Forum

[Cromo] Oximix 6+ c...
 
Notifiche
Cancella tutti

[Cromo] Oximix 6+ cromo&magnesio per insulino resistenza  

  RSS

federica
(@federica)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1
26/09/2011 4:40 pm  

si chiama oximix 6+ e è un integratore di cromo e magnesio al fine di
migliorare la sensibilità insulinica. Speciani sul suo sito lo consiglia,voi
pensate possa esser utile?ma soprattutto un eccesso di cromo e o magnesio non
può fare danni?grazie grazie:)


Quota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
26/09/2011 4:41 pm  

90 mg di Magnesio non inducono alla ipermagnesemia, e 100 mcg di cromo
sebbene superiore all'RDA non dovrebbe portare problema alcuno.
Male non
farà,ma bene..non so, fosse accertata una carenza allora può darsi.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
18/01/2012 1:16 am  

Da wikipedia
C’è chi sostiene che l’integrazione del cromo nella forma picolinata riduca l’insulino resistenza nei diabetici, ma una metanalisi di vari studi sull’argomento ha mostrato che non c’è alcuna associazione tra il cromo e la concentrazione di glucosio o insulina per i non-diabetici, mentre nei diabetici i risultati degli studi presi in considerazione sono inconcludenti e non significativi.[6] Questa metanalisi è stata accusata di avere escluso risultati di studi significativi.[7] Trials successivi hanno dato risultati ambigui sull’argomento[8][9]

In un resoconto di tutti i trials si è concluso che il cromo picolinato non ha nessun effetto sulle persone sane, sui diabetici potrebbe avere un effetto benefico ma ciò manca di una evidenza forte.[10]

Uno studio sostiene che il cromo picolinato dà più facilmente danno al DNA e mutazioni che altre forme di cromo trivalente,[11] ma i risultati sono dibattuti da un altro studio.[12] Altri studi indicano che il composto è sicuro anche ad alti dosaggi.[13] Nei topi l'integrazione dietetica di cromo picolinato produce difetti scheletrici nella prole.[14] Nei moscerini della frutta (Drosophila melanogaster) il cromo picolinato produce aberrazioni cromosomiche e impedisce lo sviluppo della progenie,[15] causa sterilità e mutazioni letali.[16]

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
01/07/2015 2:28 am  

Integrazione di cromo in soggetti non diabetici non obesi è associata ad una diminuzione della sensibilità insulinica.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23194380 2012
traduzione google

CONTESTO:
L'uso di integratori di cromo è molto diffusa per la prevenzione e il trattamento del diabete mellito, ma ci sono notizie contrastanti sull'efficacia, forse riflettendo effetti discordanti tra i diversi popoli. Nel presente studio, testiamo l'ipotesi che la supplementazione di cromo aumenta i livelli di cromo nel siero e di conseguenza migliora la sensibilità all'insulina.

METODI:
Un doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo è stato condotto su 31 non-obesi, soggetti normoglicemici. Dopo gli studi di base, i soggetti sono stati randomizzati a placebo o cromo picolinato 500 mcg due volte al giorno. L'endpoint primario era rappresentato dal cambiamento nella sensibilità all'insulina come misurato da clamp iperinsulinemico euglicemico. Endpoint secondari pre-specificati inclusi lipidi a digiuno, la pressione sanguigna, peso, composizione corporea misurati da scansione DXA.

RISULTATI:
Dopo 16 settimane di terapia picolinato di cromo non c'era nessun cambiamento significativo nella sensibilità insulinica tra i gruppi (p = 0,83). C'era, tuttavia, una forte associazione tra cromo siero e variazione di resistenza all'insulina (β = -0.83, p = 0,01), dove soggetti col livello sierico più alto di cromo avevano un peggioramento della sensibilità all'insulina. Questo effetto non potrebbe essere spiegata con variazioni di parametri fisiologici come il peso corporeo, del tronco di grasso e siero lipidi con cromoterapia.

CONCLUSIONI:
La terapia con cromo non ha migliorato la sensibilità all'insulina negli individui normoglicemici non obesi. Inoltre, i soggetti che avevano alti livelli di cromo sierici paradossalmente hanno avuto un calo della sensibilità all'insulina. Cautela quindi dovrebbe essere esercitata nel raccomandare l'uso di questo supplemento.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
eric
 eric
(@eric)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 2495
01/07/2015 5:34 pm  

Credo siano molti di più gli studi a favore comunque..


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
01/07/2015 5:59 pm  

Questo è uno studio ben fatto, doppio cieco con placebo, su umani sani, ed hanno riscontrato questa associazione negativa tra cromo e sensibilità insulinica, non sarà definitivo ma la tendenza del cromo è comparabile a quella dello iodio e del selenio, quando si supera una certa quota aumentano gli aspetti negativi.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
eric
 eric
(@eric)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 2495
01/07/2015 7:25 pm  

per caso hai letto di studi simili a riguardo del Vanadio?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
01/07/2015 7:26 pm  

No... quando mi capita li riporto sicuramente.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota