Forum

Notifiche
Cancella tutti

Il calcio dell'acqua è più biodisponibile di quello dei latticini.  

Pagina 2 / 2
  RSS

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9779
21/01/2012 3:37 am  

Dunque si desume che avrei un problema metabolico visto che il calcio mi sta facendo bene a livello nervoso (spasmi ed extrasistole).
Il calcio è regolato dalle paratiroidi, esse dicono se ne devi aumentare l'assorbimento e se i reni ne devono scartare più o meno. In questo caso il valore del PTH potrebbe dire già molto.
C'è da aggiungere che il calcio nemmeno dall'acqua lo prendevo io.
Comunque oltre ad un problema di resistenza al paratormone chi ha continui problemi intestinali di diarrea o malassorbimeto tipo il chron e l'intestino irritabile può non assorbire il calcio e nemmeno la vitD, nell'immediato somministrare calcio+vit D è sensato, poi ovviamente si va a vedere lo stato ormonale e indagare quello intestinale.
Per quanto riguarda gli orientali che assumano poco calcio è vero, ma ad onor del vero arrivati a tarda età sembrano tutti mezzi rachitici, quando guardo i documentari di popolazioni mongole,del tibet etc i denti di queste persone sono tutti rovinati, consumati, scuri. Adesso ci vorrebbe uno studio per vedere come stanno realmente le cose.
Per lo stesso ragionamento tuo, Salvio, che è sensato e apparentemente giusto, dovresti essere contrario alle integrazioni di magnesio.
E' comprensibile che il corpo abbia una tolleranza di funzionamento, e se è carente di qualcosa si regola per trattenere quel nutriente, come in carenza di iodio l'ipofisi produce più TSH per dire alla tiroide di aumentare il ritmo. Ma mi chiedo, perchè far girare il corpo sempre al massimo con la stimolazione ormonale endogena attraverso meccanismi di compensazione per sopperire alle carenze alimentari?
Alla medicina si possono muovere tante critiche, però se dicono che l'RDA del calcio ammonta a 800mg vorrà dire che è il minimo per far funzionare ad un regime sostenibile l'organismo e gli ormoni...no?
Avranno fatto un campione statistico, o avranno preso tutti con squilibri endocrini e quindi con più bisogno di calcio? :huh:
Il cinese medio con 15mg di calcio avrà le paratiroidi iperstimolate se un giorno prende poco sole.
Sembra quasi che il calcio vi stia antipatico, forse tutta la pubblicità che se ne fa in Tv sortisce effetti contrari 😀
Per il discorso che Salvio ha accennato sulle surrenali in deficit e carenza di calcio onestamente non ho capito e/o conosco la relazione, forse lui che ha letto Adrenal Fatigue può dirci qualcosa di più...
Per quanto riguarda l'affermazione del calcio che fa venire arteriosclerosi, calcoli etc, nell'altro thread è stato evidenziato che ciò accade SOLO quando c'è carenza di vitamina D, altrimenti no.
Forse è meglio unire questa discussione con quella sul calcio così le info non si disperdono

Ah per quanto riguarda il latte, anche io pensavo che non fosse una buona fonte di calcio, ma non è vero, mi sono documentato su libri universitari, sebbene abbia più calcio e più fosforo di quello materno umano il rapporto in quello bovino rimane all'incirca 2:1 che è ottimale, c'è anche magnesio e vitamina D,ed il lattosio si sa che aumenta l'assorbimento, quindi se non è una buona fonte quello bovino non lo è nemmeno quello materno, il che non è possibile perchè permette una perfetta crescita ossea del neonato. Poi c'è il discorso della pastorizzazione che abbassa l'assorbimento..ma questa è un'altra storia.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
21/01/2012 9:20 am  

Se si verifica un problema dcon il Calcio non lo si tampona assumendo altro Calcio, ma capendo cosa non va a livello ormonale e metabolico.

