Forum

[MELATONINA] (N-ace...
 
Notifiche
Cancella tutti

[MELATONINA] (N-acetil-5-methoxytryptamine)

Pagina 9 / 11

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9819
Topic starter  

3mg a me stordivano pesantemente, conta anche quanto bene l'assorbiamo, almeno con 1mg la dose è maggiormente personalizzabile e chi vuole può comunque assumere 3 cps.
Di certo è l'unica che copia il picco e l'andamento naturale quindi è preferibile.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
 

con 3 da 1 mg, oltre a prendere troppo zinco e selenio, ti costa un botto....
2 mg li hanno tolti, 2 euro col ca***


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
 

Sono curiosa se Pierpaoli prende la melatonina e quale dosaggio ? Quanti anni ha?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9819
Topic starter  

Ha 80 anni se non erro, e la prende a 6mg sempre se non ricordo male, ultimamente ha avuto qualche problema di salute che non conosco ma che dice di aver superato.
Sempre se ricordo bene, prende tiroide.
Ha un carattere un pò burbero secondo me, diverse cose le condivido e alcune no... ma per fortuna che c'è.
A me sta bene tutto il discorso di mettere a riposo la pineale per preservarla, di modo che ci mantenga giovani, però essendo un ormone (anche se lui dice che non lo è) che riguarda il sonno, predispone il corpo a quello, abbassa la temperatura corporea, ora se uno ha un problema di metabolismo basso o è ipotiroideo potrebbe accusare la dose eccessiva, senza contare che presa senza andare a dormire potrebbe essere pericolosa per la retina.
Diciamo anche che di naturale c'è poco, perché il picco sierico di melatonina a 20anni è molto inferiore a quello che si ottiene con dosi da 1 o 3mg, quindi di certo fa lavorare il corpo umano fuori specifica, se ci sono solo vantaggi me ne fregherei, ma è da appurare, se non altro la sua funzione antiossidante è ben apprezzata, sempre che... non deprima il timo, costringendoci ad assumerla a vita altrimenti son guai, per questo, non essendoci studi umani a lungo termine, meglio essere conservativi ed assumerla a dosi fisiologiche, il mio parere ormai ripetuto alla nausea. Io continuerò ad osservare Pierpaoli... con interesse e spirito critico.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
 

80 anni è una bella età, poi con 6 mg di melatonina---- secondo Peat dovrebbe essere già morto o con qualche malattia o_o, anche fisicamente e ancora un bel uomo:-D


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9819
Topic starter  

Sembra più arzillo di Peat, dalla voce quest'ultimo sembra decrepito anche se ho letto che ha una buona pelle e non sembra avere la sua età, detto da chi lo ha visto negli ultimi anni, io son come San Tommaso, devo vedere per credere, spero che campino entrambi abbastanza da essere credibili.
Comunque la melatonina anche portasse qualche effetto collaterale, la vita non l'accorcia, in teoria, comunque Peat non ha detto questo, ma una serie di effetti negativi che portano a dipendenza da essa, io sono per controllarne la quantità, è vero sia quello che dice Pierpaoli che Peat, a seconda della quantità e della modalità.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
 

Ma Pierpaoli la melatonina prende per problemi di insonnia o per mettere a riposo pinneale?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9819
Topic starter  

Per la seconda, per preservarsi dalle malattie della vecchiaia, per invecchiare bene.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
 

Direi che sta bene fisicamente , e cosa lui dice di dieta? Spero che non un vegetariano?


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9819
Topic starter  

No no, mi pare che mangia tutto, niente dieta.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
kisa
 kisa
(@kisa)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 1390
 

Cmg dubbio rimane... non sono molto d'accordo con Pierpaoli che dice che melatonina - non è un ormone . o_o


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
 

ho fatto sta domanda a pierpaoli:

ora che la melatonina per decreto ministeriale è passata da 3 mg a 1 mg (grande scemenza all'italiana direi, visto che il prezzo nn è mutato), mi chiedevo se prendere 3-4 compresse possa creare squilibri a livello minerale, visto che prenderei molto zinco e selenio; zinco che dovrebbe essere antagonista al rame, e il selenio è anche tossico a dosaggi elevati.
Come poter ovviare a questo problema? se io volessi prendere 5 mg di melatonina e nn prendere 5 compresse da 1 mg?
Sarei costretto ad andare su prodotti di importazione provenienti dall'Inghilterra, ma che non hanno lo zincoselenio che aiutano il picco notturno di melatonina.

