Forum

Notifiche
Cancella tutti

[MIELE] è cariogeno oppure no?

Pagina 4 / 4

kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 1390
 

Come si capisce che miele e andato male? Si può consumare miele dopo 2 anni ? Ho 2 barattoli di miele da 500 g, mi sembra ancora buono... o_o


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
 

affidati ai sensi e al buonsenso
se è buono e nn ha retrogusti strani o un colore strano, o odori sgradevoli è buono
se lo hai lasciato in soffitta al caldo butta via...
(io butterei via cmq...)


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

C'era una news sulla conservazione del miele che è andata persa credo nel crash di Giugno dato che non c'è più.
Insomma il miele ritrovato nelle tombe egizie era ancora buono, dato che il miele si conserva indefinitamente.
Dopo 2 anni penso che sia ancora buono.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
samanta
(@samanta)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 17
 

Per rispondere alla domanda del post vorrei porvi la mia esperienza.
Fino a poco tempo fa avevo un dente cariato che si accorgeva ogni volta che mangiavo zucchero, infatti mi cominciava a far male dopo pochi minuti da quando mettevo in bocca il cibo/bevanda incriminato...
Ebbene, mangiando miele il dente doleva... quindi mi sento di poter affermare che il miele, purtroppo, è cariogeno.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

Scusami, ma il miele è batteriostatico tanto che disinfetta le ferite cutanee, che il dente cariato dolga al contatto di zuccheri non significa che lo faccia cariare anche se l'associazione col dolore porti a pensare questo.
Associazione ≠ causa.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 1390

RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

Io aspetto qualcuno di voi, di fidato, che provi questo miele, non ci penso proprio a spendere 100€ per un barattolo da 500g.
Che al tizio passi il mal di gola, sinceramente mi pare poco, anche il miele nostrano con mal di gola e tosse aiuta ad espettorare e lenire il bruciore, da piccolo lo prendevo e funzionava.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 10 anni fa
Post: 7353
 

Il mondo è pieno di farabutti! Saprei io dove infilarglielo il barattolo di miele speciale...

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
 

provato piu volte, il gusto a me piace molto
per l'effetto non so, anche xche presi quello a dosaggio MGO piu basso...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 1390
 

Ciao Nataku! Quanto hai pagato per miele manuca? Barattolo era di plastica o di vetro?


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
 

nn ricordo sinceramente, cmq 250gr una ventina di euro almeno quello a GDO piu basso
che io sappia, li fanno solo di plastica i barattoli...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 1390
 

Grazie! Volevo provare, però non trovo in barattolo di vetro.


MGO 120+ antibatterico per uso quotidiano
MGO 220+ contrasta vari problemi di salute come reflusso gastrico e bruciore di stomaco.
MGO 400+ contrasta e guarisce infezioni più serie come Helicobacter Pylori e sindrome del colon irritabile.
MGO 900+ un'azione batterica superiore, la più elevata concentrazione di MGO; adatto sia ad uso topico che ad uso interno. Azione rapida.


LA SIGLA MGO®

MGO è l'acronimo di MethylGlyOxal – tradotto in Italiano Metilgliossale.
Che cose Metilgliossale?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

Leggo che modifica le particelle del colesterolo LDL e HDL rendendole più pericolose... boh!

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 1390
 

sm. [metil-+gliossale]. Composto chimico di formula bruta C₃H4O₂ con struttura di aldeide piruvica CH₃–CO–CHO. Non trova applicazioni tecniche di rilievo ma presenta grande interesse dal punto di vista biologico perché rappresenta un importante prodotto intermedio nei processi di glicolisi.........


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 1390
 

MGO (MethylGlyOxal) è una sostanza tossica, però in piccoli dosaggi sembra di avere effetti curativi http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25380137


Ray Peat scritto: A very small amount is probably harmless, but the substance is toxic,
and is associated with glycation of proteins in aging.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

E' citotossico insomma, viene indicato come uso in chemio terapia da quel che leggo.
Praticamente ci si fa una chemio prevenzione con questo miele :-S

Methylglyoxal, il lato oscuro della glicolisi
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fnins.2015.00023/abstract

Il glucosio è il substrato principale di energia per il cervello. Ora vi è ampia evidenza che indica che il profilo metabolico delle cellule neurali in materia di utilizzazione del glucosio e il tasso di glicolisi non è omogenea, con una spiccata propensione per l'elaborazione del glucosio glicolitico in astrociti rispetto ai neuroni. Methylglyoxal, un composto dicarbonilico altamente reattivo, è inevitabilmente forma come sottoprodotto della glicolisi. Methylglyoxal è un importante precursore cellule permeanti di glicazione prodotti finali avanzata (AGE), che sono associati con varie patologie incluso il diabete, invecchiamento e malattie neurodegenerative. In situazioni normali, le cellule sono protetti contro la tossicità methylglyoxal da meccanismi diversi e in particolare il sistema gliossalasi, che rappresenta il percorso più importante per la disintossicazione methylglyoxal. Mentre gli effetti neurotossici del metilgliossale e AGEs sono ben caratterizzati, la nostra comprensione del sistema gliossalasi nel cervello è più dispersa. Considerando i requisiti di alta energia (cioè glucosio) del cervello, ci si dovrebbe aspettare che il sistema gliossalasi cerebrale sia adeguatamente equipaggiata per gestire la tossicità methylglyoxal. Questa recensione concentra sulle nostre conoscenze attuali sugli aspetti cellulari del sistema gliossalasi nelle cellule cerebrali, in particolare per quanto riguarda la sua attività in astrociti e neuroni. Un concetto emergente principale è che questi due tipi di cellule neurali hanno differenti ed energicamente adeguati meccanismi gliossalasi difesa che possono servire come meccanismo di protezione contro i danni cellulari methylglyoxal-indotti.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Pagina 4 / 4