Forum

[LNAA BCAA EAA] Amm...
 
Notifiche
Cancella tutti

[LNAA BCAA EAA] Amminoacidi Liberi - ramificati - essenziali  

Pagina 1 / 5
 

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:40 pm  

Mi stavo chiedendo quanto ci sia di vero in quello che ho letto ultimamente su internet.
Ovvero che, i Large Natural Amino Acid (LNAA), di cui i BCAA sono un sottogruppo , abbiano uno scarso assorbimento intestinale.
Gli aminoacidi liberi in pratica vengono assorbiti poco, demolendo uno dei capisaldi del bodybuilder, ovunque si può leggere che gli aminoacidi a catena ramificata (BCAA) vengono captati direttamente dal muscolo senza passare dal fegato.
Gli aminoacidi possono essere esclusivamente liberi, diversamente sarebbero proteine, peptidi, tripeptidi, bipeptidi.
E' il metabolismo intestinale che attraverso la digestione scompone le proteine, costituite da catene più o meno lunghe di aminoacidi, in forme sempre più semplici, fino a raggiungere l'unità di ogni singolo aminoacido. Solo a questo punto, il prodotto della digestione delle proteine, gli aminoacidi, è immesso nel torrente circolatorio e può raggiungere i tessuti.
Altrimenti nell'intestino introdotti in forma libera non vengono riconosciuti,in quanto competono tutti con lo stesso carrier,trasportatore.
Gli aminoacidi liberi nel sangue provengono principalmente dalla demolizione delle proteine della dieta, demolite a peptidi questi passano liberamente la membrana intestinale, la demolizione ad aminoacidi liberi continua nel sangue, dove gli aminoacidi sono utilizzati sia per la sintesi di nuovi aminoacidi, non essenziali, sia per la formazione di nuove proteine (peptidi).

Sono un pò confuso, tutti gli studi sia su ratti che su uomo con largo uso di bcaa orali confermano la loro efficacia.
A meno che,come in altri studi, i bcaa non vengano iniettati direttamente nel torrente ematico, e questo spiegherebbe l'apparente arcano.
Molti studi,anche sulla melatonina per esempio,vengono effettuati con iniezioni dirette in vena, ma poi si commercializzano soluzioni orali, dove non è previsto l'intestino che fa da mediatore e cambia le carte in tavola.
Nel dubbio come workout le proteine del siero del latte sarebbero più indicate e dunque assorbite.
Che qualcuno ci illumini

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


Quota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
28/09/2011 8:41 pm  

io so per certo solamente che le catene di più aminoacidi legati tra di loro attraverso un legame peptidico sono meglio e piu velocemente assimilati rispetto agli AA liberi. Non a caso non è facile trovare integratori di aminoacidi che garantiscano buone quantita di dipeptidi e tripeptidi..quei pochi hanno un prezzo elevato, vedi le peptopro
http://www.bodybuilding.com/store/pfac/pepto.html


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:41 pm  

Sto pensando ad una cosa, ovvero, sappiamo bene io e te Andrea che l'aminoacido libero L-Glutammina si ferma nell'intestino e non arriva nei muscoli, difatti prendemmo la Glutabolic per questo motivo.
Stessa cosa per l'aminoacido L-Arginina, ci sono parecchi pareri discordanti,proprio dovuti al fatto che alcuni studi sono fatti con assunzioni orali,e quindi inefficaci,e altri con Arginina in vena.
Cerchiamo di approfondire:

Proteine complesse, idrolizzate, e AAs in forma libera

Le tre maggiori fonti di proteine sono quelle complete (derivanti dal cibo), quelle predigerite o idrolizzate (molte delle proteine in polvere) e quelle in forma di aminoacidi liberi (formulazioni contenenti singoli aminoacidi).
I prò e i contro dei tre tipi di proteine.

Deve essere chiaro un punto importante, e cioè che una volta entrati nel circolo sanguigno gli aminoacidi sono indistinguibili l'uno dall'altro (a meno che non siano segnati radioattivamente per scopi di ricerca medica). Perciò gli aminoacidi derivati da un uovo saranno trattati in modo uguale a quelli derivati da una capsula di aminoacidi liberi. Quindi in in termini di effetti fisiologici sul corpo, non c'è differenza tra proteine complesse, predigerite, o in forma di aminoacidi liberi.

