Forum

[Articolo] Lievito ...
 
Notifiche
Cancella tutti

[Articolo] Lievito di Birra  

Pagina 1 / 2
  RSS

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:37 pm  

Articolo nel blog https://www.mangiaconsapevole.com/a-tutta-birra/

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


Quota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 9:46 pm  

Come al solito Grazie e tanto di cappello Tropico!
Questo è il classico e vero lievito di birra, amaro e salato.
Quello per gli animali era proprio così! Bleah

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:46 pm  

Grazie, come vedi non devi preoccuparti per il glutine se vuoi seguire la paleo, purtroppo sul sito che avevi segnalato non è riportato niente in etichetta...e non sappiamo nemmeno su che substrato è coltivato per farcene una idea.
Comunque continua ad usarlo che lo ritengo buono come integratore sportivo.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 9:47 pm  

Il sig. Orazio Martini di Regno Vegetale ha detto:

Salve. Ecco le notizie del lievito in polvere da noi venduto sul sito internet.

Lievito di birra polvere per alimentazione umana (inattivo, cioè non lievitante) (codice interno "P")

Sto aspettando la conferma ufficiale ma direi che sicuramente questo lievito è stato coltivato NON su birra ma su melassa, quindi ha un buono e gradevole sapore.

Inoltre confermo che NON contiene glutine.

Caratteristiche:

Proteine
Min. 28%

Carboidrati
Min. 15%

Fibra alimentare
Min. 8%

Cloruri totali
Max. 35%

Lipidi
Max. 8%

Umidita’
Max. 3%

Occhio quando si ordina di richiedere quello disattivato: con il kg. che ho comprato (da come ha spiegato sopra è disattivato) mi ha mandato anche un piccolo campione da assaggiare di un altro tipo che solo leggendo il resto della mail scopro essere ATTIVO e quindi DANNOSO! Comunque gli ho risposto informandolo che quello attivo non va bene per l'uso umano, spiegandoli le ragioni, e gli ho consigliato di aggiungere, nella descrizione del loro lievito nel sito, se è attivo o disattivato.

il secondo tipo (campione) (codice interno tipo "A") é:

Lievito secco attivo, coltivato su melassa, NON contiene glutine e ha le seguenti caratteristiche principali:

Sostanza secca 92,0 - 96,0 %

Proteine (N X 6,25) 41,0 - 59,0 %

Glucidi 35,0 - 45,0 %

Lipidi 5,0 - 9,0 %

Sostanze minerali 4,0 - 8,0 %

INFORMAZIONI GENERALI:

AMINOACIDI

LYSINA 8 - 11 % /proteine

ISTIDINA 2 - 3.5 % /proteine

ARGININA 4.5 - 6 % /proteine

TRIPTOFANO 1 - 1.5 % /proteine

AC. ASPARTICO 10 - 13 % /proteine

TREONINA 4 - 6 % /proteine

SERINA 4 - 6 % /proteine

AC. GLUTAMMICO 15 - 18 % /proteine

PROLINA 4 - 5 % /proteine

ALANINA 5 - 7 % /proteine

CISTEINA tracce - 2 % /proteine

VALINA 5 - 6 % /proteine

METIONINA 1 - 2 % /proteine

ISOLEUCINA 4 - 6 % /proteine

LEUCINA 7 - 8 % /proteine

TIROSINA 3.5 - 4.5 % /proteine

FENILANINA 4 - 5 % /proteine

GLICOLATO 4 - 5 % /proteine

VITAMINE

TIAMINA B1 2 - 15 mg /100g.SS

PIRIDOSSINA B6 2 - 6 mg /100g.SS

RIBOFLAVINA B2 2 - 8 mg /100g.SS

A. NICOTINICO PP 10 - 50 mg /100g.SS

AC. PANTOTENICO 15 - 35 mg /100g.SS

BIOTINA 0.07 - 0.2 mg /100g.SS

esente da allergeni.

Ciao:-)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 9:47 pm  

Io adesso ho scritto:

Grazie Orazio!
Comunque mi confermi che il lievito che ho comprato è disattivato vero? Ti conviene scriverlo nella descrizione del tuo negozio: moooolto importante! Come saprai il lievito attivo invece di dare nutrimento, attivando la fermentazione, "ruba" le vitamine e i minerali dal nostro intestino. Quindi, per uso umano, è importantissimo che sia disattivato!
A presto e buone cose by Fabio Meloni

Il sig.Orazio ha appena risposto così:

certo...te lo confermo (come ho scritto nella descrizione della mail precedente).

