuo fisso, migliore è la qualità dell'acqua. Questo perchè quasi tutti i minerali inorganici non sono assimilabili dalle cellule umane e si depositano all'interno dell'organismo e danno origine, nel medio lungo periodo, a disturbi funzionali."

Quindi vediamo se ho capito bene, se bevo acqua ad alto residuo fisso, non assimilo i minerali che però comunque si depositano nel mio corpo?

A parte che il colon li riassorbe quasi del tutto, infatti io ho forti sospetti che carenze di minerali dipendano dal colon infiammato o comunque avente qualche problema, ma i batteri dello stesso sono in grado di trasformare i minerali da inorganici a organici, l'importante che i minerali restino in soluzione ovvero siano solubili.

Comunque pare che il calcio venga assorbito dall'acqua, altrimenti posso garantire che saremmo tutti rachitici e pieni di osteoporosi, ma occorre lo stato ormonale adatto, atrimenti nisba.

http://alimentazionebambini.e-coop.it/alimentazione-corretta/alimentazione-corretta-4-10-anni/il-calcio-e-la-vitamina-d-nell%E2%80%99alimentazione-del-bambino/

"E non vanno dimenticate anche alcune acque minerali, che sono anch’esse una buona fonte di calcio. Si è visto infatti che il calcio contenuto nell’acqua, al contrario di quanto si pensava in passato, viene assorbito. Dunque in un’alimentazione corretta, per avere un giusto introito di calcio, potrebbe essere utile associare ad un corretto consumo degli alimenti che ne contengono in buona quantità anche il consumo di un acqua bicarbonato-calcica, meglio ancora se ne contiene almeno 300 mg per litro."

Ripeto l'INRAN e la FAO dicono che abbiamo bisogno di 800 mg di calcio al giorno, ma io vorrei fare dei test su chi si mette al Sole, si allena e mangia cibi che non producono effetti avversi e vive in aambienti non stressati, sono sicurissimo che uscirebbe un valore molto ma molto più basso, tranquillamente raggiungibile con un litro di acqua al giorno.

Ricordo che un deficit surrenale genera perdita di minerali il che non aiuta.

http://www.anagen.net/calcio.htm

Notare questa frase:

"Quando l’organismo ne è carente l’assorbimento è più efficace; quindi maggiore il bisogno e minore la quantità di calcio nell’alimentazione, migliore sarà l’assorbimento. Quest’ultimo aumenta anche durante periodi di crescita rapida. Il lattosio presente nel latte favorisce l’assorbimento."

"L’assorbimento del calcio dipende anche dalla presenza di quantità adeguate di vitamina D, che insieme all’ormone paratiroideo regola la quantità di calcio nel sangue."

L'ormone paratiroideo, lo stesso che interviene nella doccia metabolica che ripristina lo smalto ai denti, quando non si è sotto stress.

Il bello è questo:

"Bassi livelli di calcio aumentano il rischio di ipertensione (alta pressione del sangue). Il calcio può combattere gli effetti del sodio nello sviluppo dell’ipertensione. Le carenze gravi possono causare aritmie cardiache, demenza e convulsioni. Gli anziani possono essere carenti a causa di maggiori problemi di assorbimento e un minor consumo di alimenti ricchi di calcio. Quando il corpo non assorbe abbastanza calcio diminuisce la produzione di estrogeni. Così come le donne in fase di post-menopausa, anche gli uomini anziani sono spesso carenti di calcio.

Il calcio è un tranquillante naturale e tende a calmare i nervi. Assumendolo dai 20 ai 40 minuti prima di andare a letto, favorisce un sonno profondo. Il calcio favorisce anche la produzione di energia e il mantenimento del sistema immunitario. Gli integratori di calcio insieme alla vitamina D hanno un forte effetto protettivo nei confronti del tumore colorettale.

