Forum

[RAY PEAT] pensiero
 
Notifiche
Cancella tutti

[In evidenza] [RAY PEAT] pensiero  

Pagina 7 / 105
  RSS

tarullo
(@tarullo)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 324
29/10/2012 6:06 pm  

per il resto segui una torba's style?

Modesty is not exactly my speciality.
S. Dalî


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
29/10/2012 6:08 pm  

Sì, ma non bevo mai oltre 1 l di latte al giorno e per ora mangio poca gelatina, farla da soli è una rottura.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
tarullo
(@tarullo)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 324
29/10/2012 6:24 pm  

io la faccio con 1l di succo di frutta, alterno frutti rossi arancia ecc, 2 bustine da 12g di gelatina in fogli, scaldi a bagno maria per una mezz'oretta poi la metto negli stampini in frigo mi basta per 3/4 giorni

Modesty is not exactly my speciality.
S. Dalî


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
31/10/2012 1:45 am  

http://pinterest.com/SimoneAnders/meal-ideas-dr-ray-peat-friendly/

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
gianlnicc
(@gianlnicc)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 686
31/10/2012 11:40 am  

Devo dire che anch'io sto sperimentando un peatarismo molto custom con soddisfazione.

Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

Popeye the sailor man


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
31/10/2012 2:00 pm  

Bé io onestamente penso che in Italia dobbiamo personalizzarcelo per forza lo stile Peatariano, gli americani tendono sempre all'esagerazione, è nel loro DNA 😀
2 litri di latte si fanno veramente fatica a berli ogni santo giorno, così come potrebbero bastare meno carboidrati e così come mangiare un pò di pesce azzurro o salmone ci può stare ogni tanto.
Fai bene così Gian 😉

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
31/10/2012 2:53 pm  

Le critiche della PHD ad una dieta hi-carb Peatariana http://perfecthealthdiet.com/category/diets/ray-peat-diet/
In pratica gli zuccheri semplici strizzerebbero le surrenali, tesi abbastanza nota nell'ambiente medico, poi fanno azzardi epidemiologici dicendo che i centenari mangiano low-carb e high fat, che hi-carb fa rendere molto ma ti accorcia la vita e come ciliegina un video molto stupido per sostenere la tesi del rush da zuccheri.
A mio avviso non va sottovalutata la questione che gli zuccheri semplici da latte e frutta, in una dieta Peatariana, sono perlopiù in sostituzione degli amidi.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1170
31/10/2012 3:02 pm  

Questa dei centenari che mangiano low carb/high fat mi è nuova...specifica cosa intende ? Ma poi dice:
In our book, we calculate the daily glucose requirements of the human body at around 600 to 800 calories, or 30% to 40% of energy on a 2000-calorie diet.

So a 30-40% carb diet is a neutral diet, which probably places minimal stress on the body.

A 40-50% diet is a carb-overfed diet, which probably promotes fertility and athleticism.

A 20-30% diet is a mildly carb-restricted diet, which probably promotes longevity.

Ma scusate preferiamo vivere 70 anni da dio o 100 anni deboli e smunti?

Ah devo dire che non seguo ray peat e la sua dieta non mi piace per niente, ma questo articolo sembra fatto apposta per dire che per vivere al 100% delle nostre possibilità i carbo ci vogliono eccome! Altrimenti passiamo alla restrizione calorica...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
31/10/2012 3:10 pm  

Ma infatti ti inducono indirettamente a mangiare più carboidrati se dicono che mangiarli ti fanno essere atletici e fertili, io spero che non appoggino la teoria della candela che brucia prima, ovvero la candela (la longevità) e la fiamma (i carboidrati), più la fiamma è grossa e più la candela brucia prima. Non mi è mai piaciuta come teoria, però sembra questo da quello che scrivono. Poi se non segui Ray Peat mica è un problema, anzi... una certa pluralità all'interno del forum serve per essere più obiettivi.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1170
31/10/2012 3:52 pm  

Dicevo che non seguo peat non per fare polemica, ma per far capire qual'è il mio punto di vista e che non volevo difendere a priori quel tipo di dieta.
In realtà non la conosco benissimo come dieta, so quali sono le linee guida ma non ne conosco i dettagli, mi interessa approfondire se a livello biochimico può avere una sua logica, il fatto dei 2 litri di latte però mi lascia perplesso, anche perchè è proprio in questo periodo che anche nel mondo del bodybuilding si stanno facendo alcuni passi indietro nei confronti di questo alimento, si sentono persone che hanno avuto benefici eliminandolo, biologi e medici nutrizionisti che ne sconsigliano un uso giornaliero...poi lo sai che io do grande importanza ai geni e minuscole variazioni riguardanti essi (nel genotipo) possono dare luogo a differenze enormi nel fenotipo di persone diverse, quindi magari alcuni potrebbero trarre benifici dal consumo di latte e altri no, ma sto ripetendo cose ben note nel forum.