Quindi reinserisco il lievito tranquillamente: è gluten free, di cereali nemmeno l'ombra ed'è pure disattivato!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:48 pm  

Avevo chiesto info pure io ed aveva risposto anche a me, comunque adesso mi spiego il costo... 28% di proteine, la melassa poi è lo scarto della produzione di zucchero... onestamente, è un lievito scarso.
Quello attivo del sito è molto meglio ma non è l'ideale...al massimo lo disattiviamo noi lo sbatto al microonde

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 9:48 pm  

Così per curiosità stavo leggendo quì http://www.lerboristeria.com/prodotto.php?code=0647 per esempio c'è scritto che ha glutine! Mi è venuto in mente che anche quello americano che avevi postato aveva come substrato di coltura i cereali e quindi il rischio di esserne contaminato esiste! Quindi bisogna esserne certi che sia senza glutine......prima di acquistare, d'ora in poi, chi interessato al gluten free, meglio chiedere prima al venditore o che sia scritto in etichetta!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:48 pm  

Bè sicuramente se il tizio trova di meglio io sarei un acquirente.
Il lievito che hai continua ad usarlo per arricchire la farina di semi di canapa, anche se il lievito è scarso la tendenza ad essere ricco di lisina permane, quindi aiuta,
Per la questione glutine, in teoria non dovrebbe averlo, anche se contaminazioni sono possibili,te che non hai la celiachia una contaminazione dovrebbe farti ridere, ad ogni modo ad uso umano i substrati sono la melassa, la canna e la barbabietola da zucchero, quindi il problema non si pone.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 9:49 pm  

Per l'esperimento "Paleo" il problema si pone eccome! Se c'è pure scritto di assicurarsi che la carne non venga cotta, per esempio, in una griglia dove è stato cotto il pane proprio per evitare il glutine.....ma a tutti non solo i celiaci! Poi, da quel che sto potendo capire, praticamente il glutine fa male, è infiammante, poi la faccenda delle lectine e le cellule T , etc, etc, etc,, non solo a chi è celiaco conclamato ma a TUTTI TUTTI! Con il lievito scarso alla melassa il problema non si pone.........ma se si compra quello ai cereali bisogna mettere in conto che c'è il rischio di essere contaminato da glutine. Ora che sto facendo l'esperimento devo essere preciso e maniacale se voglio testarne realmente la bontà....quindi zero sgarri e zero glutine per 30 giorni!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:49 pm  

Ho notato che un lievito cresciuto su barbabietola da zucchero molto in voga in USA in realtà è importato dalla vicina Croazia, queste le proprietà nutrizionali http://www.lewis-labs.com/products/facts/brewers-yeast-facts.htm
L'azienda è una distilleria e il lievito è coltivato su melassa, barbabietola sì, ma la parte meno nobile, http://www.badel.hr/products/industrial-product-line
Quasi quasi mi compro il sacco da 25Kg ad uso animale di fabietto...
Comunque sull' http://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:19Pn20NeS5cJ:www.danielecevolani.it/dati/ContentManager/files/articoli/Lievito_di_birra_Suinicultura_91.pdf+deamarizzare+lievito+birra&hl=it&gl=it&pid=bl&srcid=ADGEESjyF0Y0WX0lTzm1Jg4Tr0Wuef610502o7VSZYmqFIhhz74nttUqFjdV46WVb2o1bT2XjDa8TasSFCgsOe9_ELo4XWIhN2JV4sBWDlVR85qsQKUTA5KoPYkmeTkTXgfGlCif6X4g&sig=AHIEtbTM1kSd0zhp1K2y112T5CwaOZPP9Q]articoloarticolo di rivista che avevi postato nell'altro thread sempre sul lievito di birra dice che può venire essiccato anche a 108°C e la perdita è minima di vitamine e aminoacidi, nel caso puoi disattivare il lievito attivo che hai con una cottura sui 90/100° per tipo 1ora, dovrebbe morire il bastardo.
E il sacco che hai ho visto che lo puoi deamarizzare con idrossido di sodio, datti al piccolo chimico, però se t'intossichi io non c'entro niente

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:51 pm  

Uno studio che rileva la presenza di Anti‐saccharomyces cerevisiae antibodies (ASCA) in pazienti celiaci. La permeabilità intestinale potrebbe essere la causa dato che gli ASCA si riscontrano in altre malattie autoimmuni come il Morbo di Chron e come nell'infiammazione dei dotti biliari del fegato. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1856514/?tool=pmcentrez e http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1379403/?tool=pmcentrez e http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC501007/?tool=pmcentrez
In via cautelare quindi chi ha un intestino malmesso,specie nel Crhon a quanto pare, dovrebbe evitare i lieviti di Sacc.Cerevisiae, perchè la permeabilità alterata fa scatenare risposte immunitarie.

