Forum

[RAY PEAT] pensiero
 
Notifiche
Cancella tutti

[In evidenza] [RAY PEAT] pensiero  

Pagina 87 / 105
 

Bloomberg5593
(@bloomberg5593)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 1356
22/03/2015 2:26 pm  

sì, 3,7 litri di latte al giorno. in passato ha detto che ha mangiato anche 6000 o 8000 calorie al giorno rimanendo magro


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 2354
22/03/2015 3:04 pm  

mi pare una cosa improbabile ammenoche non sei mr olimpya, oppure non sei al polo sud.
anche peat qualche cazzata la dice...
8000 calorie è una cosa abnorme pure per gli sportivi professionisti


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
22/03/2015 3:10 pm  

Magari, a furia di "giocare con la sua tiroide", s'è pigliato un ipertiroidismo con i "fiocchi".

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Luca40
(@luca40)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 912
22/03/2015 3:40 pm  

Bisogna tener conto che secondo Peat il Calcio nella dieta deve essere superiore al fosforo, non ho capito di quanto. Questo non è facile se si vuole evitare di prendere integratori di calcio.


RispondiQuota
Bloomberg5593
(@bloomberg5593)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 1356
22/03/2015 3:40 pm  

ma guarda che ipo o iper c'entra poco con l'apporto calorico, anzi lui disse che quando mangiava 6000 calorie e introdusse un supporto tiroideo, l'apporto calorico necessario si abbassò. certo che prima di accusare gente almeno le basi cazzo... XD


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
22/03/2015 4:06 pm  

E' tutta teoria la nostraXD

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
25/03/2015 10:08 am  

http://raypeatinsight.com/2015/01/29/organizing-the-panic-an-interview-with-dr-ray-peat/#more-329


12. Le persone hanno difficoltà con la parola "complotto", con connotazioni di persone in una stanza buia tramando la fine del mondo, ma quando i medici prescrivono Accutane non solo di vitamina A per l'acne a scapito di depressione, danno intestinale e deforme bambini, è questa cospirazione o conseguenze non volute di consumismo?

Penso che lo fanno negli uffici eleganti nelle aziende farmaceutiche, per esempio, la cospirazione 1941 estrogeni descritto da Carla Rothwell nella sua storia di sostituzione ormonale. Poco prima l'approvazione della forma sintetica della vitamina A, ci fu un'ondata di articoli in tutto il paese, comprese le riviste nazionali, circa il grande pericolo di overdose naturale di vitamina A; i sintetici sono stati promossi come alternativa sicura. Ho chiesto ad alcuni dei giornalisti in cui hanno ottenuto le informazioni, e uno mi ha dato il nome di un professore universitario. Quando ho telefonato e lei scritto per alcuni dettagli su di esso, lei non rispose; la sua segretaria ha detto che non era disponibile. La coincidenza del rash di notizie, e la falsità dei fatti denunciati, non poteva ragionevolmente essere spiegata se non come una campagna di marketing della droga. Di solito si fa in riviste mediche prima, ma in quella campagna apparentemente lavorato direttamente attraverso professori e dei mass media. Ci sono occasionali incidenti medici semplicemente stupidi, ma gli orrori medici di tutti i giorni sono ovviamente fatti con massiccia organizzazione e deliberazione. Si calcolano i miliardi di profitti contro il costo probabile vertenze giuridiche, e il ritiro della droga di conseguenza, quando i costi sono attesi per annullare i profitti. Ma quando è fatto in alto, con il capitale, non è cospirazione.....R.Peat


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390

RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
27/03/2015 3:16 pm  

Ray Peat dice che ..[A gallon of milk drank per day] – probably that’s been my average for 35 years or so. Now I average probably only two, to two and half, to three quarts when I can get lots of orange juice.
Quanto fa un gallone britannico ? Quanti litri di latte al giorno beve Peat?

Mi sembra che qui Peat dice che beve 2- 3 galloni britannici di late... sarebbe ? Possibile?


