Forum

Notifiche
Cancella tutti

[IODIO]

Pagina 2 / 6

Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9826
Topic starter  

Ipotiroidismo iodio-indotto
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/11396709/
Lo iodio è un elemento essenziale per la sintesi degli ormoni tiroidei. La tiroide ha la capacità e tiene la macchina per gestire lo iodio efficiente quando la disponibilità di iodio diventa scarso, così come quando lo iodio è disponibile in quantità eccessive. Quest'ultima situazione è gestita dalla tiroide acutamente inibendo la organificazione di iodio, il cosiddetto acuta Wolff-Chaikoff effetto, con un meccanismo non ben compreso 52 anni dopo la descrizione originale. Si propone che iodopeptide (s) che si formano temporaneamente inibire perossidasi tiroidea (TPO) mRNA e la sintesi proteica e, pertanto, iodinations tireoglobulina. L'effetto Wolff-Chaikoff è un mezzo efficace per respingere le grandi quantità di ioduro e quindi impedendo la tiroide di sintetizzare grandi quantità di ormoni tiroidei. L'acuta Wolff-Chaikoff effetto dura per pochi giorni e poi, attraverso il cosiddetto fenomeno di "fuga", il organificazione di curriculum ioduro intratiroideo e la normale sintesi di tiroxina (T4) e triiodotironina (T3) restituisce. Ciò si ottiene riducendo la concentrazione intratiroidea iodio inorganico da down regulation della symporter iodio sodio (NSI) e consente pertanto il TPO-H202 sistema di riprendere la normale attività. Tuttavia, in alcuni individui apparentemente normali, nei neonati e feti, in alcuni pazienti con malattie croniche sistemiche, i pazienti eutiroidei con tiroidite autoimmune, e Graves 'malattia dei pazienti trattati in precedenza con metodo radioimmunologico (RAI), un intervento chirurgico o farmaci antitiroidei, la fuga dal effetto inibitorio di grandi dosi di ioduri non è raggiunto e ipotiroidismo clinico o subclinico deriva. Ioduro di ipotiroidismo indotto è stato osservato anche in pazienti con una storia di tiroidite post-partum, in pazienti eutiroidei dopo un precedente episodio di tiroidite subacuta, e nei pazienti trattati con interferone alfa ricombinante che ha sviluppato disfunzione tiroidea transitoria durante l'interferone-a trattamento. L'ipotiroidismo è transitoria e la funzione tiroidea ritorna alla normalità dopo 2 o 3 settimane dopo la sospensione di ioduro, ma transitoria terapia sostitutiva T4 può essere richiesto in alcuni pazienti. I pazienti che sviluppano transitoria iodio-indotto l'ipotiroidismo deve essere seguita a lungo termine in seguito perché molti si svilupperà permanente ipotiroidismo primario.


Ray Peat dice di non assumerne troppo perchè induce ipotiroidismo, ero a conoscenza che dosi farmacologiche di iodio deprimono la funzione tiroidea e viene usato per gli ipertiroidei e come agente antivascolarizzante della tiroide prima dell'asportazione chirurgica.
Però sulle dosi non sono molto sicuro.
Attualmente 1,1mg (1.100ug) sono considerati il tetto massimo da non superare, al giorno.
Però è pur vero che popolazioni della costa giapponese ne assumono quantità elevate (12-50mg) senza effetti collaterali sulla tiroide.
Senza contare che il dottor E.Abraham e Brownstein sostengono un uso più spregiudicato e sembrano sapere il fatto loro.
Quindi se si dice che un uso farmacologico a dosi di 100mg inibisce la tiroide siamo tutti d'accordo, ma se dosi superiori al milligrammo fanno lo stesso allora la faccenda è più complicata perché a dosaggi medi c'è chi sostiene che l'ipotiroidismo lo cura e non lo fa venire. Mah...

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9826
Topic starter  

Dopo uno scambio di email con Lita Lee che mi ha molto gentilmente fornito del materiale a riguardo, sono giunto alla conclusione che per il momento aveva ragione Ray Peat.
La dose RDA o quantità doppie la RDA sono sufficienti, oltre non serve e si rischia di far deprimere la funzione tiroidea.
Il liquido di Lugol Forte molto propagandato è una mazzata di iodio pericolosa per una funzione tiroidea sana.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9826
Topic starter  

Un caso di tiroidite di Hashimoto con immunologica anormalità della tiroide si manifesta dopo l'ingestione abituale di alghe.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/581113
Un caso interessante di gozzo ioduro indotto con anomalie immunologiche è descritto. Il paziente che era sensibile alla penicillina sintetica erano stati precedentemente trattati per la pleurite essudativa, insufficienza cardiaca congestizia e insufficienza renale acuta. Dopo il recupero, ha iniziato a ingerire grandi quantità di alghe dopo di che ha sviluppato ipotiroidismo con gozzo. Era interessante che il livello nel siero di gamma-globulina aumentata, e successivamente l'anticorpo antitiroidei microsomiale divenne fortemente positivo, suggerendo che processi autoimmuni tiroidei era stato precipitato. Biopsia della ghiandola tiroidea rivelato tiroidite cronica, con prove che indicano la stimolazione estrema TSH. Hight captazione tiroidea di 131I, test positivo scarico perclorato e l'analisi biochimica della proteina solubile tiroidea ha mostrato una grave compromissione della sintesi dell'ormone dopo continuo accumulo di eccesso di ioduro. Mentre vi sono prove che suggeriscono ioduro aumentata può essere un fattore importante nella apertura di tiroidite di Hashimoto, questo può risultare dalla marcata sensibilità aumentata della ghiandola Hashimoto agli effetti di iodio. Così una lesione occulta potrebbe essere smascherato in questo modo. Il meccanismo con cui ioduro di mediare questo effetto non è chiaro.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9826
Topic starter  