La penso quasi esattamente come te! Però quando hai, per esempio, una frattura, chi ti sta attorno, medici inclusi, consigliano tutti un introito (molte volte, a quanto pare, a torto) maggiore di alimenti contenenti calcio (latticini in primis) o integratori... Io non gli ho dato retta al 100%: latticini erano anni che non ne mangiavo e ho continuato anche dopo a non mangiarne; integratori specifici di calcio/vitD e magnesio, a parte l'equiseto, non ne ho assunto e sono guarito perfettamente lo stesso. Quindi il "materiale" per riparare la frattura, da qualche parte (acqua, alimenti, equiseto, etc.) il mio organismo l'ha trovato.

In riferimento all'equiseto (unico integratore) che ho assunto per 30 giorni:

Il silicio contenuto nell'equiseto contribuisce con calcio, magnesio ed altre sostanze al "metabolismo dell'osso” e favorisce l'accrescimento osseo.
Le principali azioni riconosciute all'equiseto sono:
- remineralizzante
- detossicante
- coagulante
- diuretica
Remineralizzante: durante processo di calcificazione delle ossa, tra le varie sostanze chiamate in gioco, é indispensabile la presenza del silicio di cui l' equiseto é naturalmente ricco. Si è notato che la demineralizzazione ossea è legata proporzionalmente alla caduta del tasso di silicio.
Il silicio si localizza nell'osteoblasto, una cellula in grado di stimolare la costruzione dell'osso, e in questo modo favorisce il deposito del calcio nei siti attivi di calcificazione.
Detossicante: grazie alla presenza di silicio, l’equiseto è utile per eliminare le scorie metaboliche.
Coagulante: grazie all'alto contenuto di calcio presente. Diuretico: la sua azione é notevole ed è dovuta alla complessa composizione ricca di sali di potassio, ai glucosidi flavonoidici e alle saponine.

Fonte: http://www.informazione.it/c/7BBB491C-B695-41E0-9E36-8176C8E9ECF9/L-Equiseto-e-le-sue-fantastiche-proprieta

Sai perchè io sono Salvio e sono strabannato da tutte le parti?Perchè io non accetto mai che in un modello vi siano delle parti che non vengono descritte, altrimenti invalido tutto il modello.

Ma questo antipatico discorsetto, lo hai fatto solo perché non ho messo il link dell'acqua uliveto?

Per evitare che il link divenga in futuro inutilizzabile, ne copio e incollo il contenuto:

L’acqua minerale Uliveto è un’acqua mediamente mineralizzata (residuo fisso a 180° C= 860 mg/l), bicarbonata (HCO3- = 650mg./l), calcica (Ca++= 169 mg/l) “effervescente naturale”.

Il segreto irripetibile di quest’acqua è tutto nel perfetto rapporto dei suoi componenti (bicarbonato, calcio, magnesio e solfati) che le conferiscono attività biologiche utili per il benessere dell’organismo in particolare, nel trattamento di particolari condizioni quali i disturbi gastrointestinali. Queste capacità e proprietà dell’acqua sono dimostrate da studi scientifici.

Le acque bicarbonate (come Uliveto) favoriscono la digestione, accelerano lo svuotamento gastrico se bevute durante i pasti e svolgono un effetto tampone nell’acidità gastrica se bevute a digiuno.

Le acque calciche (come Uliveto) sono inoltre utili:
- nella prevenzione dell’osteoporosi
- Per le donne in gravidanza e in menopausa
- per gli anziani
- per gli sportivi che sono a maggiore rischio di demineralizzazione ossea conseguente a maggiore utilizzazione metabolica ed a maggiore perdita di calcio con il sudore.

I valori indicati dall'etichetta dell'acqua minerale di Uliveto sono periodicamente controllati dall'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale Toscana.
Determinazioni chimico-fisiche
Unità di misura
Misura
Residuo fisso a 180°C mg/l = 752
Conduc. elettrica spec. K20°C µs = 1123
Esponente di idrogeno pH = 5.8
Sostanze disciolte in 1 litro d'acqua espresso in ioni
Unità di misura
Misura
Bicarbonato HCO3- mg/l = 574
Calcio Ca++ mg/l = 171
Cloruro Cl- mg/l = 78.7
Fluoruro F- mg/l = 1.0
Litio Li+ mg/l = 0.18
Magnesio Mg++ mg/l = 27.8
Nitrato NO3- mg/l = 6.9
Potassio K+ mg/l = 7.6
Sodio Na+ mg/l = 74.4
Solfato SO4-- mg/l = 104

Silice SiO2 mg/l = 10.6
Anidride Carbonica CO2 mg/l = 1320
note
Ione Litio (Li+) - Il litio agisce sullo stato d'animo contribuendo al "buon umore". Fabbisogno giornaliero: non esistono dati ufficiali.
Torna su ^

Ione Sodio (Na+) - Il sodio interviene nelle principali attività biochimiche dell'organismo umano. Regola l'equilibrio idrico; è coinvolto nella contrazione muscolare e nella conduzione nervosa. Il sodio è molto rappresentato in natura e, nel calcolo globale della dose consentitaci, non deve essere considerato soltanto il quantitativo aggiunto ai cibi. Un litro di Uliveto contiene la centosessantesima parte circa del sodio consigliato.
Torna su ^

Ione Potassio (K+) - Il potassio è un elemento che gioca un ruolo fondamentale nella funzione del muscolo cardiaco. E' coinvolto nella contrazione muscolare, nella conduzione nervosa e nella sintesi delle proteine. Fabbisogno giornaliero: circa 4 g.
Torna su ^

Ione Magnesio (Mg++) - Il magnesio è un elemento indispensabile per l'uomo tanto che la stessa OMS ritiene che, in certe regioni, sia proprio la scarsa quantità di magnesio presente nelle acque potabili una delle cause di morte improvvisa di neonati (WHO 1978). Contribuisce ad evitare i crampi muscolari e protegge dall'infarto cardiaco. Un litro di Uliveto contiene ben 30mg. circa di Mg++. Fabbisogno giornaliero: 5-6 mg. per chilo di massa corporea.
Torna su ^

Ione Calcio (Ca++) - Il calcio è un minerale indispensabile all'organismo umano, non solo perché è il costituente principale delle ossa e dei denti, ma perché è un regolatore del normale funzionamento dei tessuti nervosi e della coagulazione del sangue. Secondo alcuni autori, il calcio combatte l'ipertensione ed è in grado di prevenire il cancro del colon (Heilbrun Lk 1986). Fabbisogno giornaliero: dai 400 mg (neonati) fino a 1000-1500 mg. (adulti). Un litro di Uliveto contiene circa 1/5 del fabbisogno minimo giornaliero.
Torna su ^

Bicarbonati (HCO3-) - I bicarbonati svolgono un ruolo importante nel garantire l'equilibrio salino e della riserva alcalina dell'organismo. Nel contesto delle acque minerali, la loro funzione è fondamentale anche per mantenere disciolti in forma ionica tutti gli altri sali, garantendone così la più completa assimilazione da parte dell'organismo umano. I bicarbonati rappresentano la maggiore componente salina della Uliveto (683,2 mg/l). Infatti, essa si inserisce in modo perfettamente fisiologico entro un sistema che vede il pool dei bicarbonati al centro di un perfetto meccanismo di mantenimento dello stato di salute.
Torna su ^

Ione Fluoro (F-) - Il fluoro, costituente della struttura di ossa e denti, ha una dimostrata azione protettiva contro la carie dentaria nella prima e seconda infanzia. Potrebbe rappresentare anche una protezione in casi di osteoporosi. Un litro di acqua Uliveto contiene la dose ideale giornaliera per un adulto. Fabbisogno giornaliero: 0,4-0,8 mg. per i bambini e 1,4-1,8 mg. per gli adulti.
Torna su ^

Ione Cloruro (Cl-) - Nel succo gastrico, il cloro è importante per la formazione di acido cloridrico. Combinato con il sodio (NaCl) è indispensabile nella regolazione del bilancio idrico, dell'equilibrio acido-base della pressione osmotica. Fabbisogno giornaliero: 7,5-18 grammi di sale da cucina garantiscono l'idoneo apporto in cloro.
Torna su ^