Si ritiene che il calcio, abbassando il colesterolo sia efficace nella cura dei disturbi cardiovascolari. Dosi di calcio sino a 1500 mg hanno diminuito la pressione sanguigna di persone normali o ipertese. Si pensa che questo fenomeno sia dovuto alla reazioni dei muscoli lisci che circondano i vasi sanguigni. Viene inoltre utilizzato nella cura dei crampi ai piedi e alle gambe."

E nessuno ha controllato lo stato delle surreni di questi soggetti? Guarda caso la pressione aumenta e il calcio scende, ripeto chi sta bene non perde il calcio così facilmente e ha bisogno di quote bassissime per mantenere le sue ossa di acciaio.


Addirittura si è stimato che mediamente un cinese assuma meno di 15 mg di calcio al giorno eppure niente carie e niente fratture:

http://www.paleodieta.it/latte.htm

"Il calcio tanto reclamizzato nel latte vaccino e in genere male assorbito dall'uomo, perché e associato con una percentuale (relativamente) troppo alta di fosforo (fattore inibente) e alla caseina. Nonostante ciò, nei paesi occidentali "sviluppati" mangiamo cosi tanto da riuscire a fare un'overdose quotidiana di calcio, il quale va a depositarsi sulle pareti delle arterie provocando, insieme al colesterolo, l'indurimento delle stesse oppure forma calcoli renali, o si accumula nelle articolazioni, dando vita a manifestazioni artritiche. Il cinese medio assume appena 15 mg di calcio al giorno, eppure ha meno carie e osteoporosi dell'americano medio, che ne ingurgita ben 800 mg."

Di fatto comunque i cinesi sono intolleranti al lattosio.


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
20/01/2012 11:38 pm  

Io sono guarito perfettamente da una frattura dello scafoide senza operazione chirurgica, senza latticini e senza integratori di calcio. In quel periodo ancora non assumevo nemmeno il magnesio, ne la vit.c e nemmeno la vit. D. Però, siccome era estate, ho preso parecchio sole: andavo tutti i giorni al mare per circa 50 giorni di seguito dalle ore 14 alle ore 17,30 circa. Mi ricordo che avevo, però, sotto consiglio dell'erborista (non so quanto sia stato utile), fatto un mese prendendo 3 capsule di equiseto. In quel periodo bevevo acqua uliveto.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
20/01/2012 11:45 pm  

poi c è da dire che l unica acqua con un quantitativo considerevole di calcio è la sangemini le altre ne hanno davvero poco

La Ferrarelle ne ha circa 380 mg/litro più della San Gemini.

Un litro e mezzo di Ferrarelle fornisce 540 mg/l, come abbiamo visto se in caso di carenza ne aumenta l'assimilazione, un litro e mezzo di acqua fornisce tutto il calcio necessario al corpo per accrescersi.

Ripeto la carenza ha a che fare con problemi ormonali e metabolici non con l'introito di calcio.


Io sono guarito perfettamente da una frattura dello scafoide senza operazione chirurgica, senza latticini e senza integratori di calcio. In quel periodo ancora non assumevo nemmeno il magnesio, ne la vit.c e nemmeno la vit. D. Però, siccome era estate, ho preso parecchio sole: andavo tutti i giorni al mare per circa 50 giorni di seguito dalle ore 14 alle ore 17,30 circa. Mi ricordo che avevo, però, sotto consiglio dell'erborista (non so quanto sia stato utile), fatto un mese prendendo 3 capsule di equiseto. In quel periodo bevevo acqua uliveto.

Sai perchè io sono Salvio e sono strabannato da tutte le parti? Perchè io non accetto mai che in un modello vi siano delle parti che non vengono descritte, altrimenti invalido tutto il modello.

http://www.acquedellasalute.it/uliveto/

L'ultiveto ha 171 mg di Calcio per litro.

Se si verifica un problema dcon il Calcio non lo si tampona assumendo altro Calcio, ma capendo cosa non va a livello ormonale e metabolico.


RispondiQuota
Pagina 1 / 2