Forum

Notifiche
Cancella tutti

forza di volontà a tavola

Pagina 2 / 2

Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Drogato appunto! Bisogna fare una cura per uscire dal tunnel della droga.
A poco a poco diventerà un'abitudine.


RispondiQuota
Bloomberg5593
(@bloomberg5593)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1356
 

Quando qualche volta mi capita di passare a Scampia, dove capita anche di vedere tossicodipendenti per strada, altro che le siringhe, stanno con delle gran pizze e panini. È proprio vero che i tempi sono cambiati!!! Spero che escano da questo terribile e letale tunnel dei carboidrati, così come le loro cellule, che si ostinano ad utilizzare glucosio come fonte energetica.


RispondiQuota
eric
 eric
(@eric)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 2497
 

...l abitudine del metabolismo di emergenza...


RispondiQuota
digeridoo
(@digeridoo)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 442
 

Posso farrti venire la paranoie? COme fai a dire che si ripopolerà correttamente?

Infatti non l'ho detto, non prevedo il futuro, non ho idea di come si ripopolerá. Del resto non credo nemmeno che abbia molto senso parlare di corretto/scorretto per un ecosistema cosí specifico, soggettivo ed in continua evoluzione. A me basta semplicemente sentirmi in salute.

Inoltre non ho mai sentito di una sibo che come sintomo avesse un craving si proteine. Era più probabile una infezione di uno dei tanti parassiti/batteri in colon/tenue.

Nemmeno io, e nemmeno ho mai sentito parlare di una formica gialla da combattimento. Questo peró non implica che non esistano entrambe. Comunque ho semplicemente riportato la mia esperienza.

Io cmq semplicemente non resisto. Se tocco carbo e ne ho disponibilità e ancora peggio sono a casa divento drogato.

Innanzitutto va inquadrato il concetto dei cravings che non sono campanelli del diavolo, ma esigenze fisiologiche nutrizionali che il corpo fa sentire tramite queste voglie. Se tu desideri fortemente quei cibi è perché in un modo o nell'altro contengono sostanze che ristabiliscono l'equilibrio e possono alzare il tuo metabolismo

Mi vengono in mente le testimonianze delle educande di qualche secolo fa, resistere alle tentazioni, reprimere le voglie, opporsi alle licenze dei sensi.
All'epoca era il sesso, oggi il cibo. Secondo me tutto il quadro concettuale in cui analizziamo il nostro rapporto con il cibo ha qualcosa che non va

E non sono nemmeno d'accordo con l'approccio di @"Eva" , non credo che la rinuncia e l'autorepressione siano la Via per la salute.


RispondiQuota
lawero
(@lawero)
Utenti
Registrato: 5 anni fa
Post: 118
 

Posso farrti venire la paranoie? COme fai a dire che si ripopolerà correttamente?

Infatti non l'ho detto, non prevedo il futuro, non ho idea di come si ripopolerá. Del resto non credo nemmeno che abbia molto senso parlare di corretto/scorretto per un ecosistema cosí specifico, soggettivo ed in continua evoluzione. A me basta semplicemente sentirmi in salute.

Inoltre non ho mai sentito di una sibo che come sintomo avesse un craving si proteine. Era più probabile una infezione di uno dei tanti parassiti/batteri in colon/tenue.

Nemmeno io, e nemmeno ho mai sentito parlare di una formica gialla da combattimento. Questo peró non implica che non esistano entrambe. Comunque ho semplicemente riportato la mia esperienza.

Io cmq semplicemente non resisto. Se tocco carbo e ne ho disponibilità e ancora peggio sono a casa divento drogato.

Innanzitutto va inquadrato il concetto dei cravings che non sono campanelli del diavolo, ma esigenze fisiologiche nutrizionali che il corpo fa sentire tramite queste voglie. Se tu desideri fortemente quei cibi è perché in un modo o nell'altro contengono sostanze che ristabiliscono l'equilibrio e possono alzare il tuo metabolismo

Mi vengono in mente le testimonianze delle educande di qualche secolo fa, resistere alle tentazioni, reprimere le voglie, opporsi alle licenze dei sensi.
All'epoca era il sesso, oggi il cibo. Secondo me tutto il quadro concettuale in cui analizziamo il nostro rapporto con il cibo ha qualcosa che non va

E non sono nemmeno d'accordo con l'approccio di @"Eva" , non credo che la rinuncia e l'autorepressione siano la Via per la salute.

Mi scuso se sono sembrato sgarbato, in realtà davo voce a miei dubbi riguardo anche la mia situazione. Ero alla ricerca di una tua risposta, per vedere se combaciava con la mia 🙂

Per il resto riguardo ai carbo, come tutte le cose, è diventata una moda dire che fanno male a prescindere. Ma se date una occhiata alla ricerche riguardo intestino e simili ci sono situazioni in cui vanno aboliti/moderati per un periodo piu o meno breve.

Eric, riesci a eviscerare un po il "metabolismo di emergenza", voglio sapere che ne pensi 🙂


RispondiQuota
eric
 eric
(@eric)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 2497
 

per metabolismo di emergenza intendevo quello di grassi e proteine per produrre glucosio...
non mi sembra una bella idea quella di abolire, o quasi, carboidrati e/o zuccheri semplici


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

E non sono nemmeno d'accordo con l'approccio di @"Eva" , non credo che la rinuncia e l'autorepressione siano la Via per la salute.

No, mi hai frainteso.
La rinuncia e l'autorepressione non sono la Via per la salute.
Oggettivamente però è una droga.

Quindi se si vive nella rinuncia e nell'autorepressione si deve cambiate l'approccio.
Se vi vive tranquillamente anche senza ben venga continuare così.

Personalmente non vivo nella rinuncia e nell'autorepressione.
Per questo continuo nella mia warrior-paleodieta.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

Bisognerebbe chiedere ai musulmani come riescono a resistere all'impura carne di porco la quale però è buona oltremisura... 🙂

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
digeridoo
(@digeridoo)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 442
 

Oggettivamente però è una droga.

Oggettivamente?
Oggettivamente anche acqua e aria sono droghe


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
 

molte cose sono droga 🙂


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Appunto! Ma senza eccessi non fanno male.


RispondiQuota
Davidoff
(@davidoff)
Utenti
Registrato: 5 anni fa
Post: 6
 

Pensando al dopo, al futuro, che il piacere provato a tavola può avere come conseguenza i kg in più.


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Per ora non ho bisogno di piacere del cibo spazzatura. 

Qualche volta soli coca cola light fredda.

 

Questo post è stato modificato 4 mesi fa da Eva

RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Meglio che qualcuno possa capire le regole di questo gioco in modo da vincere, e non essere vittima della moderna catastrofe provocata del cibo spazzatura.


RispondiQuota
eric
 eric
(@eric)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 2497
 

Sono giunto alla conclusione che la volontà a tavola sia un punto chiave e credo che la maggior parte delle malattie vengono dal cervello, ovvero dalla capacità di prendere scelte corrette nel lungo termine, senza abbuffarsi di dopamina nell'immediato senso di "bisogno" e pagarne le salatissime conseguenze.

Lo dico, ma ci sono dentro a questa debolezza..

Questo post è stato modificato 4 settimane fa da eric

RispondiQuota
Pagina 2 / 2