Ione Nitrico (NO3-) - I nitrati rappresentano un normale costituente di tutte le acque, siano esse superficiali o profonde. Il limite, fissato dall'OMS e accettato nella normativa vigente in ambito europeo per le acque destinate al consumo umano, è di 50 mg. per litro. Per le acque minerali è stato recentemente abbassato a 45 mg/l.
Torna su ^

Ione Solforico (SO4--) - Entra nella struttura di importanti proteine cellulari e altri composti organici quali cartilagini e tendini. I solfati presenti nell'acqua di Uliveto (151,0 mg/l) intervengono sulle cellule del fegato aiutandole nella loro produzione e nella loro secrezione biliare. Fabbisogno giornaliero: non esistono dati ufficiali, ma si ritiene che una dieta media fornisca un apporto adeguato di tale elemento.
Torna su ^

Silice (SiO2) - Entra nella struttura di importanti proteine cellulari e altri composti organici quali cartilagini e tendini. I solfati presenti nell'acqua di Uliveto (151,0 mg/l) intervengono sulle cellule del fegato aiutandole nella loro produzione e nella loro secrezione biliare. Fabbisogno giornaliero: non esistono dati ufficiali, ma si ritiene che una dieta media fornisca un apporto adeguato di tale elemento.
Torna su ^

C'è qualcos'altro che, secondo te, dovrei aggiungere, per far si che la mia testimonianza non sia "invalidata"?

Sai perchè io sono Salvio e sono strabannato da tutte le parti?

P.S. Io ti bannerei soltanto per la tua antipatia! Scherzo:P

Ciao:-)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
21/01/2012 12:24 pm  

C'è da aggiungere che il calcio nemmeno dall'acqua lo prendevo io.
Comunque oltre ad un problema di resistenza al paratormone chi ha continui problemi intestinali di diarrea o malassorbimeto tipo il chron e l'intestino irritabile può non assorbire il calcio e nemmeno la vitD, nell'immediato somministrare calcio+vit D è sensato, poi ovviamente si va a vedere lo stato ormonale e indagare quello intestinale.

Concordo, alla fine se uno è andato "sotto" fa bene a integrare il tutto, ma comunque nel normale non si ha bisogno di tantissimo calcio.

Per quanto riguarda gli orientali che assumano poco calcio è vero, ma ad onor del vero arrivati a tarda età sembrano tutti mezzi rachitici, quando guardo i documentari di popolazioni mongole,del tibet etc i denti di queste persone sono tutti rovinati, consumati, scuri. Adesso ci vorrebbe uno studio per vedere come stanno realmente le cose.
Per lo stesso ragionamento tuo, Salvio, che è sensato e apparentemente giusto, dovresti essere contrario alle integrazioni di magnesio.

Va bè calcola che assumono pure poche proteine e grassi animali e non penso che in quelle zone il sole batta molto forte.

Mentre i Nordici Europei invece hanno tutti dentature ben fatte, almeno prima di darsi all'alimetazione ricca di zuccheri, ora hanno una dieta completamente differente, inoltre nel Nord-Europa si assumono molti prodotti ittici e grassi di pesce, quindi tanta vitamina D.

Alla medicina si possono muovere tante critiche, però se dicono che l'RDA del calcio ammonta a 800mg vorrà dire che è il minimo per far funzionare ad un regime sostenibile l'organismo e gli ormoni...no?

Dimmi una cosa da neonato quando sei stato svezzato, ti davano 800 mg di calcio al giorno? Se hai l'intetsino che non lo assorbe, e una iperescrezione nelle urine è cosa logica che ne devi assumere sempre di più...

Il cinese medio con 15mg di calcio avrà le paratiroidi iperstimolate se un giorno prende poco sole.
Sembra quasi che il calcio vi stia antipatico, forse tutta la pubblicità che se ne fa in Tv sortisce effetti contrari

??? Io ho solo detto che quello delle acque è più che sufficiente, perchè altrimenti saremmo tutti rachidici...

Ah per quanto riguarda il latte, anche io pensavo che non fosse una buona fonte di calcio, ma non è vero, mi sono documentato su libri universitari, sebbene abbia più calcio e più fosforo di quello materno umano il rapporto in quello bovino rimane all'incirca 2:1 che è ottimale, c'è anche magnesio e vitamina D,ed il lattosio si sa che aumenta l'assorbimento, quindi se non è una buona fonte quello bovino non lo è nemmeno quello materno, il che non è possibile perchè permette una perfetta crescita ossea del neonato. Poi c'è il discorso della pastorizzazione che abbassa l'assorbimento..ma questa è un'altra storia.

IL punto ora è, quanti animali mangiano latte proprio o altrui dopo essere stati svezzati? Quindi so tutti destinati a essere rachitici, specialmente animali carnivori per definizione i quali hanno in comune con gli altri solo una cosa: che bevono acqua.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9779
21/01/2012 1:53 pm  

Sul fatto che si possa rimpiazzare il latte con l'acqua per il calcio io sono d'accordo, se non si era capito!
Il latte non è indispensabile, anzi, ma volevo solo dire che tanti siti dicono che il calcio del latte non si assorbe bene ma appunto lo studio di questo thread ha mostrato che latte e acqua sono equiparabili, quando l'acqua è medio dura ovvio.
Poi per il resto conta la vitamina D, quindi o prendi sole o integri e dovresti stare apposto con il calcio anche se stai un pò sotto l'RDA.
Per quanto riguarda te fabietto l'acqua Uliveto ha contribuito a fornirti un minimo di calcio oltre all'alimentazione, considera che avevi vitD ottimale se prendevi sole tutti i giorni, che sei giovane e che il calcio se mancava lo si è preso un pò in tutto il corpo per riparare la frattura, inoltre l'equiseto fornisce silicio che è utile proprio nelle fratture... insomma, la tua frattura doveva rimarginare per forza 🙂

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
22/01/2012 1:11 pm  

Il mio intervento era per confermare, secondo me ed empiricamente, il fatto che il calcio presente nel'acqua e negli alimenti (esclusi i latticini), quando non sono presenti disfunzioni metaboliche, è abbastanza biodisponibile e sufficiente a mantenere la salute delle ossa e anche di riparare, nel mio caso, in tempi brevi (la mia frattura si è consolidata con solo 50 giorni di gesso, contro i canonici 60/90 giorni) una situazione particolare come una frattura dello scafoide.
Tutto qui!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9779
26/01/2012 2:53 am  

Biodisponibilità del calcio da una nuova bevanda di aranciata arricchita con calcio, rispetto al latte, in volontari sani.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18271279

L'assunzione raccomandata di calcio nella dieta può essere difficile da raggiungere con i prodotti caseari solo. Questo studio mira a valutare l'assorbibilità del calcio di una nuova bevanda d'aranciata rispetto a quella del latte. Dieci adulti sani, 5 maschi e 5 femmine, sono stati divisi casualmente a ricevere, in condizioni di digiuno, una bevanda d'aranciata sia arricchito con calcio o latte. Entrambe le bevande era stata etichettata la sera precedente con una soluzione 44Ca. Dopo due mesi di intervallo i soggetti sottoposti a un crossover di bevande. Calcio totale e ionizzato, paratormone (PTH), ormone, e 44Ca sono stati valutati. Il 44Ca è stata misurata mediante spettrometria di plasma ad accoppiamento induttivo. Le variazioni relative di assorbimento del calcio da due bicchieri di test sono risultati simili (23,0 + / - 6,4% per il latte e il 20,9 + / - 9,1% per la bevanda arancione). Nessuna differenza significativa è stata trovata tra i due gruppi sperimentali. Sia il latte e delle bevande d'aranciata determinato un simile e significativa (p <0,001) diminuzione del siero PTH due ore dopo l'inizio della prova (-22,1 + / - 14,0% per il latte e -27,9 + / - 15,3% per le bevande arancione). Possiamo concludere che la biodisponibilità del calcio da questo nuovo arricchito con calcio aranciata bevanda è simile a quello del latte.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Snoopdogg
(@snoopdogg)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 9
29/05/2016 9:38 pm  