RispondiQuota
Bloomberg5593
(@bloomberg5593)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 1356
27/03/2015 3:39 pm  

no 1 gallone prima, ora 2-3 litri. 1 gallone = 3,7 litri


RispondiQuota
Nutritionvalley
(@nutritionvalley)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 341
30/03/2015 12:32 pm  

Ciao ragazzi. Ogni tato ritorno.
L'altra settimana ho letto un articolodi RP sulla caffeina. Lui la considera una vitamina e la loda.
Il mio consumo di questa "vitamina" è pari a 0. Se mangio del cioccolato fondente passo la notte in bianco. Il tè pure mi fa male. Se bevo un caffè secondo me vado al pronto soccorso e con una red bull muoio (ci sono casi di morte per questa roba, sono a rischio).
Coca cola mai bevuta che non mi piace.
Non ho mai approfondito il discorso caffeina proprio per questo, ma non l'ho mai vietata ai miei pazienti, perchè quando leggevo gli studi alcuni erano positivi e altri negativi, quindi non potevo dare un giudizio imparziale.
Partiamo dal presupposto che RP ha sempre ragione e ci vede lungo su tutto, quindi prendiamo per buono ciò che dice.
Però c'è anche da dire che RP parla bene di ogni cosa gli piace (vedi coca cola).
Il caffè è un seme e leggete qui http://samorini.it/site/mitologia/caffe/leggenda-pastore-kaldi/ se non conoscete la storiella delle capre. 🙂
Io posso dire che ad una mia paziente da 15 anni in cura al centro cefalee di Firenze, che si prendeva farmaci belli tosti, le ho fatto passare il mal di testa togliendole il caffè (quando voglio so essere convincente). Alcune persone con seri disturbi intestinali se gli togli il caffè rinascono.
Ho riportato questi esempi perhè tra la teoria e la pratica come al solito c'è un abisso.
Una vitamina per di più non liposolubile anche in eccesso difficilmente può dare i problemi che da la caffeina.
Però la cosa che vorrei chiedervi è questa: il caffè è un seme.
La caffeina è una purina simile all'acido urico (vi allego una foto).
A me fa pensare tanto ai fitosteroli vegetali che sono molecole simili al colesterolo, che pubblicizzano tanto, ma probabilmente fanno danno al posto di essere utili.
Sulla caffeina non ho mai preso una posizione e non riesco a prenderla, ma soprattutto non credo sia paragonabile ad una vitamina o anche se lo fosse ne abbamo bisogno in quantità inferiori alla B12.


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 2354
30/03/2015 1:35 pm  

io penso che sia anche molto empirico il fatto che la caffeina sia fondamentale (a detta di peat)
propone una serie di conclusioni opinabili tipo il fatto che sia un precursore dell'acido urico, che è si un antiossidante, ma è anche causa di gotta (affatto auspicabile, e se poi sia riconducibile ad altri fattori la gotta, cio non cambia che la caffeina sia precursore, quindi aumenta l'acido urico) e gia salta tutta la questione vitamina sulle persone gottose.
a soggetti ansiosi, agitati, stressati non penso affatto possa essere una vita-mina la caffeina.
per persone sane, "normali", allora puo essere un buon supporto psicofisico (la lucidita che mette la caffeina è veramente piacevole)

per conto mio posso dire che la ho sempre tollerata (io la uso anidra) ma periodi di forte stress, esecerba l'agitazione e lo sfinimento, niente da fare.

PS: un ottimo consiglio, nonche raccomandazione, è usarla insieme alla teanina che ne modula gli effetti "psicoattivi" (sempre lucido ma non "schizzato", perlomeno a dosaggi superiori a 150mg di caffeina)


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9763
30/03/2015 2:37 pm  

Neanche io riesco a prendere una posizione sulla caffeina, ho introdotto da un anno circa un caffè dopo il pranzo, più per piacere che altro.
Assimilarla ad una vitamina mi rimane difficile, negli anni 50 la si pubblicizzava proprio così poi...
Sono stato sempre sensibile al suo stimolo, anche se devo essere onesto, da quando sto bene la tollero molto meglio e riesco a sentire il boost senza nessun effetto negativo, il caffè di casa lo digerisco bene, quello dei bar o comunque molto forti mi fanno andare al bagno e li evito per quanto possibile.

