Forum

[RAY PEAT] pensiero
 
Notifiche
Cancella tutti

[In evidenza] [RAY PEAT] pensiero  

Pagina 16 / 105
  RSS

Arthur
(@arthur)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 160
31/12/2012 1:30 am  

Grazie per le risposte.
Me ne permetto qualche altra:

1) le fibre le prendete solo dalla frutta quindi, zero verdura? zero minestroni e zuppe?

2) mi son sempre chiesto perchè il riso è alimento migliore del mais. Personalmente non tollero bene il riso, mentre con il mais mai avuto problemi, dalla colazione (orzo e fiocchi di mais) fino ai pasti veri e propri (polenta e gallette). Tra l'altro il mais è, a quanto ho letto, molto più alcalinizzante di tutti gli altri cereali e base alimentare di tante popolazioni.

3) altro discorso interessante che non è venuto fuori è il caffè, su cui Peat mi sembra punti molto. Io lo tollero solo decaffeinato (anche se mi spinge tantissimo a fumare quindi cerco di non usarlo). Lo usate? E la Coca Cola? anche qui Peat è favorevole, privilegiando quella di tipo messicano, perchè contiene zucchero e non malto di mais (mi pare).

4) Semi mandorle e noci andrebbero evitati. Mentre frutta secca come datteri fichi prugne?

5) Peat insiste sull'usare zucchero bianco, secondo lui lo zucchero integrale e ancor peggio il miele possono contenere allergeni che possono contribuire a diarrea e meteorismo.

6) mi pare che voi mangiate frutta intera, mentre Peat parla spesso di succhi, credo per il problema dato dalle fibre.

7) il gelato è molto raccomandato da Peat, anche ogni giorno specie come dessert serale per le proprietà rilassanti, ne fate uso? se si di che tipo?

8) a questo punto si puo' dire: è possibile "mangiare tutto", escludendo i prodotti industriali, limitando ma non eliminando farine e legumi, che mi sembrano le uniche due cose che Peat non comprende nella dieta ma che se vogliamo rientravano nei famosi pasti aperti di Cordain. Tra l'altro ho letto nel sito di Stone (e dove senno) di un dottore che dice come la fobia del glutine sia una gran boiata.

Ok ho terminato, scusate la lunghezza ma mi sembra obbligatorio fare un po' di chiarezza visto i cambiamenti in atto.
Grazie per le risposte!