Ritengo la Sangemini un'acqua davvero ben bilanciata e la bevo giornalmente. Biacarbonati, calcio, giusta quantità di solfati, bassa in sodio, arsenico, fluoro e nitrati. Benefici su bilancio acido/basico, digestione, recupero post-attività anaerobica.
Rappresenta una buona parte del mio introito di calcio, seguendo io una dieta PHD-Primal molto varia ma con pochi latticini (fondamentalmente un 100 grammi di Parmigiano a settimana).
Personalmente l'acqua di rubinetto la evito il più possibile, causa presenza abbondante di sottoprodotti della clorazione e di metalli pesanti rilasciati dalle vecchie tubature per la distribuzione domestica.

Allego un interessante articolo in tema di acque bicarbonate: http://drsircus.com/medicine/sodium-bicarbonate-baking-soda/alkalinity-ph-2


Aggiungo a riguardo che ho sempre rabbrividito al pensiero che c'è chi aggiunge idrossido di potassio nell'acqua da bere, sotto consiglio di noti pseudo-paleo-guru italiani.


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
30/05/2016 10:17 am  

Anch'io un tempo la bevevo, ma poi ho rinunciato. Costa troppo. Meglio quella del sindaco.


RispondiQuota
eric
 eric
(@eric)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 2495
30/05/2016 10:37 am  

io ho l impianto di depurazione ad osmosi inversa, ma l ho modificato: ho tolto l'osmosi e ho lasciato il solo filtro.
l ho fatto perché ho scoperto poi che l osmosi vá a togliere anche gran parte dei sali minerali rendendo l acqua quasi distillata, e dico quasi perché c è un piccolo by-pass regolatore che rimescola l'acqua già distillata a quella normale del rubinetto rendendola così potabile..

Ora con l'acqua così microfiltrata, il cloro il calcare e i metalli più grossi dovrebbero essere trattenuti dal filtro, matenendo però l apporto di sali minerali, almeno così mi hanno detto...


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
10/06/2016 9:32 am  

Leggo in questo sito http://www.marieclaire.it/Benessere/dieta-alimentazione/calcio-brucia-grassi
che il calcio dovrebbe aiutare a perdere peso bruciando di più i grassi.
Inoltre avevo visto alla tv un programma dove un gruppo di persone assumeva più calcio e un gruppo no.
Il gruppo del calcio aveva una maggiore percentuale di grassi nelle feci.
Secondo voi è vero o è una bufala?


RispondiQuota
digeridoo
(@digeridoo)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 442
10/06/2016 3:17 pm  

Scusa Eva, giá si scrivono un sacco di cavolate su fonti più autorevoli, ma come pensi di trovare qualcosa di sensato su marieclaire?

<>

Questa poi é una rivoluzione nel mondo della fisiologia: Lipolisi = processo che inibisce l'assorbimento dei grassi che cosi finiscono direttamente in bagno.
Incommentabile.
Poi magari la questione del calcio è vera, ma approfondirei l'argomento su altre fonti


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
10/06/2016 3:24 pm  

si la questione è vera
ma quel riferimento da ridere...


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
10/06/2016 6:58 pm  

Ok, grazie e scusate.


RispondiQuota
Antonioz
(@antonioz)
Utenti
Registrato: 5 anni fa
Post: 326
10/06/2016 7:04 pm  

Ragazzi sapete quanto può costare far analizzare l'acqua che esce dal proprio rubinetto?

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
digeridoo
(@digeridoo)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 442
12/06/2016 2:43 pm  

si la questione è vera
ma quel riferimento da ridere...

@"Eva" considera peró anche questo:

Sospendo la panna perchè, come al solito, i latticini assunti cronicamente mi causano ritenzione di liquidi a livello addominale.

Non è certo l'unico caso, testimonianze simili ce ne sono tantissime.


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
12/06/2016 7:51 pm  

Si, si anch'io evito i latticini per molte ragioni.

Il calcio non è solo nei latticini.


RispondiQuota
Pagina 2 / 2