Forum

[RAY PEAT] pensiero
 
Notifiche
Cancella tutti

[In evidenza] [RAY PEAT] pensiero  

Pagina 58 / 105
  RSS

Nutritionvalley
(@nutritionvalley)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 344
25/02/2014 11:33 pm  

Ti dico quello che intendo io dalla frase, poi magari sbaglierò.
A slower pulse is not necessarily better Una più bassa pulsazione non è necessariamente meglio. Ammette che una pulsazione bassa è buon segno, ma dice che non è sempre così, anzi come sai per lui è meglio il contrario, ma comunque non nega la cosa. Dice: così va bene, ma non è detto che sia perfetto.
Dice che spesso questo (basse pulsazioni) è dovuto alla tiroide che funziona poco.
Poi dice che fare attività fisica tutti i giorni “potrebbe” essere deleterio per la tiroide, meglio avere almeno un giorno di riposo e se si è in salute tutto ok, ma se si hanno problemi potrebbe non bastare.
L'ultima cosa che dice secondo me è importante. Dice che se il metabolismo è buono la sistolica meno la diastolica deve dare un valore di almeno 50.
Per esempio 120/80 non va bene. 120/70 si.
In pratica basse pulsazioni non sono indice di cuore forte, però se hai basse pulsazioni e questa differenza da 50 in su allora è sintomo di cuore forte e di buon metabolismo.
Almeno così è come lo interpreto io, ma così ha molto senso, parlare soltanto di numeri togliendoli dal contesto per me ne aveva poco di senso.
Ovviamente potrei sbagliarmi, ma io leggo questo in quelle frasi.
Purtroppo se non trovo una logica in un discorso non riesco ad accettarlo, così invece mi riesce bene


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
27/02/2014 9:19 am  

http://www.thenutritioncoach.com.au/

nn ci capisco troppo, ma sembra che sta tizia, oltre che essere stupenda, citi anche spesso peat nei suoi articoli; oltre che seguire molto il suo stile


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
27/02/2014 9:49 am  

Bravo Nataku! Molto interessante......


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
07/03/2014 3:57 pm  

per caso qualcuno sà se peat fa differenziazione tra i vari tipi di miele?
nn tanto per il gusto quanto per la proporzione di glucosio-fruttosio
io sono abituo a mangiare acacia e castagno che sono prevalentemente fruttosio (nn cristallizzano)
mentre quelli che cristallizzano hanno piu glucosio rispetto ai sopracitati


RispondiQuota
tarullo
(@tarullo)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 324
08/03/2014 1:04 am  

Condivido il discorso delle pulsazioni e del delta pressorio

Modesty is not exactly my speciality.
S. Dalî


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
15/03/2014 1:10 pm  

http://en.paperblog.com/sugar-vs-starch-23226/ Zucchero verso amido


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
18/03/2014 9:53 am  

ECCESSO DI FERRO : Estratto di tè verde
Dopo l'acqua, il tè è la bevanda più comunemente consumata nel mondo. 32 verdi, foglie di tè non fermentati hanno numerosi benefici per la salute, principalmente attribuibile al loro contenuto di una molecola polifenolo chiamato epigallocatechina-3-gallato o EGCG. 32 EGCG è un bene antiossidante conosciuto. Negli ultimi 33 anni, è stato dimostrato per il ferro chelato con forza non legato e proteggere i tessuti vulnerabili. 34,35

Estratti di tè verde ricco di EGCG si legano al ferro, e gli scienziati hanno proposto il loro uso in alternativa o in aggiunta alla chelanti del ferro commerciali, che, pur efficace, può venire con effetti collaterali negativi. 36,37 Tali farmaci sono usati per trattare la talassemia, una condizione che quando abbastanza grave, può causare accumuli di ferro massicce come il risultato di frequenti trasfusioni di sangue. EGCG da tè verde è stato ora utilizzato in modo sicuro ed efficace per legare e rimuovere il ferro dal sangue di individui affetti da talassemia. 37,38 e in studi di animali deliberatamente sovraccarichi di ferro per simulare l'invecchiamento, estratti di tè verde sono in grado di legare il ferro libero e ridurre l'ossidazione tessuto ferro-correlate in cervello e tessuto epatico. 36,39,40

A differenza di molti farmaci e sostanze nutritive, EGCG attraversa rapidamente la barriera emato-encefalica. 41,42 Questo permette di catturare e isolare il ferro dalle regioni cerebrali colpite nella malattia di Alzheimer, di Parkinson e il morbo di Huntington. 43 Contrariamente a molte terapie farmacologiche attuali, che può modificare solo sintomi in queste condizioni tragiche, chelazione del ferro da EGCG ricco estratto di tè verde, offre il potenziale per prevenire e invertire la progressione del processo patologico stesso. 44-46

DOVRESTE ESSERE DAVVERO PRENDENDO FERRO?

Nonostante i pericoli di un eccessivo accumulo di ferro, gli individui invecchiamento necessitano ancora di assunzione di ferro sufficiente per una salute ottimale.
Per sapere se hai trovato adeguate (o eccessive) quantità di ferro nella vostra dieta, è necessario conoscere il proprio stato di ferro total-body. Ciò richiede una serie di esami del sangue oltre a quelle normalmente somministrato per determinare se si soffre di anemia.