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9782
31/12/2012 1:50 am  

1) Prevalentemente dalla frutta, sì, e al bagno vado molto bene.
2) Il mais come il riso non sono contemplati, a dire il vero ho letto tra i seguaci di Peat che il mais era meglio del riso per certi versi, se proprio si voleva mettere qualche cereale nella dieta.
3) Il caffè per il contenuto di magnesio e per la caffeina che secondo Peat è benefica e stimola il metabolismo, così dice di evitare il deca ed il tè deteinato. Io lo uso pochissimo perchè mi fa andare di corsa al bagno, in effetti stimola anche la secrezione gastrica e se preso a digiuno dà questo effetto poco (o molto, dipende) desiderabile. Anche se ora mi fa andare subito al bagno ma poi la consistenza è regolare, mentre prima era diarrea.
4) Frutta essiccata va bene, un pò meno i fichi perchè ci sono i semi i quali hanno proprietà antinutrizionali, semplicemente invece di evitarli basta non abusarne. I datteri mi pare che presentino più estrogeni del solito ma a mio avviso van bene, sono piccolezze in un contesto di rotazione dei cibi.
5) Lo zucchero bianco presenta meno allergeni di quello grezzo o del miele (per via dei pollini) ma se non si hanno problemi sono piccolezze e si va a preferenza personale. Lo zucchero grezzo però ha così pochi nutrienti che non ha senso dal punto di vista nutrizionale preferirlo.
6) Io bevo anche succhi, succo d'arancia in particolar modo, talvolta succo d'uva e altre succhi per cambiare, tranne quello di pompelmo che ha attività estrogenica elevatissima, e quindi da evitare. Della pectina (sconsigliata) della mela, me ne frego, e la mangio.
Il problema delle fibre è vero ma serve per tendere alla perfezione, alla dieta ideale, non serve fissarsi e togliere pure la polpa dalla spremuta, per esempio. Basta pensarla come i Masai o gli Himba, ovvero che la verdura è per il bestiame 😀
7) Si mangio gelato, ora un pò meno, questa estate anche uno al giorno, la mia ragazza ha la macchina del gelato quindi me ne fa 1Kg alla volta, senza addensanti e solo con zucchero. Quindi pure meglio di quello famoso Grom. All'occorrenza ho mangiato anche gelati artigianali ma sempre senza carragenina.
8) Sul glutine direi che a me ha risolto i problemi digestivi, non ho più vomitato da quando l'ho escluso, e non ho più le tipiche nausee post digestive, vero problema che mi portavo dietro dall'infanzia, una gran boiata? nel mio caso sono certo di no. Per altri il glutine può essere ininfluente.
Matt Stone è più libertino, Peat molto molto meno, sta a voi sperimentare e vedere cosa più vi aggrada.
Stone su una cosa forse ha ragione, che l'esclusione di certi alimenti sta facendo più danno di una dieta omnicomprensiva.
Da quando anni fa ho iniziato ad escludere categorie di alimenti sono stato peggio di quando mangiavo un pò di tutto, anche se ovviamente non ero nella condizione ideale neanche facendo così.
Incrociando le dita pare che abbia trovato l'optimum ispirandomi a Ray Peat.
Il cammino è stato lungo ma finalmente mi sento di aver raggiunto la prima meta, ed in Italia lo stiamo sdoganando noi.
Ultima considerazione personale, dopo essere stati in paleo, una dieta Ray Peat sembra molto permissiva, il paese dei balocchi con gelati, mexican-cola, formaggi, latte e miele... se non altro appagante anche al palato.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
31/12/2012 4:49 pm  

se non altro appagante anche al palato.

Essere appagati è mooolto importante per la salute!:)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Arthur
(@arthur)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 160
02/01/2013 10:34 pm  

Purtroppo la mexican cola non si trova qua, e non c'è niente di neanche simile, ho provato a leggere gli ingredienti del chinotto ed è un casino di robaccia, le uniche che si salvano sono oransoda e lemonsoda, ma non penso che c'entrino molto con gli obiettivi che aveva in mente Peat.

Anche io mi sto ispirando a Peat e sono all'inizio, solo che per alcuni problemi sono obbligato a non seguirlo 100%:
1) la spremuta d'arancia per me è il male assoluto, come quasi tutta la frutta, dopo mezz'ora che la bevo, allungandola poi anche con l'acqua e aggiungendo zucchero, sono al bagno con dolori lancinanti di pancia, un disastro totale.

2) a questo punto devo inserire fibre con le verdure perchè senno son problemi, quindi sono costretto a mangiare ad ogni pasto almeno uno o due cetrioli, che fra le verdure è quella che mi permette di avere una evacuazione decente.

3) formaggi stagionati il mio fegato non li tollera, come tutti i grassi, dopo che li metto dentro parte mal di testa, ansia, agitazione, per non parlare dei problemi evacuativi.

4) quindi sono forzato ad usare formaggi magri, per lo più conservati freschi, tipo fiocchi di latte, stracchino, robiola, con i quali mi trovo bene e anzi, sembra che associati con la carne mi tolgano totalmente l'acidità e mi sistemino stomaco e intestino

5) sto pensando al posto delle arance di integrare almeno con due pastiglie di vit. C con cebion da 500 mg., forse avro' ugualmente risultati che ne dite?

6) non ricordo se Peat e Roddy dessero via libera alla carne di maiale (ovvio non affettati) e al cioccolato fondente.