Comunque c'è differenza in termini di velocità di assorbimento. Le proteine complesse hanno tempi di digestione superiori a quelle pre-digerite (idrolizzate). E' in ragione di ciò che si sfruttano le caratteristiche delle idrolizzate consumandole immediatamente dopo l'allenamento, per cercare di ricostruire le perdite avvenute nel modo più veloce possibile.

Anche se teoricamente maggiormente bio-disponibili, gli AA in forma libera sono assorbiti più lentamente dei di- e tri-peptidi, probabilmente a causa sia della competizione per i trasportatori di cui si parlava più sopra, sia per la maggiore disponibilità di trasportatori per di- e tri-peptidi. Se si mette assieme, il calo di bio-disponibilità ai prezzi solitamente elevati per grammo di proteine, gli AA in forma libera possono essere considerati dei supplementi proteici inutili. Ci sono però degli AAs specifici, come la glutammina e i BCAA, che possono dare dei benefici se presi in forma libera, ma questo sarà discusso più avanti. http://www.abodybuilding.com/Proteinall1.html

"ma questo sarà discusso più avanti." L'articolo l'ho letto tutto ma la questione non è stata per niente discussa.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:42 pm  

Lo stomaco è soprattutto predisposto per eventi di denaturazione e di idrolisi che conducono alla scomposizione delle proteine in aminoacidi liberi o piccoli peptidi nell'intestino: è qui che avviene la gran parte dell'assorbimento aminoacidico (l'intestino ha una efficienza che va dal 95% al 99% nell'estrarre aminoacidi essenziali e non-essenziali dal lumen).

I sistemi di trasporto degli aminoacidi, con lo scopo di consentirne il flusso attraverso la membrana cellulare, sono molti (probabilmente altrettanti sfuggono alla conoscenza), e solitamente sono indicati con opportuni codici: A, B, L, ASC, y+, N, ... Essi sono, inoltre, diversamente e ampiamente diffusi nei vari tessuti. A seconda se attivati dalla presenza o meno di ioni sodio (Na+), sono distinti in Na+-dipendenti (A, ASC, N, B, ...) e Na+-indipendenti (L, y+, ...). A livello di tessuto intestinale li troviamo praticamente tutti.

- L'arginina sfrutta principalmente il sistema Na+-indipendente (elettrogenico) y+.

- La glutamina sfrutta principalmente due sistemi Na+-dipendenti: B (altamente aspecifico) a livello intestinale ed N a livello epatico (esiste anche la variante N^m a livello muscolare).

- Gli aminoacidi a catena ramificata (leucina, isoleucina e valina) utilizzano principalmente il sistema Na+-indipendente L.

- La creatina ha (almeno) un sistema di trasporto (tipicamente) Na+-dipendente, indicato talvolta con CrC (Creatine Carrier).

Effettivamente, come anticipi, siccome più aminoacidi si possono servire dello stesso sistema di trasporto, non è inusuale l'attuazione di inibizione competitiva tra gli stessi.
Per ridurre queste inevitabili interazioni, allo scopo di migliorarne l'assorbimento, probabilmente sarebbe opportuno assumere separatamente aminoacidi afferenti a sistemi di trasporto Na+-dipendenti da quelli afferenti a sistemi Na+-indipendenti.

Ti segnalo qualche riferimento per eventuali approfondimenti:

- Stevens B. R. (1992), "Amino Acid Transport in Intestine. In: Mammalian Amino Acid Transport: Mechanism and Control", (Kilberg, M. S. and Haussinger D., eds.) pp. 149-164, Plenum, New York;

- Mailliard M. E., Stevens B. R. and Mann G. E. (1995), "Amino Acid Transport by small intestinal, hepatic, and pancreatic epithelia", Gastroenterology, 108:888-910.

Più che di "quantità di trasportatori" rispetto alla quantità di aminoacidi, sarebbe opportuno parlare in termini di loro attività.