Per un'istantanea completa del vostro attuale Stato di ferro totale del corpo, si rivolga al medico per includere ferritina sierica e la capacità ferro-legante totale in aggiunta alla emoglobina ed ematocrito misurato in un tipico esame emocromocitometrico. Il medico può ordinare altri test sulla base di questi risultati.

Se non avete carenza di ferro o anemia, prendendo ferro supplementare non è consigliabile e può contribuire alla comparsa di disturbi degenerativi associati a sovraccarico di ferro, dal morbo di Alzheimer e Parkinson al cancro e malattie cardiovascolari. Formulazioni multivitaminici e minerali per gli individui con scadenza non devono contenere ferro in più per questo motivo. Le donne incinte hanno aumentato fabbisogno di ferro e dovrebbero consultare il proprio medico per determinare se la supplementazione di ferro è appropriato. Siate certi che i supplementi sono appropriato per lo stato del ferro del proprio corpo.


http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=it&ie=UTF8&prev=_t&rurl=translate.google.it&sl=en&tl=it&u=http://www.lef.org/magazine/mag2012/mar2012_Excess-Iron-Brain-Degeneration_01.htm&usg=ALkJrhg1B8SIraVjU8YlGlB3g4c6dXPj-A


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
18/03/2014 2:24 pm  

In ottica regolatore del ferro è un sostituto valido al caffè quindi, ottima notizia.
Se non sbaglio in macorbiotica si consuma tè ai pasti.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
18/03/2014 2:45 pm  

No , macrobiotica e contro il tè verde, perche troppo yin, per loro va bene tè kukicha (un te tostato senza teina) mi sa che non va bene per eccesso di ferroo_o


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
18/03/2014 5:06 pm  

una volta andai dal macrobiotico, mi diedero il te da bere durante il pranzo...
ovviamente prima e ultima volta O_O


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
18/03/2014 5:20 pm  

Ovviamente chi ha valori bassi o normali di ferro è bene che di alimenti/bevande chelanti non se ne abusi. Conosco persone che bevono tè verde, coca cola e caffè come se fossero acqua...

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
18/03/2014 5:28 pm  

Il valore del ferro dipende anche dal rame, comunque chi mangia tantissima carne (cosa non remota se si mangia in stile evo, paleo etc diet) se ci beve assieme il tè verde limita il sovraccarico dato che il ferro tende ad accumularsi nell'arco della vita, poi giustamente chi ha una storia di basso ferro si deve autogestire e saper cogliere quando un consiglio è valido o no per lui.
Dato che Peat sottolinea il caffé e non tutti vogliono prenderlo, ad esempio la sera, mi è sembrata una buona alternativa.
Di contro, come tutte le cose, il tè se assunto in maniera elevata porta invece che benefici, effetti indesiderati, sia per i tannini e chelanti in generale che limitano altre sostanze oltre al ferro, sia perché l'EGCG dopo 10 tazze si fa sentire sul fegato. A meno di scolarsi 1L di tè verde (fatto in casa) al giorno direi che si può andare tranquilli, quelli commerciali di estratto ce ne è pochissimo quindi...
D'estate bere tè caldo con la carne invece dell'acqua deve fare un pò schifo, ma freddo perché no.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
18/03/2014 5:48 pm  

a limite ci sono gli estratti titolati in EGCG (oltre ad esserci l'EGCG pura ma costa un occhio...)


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
18/03/2014 6:04 pm  

Quelli li eviterei proprio (almeno io), è il modo sicuro per sovraccaricare il fegato, senza contare che mancano gli altri composti che ne modulano il rilascio presenti in un estratto naturale, ma su questo argomento possiamo continuare qui https://www.mangiaconsapevole.com/forum/T-T%C3%A8-Th%C3%A8-caldo-o-freddo.html?page=2

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
18/03/2014 6:15 pm  

Come per i farmaci, anche con certe bevande apparentemente innocue, bisogna contestualizzarne l'uso.
Mia moglie, essendo lei portatrice sana di alfa-talassemia, ha sempre avuto i livelli del ferro bassi con tutto l'emocromo sballato. Era sempre debole e per ripigliarsi faceva cicli di Ferrograd. Da quando segue la paleo l'emocromo è molto migliorato, anche se i livelli del ferro, anche se ora finalmente normali, sono sempre "borderline" verso il basso. Quindi credo che per lei quelle bevande (tè, caffè, etc.) siano da escludere. Qua, bene o male, siamo tutti informati, ma la fuori credo che pochissimi conoscano tutti gli effetti delle sostanze che ingeriscono. Per esempio, quando in TV o nelle riviste parlano del tè verde, ne decantano solo le proprietà antiossidanti e dimagranti, è la prima volta oggi che leggo delle qualità chelanti nei confronti del ferro.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
18/03/2014 6:23 pm  

Il sovraccarico e deposizione in eccesso nei tessuti e organi di ferro per molti anni in grado di sviluppare tantissimi malattie: artrite invalidante, fallimento ghiandolare , malattie epatiche gravi, morbo Alzheimer e Parkinson, malattie cardiovascolari e cancro. Uomini sono più soggetti accumulare il ferro in eccesso. Cmq studio parla, che per rimuovere ferro in eccesso sono utili sostanze come: cardo mariano, curcumina, tè verde,, acido lipoico, carnitina.


RispondiQuota
Pagina 58 / 105