7) i legumi se mangiati una o due volte a settimana, principalmente pisellini e ceci, non mi han mai dato problemi, quindi nonostante i divieti li mangio (Peat è contrario, chissà che ne pensa Stone, per curiosità).

8) il riso ed il glutine sono il male come la frutta, uso ogni tanto solo il mais sotto forma di polenta precotta da scaldare e tagliare a fette e condire con ragu o quant'altro.

Indiscutibilmente l'inserimento dei formaggi freschi, dello zucchero di canna nelle tisane e del miele (io uso quello dell'alce nero che trovo da NaturaSi) comunque "sembra" darmi, dopo appena 3-4 giorni, buone sensazioni, speriamo duri, la paleo per me è stata il male. Ora vorrei sperimentare il latte, devo scegliere quello che dovrebbe avere meno effetti deleteri su intestino e fegato, non so se mucca o capra o scremato o molto scremato, speriam bene anche se ho del timore sinceramente dopo anni che non lo tocco (maledetta paleo).


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9782
02/01/2013 11:23 pm  

Arthur la mexican-cola è la coca-cola dolcificata solo con puro zucchero proveniente dalla canna.
Ormai la coca-cola è il simbolo del junk-food, ma negli ingredienti solo l'acido ortofosforico mi fa storcere il naso, il caramello o gli aromi naturali quali cannella, bacche di vaniglia del messico etc non hanno controindicazioni, e lo zucchero, se si ritiene dannoso.
Le bevande odierne difficilmente hanno solo zucchero, più spesso hanno HFCS, sciroppi di glucosio, ed è questo che si dovrebbe evitare.
Comunque, mi par di capire che il tuo intestino non sia messo proprio bene, addirittura nemmeno il riso (raffinato o integrale?) tolleri che in genere viene dato a chi ha problemi intestinali. Le patate le tolleri? Come mai le fibre della frutta ti danno fastidio mentre quelle delle verdure no? Mele cotte ti danno fastidio? potresti partire da lì.
Il burro di cacao è abbastanza saturo ed il fondente va bene, la carne di maiale se l'animale è stato nutrito con soia o mais non va bene perchè il lardo diventa poco salutare, mangiare maiale magro perlopiù, è un pò quello che dice Cianti sul maiale, come frequenza indica una volta a settimana.
Per il latte è noto che la frazione grassa di quello di capra è più digeribile, se non lo trovi parti da quello di mucca crudo o al limite latte fresco intero.
Parti poco per volta, non più di un bicchiere e vedi come va.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
03/01/2013 12:33 am  

Secondo me buona parte dei problemi di Arthur sono causati dallo stress (nuovo tormentone di Fabietto 😀 ). La tua psiche sta facendo a botte con l'intestino!

Ora vorrei sperimentare il latte, devo scegliere quello che dovrebbe avere meno effetti deleteri su intestino e fegato, non so se mucca o capra o scremato o molto scremato, speriamo bene anche se ho del timore sinceramente dopo anni che non lo tocco

Per esperienza personale io ti consiglierei quello di capra crudo (secondo mio tormentone 😀 ) : mai bevuto/mangiato nulla di più corroborante ma anche rilassante... diciamo appagante e di facile digestione! Devo aggiungere che mia figlia non beve latte animale da 5 anni ormai. L'anno scorso provai a proporgli il latte di capra e mi disse che gli faceva schifo senza nemmeno assaggiarlo. Quest'anno di sua spontanea volontà a voluto assaggiarlo, gli è piaciuto e ogni mattina se ne beve uno scodellone con un cucchiaio di miele. Beh, anche se era da 5 anni senza berne, non ha ancora avuto nessun problema nel digerirlo (con quello vaccino era un dramma); lo stesso dicasi per mia moglie.

(maledetta paleo).