I "trasportatori" sono, tipicamente, dei "canali" presenti sulla membrana cellulare che, opportunamente attivati, consentono il passaggio della molecola aminoacidica attraverso la cellula (e questo in ogni tessuto, non solo a livello intestinale). Tale attività è soggetta a dinamica regolazione a breve e lungo termine. Fattori che influenzano la regolazione possono essere di carattere ormonale, possono essere legati a meccanismi di iperpolarizzazione cellulare (cambiamenti nello scambio Na+/H+), dipendere dal pH, ...
Così, ad esempio, l'insulina ha un ruolo importante nella regolazione positiva a lungo termine di diversi sistemi di trasporto. Oppure altri sistemi a livello epatico sono inibiti in casi di acidosi metabolica (in cui non è inusuale, quindi, una diminuzione della produzione di urea).

L'inibizione competitiva si attua più facilmente quando l'attività del sistema di trasporto si abbassa (anche se la densità di "canali" risulta adeguata). Se l'attività è alta l'inibizione competitiva è rara anche in presenza di elevate quantità di aminoacidi da trasportare. D'altro canto le cellule sono in grado di biosintetizzare nuovi trasportatori e, probabilmente, addirittura nuovi tipi di sistemi di trasporto come risposta adattativa al nuovo e intenso stimolo metabolico.

Fonte: http://www.bodyweb.com/forums/scientific-corner/128477-competizione-tra-aminoacidi-x-assimilazione.html

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:42 pm  

http://books.google.it/books?id=0361QfHK-mIC&printsec=frontcover&source=gbs_ge_summary_r&cad=0#v=onepage&q&f=false
Prego leggere a pagina 164 in poi,fino a 166.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
28/09/2011 8:42 pm  

non ho letto ancora le pagine dell'ultimo link(le leggerò quanto prima) ma comunque penso che per quanto riguarda l'assunzione di alcuni aminoacidi in forma libera ci possa stare, sempre se preso singolarmente per uno scopo ben preciso. Un esempio è la l-glutammina che se assunta oralmente oltre ai numerosi benefici gastro-intestinali, nei casi di stress (dove c'è un consumo maggiore dl glutammina) viene in parte usata per questo scopo risparmiando cosi quella muscolare.
Quindi no ad un pool di aminoacidi in forma libera, si invece ai singoli aminoacidi in forma libera.. questo è il mio parere


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
28/09/2011 8:48 pm  

Ma il pool di AA liberi si assorbe meno rispetto alle proteine intere giusto?
Quindi alla fine è meglio assumere quelle intere o sbaglio?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:48 pm  

Si è meglio assumere Proteine intere, come vengono smontate hanno dei trasportatori specifici che passano la barriera intestinale facilmente.
Quelle del siero poi sono molto "veloci".
Per quanto riguarda l'assunzione di singoli aminoacidi, c'è chi sostiene che siccome i trasportatori sono in comune, può accadere che questo aminoacido esaurisca il trasportatore, non rendendolo disponibile ad altri.Creando uno squilibrio di assorbimento.
Personalmente dico che,bisogna valutare con quanta velocità i trasportatori vengono ricostituiti, inoltre,anche se si esaurisce un trasportatore, le proteine vengono assorbite ugualmente perchè hanno un altro meccanismo. Alla fine per sicurezza basta ciclizzare.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
28/09/2011 8:49 pm  

ok, grazie. cosa intendi per "quelle del siero"?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:49 pm  

Proteine del siero del latte, ricavate per microfiltrazione o per scambio ionico,epurate da lattosio e caseina.Con un contenuto proteico di 80/90%.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
OneLovePeace
(@onelovepeace)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 1335
28/09/2011 8:49 pm  

Secondo me sono porcherie.


La natura non fa nulla di inutile.