Tiroidite autoimmune iodio-indotta in topi NOD-H-2H4
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8938107
L'ingestione di iodio in eccesso è stato implicato in induzione ed esacerbazione di tiroidite autoimmune nelle popolazioni umane e modelli animali. Abbiamo studiato il decorso e legati al sesso differenze di iodio-indotto tiroidite autoimmune in topi NOD-H-2H4 topi. Questo ceppo, derivato da una croce di NOD con B10.A (4R), sviluppa spontaneamente tiroidite autoimmune ma non il diabete. Topi NOD-H-2H4 sono stati trattati con semplice acqua o acqua con 0,05% di iodio per 8 settimane. Circa il 54% delle femmine e il 70% di sesso maschile trattati con iodio topi sviluppate lesioni tiroidee, mentre solo 1 su 20 animali di controllo avevano tiroidite in questo momento. Livelli sierici di tiroxina (T4) erano simili nel trattamento e nel gruppo di controllo. Tireoglobulina anticorpi specifici erano presenti nel gruppo trattato con iodio dopo 8 settimane di trattamento, ma anticorpi a perossidasi tiroidea non erano evidenti nel siero di nessuno degli animali. I livelli di anticorpi anti-tireoglobulina aumentata nel corso del periodo di 8 settimane l'ingestione di iodio, tuttavia, nessuna correlazione è stata osservata tra i livelli di anticorpi anti-tireoglobulina totali e il grado di infiltrazione della tiroide, al momento dell'autopsia. Gli anticorpi tireoglobulina consisteva principalmente di IgG2a, IgG2b, ed IgM senza rilevabile IgA, IgG1, IgG3 o tireoglobulina anticorpi specifici. La presenza di IgG2b tireoglobulina anticorpi specifici ben correlata con la presenza di lesioni tiroidee.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
nataku
(@nataku)
Membro
Registrato: 9 anni fa
Post: 2354
 

ma quante ne prendevi di lugol forte?
per esempio nella terapia gerson usano si la lugol ma a meta dose, e nn piu di 4-5 gocce al giorno nel trattamento intensivo mi pare...

i jappi sono un popolo strano in tutto...


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9826
Topic starter  

Ne prendevo 2 gocce.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Ciao,
Volevo fare una comparazione tra:
- il sale raffinato addizionato di iodio 3 mg per 100 grammi acquistato al supermercato
- il sale integrale con 58 µg di iodio per 100 grammi acquistato in erboristeria non lavorato/raffinato

Ma sono in difficoltà, non riesco a compararli dato che sono misurati diversamente...


RispondiCitazione
nataku
(@nataku)
Membro
Registrato: 9 anni fa
Post: 2354
 

misurati diversamente? no sono uguali....

il sale integrale ha un enormita meno di iodio rispetto a quello addizionato
3 mg contro 58 microgrammi
1 microgrammo è un millesimo di milligrammo


RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Il primo è in mg mentre il secondo è in µg (che dovrebbe essere mcg) quindi

3 mg per 100 grammi addizionato
58 mcg per 100 grammi integrale

Quindi conviene usare quello addizionato?


RispondiCitazione
nataku
(@nataku)
Membro
Registrato: 9 anni fa
Post: 2354
 

se cerchi la quantita si.

io per conto mio preferisco altre fonti di iodio, organiche, nn ioduri o iodati.
tipo sto prodotto qua: h*tp://www.arganiascorbile.it/fucus-es-0-1-iodio.html?filter_name=iodio

con 100 mg di sta polvere hai 100 mcg di iodio; l'rda è 150 mcg
mezzo cucchiaino al giorno sopra un alimento e hai fatto la tua dose senza prendere roba inorganica.

(ce ne sono molti altri gia in compresse, ma tu nn ami le ocmpresse mi pare)


RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Concordo. Ma dovendo scegliere tra questi due quale sceglieresti?

Raffinato con più iodio o integrale con meno iodio?


RispondiCitazione
crixus
(@crixus)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 1213
 

Prima o poi mi deciderò ad integrare la Kelp. Sto ancora valutando

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiCitazione
nataku
(@nataku)
Membro
Registrato: 9 anni fa
Post: 2354
 

Concordo. Ma dovendo scegliere tra questi due quale sceglieresti?

Raffinato con più iodio o integrale con meno iodio?

scusa, pensavo fosse chiaro; nessuno dei 2

io sceglierei, e scelgo quello che ti ho linkato.

quello addizionato ha iodio inorganico, che nn mi piace.
l'altro ne ha talmente poco che fa ridere..
a sto punto compra in un erboristeria strisce di alga nori, mettici dentro qualsiasi alimento che ti piace e fai tipo involtino.


RispondiCitazione
Eva
 Eva
(@eva)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 1959
 

Dici che l'alga nori e kelp ne hanno di più?
Non credevo...


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 10 anni fa
Post: 7352
 

Io prendo questo http://www.vitaminity.com/shop/details.asp?prodid=PHO09

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
nataku
(@nataku)
Membro
Registrato: 9 anni fa
Post: 2354
 

la nori e la kelp sono tra le alghe con piu iodio.


RispondiCitazione
Pagina 2 / 6