Una dieta priva di glutine abbassa drasticamente la risposta agli anticorpi del Sacc.Cerevisiae nei celiaci come si può osservare in questo studio http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2731251/?tool=pmcentrez -->Anti-microbial antibody formation has been reported in celiac disease. Relatively high positivity rates were observed for the conventional antibodies, for example, anti-Saccharomyces cerevisiae (ASCA), anti-OmpW, and anti-I2, and they were known to decrease after a successful gluten free diet.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:52 pm  

Ultima nota sul glutine, se l'Associazione Italiana Celiachia dice che il lievito di birra non è nemmeno a rischio ed è un alimento totalmente libero lo sdoganerei definitivamente come sicuro. http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 9:53 pm  

Troppo tardi l'ho regalato a mio zio. Comunque faceva veramente schifissimo e ne faccio veramente benissimo a meno.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 9:53 pm  

Oggi sono andato a vedere il reparto integratori della COOP, su tre tipi di lievito di birra di marche differenti era riportato che conteneva o c'erano tracce di glutine. Direi quindi che il lievito di birra standard lo contiene, forse l'associazione AIC non fa molta differenza dal lievito coltivato su melassa e affini con quello di birra altrimenti farebbe degli avvisi.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
15/10/2011 3:59 am  


La Marmite è composta da estratto di lievito , un sottoprodotto della produzione della birra.
La versione inglese del prodotto è appiccicosa, la pasta è di colore marrone scuro con un caratteristico sapore deciso, è estremamente salato e saporito.
Questo gusto distintivo si riflette nello slogan pubblicitario della società britannica: "si ama o si odia." Altri prodotti simili sono l'australiano http://en.wikipedia.org/wiki/Vegemite&usg=ALkJrhga3aE7T1YpmeRQxVH14tzqBEi_r A">Vegemite e lo svizzero http://en.wikipedia.org/wiki/Cenovis&usg=ALkJrhjo6639keB35mtFcOD9WccOkFL42 Q">Cenovis.
Il prodotto che sarebbe diventato Marmite è stato inventato per caso nel tardo 19 ° secolo quando lo scienziato tedesco Justus von Liebig scoprì che il lievito di birra potreva essere concentrato, imbottigliato e consumato.
Durante la prima guerra mondiale le truppe britanniche sono state rifornite con Marmite per le loro razioni alimentari.
Nel 1912, la scoperta delle vitamine è stata una spinta per la Marmite, in quanto è una ricca fonte di vitamina del complesso B, la vitamina B 12 non si trova naturalmente nell' estratto di lievito, ma è aggiunta alla Marmite durante la fabbricazione. Con la carenza di vitamina B 1, il beri-beri era comune durante la prima guerra mondiale, la diffusione è diventata più popolare.
Nel 1930, la Marmite è stata utilizzata dallo scienziato inglese Lucy Wills per identificare l'acido folico e il suo effetto nel sopprimere l'anemia. Oltre all'acido folico (vitamina B 9) la Marmite ha una quantità utile di diverse altre vitamine.
L'ingrediente principale della Marmite è l'estratto di lievito , che contiene un'alta concentrazione di acido glutammico , una nota eccitotossina. La Marmite fatta nel Regno Unito è senza glutine.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
04/09/2012 7:52 pm  

Confronto tra la biodisponibilità di elementi traccia in sali inorganici, aminoacidi chelati e lievito
Vinson, JA e Bose, P., Atti di elementi minerali, 615-621, 1981.
La biodisponibilità di varie forme degli oligoelementi selenio, manganese, zinco
e ferro sono state studiate utilizzando topi come animali da test.
Dieci gruppi di 5 ratti ciascuno sono stati utilizzati per lo studio. Per ogni elemento studiato, tutti i ratti sono stati alimentati con una dieta commerciale carente di elementi traccia da 2 a 4 settimane per produrre uno stato di carenza.
Poi ciascun gruppo è stato alimentato con l'elemento integrato in uno dei tre livelli in una delle tre forme
- sale inorganico
- amminoacido chelato commerciale
- lievito
Dopo questo periodo d'integrazione, i ratti sono stati sacrificati e sono state determinate le concentrazioni dell'elemento nel sangue e nel fegato.
Nel sangue l'ordine decrescente di biodisponibilità è lievito> sale inorganico> amino acido chelato.
Nel fegato l'ordine è lievito> chelato amminoacido> sale inorganico.
I risultati mostrano che il lievito è la forma più biodisponibile degli elementi selenio, manganese, zinco e ferro. In conclusione il lievito è la miglior forma per l'integrazione di oligoelementi.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Pagina 1 / 2