Più che altro, per me, è più attinente: <>:D


P.S. Arthur, scusa il mio tono scherzoso fuori luogo: lo faccio solo per sdrammatizzare! Capisco benissimo il tuo stato d'animo e ti sono vicino; amico!;)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Arthur
(@arthur)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 160
03/01/2013 11:52 am  

@Tropico: quindi a corti discorsi la Coca Cola (classica? o quella zero calorie? o quella senza caffeina? qual è la migliore?) che abbiamo noi dovrebbe andar bene?
Il mio intestino no, non va bene da una vita diciamo, le cose peggiori sono cereali, dolciumi, frutta e grassi, anche le mele cotte me lo bloccano. La cosa che funziona per il mio intestino è il cetriolo, va a sapere perchè, mi permette di evacuare perfettamente, e l'insalata non mi dà fastidio anche a chili.

@Fabietto quanto hai ragione! lo stress è un casino con l'intestino. Quando la sera vado a correre quei 20 minuti al parco mi sento rinascere, alcuni consigliano i pesi come rilassamento, non li ho mai provati, ma la corsa mi fa davvero bene comunque, anche se purtroppo mi fa calare di peso mentre dovrei ingrassare...
Il latte di capra crudo non lo troverò mai, l'unica cosa è provare il latte di mucca fresco intero, ma Roddy dice che per chi è potenzialmente a rischio il migliore è quello sgrassato e con poco lattosio, quindi industriale...

Il mio intestino purtroppo ha tanto muco, devo partire da lì per risolvere i miei problemi, ed il muco lo tolgo con la verdura cruda credo...
Al di là di questo le sensazioni continuano ad essere abbastanza buone, ma la strada è lunga ancora...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
03/01/2013 12:31 pm  

Quello che può andar bene a Roddy, a me o a chi che sia, potrebbe non andar bene per Te... non resta, quindi, che sperimentare su la propria pellaccia! Se hai accesso ad un distributore di latte vaccino crudo, se fossi in Te, lo proverei. Prova in più, prova in meno, a questo punto, che differenza vuoi che faccia? Ciao:-)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9782
03/01/2013 5:02 pm  

In effetti, non resta che sperimentare con il latte, il muco intestinale come lo misuri? una leggera presenza nelle feci non è obbligatoriamente un brutto segno, un pò ci deve essere, soprattutto quando ogni 3 giorni si rinnovano le pareti intestinali.
L'insalata dà fastidio a molti, anche a me qualche volta capitava di digerirla male, e a te l'inverso... che strane cose.
Ricordati comunque che se tolleri le carote fanne uso, oltre a Ray Peat e ad alcuni studi scientifici, anche nel libro best seller "Intestino Libero" si cita di un paziente che in un anno ha bevuto molto succo crudo di carota ed è guarito dai suoi gravi problemi intestinali.
Quindi se non tolleri le carote crude intere armati di un attrezzo idoneo per farti il succo, il succo che trovi al supermercato è pastorizzato, e oltre a non avere gli stessi effetti fa veramente vomitare come sapore.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9782
03/01/2013 5:21 pm  

@Tropico: quindi a corti discorsi la Coca Cola (classica? o quella zero calorie? o quella senza caffeina? qual è la migliore?) che abbiamo noi dovrebbe andar bene?

Bevande con edulcoranti/dolcificanti mai e poi mai.
La classica coca-cola con caffeina (in bottiglie di vetro) è la migliore se segui le indicazione Ray Peat, io ne ho bevute senza lesinare questo periodo, bé mi danno una bella carica quasi istantanea e mi fanno sentire bene... lo so che molti ci vedono il demonio nella coca-cola ma tant'è.
Molti prendono mille psico-tonici e adattogeni e a me basta una coca-cola, non scherzo, son fortune 😛
Anche bevande locali simili alla coca-cola quali la spuma che io trovo al supermercato vanno bene, anche se non ricordo se hanno caffeina o meno e se al posto dell'acido ortofosforico c'è il migliore (a mio avviso) acido citrico.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
04/01/2013 12:08 pm  