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
28/09/2011 8:50 pm  

ok, grazie...

nel dubbio io preferisco sempre cibo vero crudo e integro, ciao


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:50 pm  

Certo, con il cibo ci siamo evoluti, ed il nostro intestino lo riconosce bene, quanto sopra detto è la dimostrazione che non siamo in grado di fregare il nostro corpo facilmente.
Ad ogni modo le whey idrolizzate,anche se a istinto sanno di porcheria, sono un valido aiuto nel post workout, insomma per gli sportivi.
Vengono predigerite enzimaticamente formando di-peptidi ( peptide=aminoacido) a basso peso molecolare,quindi assorbite molto velocemente dall'intestino.
Sarebbero da prendere solo in casi specifici, e non come spuntini stile dieta a zona, sappiamo bene che le proteine del latte vaccino innalzano parecchio l'insulina.
Inoltre l'assenza di lattosio e caseina è cosa buona.
L'unico momento favorevole e ricercato per questo "effetto collaterale" è il WO.
Per chi fa blanda attività o vita sedentaria non deve assumerle.
Credo che per il prossimo anno di allenamento le proverò.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
28/09/2011 8:51 pm  

queste sembrano essere le migliori in circolazione:

Platinum Hydro Whey è il miglior integratore di proteine di tutti i tempi.

Platinum HydroWhey® e la più rapida, pura e avanzata formula di proteine mai sviluppata dalla Optimum Nutrition, in una parola l' "Eccellenza". Attraverso l’idrolizzazione delle proteine, la Optimum Nutrition è riuscita a creare una formula ad assorbimento molto più rapido.

Unendo i migliori ingredienti e tecniche di lavorazione ultra avanzate, Optimum Nutrition ha creato la formula proteica più efficace fino a questo momento, Platinum HydroWhey®, il miglior integratore di proteine di tutti i tempi.

Mediante l’idrolizzazione delle proteine, le molecole proteiche più grandi vengono frazionate in porzioni molto più piccole, con maggiore biodisponibilità, che vengono assorbite rapidamente permettendo ai muscoli di iniziare subito la ricostruzione.

Per aumentarne l’efficacia, la Optimum Nutrition ha anche arricchito la formula rivoluzionaria di Platinum HydroWhey® con enzimi digestivi e BCAA micronizzati.

L’estrema velocità di assorbimento di Platinum HydroWhey® si deve alla sua ultra purezza, poiché è costituito unicamente da proteine isolate idrolizzate, per cui non contiene grassi, colesterolo o lattosio.

Proprietà di Platinum HydroWhey®
BCAA 8,8g
Lattosio 0g
Zuccheri 0g
Proteine 30g

Ciascuna dose fornisce 30 g di proteine.
9 g di Leucina, Isoleucina e Valina (BCAA).
Senza lattosio, senza colesterolo e senza zuccheri.
Contiene enzimi digestivi che ne migliorano l'assorbimento.
Si scioglie istantaneamente.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:51 pm  

Ma i BCAA micronizzati che senso ha metterli?
Vale il discorso fatto prima, mettono in etichetta un ragguardevole 8.8gr di BCAA per 30 gr di Siero e poi si scopre che c'hanno fatto l'aggiunta.
Inoltre vorrei capire se l'idrolisi è stata fatta tramite calore+acido oppure per via enzimatica,o anche batterica.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9778
28/09/2011 8:52 pm  

I am very concerned about the indiscriminate use of amino acids. In
young
body builders and other athletes who take commercial supplements of
amino
acids, irritability may be due to more than just illegal use of
anabolic
steroids. Amino acids are CNS active molecules that can have a mood
altering
potential in susceptible individuals. Free amino acids (those amino
acids
not bound by or part of a protein) also have the potential to damage
the
brain, as so eloquently has been discribed by neurosurgeon Russell
Blaylock
M.D. in Excitotoxins The Taste That Kills.
The same company,
Ajinomoto, that makes L-tryptophan, now finally recognized
as a drug, as well
as much of the world's amino acid isolates, makes MSG.
Jack Samuels, a world
expert on MSG, will tell you that commercially made
MSG is a drug. To many
orthomolecular individuals like Jack it is extremely
dangerous. MSG is a
manmade chemical that releases quantities of the
neurotransmitter glutamate
that SOME people cannot tolerate.

http://serplus.splinder.com/

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Pagina 1 / 5