RISPOSTA:

innanzitutto il dosaggio di 1mg nelle compresse di Melatonina Zn-Se Pierpaoli, è più che sufficiente per produce il corretto picco melatonico notturno. Ancora nel lontano 1996 gli esperimenti mostrarono che un dosaggio di 0,3 - 1,0 mg nelle compresse è sufficiente per innalzare il livello di melatonina nel plasma di oltre i 120 picogrammi per millilitro e quindi per il ristabilimento del picco melatonico notturno giovanile.

È stato infatti provato che già le dosi nell'ordine di 0,3 – 0,5 mg sembrano comunque essere altrettanto efficaci per imitare perfettamente il picco notturno giovanile che quelle a maggiore quantitativo. Non tutte le formulazioni sono adatte a creare un picco notturno giovanile all’ora giusta: un rilascio rapido o uno ritardato altererebbe il picco notturno e sconvolgerebbe i ritmi ormonali controllati dalla Ghiandola Pineale.

Va comunque considerato che i bisogni individuali possono variare a seconda delle differenze nel metabolismo. Proprio a causa del differente assorbimento intestinale di ognuno, io consigliavo prudenzialmente l’assunzione da 1 a 3 mg., tanto più che il rischio di sovradosaggio è inesistente . Se reputa, che 1 compressa non è sufficiente, può prenderne 2 o anche 3, considerando il fatto che l’SCF ha stabilito per il Selenio un livello di assunzione massimo tollerabile (UL) pari a 300 μg/die negli adulti e per lo Zinco di 25 mg/persona/giorno. Inoltre, con l’avanzare dell’età, lo Zinco non viene assorbito a sufficienza dall’intestino e costituisce un sicuro indice della senescenza (gli anziani presentano i livelli di Zinco molto bassi). Deve quindi essere integrato maggiormente per evitare una grave alterazione dell’immunità. In ogni caso va detto che i cosiddetti valori RDA -dose giornaliera consigliata- in realtà sono puramente indicativi, tenuti eccessivamente bassi (riportano l’importo minimo richiesto al nostro corpo) e sono molto variabili. Ad es. numerosi studi parlano di un fabbisogno giornaliero di Selenio che si attesta sui 200-250 μg e quindi raccomandano 200 μg per gli adulti ogni giorno . Il livello di massimo di assunzione sicura di Selenio è considerato di 400 μg ed il National Institute of Health raccomanda una dose massima di 400 μg di Selenio per gli adulti sani. Il fabbisogno giornaliero di Zinco invece è di circa 18 mg negli uomini adulti, e l’assunzione fino a 25mg al giorno viene considerata come dose sicura. Secondo l'US National Institute of Health, gli adulti possono in sicurezza assumere fino a 40 mg di Zinco al giorno.

Di fatto però ribadisco che, un dosaggio di 0,3 - 1,0 mg nelle compresse della formulazione di Melatonina Zinco-Selenio Pierpaoli è normalmente sufficiente per il ristabilimento del picco melatonico notturno a livelli giovanili e per saturare l’organismo durante la notte.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9819
Topic starter  

Per la melatonina in sostanza ripete quello che c'è scritto anche nel suo sito.
Comunque continuo a leggerne tante sulla melatonina, con effetti opposti, ad esempio come attività antiossidante protegge dalle maculopatie mentre ho letto che rende più sensibile la retina al danneggiamento se presa di giorno, ho letto che deprime il timo e ho letto che rigenera il timo, Pierpaoli dice che aumenta la conversione degli ormoni tiroidei da T4 a T3 e poi leggo di studi che dicono l'esatto contrario e così via.
Per l'invecchiamento comunque bisognerebbe anche guardare le altre sostanze prodotte dalla pineale, ossia l'epitalamina e l' arginina-vasotocina.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
nataku
(@nataku)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 2354
 

puoi linkarmi qualche studio di quelli che dici tropico?
cosi tra qualche giorno glieli linko, vediamo cosa risponde...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9819
Topic starter  