Molto saltuariamente consumo la coca zero... mi spiace dirlo ma è la numero uno...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9782
04/01/2013 9:08 pm  

Numero uno solo come sapore probabilmente 🙂
Una curiosità, la coca-zero si chiama così perché altrimenti gli uomini non la bevono, la coca-light suonava troppo da signorine. Difatti nella pubblicità viene rafforzata l'idea dell'uomo macio che fa imprese alla 007 dopo aver bevuto la coca-zero.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Arthur
(@arthur)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 160
06/01/2013 7:02 pm  

Convergo un attimo su Stone visto che se ne è parlato più volte nel topic senza andare nello specifico.
Sto leggendo tutto il suo materiale, ho ancora molto, inizialmente alcune cose interessanti che mi han colpito:
1) il burro è è un grasso troppo violento
2) il mais è un ottimo alimento, così pure legumi
3) via libera al gelato, ma lui non sottolinea come Roddy la necessità che sia "pulito".
4) colazione al mattino con quello che (quasi) si vuole compresi toast e pane 🙂
5) a me che ultimamente mi capita di urinare la notte dice di bere molto meno, è un segnale di metabolismo corrotto.
6) Il maiale non è un granchè visto gli omega 6, stesso discorso per le noci e le mandorle.

Domanda che faccio a voi, in cosa consiste nello specifico il suo modo di allenamento consigliato? cioè che chiama MAXercise? a prima vista consiglia il classico: ripetere fino alla sfinimento, allenarsi raramente. Non so se concerne anche esercizi aerobici...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
06/01/2013 7:33 pm  

Io sono ancora fermo sul libro dedicato alla paleo dieta.
In che senso il burro è un grasso violento?
Il "Maxexercise sembrerebbe una sorta di mix di arti marziali
http://www.graciemag.com/2012/12/training-with-maxercise-gma-academy-in-philadelphia-pa/

Ho sempre desiderato iscrivermi in un corso di arti marziali ma, per via che da sempre appena mi sfiorano il naso sanguino, per evitare figuracce ho sempre evitato... 🙁

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Arthur
(@arthur)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 160
07/01/2013 8:55 pm  

Dice che il burro è un grasso troppo potente e quindi mal gestibile da chi ha problemi, la panna per dire è 6 volte più leggera e alimento migliore. Ma non so su quale presupposto eh...
Per dire io il burro proprio non lo tollero, uno a zero per Matt.

Comunque a prima lettura la differenza sostanziale è che Matt Stone è totalmente contro lo zucchero raffinato, mentre Peat e Roddy sono molto a favore, e nutre molti dubbi sul fruttosio (mi pare eh).
Personalmente ci sono poche cose che mi creano problemi sotto ogni punto di vista come lo zucchero, che sia semplice o che sia dalla frutta. Due a zero per Matt.


RispondiQuota
Arthur
(@arthur)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 160
09/01/2013 4:16 pm  

La lettura di Matt Stone si sta facendo sempre più interessante.
In una parte dice che metabolismo saltato, ansia, stress, frequenti minzioni, freddo, insonnia sono spesso riconducibili ad una sorta di intossicazione "d'acqua". Troppo eccesso di liquidi e mancanza di sale. Parla di liquido fra le cellule all'interno del corpo che si raffredda e crea tanti scompensi. In questo caso abbandonare qualsiasi regime dietetico, mangiare di tutto per un po' affinchè il metabolismo riprenda il suo stato naturale, anzi, mangiare proprio tanto e bere il minimo, in particolare escludere alimenti collegati all'acqua in un certo modo: frutta e zuccheri, bevande varie, zuppe, mentre ottimi sono i prodotto più secchi, in questo caso da non disdegnare pane e pasta.
Davvero interessante.


RispondiQuota
Pagina 16 / 105