Più stavo di merda e più ricordo che la caffeina era micidiale, chi è ipotiroideo oppure ha problemi metabolici non credo sia saggio assumerla, per me è e rimane la ciliegina sulla torta, sicuramente è il motivo principale per cui togliendola si hanno benefici, non cerchi di stimolare un metabolismo già ai minimi termini.
Inoltre richiede un sistema digerente sano, non credo che da sola possa creare gastriti o infiammazioni intestinali, ma è aggressiva sullo stomaco, difficile contraddire questo, all'inizio di cambiamenti dietetici, toglier eil caffè apporta quasi sempre benefici.

E' un pò come i latticini per me, più mantieni sano l'intestino e più è facile che li digerisci bene.

Spero solo che la si smetta però di vedere il caffè in maniera filosofica-complottista, come male dell'umanità, come sfascia surreni, che è un insetticida etc etc, per quanto in buona fede, denota semplicemente ignoranza e mal comprensione di questi fenomeni.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Nutritionvalley
(@nutritionvalley)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 341
30/03/2015 4:15 pm  

Grazie per entrambe le risposte.
Come ho detto non lo vieto, ma nemmeno lo elogio.
Però riprendo questa frase: "Inoltre richiede un sistema digerente sano, non credo che da sola possa creare gastriti o infiammazioni intestinali, ma è aggressiva sullo stomaco, difficile contraddire questo, all'inizio di cambiamenti dietetici, togliere il caffè apporta quasi sempre benefici." RP alla fine scarta tutto ciò che apporta "tossine", allora mi domando perchè ammetta certi cibi se non per gusto.
Non è una critica, ma è per capire se è veramente un giudizio obiettivo il suo.
In fondo con qualsiasi nutriente (o addirittura dieta) si può dimostrare quello che si vuole.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9763
30/03/2015 4:19 pm  

Penso che una componente individuale sia sempre presente nel valutare una cosa.
Anche io ho del pregiudizio, giusto un paio di giorni fa si è palesato quando ho parlato della birra, per me è peggio l'azione estrogenica della birra che lo zucchero della Coca.Cola. Per chi ama la birra vedrà l'azione estrogoenica del luppolo come una cosa trascurabile e vedrà lo zucchero della Coca-Cola come un veleno, mentre io penso il contrario, chi ha ragione? Nessuno, forse bisogna valutare il contesto, quello che poi fa un medico quando studia il caso del paziente.

Penso anche che la dieta che lui propone è la versione rimaneggiata della dieta dell'esperimento 0 grassi per trovare l'essenzialità degli acidi grassi.
Come visione d'insieme secondo me è il numero 1, però anche applicando le sue teorie al 70% e arricchendole con le proprie, si possano ottenere risultati fenomenali.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Nutritionvalley
(@nutritionvalley)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 341
30/03/2015 5:30 pm  

Anche per me è il numero uno indiscusso, ma certe uscite non le comprendo.
Sulla caffeina si arrabbia se uno la chiama farmaco, perchè è come una vitamina, quando in realtà da effetti da farmaco.
Io se prendo qualche vitamina non divento schizzato, con la caffeina si.
Io penso che una persona possa tranquillamente vivere senza, mentre per lui alla fine è una cosa troppo importante.
Io rimango sempre della mia opinione, ossia che ognuno è libro di assumerla secondo la sua tolleranza, però vorrei capire se è veramente così importante, in caso inizio a drogarmi di caffè pure io, anche se la vedo impossibile la cosa.
Da piccolino prendevo un cucchiaino di zucchero bagnato da una goccia di caffè e anche in quel modo non lo sopportavo.


RispondiQuota
Pagina 87 / 105