Ah riguardo la teoria della candela, non so se possa avere una qualche validità (e poi ripeto che vivere fino ai 70anni in salute ed efficienti secondo me è un traguardo migliore che viverne 100stanchi e spossati) ma so per certo che restrizioni sui carbo vanno a incidere sull'efficienza del sistema immunitario. Il surplus di grassi e proteine necessario a mantenere la dieta low carb equivalente a una dieta normal-carb non so sulle decine di anni quanto potrebbe incidere su reni e fegato, ok va bene magari preserviamo il pancreas, ma ci vuole una misura in tutto. L'alternativa per non creare affaticamento organico potrebbe essere quella della restrizione calorica che secondo me è una cavolata.
Poi a livello biochimico i carbo sono più facili da usare e anche da smaltire, quindi non saprei proprio su che basi poggia questa teoria, forse riguarda la formazione di age (advanced glycation end-product ) o forse i sedentari...
Ovvio che eccedere con i carbo faccia male, ma l'articolo dice che il 50% di carbo promuove atletismo e fertilità....


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
31/10/2012 4:17 pm  

Sulla teoria della candela si basa anche la teoria che essere ipotiroidei fa vivere di più, o meglio, non è proprio la teoria della candela, ma del germoglio, che se fatto nascere più velocemente brucia più in fretta il nutrimento a disposizione e muore se non ne ha dell'altro. Ma appunto, il germoglio poi mette radici e si nutre nell'ambiente circostante, e non viene considerato, ma si sa di quanto sono radicate certe ideologie e permangono nel tempo, basta vedere ancora che la maggioranza della classe medica dice saturi cattivi, proteine dannose. Ora nella PHD tutto mi sembra che siano ancorati a vecchi schemi medico-scientifici, quindi vorrei cercare nel loro sito da dove deriva il fatto che oltre una certa soglia di carbo ti accorcia la vita a favore delle prestazioni, come se la macchina umana potesse essere paragonata ad un semplice motore endotermico dove l'usura non è direttamente comparabile alla "macchina" umana che ha capacità rigenerative diverse dipendente poi anche dal metabolismo stesso. Metabolismo alto ha capacità rigenerative più elevate, come se un motore endotermico avesse meno usura a girare più "alto" e questo non avrebbe senso se facciamo un paragone 1:1.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1170
31/10/2012 5:15 pm  

Sulla teoria della candela si basa anche la teoria che essere ipotiroidei fa vivere di più, o meglio, non è proprio la teoria della candela, ma del germoglio, che se fatto nascere più velocemente brucia più in fretta il nutrimento a disposizione e muore se non ne ha dell'altro. Ma appunto, il germoglio poi mette radici e si nutre nell'ambiente circostante, e non viene considerato, ma si sa di quanto sono radicate certe ideologie e permangono nel tempo, basta vedere ancora che la maggioranza della classe medica dice saturi cattivi, proteine dannose. Ora nella PHD tutto mi sembra che siano ancorati a vecchi schemi medico-scientifici, quindi vorrei cercare nel loro sito da dove deriva il fatto che oltre una certa soglia di carbo ti accorcia la vita a favore delle prestazioni, come se la macchina umana potesse essere paragonata ad un semplice motore endotermico dove l'usura non è direttamente comparabile alla "macchina" umana che ha capacità rigenerative diverse dipendente poi anche dal metabolismo stesso. Metabolismo alto ha capacità rigenerative più elevate, come se un motore endotermico avesse meno usura a girare più "alto" e questo non avrebbe senso se facciamo un paragone 1:1.

D'accordo su tutto


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
01/11/2012 8:02 pm  

consiglio a chi volesse informazioni maggiori sullo stile alimentare di Ray Peat di contattarlo qui:
http://raypeat.com/contact.shtml

Io ho avuto modo di scambiare qualche mail

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
02/11/2012 5:07 pm  

Sembrerebbe che anche la Coca-cola sia ammessa e consigliata da Ray Peat....cosa ne pensate?

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
02/11/2012 5:36 pm  

Che tra lo zucchero, latte e coca cola ce ne sia abbastanza da far inorridire molte persone senza aver presente la biologia e fisiologia di fondo che sostiene Ray Peat.
Caffeina, anidride carbonica, zucchero... secondo le ideologie peatariane sono ottime contro lo stress, d'altra parte la mexican-cola o coca-cola che dir si voglia nasce per questo!
Non so però quanto sia utile l'acido ortofosforico in queste bevande... gli studi sono contrastanti (e te pareva).

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
crixus
(@crixus)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1213
02/11/2012 7:17 pm  

effettivamente è dura da digerire...

A chi interessa il disconrso papate ho chiesto secondo lui quante patate al giorno si possono mangiare, la sua risposta è stata

"If they are very well cooked (until they are soft) and eaten with cream or butter, it isn't likely to matter"

Mentre per il riso dice il meno possibile

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiQuota
Pagina 7 / 105