Sulla possibilità del foto-danneggiamento della retina con la melatonina:
- Melatonin increases photoreceptor susceptibility to light-induced damage http://www.iovs.org/content/33/6/1894.abstract?ijkey=87c4821e23d5c788999214ad98f0ac4c7c1391e7&keytype2=tf_ipsecsha
- White MP, Fisher LJ. Effects of exogenous melatonin on circadian disc shedding in the albino rat retina http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/0042698989901223
- The role of melatonin and dopamine in retinal physiology. http://www.nrcresearchpress.com/doi/abs/10.1139/y80-220#.U17Je1fyKjY
- Effects of melatonin and 6-methoxy-tetrahydro-β-carboline in light induced retinal damage: a computer morphometric method http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/0024320584905551
- The melatonin receptor antagonist luzindole protects photoreceptors from light damage in rat http://www.iovs.org/cgi/ijlink?linkType=ABST&journalCode=iovs&resid=39/12/2458
- The diurnal susceptibility of rat retinal photoreceptors to light-induced damage. http://www.iovs.org/external-ref?access_num=10.1016/S0014-4835(85)80007-5&link_type=DOI
- Melatonin is a potent modulator of dopamine release in the retina http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/6656879

Progesterone:
Inibizione del progesterone http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9137942

Ipotermia a dosaggi elevati:
http://jcem.endojournals.org/content/86/10/4727
Questo è importante perché lui basa molto il metabolismo sul controllo della temperatura basale e potrebbe indurre un paziente a sovradimensionare il bisogno di tiroide.

Tiroide:
Melatonina favorisce il passaggio da T3 a T4 https://www.mangiaconsapevole.com/forum/T-MELATONINA-N-acetil-5-methoxytryptamine.html?pid=7786#pid7786
Vedere anche: Pregnenolone. L'ormone naturale che rallenta l'invecchiamento Di Ascanio Polimeni,Ray Sahelian.
Opposite effects of zinc and melatonin on thyroid hormones in rats http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0300483X03004098


La cosa positiva della melatonina di Pierpaoli è che contiene zinco e selenio, ottimi per la tiroide che in caso controbilanciano.
Ho omesso gli studi positivi che in proporzione ne sono più di quelli sopra riportati che sono "contro", quindi sicuramente Pierpaoli ha una sterminata bibliografia a suo sipporto.
Solo che lui dice anche che non ci sono effetti collaterali a dosi alte, ci sono più studi a supporto di questo che i contrari, ma siccome li ho sperimentati, soprattutto ipotermia e sonnolenza diurna, e mia madre tendenza alla depressione aumentata... direi di non sottovalutarli.
Da tutto quello che ho letto in giro, il problema principale è assumere la dose fisiologica secondo me, il corpo umano se ha un picco sierico di 125mcg secondo me è giusto rispettarlo.
Gli esperimenti sui topi sono indicativi, ma non dimentichiamoci che sono anche notturni, hanno attività notturna mntre noi dormiamo e stiamo a occhi chiusi.
Soprattutto dovrebbe leggersi bene l'interazione con il foto-danneggiamento, perché nei suoi video suggerisce di prenderla anche per lavoratori notturni per mantenere il ritmo, ma se da un lato è antiossidante dall'altro aumenta la suscettibilità della retina alla luce.
Per il resto, se ne avessi bisogno preferirei dormire bene e prendere la melatonina piuttosto che avere insonnia e dormire poche ore a notte, credo che nel breve sia molto peggiore questo.
Se gli sottoponi questi dubbi secondo me ti manda a quel paese, lo vedo burbero nei video, anche se diverso tempo fa ci parlai per mail ed è sembrato abbastanza disponibile, ma non gli avevo posto queste domande.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
alessandro gelli
(@alessandro-gelli)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 38
 

non ho leto tutti i commenti...la Melatonina merita di essere annoverata tra le molecole antiaging antistress .
nel giovane però preferisco non la melatonina come tale ma i precursori per stimolare la sintesi ENDOGENA della melatonina...
importenti tecniche di derivazione orientale che ottimizzano la secrezione endogena ottimale.
e....ridurre il tempo al pc....


non ho letto tutti i commenti...la Melatonina merita di essere annoverata tra le molecole antiaging antistress .
nel giovane però preferisco non la melatonina come tale ma i precursori per stimolare la sintesi ENDOGENA della melatonina...

importanti tecniche di derivazione orientale che ottimizzano la secrezione endogena ottimale.
e....ridurre il tempo al pc....
Il discorso della stimolazione endogena vale per molte molecole .

il paradosso?
colui che dorme male di notte non è nelle condizioni ottimali per la produzione endogena di Melatonina....una reazione a catena distruttiva.

Sono uno empirico e pratico.
La scxienza serve per darci una spiegazione degli eventi che osserviamo...alcuni colleghi fanno il contrario.
Ecco perchè mim piace l'empirismo e i risultati oggetivi che hanno a che fare con la VARIABILITA' SOGGETTIVA.


RispondiQuota
Pagina 9 / 11